Oettle (Milan):"In Medio Oriente affamati di calcio. Redbird...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,235
Reaction score
25,717
Maikel Oettle, Chief Commercial Officer del Milan, a Sportcal:"C'è un pubblico molto giovane in alcune parti del Medio Oriente. Molto affamato di sport, molto affamato di calcio, e trarre vantaggio da questo movimento e prendere ispirazione da quella visione è davvero il punto in cui vediamo il potenziale. Che si tratti di nuove partnership con i marchi, che si tratti di accademie, sia che si tratti di fare di più con i nostri partner esistenti e la base di fan esistente. Sembra che il cielo sia il limite ogni volta che vai lì, ed è proprio ciò su cui vogliamo capitalizzare come marchio di calcio".

"Per noi è molto importante fornire un servizio migliore ai nostri partner principali. Vogliamo essere più vicini ai nostri 35 milioni di fan in Medio Oriente e Africa. Vediamo che abbiamo la responsabilità di aiutarli in termini di sviluppo sportivo e in termini di creazione di attività di coinvolgimento dei tifosi. L’espansione è fondamentale per noi e per il Medio Oriente. Gli Emirati in particolare sono una regione chiave per quella crescita da cui crediamo che la crescita potrebbe provenire in futuro".

"Rebird? La chiave di tutto ciò che facciamo con RedBird è che hanno una rete così vasta ed estesa di esperti e persone influenti. Hanno così tanta esperienza da soli, e il supporto che stanno fornendo è: 'Dicci cosa vuoi fare e dicci cosa ti serve da noi per farlo meglio e più in grande', e questo è davvero il premessa in tutto ciò che facciamo. Stanno davvero facilitando l'accesso e fornendo conoscenze e competenze e ovviamente supporto per far decollare le iniziative".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,235
Reaction score
25,717
Maikel Oettle, Chief Commercial Officer del Milan, a Sportcal:"C'è un pubblico molto giovane in alcune parti del Medio Oriente. Molto affamato di sport, molto affamato di calcio, e trarre vantaggio da questo movimento e prendere ispirazione da quella visione è davvero il punto in cui vediamo il potenziale. Che si tratti di nuove partnership con i marchi, che si tratti di accademie, sia che si tratti di fare di più con i nostri partner esistenti e la base di fan esistente. Sembra che il cielo sia il limite ogni volta che vai lì, ed è proprio ciò su cui vogliamo capitalizzare come marchio di calcio".

"Per noi è molto importante fornire un servizio migliore ai nostri partner principali. Vogliamo essere più vicini ai nostri 35 milioni di fan in Medio Oriente e Africa. Vediamo che abbiamo la responsabilità di aiutarli in termini di sviluppo sportivo e in termini di creazione di attività di coinvolgimento dei tifosi. L’espansione è fondamentale per noi e per il Medio Oriente. Gli Emirati in particolare sono una regione chiave per quella crescita da cui crediamo che la crescita potrebbe provenire in futuro".

"Rebird? La chiave di tutto ciò che facciamo con RedBird è che hanno una rete così vasta ed estesa di esperti e persone influenti. Hanno così tanta esperienza da soli, e il supporto che stanno fornendo è: 'Dicci cosa vuoi fare e dicci cosa ti serve da noi per farlo meglio e più in grande', e questo è davvero il premessa in tutto ciò che facciamo. Stanno davvero facilitando l'accesso e fornendo conoscenze e competenze e ovviamente supporto per far decollare le iniziative".
.
 
Alto
head>