Milan 2024/2025

Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,672
Reaction score
6,849
Stavo pensando alla rosa che, in questo momento, sarebbe la rosa per la prossima stagione. Siccome mi è venuta una tristezza infinita pensandoci, apro questo thread sperando che qualcuno possa darmi un po’ di ottimismo(anche se è dura).

La rosa:
Portieri: Maignan, Sportiello, Mirante
Difensori: Calabria, Florenzi, Kalulu, Thiaw, Tomori, Gabbia, Theo, Terracciano, Pellegrino(?)
Centrocampisti: Adli, Musah, Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Pobega, Romero(?)
Attaccanti: Chukwueze, Pulisic, Okafor, Jovic, Leao.

A me sembra proprio un quadro desolante in ogni reparto(escluso i portieri, ma vabbè, qualcosa si può trovare in caso di partenza di Mike). Anche dando per scontato che prenderemo un attaccante in grado di offrire un rendimento come minimo equivalente a quello di Giroud, cosa per me non facilissima anche se lo considero proprio il minimo sindacale, basta davvero cambiare coach e prendere un paio di giocatori per diventare una squadra da almeno 90 punti in campionato? Non ditemi “eh ma anche quest’anno se non ci fossero stati gli infortuni, se avessimo vinto qua e avessimo vinto là, ce la saremmo giocata con l’Inter” perché non è vero. Tra l’altro questi sono eventi che fanno parte del calcio, che possono girare bene come possono girare male e che non sono prevedibili a bocce ferme.

A me non piacciono le rivoluzioni, ma mi sembra che servirebbero due innesti importanti per reparto.
Difesa. Il reparto difensivo ha abbondantemente dimostrato limiti inaccettabili se si vuole competere ad alti livelli. Mi sembra inadatto sia se si vuole fare una difesa alta, perché non ci sono le caratteristiche, sia se si vuole parcheggiare il pullman in area, perché non sanno marcare e almeno una cappellata a partita ci scappa al 100%.
Per non parlare dei limiti tecnici che non consentono l’ormai inflazionata costruzione dal basso. Che potrebbe anche non essere un male, se non fosse per la seconda nota dolentissima del centrocampo.
Centrocampo. Da mani dei capelli, per come vedo io il calcio. Non abbiamo né una dominanza dal punto di vista fisico/atletico, né la qualità tecnica per fare possesso palla, provare imbucate per servire il taglio degli attaccanti, fare cambi gioco e via dicendo.
Attacco. È forse quello messo meno peggio, ma c’è l’enorme incognita di chi sarà il centravanti titolare. Per non parlare dell’eterna questione della maturazione di Leao, di Pulisic che quest’anno ha fatto la miglior stagione della sua carriera dai tempi del Dortmund ma non è comunque sembrato giocatore da top club, dell’incognita Chukwueze.

Guardando i singoli. I nostri “top”, quelli che dovrebbero incidere di più, sono Theo, Loftus-Cheek, Pulisic e Leao. Tutti giocatori che hanno mostrato grossi limiti quando il gioco si fa duro e la palla inizia a scottare.
Un gradino sotto ci metto Reijnders(lo metto perché molti lo apprezzano, ma a me non piace) e Bennacer. Anche loro due hanno dimostrato di non essere in grado di garantire quella qualità e quella continuità di rendimento necessarie per poter essere un carro armato da almeno 90 punti a campionato. Non mi sembra abbiano la qualità e la personalità per essere i leader tecnici di una squadra con ambizioni di vertice.
Come si pensa di costruire gioco? Chi prende palla e la mette in cassaforte quando serve addormentare il match? Boh.
È vero che talvolta è capitato che con due innesti giusti una squadra si sia trasformata. Ma si tratta di eccezioni, non della regola.
Insomma: la vedo nera. Soprattutto sapendo come vengono scelti gli acquisti…

Che ne pensate? C’e un qualche spiraglio di luce o dobbiamo rassegnarci a entrare in una selva oscura per chissà quanto tempo?
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,828
Reaction score
26,781
Stavo pensando alla rosa che, in questo momento, sarebbe la rosa per la prossima stagione. Siccome mi è venuta una tristezza infinita pensandoci, apro questo thread sperando che qualcuno possa darmi un po’ di ottimismo(anche se è dura).

