Ravezzani:"Il caso Lopetegui, i dirigenti e Marotta...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,700
Reaction score
31,133
Fabio Ravezzani sul caso Lopetegui:"La Gazzetta dopo aver dato Lopetegui al Milan rincula e dice che la rabbia dei tifosi può far saltare tutto. Fosse vero, preoccupa una dirigenza che si fa condizionare così. Oppure Gazzetta aveva sbagliato. Ma se su Lopetegui puntasse Marotta i tifosi avrebbero più fiducia. Meditate. Il nuovo tecnico del Milan sa che l’anno prossimo dovrà vincere almeno un derby, lottare fino alla fine per lo scudetto e superare il girone di Champions. Cioè fare meglio del primo Conte all’Inter (che aveva ben altra squadra, va detto). Ah, dimenticavo: far crescere i giovani".

Le news su Lopetegui e co QUI -) https://www.milanworld.net/threads/...artinez-fonseca-e-van-bommel-no-conte.138928/
 

Brotherhedo

Well-known member
Registrato
6 Marzo 2020
Messaggi
598
Reaction score
1,493
Rielaborando correttamente gli obiettivi richiesti dalla dirigenza al tecnico:

Il nuovo tecnico del Milan sa che l’anno prossimo ogni tanto dovrà vincere almeno un derby, lottare fino alla fine per lo scudetto Il quarto/quinto posto e superare il girone di Champions partecipare alla Champions League. Cioè fare meglio del primo Conte all’Inter (che aveva ben altra squadra, va detto). Ah, dimenticavo: far crescere i giovani il cash flow.
 
Registrato
15 Maggio 2018
Messaggi
6,863
Reaction score
1,887
Fabio Ravezzani sul caso Lopetegui:"La Gazzetta dopo aver dato Lopetegui al Milan rincula e dice che la rabbia dei tifosi può far saltare tutto. Fosse vero, preoccupa una dirigenza che si fa condizionare così. Oppure Gazzetta aveva sbagliato. Ma se su Lopetegui puntasse Marotta i tifosi avrebbero più fiducia. Meditate. Il nuovo tecnico del Milan sa che l’anno prossimo dovrà vincere almeno un derby, lottare fino alla fine per lo scudetto e superare il girone di Champions. Cioè fare meglio del primo Conte all’Inter (che aveva ben altra squadra, va detto). Ah, dimenticavo: far crescere i giovani".

Le news su Lopetegui e co QUI -) https://www.milanworld.net/threads/...artinez-fonseca-e-van-bommel-no-conte.138928/

01hwht6665ft2dv33bf4.jpg

Non condivido questo approccio...
cosa significa che una dirigenza non si deve far condizonare dal tifoso...?!

Con sto approccio nella storia dell'umanità non ci sarebbe stata manco mezza rivoluzione.

Se uno fa una cacatona, deve essere fermato... punto.
 

RSMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2023
Messaggi
1,935
Reaction score
1,437
Non condivido questo approccio...
cosa significa che una dirigenza non si deve far condizonare dal tifoso...?!

Con sto approccio nella storia dell'umanità non ci sarebbe stata manco mezza rivoluzione.

Se uno fa una cacatona, deve essere fermato... punto.
Anche perche poi voglio vedere senza tifosi quali sarebbero i ricavi del Milan. Insistere con pa protesta fino all'arrivo di un top
 
Registrato
8 Maggio 2016
Messaggi
5,223
Reaction score
1,356
Ma quali giovani abbiamo?
Calabria che ha 28 anni? Leao che ne ha 25?
Non capisco perché dicono tutti sta cosa dei giovani, anche se Ravezzani qua in realtà sta secondo me ironizzando...
 
Registrato
25 Aprile 2024
Messaggi
58
Reaction score
93
Non condivido questo approccio...
cosa significa che una dirigenza non si deve far condizonare dal tifoso...?!

Con sto approccio nella storia dell'umanità non ci sarebbe stata manco mezza rivoluzione.

