Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,860
Reaction score
29,843
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.

 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,860
Reaction score
29,843
CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».
 
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
9,292
Reaction score
4,119
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

230242332-fade0478-9ae0-45c7-99b7-193981cb7067.jpg
Il giornalista è stato avvisato che da agosto a febbraio trascorrono più mesi di quanti ne trascorrano da febbraio a maggio?
 

bobbylukr

Well-known member
Registrato
22 Luglio 2022
Messaggi
3,234
Reaction score
2,531
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.


Boh sarà ma per me quest' anno non ha fatto manco un'unghia della stagione dello scudetto di Tonali...
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
24,317
Reaction score
15,719
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.
tutti fortissimi fuori dalla champions, dalla coppa e dalla lotta scudetto
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,178
Reaction score
2,492
Adesso non trasformiamolo in SMS, però c'è da dire che Loftus rispetto a un Reijnders o un Musah, è un giocatore più tangibile in campo e decisivo.
È stato fino ad ora un acquisto sensato e utile.
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
14,604
Reaction score
5,842
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.
A me continua a non piacere e l'avrei lasciato volentieri al Chelsea.

Vediamo intanto quanto dura questa fase di integrità fisica, perché se fra 2 settimane gli riparte la pubaglia è inutile...
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,860
Reaction score
29,843
Come riportato dalla GDS, Loftus è un leader che segna come un 9. E' l'arma in più di Pioli e sta facendo meglio degli attaccanti in questo 2024. Una partita dopo l’altra, intanto, cresce il suo peso negli equilibri della squadra. Al Milan Pioli lo schiera trequartista: «Questa è la posizione che preferisco perché sono più vicino alla porta. Con l’allenatore ci lavoro su, gioco più vicino all’area per segnare di più ed essere decisivo», ha spiegato dopo il 3-0 al Rennes. Lo è stato nel playoff di andata con i francesi, lo era stato nella vittoria in Champions contro il Psg, lo è sempre più spesso in campionato. Dove fa valere tutta la sua potenza: Ruben prende palla, scatta e apre in due le difese avversarie grazie a un mix perfetto di fisicità e tecnica. Così si era imposto al Chelsea nel 2018-19, con Sarri in panchina, e su quei livelli è tornato in rossonero. In prospettiva, poi, questa stagione potrebbe rivelarsi la migliore in assoluto: cinque anni fa chiuse con 10 gol in 40 partite, ora siamo già a 7 gol in 26 presenze, con una sgasata impressionante da gennaio a oggi (nel 2024 la media è di una rete ogni 107 minuti, come un attaccante da piani alti). La spinta di Pioli Rubs segna di più anche grazie alle “dritte” di Pioli. Dopo il gol di Empoli, il tecnico aveva “spinto” il suo numero 8 in avanti: «Deve segnare, deve riempire l’area, perché ha tempi di inserimento, qualità, tecnica. Non dico che debba per forza puntare alla doppia cifra, ma deve stare dentro l’area, segnare anche di testa». LoftusCheek si è dato da fare, con risultati eccellenti: sempre più vicino alla porta, sempre più presente, nelle ultime uscite ha fatto valere i suoi 191 centimetri di altezza: gli ultimi tre gol (Bologna, Rennes e ancora Rennes) li ha segnati di testa, come gli chiedeva Pioli. L’unico precedente, ancora una volta, nel 2018-19 al Chelsea. Continuità In quella annata magica, il valore del centrocampista cresciuto nella Academy dei Blues si era attestato intorno ai 30 milioni, poi sono arrivati gli infortuni. Il primo, crudele, ha sbarrato a Rubs le porte di quella finale di Europa League che avrebbe strameritato di giocare: rottura del tendine di Achille in un’amichevole a scopo benefico coi New England Revolution, giocata a Boston un paio di settimane prima della finale di Baku con l’Arsenal. Il Milan, adesso, può offrirgli un assist grande così: un’altra finale per vincere ancora, stavolta da protagonista. La chiave, in fondo, è tutta lì: Loftus-Cheek ha detto che al Chelsea si sentiva un animale in gabbia tra infortuni, panchine ed equivoci tattici: «Non giocavo quanto avrei voluto e andavo in campo in posizioni in cui non potevo esprimermi». Al Milan è un’altra storia: costato 16 milioni, Loftus-Cheek oggi ne vale almeno 25 e può sognare il ritorno in nazionale a più di 5 anni dall’ultima chiamata. «Mi sento bene fisicamente, qualche mese fa ho avuto delle difficoltà per un problema fisico (pubalgia lieve, ndr) ma adesso va meglio e spero continui così. Spero anche di segnare di più, il mio record stagionale è 10 gol...». Altri tre passi e quel primato sarà eguagliato. Poi Rubs potrà guardare più in là. Sollevare l’unico trofeo europeo che manca nella bacheca del Milan, ad esempio, non sarebbe male