La rosa:
Portieri: Maignan, Sportiello, Mirante
Difensori: Calabria, Florenzi, Kalulu, Thiaw, Tomori, Gabbia, Theo, Terracciano, Pellegrino(?)
Centrocampisti: Adli, Musah, Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Pobega, Romero(?)
Attaccanti: Chukwueze, Pulisic, Okafor, Jovic, Leao.

A me sembra proprio un quadro desolante in ogni reparto(escluso i portieri, ma vabbè, qualcosa si può trovare in caso di partenza di Mike). Anche dando per scontato che prenderemo un attaccante in grado di offrire un rendimento come minimo equivalente a quello di Giroud, cosa per me non facilissima anche se lo considero proprio il minimo sindacale, basta davvero cambiare coach e prendere un paio di giocatori per diventare una squadra da almeno 90 punti in campionato? Non ditemi “eh ma anche quest’anno se non ci fossero stati gli infortuni, se avessimo vinto qua e avessimo vinto là, ce la saremmo giocata con l’Inter” perché non è vero. Tra l’altro questi sono eventi che fanno parte del calcio, che possono girare bene come possono girare male e che non sono prevedibili a bocce ferme.

A me non piacciono le rivoluzioni, ma mi sembra che servirebbero due innesti importanti per reparto.
Difesa. Il reparto difensivo ha abbondantemente dimostrato limiti inaccettabili se si vuole competere ad alti livelli. Mi sembra inadatto sia se si vuole fare una difesa alta, perché non ci sono le caratteristiche, sia se si vuole parcheggiare il pullman in area, perché non sanno marcare e almeno una cappellata a partita ci scappa al 100%.
Per non parlare dei limiti tecnici che non consentono l’ormai inflazionata costruzione dal basso. Che potrebbe anche non essere un male, se non fosse per la seconda nota dolentissima del centrocampo.
Centrocampo. Da mani dei capelli, per come vedo io il calcio. Non abbiamo né una dominanza dal punto di vista fisico/atletico, né la qualità tecnica per fare possesso palla, provare imbucate per servire il taglio degli attaccanti, fare cambi gioco e via dicendo.
Attacco. È forse quello messo meno peggio, ma c’è l’enorme incognita di chi sarà il centravanti titolare. Per non parlare dell’eterna questione della maturazione di Leao, di Pulisic che quest’anno ha fatto la miglior stagione della sua carriera dai tempi del Dortmund ma non è comunque sembrato giocatore da top club, dell’incognita Chukwueze.

Guardando i singoli. I nostri “top”, quelli che dovrebbero incidere di più, sono Theo, Loftus-Cheek, Pulisic e Leao. Tutti giocatori che hanno mostrato grossi limiti quando il gioco si fa duro e la palla inizia a scottare.
Un gradino sotto ci metto Reijnders(lo metto perché molti lo apprezzano, ma a me non piace) e Bennacer. Anche loro due hanno dimostrato di non essere in grado di garantire quella qualità e quella continuità di rendimento necessarie per poter essere un carro armato da almeno 90 punti a campionato. Non mi sembra abbiano la qualità e la personalità per essere i leader tecnici di una squadra con ambizioni di vertice.
Come si pensa di costruire gioco? Chi prende palla e la mette in cassaforte quando serve addormentare il match? Boh.
È vero che talvolta è capitato che con due innesti giusti una squadra si sia trasformata. Ma si tratta di eccezioni, non della regola.
Insomma: la vedo nera. Soprattutto sapendo come vengono scelti gli acquisti…

Che ne pensate? C’e un qualche spiraglio di luce o dobbiamo rassegnarci a entrare in una selva oscura per chissà quanto tempo?
Il lavoro da fare c'è e non è poco ma non sottovalutare nemmeno il marchio dell'allenatore che per noi è stato devastante.
Questa squadra deve subire una rivoluzione nei principi di gioco, ancor prima che nel modulo, e vedrai che qualche giocatore riusciremo anche a recuperarlo e qualcun'altro a rilanciarlo.

Io dico che dal mercato, modulo ed allenatore a parte, devono assolutamente arrivare un difensore centrale mancino pulito nel guidare la difesa(quindi un giocatore pensante, un libero, per chi parla un gergo antico), poi un paio di centrocampisti orizzontali tattici, un centravanti.
Questo è proprio il minimo sindacale.

