Milan: Rangnick DT con allenatore italiano. Ma va convinto.

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Non fosse che il due maldini-boban è stato scelto a giugno , con il mercato ovviamente fortemente condizionato dai tempi anomali, e poi con l'esonero di Giampaolo li ha fatti fuori entrambi pugnalandoli alle spalle.
Se per voi è normale tutto ciò io mi arrendo.
E magari pure il leao di turno è stato preso da gazidis senza chiedere pareri ad altri.
Premetto che non sono un fan nè di maldini nè di boban ma vorrei capire sulla base di cosa il loro lavoro sia da bocciare e si debba ripartire da zero e compiere l'ennesima rivoluzione per l'ennesimo anno.
Mi sarei anche stufato ogni anno di essere all'alba di un nuovo progetto .

Purtroppo l’aver preso Forrest Giamp è stato un errore criminale, roba che se non si trattasse di quei due penserei alla malafede.

Hanno preso un allenatore opposto a Gattuso dandogli in mano una rosa che a giocare aperti e propositivi si faceva spaccare la faccia da chiunque (segno che non avevano compreso le potenzialità e i limiti di questa rosa, come molti tifosi, ma loro dovrebbero capirne un po’ di più), hanno lasciato andare via Zapata che era l’unico sensato da affiancare a Romagnoli in ottica di giocare con la difesa alta, sapevano che Forrest Giamp usava il trequartista e non glielo hanno preso, permettendo che quello scempio di Suso venisse eletto a leader tecnico della squadra, hanno considerato Piatek una certezza nonostante un pre-campionato da horror (che continuava sulla scia delle prestazioni orrende viste da Aprile in poi), al punto che gli hanno affiancato una scommessa totale come Leao, manco il polacco fosse Icardi ecc ecc.

Poi hanno fatto anche cose buone come Theo e Bennacer, ma gli scempi non mancano, anzi.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,706
Reaction score
3,302
Non fosse che il due maldini-boban è stato scelto a giugno , con il mercato ovviamente fortemente condizionato dai tempi anomali, e poi con l'esonero di Giampaolo li ha fatti fuori entrambi pugnalandoli alle spalle.
Se per voi è normale tutto ciò io mi arrendo.
E magari pure il leao di turno è stato preso da gazidis senza chiedere pareri ad altri.
Premetto che non sono un fan nè di maldini nè di boban ma vorrei capire sulla base di cosa il loro lavoro sia da bocciare e si debba ripartire da zero e compiere l'ennesima rivoluzione per l'ennesimo anno.
Mi sarei anche stufato ogni anno di essere all'alba di un nuovo progetto .

Sono stati scelti a Giugno per l'addio di Leo a maggio...maldini si è preso una ventina di giorni per dire si, poi ha scelto Boban e Massara..LORO hanno preso GP..

Ci sta che l'AD quando ad ottobre la stagione era già in vacca abbia scelto di prendere in toto la situazione in mano..

Non nutro molta fiducia in Gazozza..ma gli si chiedeva di metterci la faccia, no? direi che lasciar andare Zvone e Paolo per metterci il tedesco è una bella presa di responsabilità..era più comodo andare avanti così per lui eh..
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,369
Reaction score
6,777
Queste rimangono supposizioni, magari plausibili, ma pur sempre supposizioni. La realtà dei fatti dice che Maldini e Boban hanno detto esplicitamente che Giampaolo era la loro prima scelta, il croato addirittura disse che era il primo nome a cui avevano pensato entrambi.
Poi, per carità, è probabile che avessero avuto la possibilità di prendere Allegri non avrebbero certo ripiegato su Giampaolo, ma resta il fatto che tra i due c'è un mondo fatto di allenatori decisamente migliori di Giampaolo che non guadagnano uno sproposito, anche a costo di dover andare a prendere un allenatore straniero.
Insomma, io a questa storia di Boban e Maldini santi e Gazidis lupo cattivo non credo neanche un po', basti vedere come è stato gestito il mercato quest'estate, e non parlo solo di giocatori arrivati ma soprattutto di tempi e modalità di certe operazioni concretizzatesi e non.

Ti concedo che la ricostruzione di [MENTION=2581]diavoloINme[/MENTION] sia basata su supposizioni (molto Probabili ma rimangono supposizioni). Però non puoi che essere d'accordo con me sul fatto che le parole che hanno detto su Giampaolo non siano per forza vere.
Quando mai hai sentito un DT dire che voleva un certo allenatore ma che l'ad abbia bocciato subito l'idea per una ragione di costi... O quando mai hai sentito un DT dire che voleva X ma non potendo arrivarci (per qualsiasi ragione) allora ha preso Y.
Mica potevano presentare Giampaolo come un ripiego.
Ovviamente questo non dimostra nemmeno che è stato Gazidis a bloccare tutto.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,369
Reaction score
6,777
Purtroppo l’aver preso Forrest Giamp è stato un errore criminale, roba che se non si trattasse di quei due penserei alla malafede.

