San Siro: il Milan riapre. Contatto con l'Inter.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,805
Reaction score
27,189
Tuttosport in edicola: è il momento di tenere aperta ogni opzione sulla questione stadio. Anche a costo di riaprire strade che sembravano chiuse. Il Milan, in questa frenetica settimana, non ha solo definito il rogito per l’acquisto dell’area San Francesco a San Donato per circa 15 milioni e effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del colosso delle costruzioni WeBuild della famiglia Salini, tornando quindi a prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il Meazza. Da Casa Milan è partita anche una chiamata verso la sede dell’Inter per riallacciare la collaborazione interrotta dalla decisione rossonera di abbandonare unilateralmente il progetto condiviso di uno stadio nuovo nell’area di San Siro. La società nerazzurra, indirizzata su Rozzano dove ha opzionato un terreno per un impianto in autonomia (prelazione valida fino al 30 aprile con possibilità di rinnovo), non ha chiuso le porte all’idea di riprendere il cammino in comune, proprio nei giorni in cui riacquista forza la possibilità di intervenire su San Siro creando una grande area hospitality tra primo e secondo anello con WeBuild. La dirigenza dell’Inter ha preso tempo spiegando ai colleghi rossoneri che deve valutare il presidente Steven Zhang. Il movimentismo rossonero dimostra l’impellenza di Gerry Cardinale e della proprietà americana di stringere sul dossier stadio. Sono giorni intensi per San Siro anche per un altro motivo: mercoledì sarà consegnato all’Uefa il dossier definitivo per la finale di Champions League ottenuta dalla Figc per il 2026 o 2027. Nyon stabilirà a maggio in quale di questi due anni sarà Milano a ospitare la finale.

CARDINALE: PIANI PER IL FUTURO QUI -) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


Altre news di giornata

—) Pioli: il Milan valuta la conferma, con l'opzione.


—) D. Maldini:"Sogno di tornare al Milan. Papà oggi non ci sarà".


—) Milan: il secondo posto per la Supercoppa.


—) Galliani:"Amo Ibra. Lo volevo qui. Monza Milan match di Silvio".


—) Milan fabbrica del gol. 3 punti per superare la Juve.


—) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


—) Occasione Jovic: e va verso il rinnovo.


—) Theo + Leao e turnover a Monza, per volare in fascia.


—)
San Siro: il Milan riapre. Contatto con l'Inter.
 
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
9,089
Reaction score
3,784
Tuttosport in edicola: è il momento di tenere aperta ogni opzione sulla questione stadio. Anche a costo di riaprire strade che sembravano chiuse. Il Milan, in questa frenetica settimana, non ha solo definito il rogito per l’acquisto dell’area San Francesco a San Donato per circa 15 milioni e effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del colosso delle costruzioni WeBuild della famiglia Salini, tornando quindi a prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il Meazza. Da Casa Milan è partita anche una chiamata verso la sede dell’Inter per riallacciare la collaborazione interrotta dalla decisione rossonera di abbandonare unilateralmente il progetto condiviso di uno stadio nuovo nell’area di San Siro. La società nerazzurra, indirizzata su Rozzano dove ha opzionato un terreno per un impianto in autonomia (prelazione valida fino al 30 aprile con possibilità di rinnovo), non ha chiuso le porte all’idea di riprendere il cammino in comune, proprio nei giorni in cui riacquista forza la possibilità di intervenire su San Siro creando una grande area hospitality tra primo e secondo anello con WeBuild. La dirigenza dell’Inter ha preso tempo spiegando ai colleghi rossoneri che deve valutare il presidente Steven Zhang. Il movimentismo rossonero dimostra l’impellenza di Gerry Cardinale e della proprietà americana di stringere sul dossier stadio. Sono giorni intensi per San Siro anche per un altro motivo: mercoledì sarà consegnato all’Uefa il dossier definitivo per la finale di Champions League ottenuta dalla Figc per il 2026 o 2027. Nyon stabilirà a maggio in quale di questi due anni sarà Milano a ospitare la finale.

stadio-san-siro.jpeg
Ed ecco che si va verso l'inaspettatissima riverniciata...
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,805
Reaction score
27,189
Tuttosport in edicola: è il momento di tenere aperta ogni opzione sulla questione stadio. Anche a costo di riaprire strade che sembravano chiuse. Il Milan, in questa frenetica settimana, non ha solo definito il rogito per l’acquisto dell’area San Francesco a San Donato per circa 15 milioni e effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del colosso delle costruzioni WeBuild della famiglia Salini, tornando quindi a prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il Meazza. Da Casa Milan è partita anche una chiamata verso la sede dell’Inter per riallacciare la collaborazione interrotta dalla decisione rossonera di abbandonare unilateralmente il progetto condiviso di uno stadio nuovo nell’area di San Siro. La società nerazzurra, indirizzata su Rozzano dove ha opzionato un terreno per un impianto in autonomia (prelazione valida fino al 30 aprile con possibilità di rinnovo), non ha chiuso le porte all’idea di riprendere il cammino in comune, proprio nei giorni in cui riacquista forza la possibilità di intervenire su San Siro creando una grande area hospitality tra primo e secondo anello con WeBuild. La dirigenza dell’Inter ha preso tempo spiegando ai colleghi rossoneri che deve valutare il presidente Steven Zhang. Il movimentismo rossonero dimostra l’impellenza di Gerry Cardinale e della proprietà americana di stringere sul dossier stadio. Sono giorni intensi per San Siro anche per un altro motivo: mercoledì sarà consegnato all’Uefa il dossier definitivo per la finale di Champions League ottenuta dalla Figc per il 2026 o 2027. Nyon stabilirà a maggio in quale di questi due anni sarà Milano a ospitare la finale.