Poi se le risorse non dovessero bastare si potrebbe anche lavorare a kalulu terzino destro e jimenez vice theo.

Immaginiamo di un milan in mano a sarri e un suo 433 :
mike
kalulu tomori X theo
X X Loftus
Pulisic X Leao

Beh , per me si può lavorare.
Poi se non dovesse arrivare sarri ma un altro che gioca col 4231 cambierebbe poco.

Ripeto : allenatore e modulo a parte questa rosa ha lacune di peculiarità/caratteristiche e per la precisione : mediani, centravanti, libero.
Ma sono cose che diciamo dall'estate 2023.

Il coach e lo staff integrato hanno pensato solo alla capacità di ribaltare il campo o essere efficaci sulle transizioni tipo nel prendere campo palla al piede.
Ma tutto il resto???
La squadra si spacca non a caso.
 

Giek

Junior Member
Registrato
5 Maggio 2016
Messaggi
2,249
Reaction score
2,278
Della rosa attuale i titolari in un Milan degno (che ovviamente non esiste più) potrebbero essere i soli Maignan, Theo, Gabbia, Leao, forse Pulisic.
Tenendo conto che probabilmente due tra Theo, Leao e Maignan verranno ceduti, la situazione mi pare tragicomica
 

FreddieM83

Junior Member
Registrato
27 Luglio 2018
Messaggi
494
Reaction score
287
Stavo pensando alla rosa che, in questo momento, sarebbe la rosa per la prossima stagione. Siccome mi è venuta una tristezza infinita pensandoci, apro questo thread sperando che qualcuno possa darmi un po’ di ottimismo(anche se è dura).

La rosa:
Portieri: Maignan, Sportiello, Mirante
Difensori: Calabria, Florenzi, Kalulu, Thiaw, Tomori, Gabbia, Theo, Terracciano, Pellegrino(?)
Centrocampisti: Adli, Musah, Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Pobega, Romero(?)
Attaccanti: Chukwueze, Pulisic, Okafor, Jovic, Leao.

A me sembra proprio un quadro desolante in ogni reparto(escluso i portieri, ma vabbè, qualcosa si può trovare in caso di partenza di Mike). Anche dando per scontato che prenderemo un attaccante in grado di offrire un rendimento come minimo equivalente a quello di Giroud, cosa per me non facilissima anche se lo considero proprio il minimo sindacale, basta davvero cambiare coach e prendere un paio di giocatori per diventare una squadra da almeno 90 punti in campionato? Non ditemi “eh ma anche quest’anno se non ci fossero stati gli infortuni, se avessimo vinto qua e avessimo vinto là, ce la saremmo giocata con l’Inter” perché non è vero. Tra l’altro questi sono eventi che fanno parte del calcio, che possono girare bene come possono girare male e che non sono prevedibili a bocce ferme.

A me non piacciono le rivoluzioni, ma mi sembra che servirebbero due innesti importanti per reparto.
Difesa. Il reparto difensivo ha abbondantemente dimostrato limiti inaccettabili se si vuole competere ad alti livelli. Mi sembra inadatto sia se si vuole fare una difesa alta, perché non ci sono le caratteristiche, sia se si vuole parcheggiare il pullman in area, perché non sanno marcare e almeno una cappellata a partita ci scappa al 100%.
Per non parlare dei limiti tecnici che non consentono l’ormai inflazionata costruzione dal basso. Che potrebbe anche non essere un male, se non fosse per la seconda nota dolentissima del centrocampo.
Centrocampo. Da mani dei capelli, per come vedo io il calcio. Non abbiamo né una dominanza dal punto di vista fisico/atletico, né la qualità tecnica per fare possesso palla, provare imbucate per servire il taglio degli attaccanti, fare cambi gioco e via dicendo.
Attacco. È forse quello messo meno peggio, ma c’è l’enorme incognita di chi sarà il centravanti titolare. Per non parlare dell’eterna questione della maturazione di Leao, di Pulisic che quest’anno ha fatto la miglior stagione della sua carriera dai tempi del Dortmund ma non è comunque sembrato giocatore da top club, dell’incognita Chukwueze.