CorSport: Loftus a -3 dal suo record personale di 10 gol: c’è un nuovo padrone del centrocampo del Milan e si chiama Loftus-Cheek. L’inglese in questo scorcio di 2024 ha cambiato marcia e sta diventando un fattore determinante per la squadra. La doppietta, tutta di testa, contro il Rennes è di quelle davvero pesanti. È l’arma in più di Stefano Pioli in queste prime partite del nuovo anno. I numeri sono tutti dalla parte dell’ex Chelsea, che in campo domina fi sicamente e tecnicamente. Infatti tra i centrocampisti che giocano in Serie A, Ruben Loftus-Cheek è quello che ha segnato più gol in tutte le competizioni nel 2024, al pari dell’ex rossonero Charles De Ketelaere. In totale sono 7 gol e due assist per il gigante di Milanello, che con gran parte della stagione ancora da disputare potrebbe raggiungere il suo record personale. Infatti nell’annata al Chelsea con Sarri allenatore, Ruben arrivò a quota 10 reti in tutte le competizioni. Prima di Loftus-Cheek, l'ultimo centrocampista del Milan a realizzare una doppietta in una fase ad eliminazione diretta in una grande competizione europea era stato Kaká, il 24 aprile 2007 in semifi nale di Champions League contro il Manchester United. Fino ad ora il contributo del centrocampista inglese ha ampiamente giustifi cato la spesa estiva del club. La bontà dell’acquisto si sta vedendo in questi mesi, e se non fosse per qualche problema fi - sico di troppo, Loftus-Cheek avrebbe segnato anche di più. «In passato ha avuto qualche problema fi sico e giocava senza allenarsi. Ha una potenza fi sica importante che per sfruttarla deve stare bene. Ci può dare tante soddisfazioni anche a livello realizzativo», ha ricordato Pioli. Il tecnico rossonero poi lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza del calcio italiano: «Mi ricorda Milinkovic-Savic, sono contento per lui perché è davvero fantastico».

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.
.
 

mil77

Senior Member
Registrato
3 Febbraio 2017
Messaggi
10,772
Reaction score
1,709
Adesso non trasformiamolo in SMS, però c'è da dire che Loftus rispetto a un Reijnders o un Musah, è un giocatore più tangibile in campo e decisivo.
È stato fino ad ora un acquisto sensato e utile.
Ma loftus è nettamente più forte di SMS....loftus ha giocato e vinto in Inghilterra, SMS ha fatto bene solo nella Lazio e adesso è sparito il arabia
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,178
Reaction score
2,492
Ma loftus è nettamente più forte di SMS....loftus ha giocato e vinto in Inghilterra, SMS ha fatto bene solo nella Lazio e adesso è sparito il arabia
Se vabbè... e l'abbiamo preso noi a 20 milioni senza concorrenza, col Chelsea che se ne è liberato.

Aldilà che sia finito in Arabia per soldi, SMS alla Lazio era un top player senza se e senza ma.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>