CARDINALE: PIANI PER IL FUTURO QUI -) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...

Tra l'altro, come riportato ieri, il GM di Webuild è Ferrero ex CDA Milan e stra intrallazzato con Elliott.

E' sempre la solita cricca.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,805
Reaction score
27,189
Tuttosport in edicola: è il momento di tenere aperta ogni opzione sulla questione stadio. Anche a costo di riaprire strade che sembravano chiuse. Il Milan, in questa frenetica settimana, non ha solo definito il rogito per l’acquisto dell’area San Francesco a San Donato per circa 15 milioni e effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del colosso delle costruzioni WeBuild della famiglia Salini, tornando quindi a prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il Meazza. Da Casa Milan è partita anche una chiamata verso la sede dell’Inter per riallacciare la collaborazione interrotta dalla decisione rossonera di abbandonare unilateralmente il progetto condiviso di uno stadio nuovo nell’area di San Siro. La società nerazzurra, indirizzata su Rozzano dove ha opzionato un terreno per un impianto in autonomia (prelazione valida fino al 30 aprile con possibilità di rinnovo), non ha chiuso le porte all’idea di riprendere il cammino in comune, proprio nei giorni in cui riacquista forza la possibilità di intervenire su San Siro creando una grande area hospitality tra primo e secondo anello con WeBuild. La dirigenza dell’Inter ha preso tempo spiegando ai colleghi rossoneri che deve valutare il presidente Steven Zhang. Il movimentismo rossonero dimostra l’impellenza di Gerry Cardinale e della proprietà americana di stringere sul dossier stadio. Sono giorni intensi per San Siro anche per un altro motivo: mercoledì sarà consegnato all’Uefa il dossier definitivo per la finale di Champions League ottenuta dalla Figc per il 2026 o 2027. Nyon stabilirà a maggio in quale di questi due anni sarà Milano a ospitare la finale.

CARDINALE: PIANI PER IL FUTURO QUI -) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


Altre news di giornata

—) Pioli: il Milan valuta la conferma, con l'opzione.


—) D. Maldini:"Sogno di tornare al Milan. Papà oggi non ci sarà".


—) Milan: il secondo posto per la Supercoppa.


—) Galliani:"Amo Ibra. Lo volevo qui. Monza Milan match di Silvio".


—) Milan fabbrica del gol. 3 punti per superare la Juve.


—) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


—) Occasione Jovic: e va verso il rinnovo.


—) Theo + Leao e turnover a Monza, per volare in fascia.


—)
San Siro: il Milan riapre. Contatto con l'Inter.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,805
Reaction score
27,189
Tuttosport in edicola: è il momento di tenere aperta ogni opzione sulla questione stadio. Anche a costo di riaprire strade che sembravano chiuse. Il Milan, in questa frenetica settimana, non ha solo definito il rogito per l’acquisto dell’area San Francesco a San Donato per circa 15 milioni e effettuato un sopralluogo a San Siro con i rappresentanti del colosso delle costruzioni WeBuild della famiglia Salini, tornando quindi a prendere in considerazione l’ipotesi di ristrutturare il Meazza. Da Casa Milan è partita anche una chiamata verso la sede dell’Inter per riallacciare la collaborazione interrotta dalla decisione rossonera di abbandonare unilateralmente il progetto condiviso di uno stadio nuovo nell’area di San Siro. La società nerazzurra, indirizzata su Rozzano dove ha opzionato un terreno per un impianto in autonomia (prelazione valida fino al 30 aprile con possibilità di rinnovo), non ha chiuso le porte all’idea di riprendere il cammino in comune, proprio nei giorni in cui riacquista forza la possibilità di intervenire su San Siro creando una grande area hospitality tra primo e secondo anello con WeBuild. La dirigenza dell’Inter ha preso tempo spiegando ai colleghi rossoneri che deve valutare il presidente Steven Zhang. Il movimentismo rossonero dimostra l’impellenza di Gerry Cardinale e della proprietà americana di stringere sul dossier stadio. Sono giorni intensi per San Siro anche per un altro motivo: mercoledì sarà consegnato all’Uefa il dossier definitivo per la finale di Champions League ottenuta dalla Figc per il 2026 o 2027. Nyon stabilirà a maggio in quale di questi due anni sarà Milano a ospitare la finale.

CARDINALE: PIANI PER IL FUTURO QUI -) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


Altre news di giornata

—) Pioli: il Milan valuta la conferma, con l'opzione.


—) D. Maldini:"Sogno di tornare al Milan. Papà oggi non ci sarà".


—) Milan: il secondo posto per la Supercoppa.


—) Galliani:"Amo Ibra. Lo volevo qui. Monza Milan match di Silvio".


—) Milan fabbrica del gol. 3 punti per superare la Juve.


—) Cardinale: piano Milan da 50-100 mln l'anno da reinvestire. E lo stadio...


—) Occasione Jovic: e va verso il rinnovo.


—) Theo + Leao e turnover a Monza, per volare in fascia.


—)
San Siro: il Milan riapre. Contatto con l'Inter.
.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>