Guardando i singoli. I nostri “top”, quelli che dovrebbero incidere di più, sono Theo, Loftus-Cheek, Pulisic e Leao. Tutti giocatori che hanno mostrato grossi limiti quando il gioco si fa duro e la palla inizia a scottare.
Un gradino sotto ci metto Reijnders(lo metto perché molti lo apprezzano, ma a me non piace) e Bennacer. Anche loro due hanno dimostrato di non essere in grado di garantire quella qualità e quella continuità di rendimento necessarie per poter essere un carro armato da almeno 90 punti a campionato. Non mi sembra abbiano la qualità e la personalità per essere i leader tecnici di una squadra con ambizioni di vertice.
Come si pensa di costruire gioco? Chi prende palla e la mette in cassaforte quando serve addormentare il match? Boh.
È vero che talvolta è capitato che con due innesti giusti una squadra si sia trasformata. Ma si tratta di eccezioni, non della regola.
Insomma: la vedo nera. Soprattutto sapendo come vengono scelti gli acquisti…

Che ne pensate? C’e un qualche spiraglio di luce o dobbiamo rassegnarci a entrare in una selva oscura per chissà quanto tempo?
Se ti può consolare, la tua tristezza è ampiamente condivisa...
La mia è per un motivo diverso, nel senso che non vedo un quadro tecnico così desolante, per me basterebbero tre acquisti ma di spessore (per indenterci profili alla Zubimendi e Zirkzee). 120-130 mln investiti e ti ritrovi una squadra pronta a competere. La tristezza (o meglio, rabbia) è nel fatto che ci sarebbero anche tutti i presupposti economici per farlo ma manca proprio la volontà di competere della proprietà.
Ad ogni modo, mai come quest'anno, la scelta del tecnico è fondamentale. Pur stravedendo per Conte, potrei comprendere la logica di scegliere un allenatore che di base usa il 4-3-3. Ovviamente, dipende sempre da chi. Sarri sarebbe ottimo, Conceicao intrigante (ma da verificare), Fonseca o altri scelte demenziali.
Con Sarri, ad esempio, la cura per la fase difensiva sarebbe maniacale, e la coppia Kalulu-Tomori, con la squadra corta e un filtro ben organizzato, sarebbe perfetta. Sarri è anche un allenatore "di sviluppo", quindi si potrebbero fare ragionamenti di prospettiva su altri ruoli. Ad esempio, Terracciano è il prototipo dell'esterno moderno. Ha un telaio eccezionale e il motore giusto per arare la fascia, ma bisogna lavorarci molto individualmente. Non conosce minimamente le coperture e i movimenti della difesa a 4. Eppure io sono certo che Conte ne tirerebbe fuori un quinto di centrocampo extralusso e Sarri un ottimo terzino destro. Il nostro santone li mette a fare i registri di centrocampo...
 

Controcorrente

Junior Member
Registrato
23 Gennaio 2017
Messaggi
862
Reaction score
664
Onestamente per me l'unico grande problema (assodato che un centravanti arriverà) è la difesa.
Io non spenderei nulla negli altri ruoli (sempre ovviamente considerando l'arrivo dell'attaccante).

Trovare scarso un centrocampo con Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Adli, Musah per tre posti per me è piuttosto assurdo. Per migliorare (e non so di quanto) dovresti spendere cifre assurde, il pacchetto secondo me è ottimo. IMHO...
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,672
Reaction score
6,849
Il lavoro da fare c'è e non è poco ma non sottovalutare nemmeno il marchio dell'allenatore che per noi è stato devastante.
Questa squadra deve subire una rivoluzione nei principi di gioco, ancor prima che nel modulo, e vedrai che qualche giocatore riusciremo anche a recuperarlo e qualcun'altro a rilanciarlo.

Io dico che dal mercato, modulo ed allenatore a parte, devono assolutamente arrivare un difensore centrale mancino pulito nel guidare la difesa(quindi un giocatore pensante, un libero, per chi parla un gergo antico), poi un paio di centrocampisti orizzontali tattici, un centravanti.
Questo è proprio il minimo sindacale.

Poi se le risorse non dovessero bastare si potrebbe anche lavorare a kalulu terzino destro e jimenez vice theo.

Immaginiamo di un milan in mano a sarri e un suo 433 :
mike
kalulu tomori X theo
X X Loftus
Pulisic X Leao

Beh , per me si può lavorare.
Poi se non dovesse arrivare sarri ma un altro che gioca col 4231 cambierebbe poco.

