Leao: assist ok. Ma ora servono i gol

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
208,037
Reaction score
29,984
CorSport in edicola: un Rafa Leao così affamato non lo si vedeva da tempo. A Milanello l’attaccante portoghese sta preparando nel migliore dei modi il big match di domani sera contro il Napoli. L’obiettivo è vincere, naturalmente, per sfatare un tabù che a San Siro dura da quasi dieci anni (ultima vittoria è datata stagione 2014/15), ma soprattutto per tornare a segnare. Leao è consapevole che nonostante l’impegno, le occasioni da rete create e gli assist vincenti per i compagni, gli verrà sempre chiesto di fare di più. L’unico modo per spegnere le voci, e qualche critica di troppo, è tornare a realizzare reti. L’ultimo gol del numero dieci rossonero addirittura risale a settembre contro il Verona, poi da quella gara lì è venuto meno il suo apporto in termini realizzativi, ma è salito quello degli assist. Infatti Leao, insieme all’insospettabile Olivier Giroud, è tra i migliori suggeritori della squadra di Stefano Pioli. L’ex Sporting ha totalizzato sin qui 6 assist per i compagni, l’ultimo in ordine cronologico nella gara vinta in rimonta per 3-2 contro il Frosinone. POCHI GOL. Leao dal punto di vista dell’apporto al gioco off ensivo è sempre un punto di riferimento indispensabile per il gruppo di Pioli, e ha una media del 78.5% di passaggi riusciti. Ben 866 palloni giocati con 1.496 minuti all’attivo distribuiti in 20 presenze in campionato. Infatti il portoghese non è stato sempre presente a causa di un infortunio che lo ha fermato per tre partite tra fi ne novembre e inizio dicembre, condizionandolo anche dal punto di vista atletico. Sono pochi però i tiri nello specchio della porta, solamente nove, di cui tre fi niti in rete. In generale ha concluso 38 volte ma parecchi tiri non sono stati efficaci.

Tuttavia Leao ha sempre creato grossi grattacapi al Napoli, sia in campionato sia in Champions. In Serie A era stato autore di una prova gigante allo stadio Maradona l’anno scorso, siglando una doppietta nella famosa vittoria per 4-0. In Champions invece è stato decisivo per l’assist sul gol di Giroud che ha regalato al Milan il passaggio in semifi nale, anche in questo caso avvenuto fuori casa. Ora però Leao vuole brillare a San Siro, davanti a oltre 70 mila spettatori, per riprendersi il Milan dopo tanti giorni di digiuno.

Altre news di giornata:

—) Milan a San Donato. Come sarà. Tutto sul nuovo stadio.

—) Giroud e Theo spacca Napoli. Bennacer in mezzo.

—) Pioli 220. Prende Sacchi e fa la storia. I numeri.

—) Milan Lopetegui: contatti. Pioli resta se...

—) Milan: Di Gregorio se parte Maignan. Il rinnovo...

—) Milan: è Calabria l'anti Kvara.

—) Ordine:"Pioli contro tutti in pronostici".

—) Leao: assist ok. Ma ora servono i gol

—)
Serie A: le big pro torneo a 18 squadre
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
208,037
Reaction score
29,984
CorSport in edicola: un Rafa Leao così affamato non lo si vedeva da tempo. A Milanello l’attaccante portoghese sta preparando nel migliore dei modi il big match di domani sera contro il Napoli. L’obiettivo è vincere, naturalmente, per sfatare un tabù che a San Siro dura da quasi dieci anni (ultima vittoria è datata stagione 2014/15), ma soprattutto per tornare a segnare. Leao è consapevole che nonostante l’impegno, le occasioni da rete create e gli assist vincenti per i compagni, gli verrà sempre chiesto di fare di più. L’unico modo per spegnere le voci, e qualche critica di troppo, è tornare a realizzare reti. L’ultimo gol del numero dieci rossonero addirittura risale a settembre contro il Verona, poi da quella gara lì è venuto meno il suo apporto in termini realizzativi, ma è salito quello degli assist. Infatti Leao, insieme all’insospettabile Olivier Giroud, è tra i migliori suggeritori della squadra di Stefano Pioli. L’ex Sporting ha totalizzato sin qui 6 assist per i compagni, l’ultimo in ordine cronologico nella gara vinta in rimonta per 3-2 contro il Frosinone. POCHI GOL. Leao dal punto di vista dell’apporto al gioco off ensivo è sempre un punto di riferimento indispensabile per il gruppo di Pioli, e ha una media del 78.5% di passaggi riusciti. Ben 866 palloni giocati con 1.496 minuti all’attivo distribuiti in 20 presenze in campionato. Infatti il portoghese non è stato sempre presente a causa di un infortunio che lo ha fermato per tre partite tra fi ne novembre e inizio dicembre, condizionandolo anche dal punto di vista atletico. Sono pochi però i tiri nello specchio della porta, solamente nove, di cui tre fi niti in rete. In generale ha concluso 38 volte ma parecchi tiri non sono stati efficaci.

Tuttavia Leao ha sempre creato grossi grattacapi al Napoli, sia in campionato sia in Champions. In Serie A era stato autore di una prova gigante allo stadio Maradona l’anno scorso, siglando una doppietta nella famosa vittoria per 4-0. In Champions invece è stato decisivo per l’assist sul gol di Giroud che ha regalato al Milan il passaggio in semifi nale, anche in questo caso avvenuto fuori casa. Ora però Leao vuole brillare a San Siro, davanti a oltre 70 mila spettatori, per riprendersi il Milan dopo tanti giorni di digiuno.

Altre news di giornata:

—) Milan a San Donato. Come sarà. Tutto sul nuovo stadio.

—) Giroud e Theo spacca Napoli. Bennacer in mezzo.

—) Pioli 220. Prende Sacchi e fa la storia. I numeri.

—) Milan Lopetegui: contatti. Pioli resta se...

—) Milan: Di Gregorio se parte Maignan. Il rinnovo...

—) Milan: è Calabria l'anti Kvara.

—) Ordine:"Pioli contro tutti in pronostici".

—) Leao: assist ok. Ma ora servono i gol

—)
Serie A: le big pro torneo a 18 squadre
.
 

Similar threads

Alto
head>