Se uno fa una cacatona, deve essere fermato... punto.
Una società competente e forte, di regola, dovrebbe prendere decisioni anche coraggiose e impopolari senza essere condizionata dall'umore dei tifosi.
Non so se la presenza dei social avrebbe cambiato le cose, ma mi ricordo che il nostro fu patron (ed è l'unico merito che gli attribuisco a posteriori) prese decisioni che al momento sembrarono incomprensibili, tipo assumere uno sconosciuto dalla serie B quando avrebbe potuto prendere Trapattoni, Eriksson, Hiddink (che erano i Conte di allora), e soprattutto cacciò lo stesso Sacchi per mettere al suo posto un commentatore televisivo/manager. L'estate del 1991 la passammo a leggere sui giornali che Capello era uno yes-man inutile, che il ciclo del Milan era finito miseramente, e che invece tale Orrico dall'altra parte sarebbe divenuto il nuovo Sacchi. Nemmeno voglio immaginare cosa sarebbe successo sui social dopo quella scelta, se fossero esistiti.
Concordo che invece questi qui il popolo lo debbano ascoltare, eccome, perché il popolo ne capisce molto più di loro di pallone. Parliamo di un impiegato di banca nemmeno tanto sveglio e di un segaiolo che fino a tre anni fa viveva probabilmente con la mamma giocando tutta la notte a Football Manager
 
Registrato
15 Maggio 2018
Messaggi
6,863
Reaction score
1,887
Una società competente e forte, di regola, dovrebbe prendere decisioni anche coraggiose e impopolari senza essere condizionata dall'umore dei tifosi.
Non so se la presenza dei social avrebbe cambiato le cose, ma mi ricordo che il nostro fu patron (ed è l'unico merito che gli attribuisco a posteriori) prese decisioni che al momento sembrarono incomprensibili, tipo assumere uno sconosciuto dalla serie B quando avrebbe potuto prendere Trapattoni, Eriksson, Hiddink (che erano i Conte di allora), e soprattutto cacciò lo stesso Sacchi per mettere al suo posto un commentatore televisivo/manager. L'estate del 1991 la passammo a leggere sui giornali che Capello era uno yes-man inutile, che il ciclo del Milan era finito miseramente, e che invece tale Orrico dall'altra parte sarebbe divenuto il nuovo Sacchi. Nemmeno voglio immaginare cosa sarebbe successo sui social dopo quella scelta, se fossero esistiti.
Concordo che invece questi qui il popolo lo debbano ascoltare, eccome, perché il popolo ne capisce molto più di loro di pallone. Parliamo di un impiegato di banca nemmeno tanto sveglio e di un segaiolo che fino a tre anni fa viveva probabilmente con la mamma giocando tutta la notte a Football Manager

Decisioni che però non crearono una tale portata di disapprovazione, sicuramente anche per l'assenza dei social.
E cmq parliamo di uno sconociuto come hai detto tu, che in B proponeva un calcio rivoluzionario,
non si un allenatore già visto e rivisto, che ha fallito praticamente ovunque è stato o quasi.

Credo che accettare qualsiasi decisione, da parte dei tifosi, non sia positivo,
chiaramente si può solo protestare, se poi i dirigenti decidono, ci si può far niente,
ma credo anche che decidere ed avere tutto il tifo contro non sia bello, per nessuno.

Si fanno ragionamenti, com'è giusto che sia, secondo me.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,874
Reaction score
12,491
Fabio Ravezzani sul caso Lopetegui:"La Gazzetta dopo aver dato Lopetegui al Milan rincula e dice che la rabbia dei tifosi può far saltare tutto. Fosse vero, preoccupa una dirigenza che si fa condizionare così. Oppure Gazzetta aveva sbagliato. Ma se su Lopetegui puntasse Marotta i tifosi avrebbero più fiducia. Meditate. Il nuovo tecnico del Milan sa che l’anno prossimo dovrà vincere almeno un derby, lottare fino alla fine per lo scudetto e superare il girone di Champions. Cioè fare meglio del primo Conte all’Inter (che aveva ben altra squadra, va detto). Ah, dimenticavo: far crescere i giovani".

Le news su Lopetegui e co QUI -) https://www.milanworld.net/threads/...artinez-fonseca-e-van-bommel-no-conte.138928/
Meglio lasciar perdere l'Inda. Dopo che ho letto le dichiarazioni di Marotta domenica... "lo scudetto l'Inda lo deve vincere ogni anno, ma il nostro obiettivo l'anno prossimo è la Champions" mi sono cadute le palle.

Noi invece siamo dietro a Lopetegui e alle nostre caxxare su cash flow e moneyballe... lasciamo perdere il confronto con l'Inda, è meglio per la nostra salute.
 

Similar threads

Alto
head>