Ripeto : allenatore e modulo a parte questa rosa ha lacune di peculiarità/caratteristiche e per la precisione : mediani, centravanti, libero.
Ma sono cose che diciamo dall'estate 2023.

Il coach e lo staff integrato hanno pensato solo alla capacità di ribaltare il campo o essere efficaci sulle transizioni tipo nel prendere campo palla al piede.
Ma tutto il resto???
La squadra si spacca non a caso.
Sì già la tua proposta sarebbe un gran bel passo in avanti.
Io parlavo di due acquisti per reparto perché dal dopo pandemia, con l’introduzione delle cinque sostituzioni, il calcio è cambiato tantissimo(anche se non si dà mai tanto peso a questa cosa). Cinque sostituzioni significano, limitandosi ai giocatori di movimento, poter cambiare mezza squadra a partita in corso. Fino a qualche anno fa l’affermazione “avrei cambiato mezza squadra” era solo un modo di dire, adesso si può effettivamente fare. Questo implica che non bastano più i 12-13 “titolari”, ma ne servono almeno 15-16. Se ci fai caso, i club che vincono hanno praticamente i cambi programmati: salvo esigenze particolari, al minuto X fanno sempre uscire Caio ed entrare Tizio, senza abbassare il livello. Mi piacerebbe anche noi potessimo avere questa possibilità. Ma giustamente, Roma non è stata costruita in un giorno. Quindi anche se facessero “solo” quello che hai scritto tu, sarei abbastanza soddisfatto. Ma ho enormi dubbi che lo faranno…
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,672
Reaction score
6,849
Trovare scarso un centrocampo con Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Adli, Musah per tre posti per me è piuttosto assurdo. Per migliorare (e non so di quanto) dovresti spendere cifre assurde, il pacchetto secondo me è ottimo. IMHO...
Ma infatti ho scritto “per come vedo io il calcio”. È una cosa mia soggettiva, che mi auguro venga sonoramente smentita da dati oggettivi, che però fino a ora non si sono visti.
Reijnders, per come l’ho visto quest’anno, a me proprio non piace, non ci posso fare nulla. L’ho messo tra i top perché rispetto le opinioni altrui, ma per me il regista del Milan dovrebbe avere ben altre qualità, ben altra personalità, ben altre velocità di pensiero e intelligenza tattica, ben altre giocate nel suo repertorio.
Loftus-Cheek a me, in teoria, piacerebbe anche perché ha le caratteristiche per essere dominante. Ma se in carriera non è mai stato dominante con continuità, dubito possa diventarlo alla soglia dei trent’anni.
Benna mi piace molto quando offre il suo meglio. Ma anche lui, tra una storia e l’altra, ha dimostrato di non essere IL leader di cui avremmo bisogno.
Adli e Musah per me non sono assolutamente da club con ambizioni di vertice. Sugli altri magari ci si può lavorare, su loro due proprio no. E lo dico con grande simpatia per entrambi. Ma la simpatia non porta trofei. Ovviamente spero di essere sonoramente smentito da dati oggettivi anche su loro due.
 
Registrato
18 Settembre 2017
Messaggi
15,293
Reaction score
6,548
Stavo pensando alla rosa che, in questo momento, sarebbe la rosa per la prossima stagione. Siccome mi è venuta una tristezza infinita pensandoci, apro questo thread sperando che qualcuno possa darmi un po’ di ottimismo(anche se è dura).

La rosa:
Portieri: Maignan, Sportiello, Mirante
Difensori: Calabria, Florenzi, Kalulu, Thiaw, Tomori, Gabbia, Theo, Terracciano, Pellegrino(?)
Centrocampisti: Adli, Musah, Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Pobega, Romero(?)
Attaccanti: Chukwueze, Pulisic, Okafor, Jovic, Leao.

