Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,696
Reaction score
27,815
Tuttosport in edicola: un mese fa, quando il Milan si apprestava a disputare i quarti di finale di Coppa Italia contro l’Atalanta il 10 gennaio, perdendo poi per 2-1 a San Siro, Stefano Pioli aveva dovuto lasciare fuori dalla lista dei convocati per indisponibilità varie Bennacer, Caldara, Chukwueze, Florenzi, Kalulu, Krunic, Okafor, Pellegrino, Pobega, Sportiello, Thiaw e Tomori. In campo erano finiti Gabbia e Terracciano, arrivati a Milanello da poche ore, mentre Theo Hernandez aveva giocato da centrale difensivo. Poi fra titolari, subentranti e panchinari un manipoli di giovani. Domani sera a Monza il tecnico rossonero potrà scegliere. E, visto quanto vissuto da ottobre in poi, è come se avesse ricevuto in dono un nuovo acquisto. “Scelta” sarà un innesto fondamentale per la seconda metà di stagione del Milan, per le ambizioni del club e di Pioli, finalmente alle prese con un’abbondanza che aveva avuto solamente ad agosto e settembre. Per puntare a mettere in fila più vittorie possibili in campionato, alla ricerca del secondo posto della Juventus e di qualche passo falso dell’Inter, e sognare un percorso trionfale in Europa League, Pioli avrà bisogno di tutti e il recupero di Thiaw in difesa va sicuramente in questa direzione, così come i prossimi rientri, sempre nel reparto arretrato, di Kalulu e Tomori (per entrambi novità attese dopo la trasferta a Rennes di giovedì 22 febbraio). Insomma, toccando ferro ed escludendo Pobega (tornerà fra tre mesi), a inizio marzo Pioli potrebbe trovarsi con la rosa al completo. Considerando l’ottimo momento di forma - da dicembre 11 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, entrambe con l’Atalanta - e i problemi di continuità avuti proprio nei periodi con maggiori picchi di infortunati, il finale di stagione non può che essere visto con ottimismo in casa rossonera. Anche perché, per esempio, il Milan ha accumulato in campionato i punti di distacco dall’Inter soprattutto nel segmento di partite fra la sosta per le nazionali di ottobre e quella di novembre, 2 punti in 4 partite quando, guarda caso, mancò per infortunio un giocatore chiave come Loftus-Cheek. Più giocatori a disposizione e il successo per 3-0 di giovedì, permettono ora a Pioli di poter gestire diversamente gli impegni Monza-Rennes-Atalanta dei prossimi otto giorni, facendo per esempio rifiatare alcuni titolari in vista dei match più importanti (vedi Giroud che domani lascerà il posto a Jovic). E magari così potrà alzare le percentuali di successo in Europa League

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.

 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,696
Reaction score
27,815
Tuttosport in edicola: un mese fa, quando il Milan si apprestava a disputare i quarti di finale di Coppa Italia contro l’Atalanta il 10 gennaio, perdendo poi per 2-1 a San Siro, Stefano Pioli aveva dovuto lasciare fuori dalla lista dei convocati per indisponibilità varie Bennacer, Caldara, Chukwueze, Florenzi, Kalulu, Krunic, Okafor, Pellegrino, Pobega, Sportiello, Thiaw e Tomori. In campo erano finiti Gabbia e Terracciano, arrivati a Milanello da poche ore, mentre Theo Hernandez aveva giocato da centrale difensivo. Poi fra titolari, subentranti e panchinari un manipoli di giovani. Domani sera a Monza il tecnico rossonero potrà scegliere. E, visto quanto vissuto da ottobre in poi, è come se avesse ricevuto in dono un nuovo acquisto. “Scelta” sarà un innesto fondamentale per la seconda metà di stagione del Milan, per le ambizioni del club e di Pioli, finalmente alle prese con un’abbondanza che aveva avuto solamente ad agosto e settembre. Per puntare a mettere in fila più vittorie possibili in campionato, alla ricerca del secondo posto della Juventus e di qualche passo falso dell’Inter, e sognare un percorso trionfale in Europa League, Pioli avrà bisogno di tutti e il recupero di Thiaw in difesa va sicuramente in questa direzione, così come i prossimi rientri, sempre nel reparto arretrato, di Kalulu e Tomori (per entrambi novità attese dopo la trasferta a Rennes di giovedì 22 febbraio). Insomma, toccando ferro ed escludendo Pobega (tornerà fra tre mesi), a inizio marzo Pioli potrebbe trovarsi con la rosa al completo. Considerando l’ottimo momento di forma - da dicembre 11 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, entrambe con l’Atalanta - e i problemi di continuità avuti proprio nei periodi con maggiori picchi di infortunati, il finale di stagione non può che essere visto con ottimismo in casa rossonera. Anche perché, per esempio, il Milan ha accumulato in campionato i punti di distacco dall’Inter soprattutto nel segmento di partite fra la sosta per le nazionali di ottobre e quella di novembre, 2 punti in 4 partite quando, guarda caso, mancò per infortunio un giocatore chiave come Loftus-Cheek. Più giocatori a disposizione e il successo per 3-0 di giovedì, permettono ora a Pioli di poter gestire diversamente gli impegni Monza-Rennes-Atalanta dei prossimi otto giorni, facendo per esempio rifiatare alcuni titolari in vista dei match più importanti (vedi Giroud che domani lascerà il posto a Jovic). E magari così potrà alzare le percentuali di successo in Europa League

Altre news di giornata


—) Zola:"Loftus da 10 gol. Con lui fai salto di qualità".


—) Milan: Jovic col Monza. La formazione.


—) Cardinale:"Non vendo il Milan. Pioli? Non licenzio. Lo stadio...".


—) Pioli può scegliere. Thiaw, poi Tomori e Kalulu. I rientri.


—) Milan: c'è Di Gregorio. Maignan: le richieste...


—) Braida:"Milan, tieniti stretto Pioli. Puoi vincere l'EL".


—) Loftus: leader che segna come un 9. A -3 dal record di 10 gol


—) Leao: PSG pronto. Via per offerte folli.
.
 
Alto
head>