A me sembra proprio un quadro desolante in ogni reparto(escluso i portieri, ma vabbè, qualcosa si può trovare in caso di partenza di Mike). Anche dando per scontato che prenderemo un attaccante in grado di offrire un rendimento come minimo equivalente a quello di Giroud, cosa per me non facilissima anche se lo considero proprio il minimo sindacale, basta davvero cambiare coach e prendere un paio di giocatori per diventare una squadra da almeno 90 punti in campionato? Non ditemi “eh ma anche quest’anno se non ci fossero stati gli infortuni, se avessimo vinto qua e avessimo vinto là, ce la saremmo giocata con l’Inter” perché non è vero. Tra l’altro questi sono eventi che fanno parte del calcio, che possono girare bene come possono girare male e che non sono prevedibili a bocce ferme.

A me non piacciono le rivoluzioni, ma mi sembra che servirebbero due innesti importanti per reparto.
Difesa. Il reparto difensivo ha abbondantemente dimostrato limiti inaccettabili se si vuole competere ad alti livelli. Mi sembra inadatto sia se si vuole fare una difesa alta, perché non ci sono le caratteristiche, sia se si vuole parcheggiare il pullman in area, perché non sanno marcare e almeno una cappellata a partita ci scappa al 100%.
Per non parlare dei limiti tecnici che non consentono l’ormai inflazionata costruzione dal basso. Che potrebbe anche non essere un male, se non fosse per la seconda nota dolentissima del centrocampo.
Centrocampo. Da mani dei capelli, per come vedo io il calcio. Non abbiamo né una dominanza dal punto di vista fisico/atletico, né la qualità tecnica per fare possesso palla, provare imbucate per servire il taglio degli attaccanti, fare cambi gioco e via dicendo.
Attacco. È forse quello messo meno peggio, ma c’è l’enorme incognita di chi sarà il centravanti titolare. Per non parlare dell’eterna questione della maturazione di Leao, di Pulisic che quest’anno ha fatto la miglior stagione della sua carriera dai tempi del Dortmund ma non è comunque sembrato giocatore da top club, dell’incognita Chukwueze.

Guardando i singoli. I nostri “top”, quelli che dovrebbero incidere di più, sono Theo, Loftus-Cheek, Pulisic e Leao. Tutti giocatori che hanno mostrato grossi limiti quando il gioco si fa duro e la palla inizia a scottare.
Un gradino sotto ci metto Reijnders(lo metto perché molti lo apprezzano, ma a me non piace) e Bennacer. Anche loro due hanno dimostrato di non essere in grado di garantire quella qualità e quella continuità di rendimento necessarie per poter essere un carro armato da almeno 90 punti a campionato. Non mi sembra abbiano la qualità e la personalità per essere i leader tecnici di una squadra con ambizioni di vertice.
Come si pensa di costruire gioco? Chi prende palla e la mette in cassaforte quando serve addormentare il match? Boh.
È vero che talvolta è capitato che con due innesti giusti una squadra si sia trasformata. Ma si tratta di eccezioni, non della regola.
Insomma: la vedo nera. Soprattutto sapendo come vengono scelti gli acquisti…

Che ne pensate? C’e un qualche spiraglio di luce o dobbiamo rassegnarci a entrare in una selva oscura per chissà quanto tempo?
tutto dipende dalallenatore questa squadra così com'è e già in grado di dare molto di più di quest'anno
 

Mika

Senior Member
Registrato
29 Aprile 2017
Messaggi
14,213
Reaction score
6,643
Il Milan del prossimo anno sarà:

Portieri: Sportiello, Mirante, Portiere primavera
Terzini sinistri: Bartesaghi, Terraciano
Terzini destri: Calabria, Florenzi
Difensori Centrali: Kalulu, Thiaw, Tomori, Gabbia, Simic, Pellegrino
Centrocampisti: Adli, Musah, Reijnders, Loftus-Cheek, Bennacer, Pobega
Attaccanti: Chukwueze, Pulisic, Okafor, Origi, Leao.

Daniel Maldini e Colombo e Romero andranno in prestito.

Venduti Maignan e Theo
Ritornano Pellegrino e Origi.
Acquisti: nessuno se non esce nessuno.
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,322
Reaction score
2,636
come sempre serve un difensore centrale di livello perchè non si può andare avanti sempre con gente tipo Thiaw, Tomori e compagnia, una punta centrale e un centrocampista/mediano che affianchi Bennacer perchè dei centrocampisti che abbiamo noi, non ce ne è uno che possa giocare in qualsiasi schema tattico, algerino a parte.

Tutto questo ancora prima di pensare all'allenatore.
 
Alto
head>