Hanno preso un allenatore opposto a Gattuso dandogli in mano una rosa che a giocare aperti e propositivi si faceva spaccare la faccia da chiunque (segno che non avevano compreso le potenzialità e i limiti di questa rosa, come molti tifosi, ma loro dovrebbero capirne un po’ di più), hanno lasciato andare via Zapata che era l’unico sensato da affiancare a Romagnoli in ottica di giocare con la difesa alta, sapevano che Forrest Giamp usava il trequartista e non glielo hanno preso, permettendo che quello scempio di Suso venisse eletto a leader tecnico della squadra, hanno considerato Piatek una certezza nonostante un pre-campionato da horror (che continuava sulla scia delle prestazioni orrende viste da Aprile in poi), al punto che gli hanno affiancato una scommessa totale come Leao, manco il polacco fosse Icardi ecc ecc.

Poi hanno fatto anche cose buone come Theo e Bennacer, ma gli scempi non mancano, anzi.

Sicuralente sbaglio io, ma secondo me non è arrivato Correa perché non sono riusciti a cedere Suso.
Ma è solo un opinione.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,667
Reaction score
26,558
Purtroppo l’aver preso Forrest Giamp è stato un errore criminale, roba che se non si trattasse di quei due penserei alla malafede.

Hanno preso un allenatore opposto a Gattuso dandogli in mano una rosa che a giocare aperti e propositivi si faceva spaccare la faccia da chiunque (segno che non avevano compreso le potenzialità e i limiti di questa rosa, come molti tifosi, ma loro dovrebbero capirne un po’ di più), hanno lasciato andare via Zapata che era l’unico sensato da affiancare a Romagnoli in ottica di giocare con la difesa alta, sapevano che Forrest Giamp usava il trequartista e non glielo hanno preso, permettendo che quello scempio di Suso venisse eletto a leader tecnico della squadra, hanno considerato Piatek una certezza nonostante un pre-campionato da horror (che continuava sulla scia delle prestazioni orrende viste da Aprile in poi), al punto che gli hanno affiancato una scommessa totale come Leao, manco il polacco fosse Icardi ecc ecc.

Poi hanno fatto anche cose buone come Theo e Bennacer, ma gli scempi non mancano, anzi.

Sono temi che abbiamo toccato e ritoccato svariate volte però io purtroppo non mi sento di emettere una sentenza senza conoscere perfettamente dinamiche e responsabilità di ognuno.
Se vai nella sezione Bar di un anno fa avevo aperto una discussione dal titolo 'il calcio di giampaolo' nella quale, appena è stato scelto Giampaolo come allenatore , io e tanti altri utenti ci siamo confrontati sulla bontà di tale scelta, sulla predisposizione della nostra rosa a un certo tipo di calcio, sul valore dei singoli.
La discussione era questa : https://www.milanworld.net/il-calcio-di-giampaolo-vt77684.html
Io ero uno tra quelli che bocciava senza appello la rosa, che non credeva che quel calcio fosse praticabile da noi, che bocciava suso e escludevo categoricamente che il ruolo di trequartista potesse essere ricoperto da paquetà perchè il ragazzo non ha i tempi di gioco .
E ti garantisco che qua dentro erano in tanti a vedere in Lucas il trequartista ideale.
Il bello di un forum come il nostro è che 'carta canta' ....

Comunque, tornando a noi : Leonardo salta a fine campionato senza rilasciare dichiarazione alcuna, arriva boban che affianca maldini.
Siamo già a ridosso dell'estate.
Si da per inteso che il mercato in genere si pensa in autunno, si programma a primavera e si definisce in estate.
L'addio di leonardo ha quindi portato alla nostra paralisi tecnica perchè col suo addio perdiamo tutto il lavoro che aveva pianificato in agenda.
Maldini e Boban iniziano a lavorare in forte ritardo sula concorrenza, il milan deve ancora scegliere il suo allenatore e fare un mercato consono alla peculiarità del tecnico.
Giampaolo viene annunciato il 19 giugno!!!!!
C'era di meglio sul mercato? Era possibile trovare un allenatore migliore magari dentro dei vincoli economici?
Questo non lo so ma di certo i tempi sono decisamenti anomali.
Giampaolo viene presentato e viene etichettato come il cocco di maldini e boban ma io questo mi rifiuto di pensarlo e di crederlo.
Il mercato che ci aspetta, dopo la scelta dell'allenatore, si dimostra drammatico.
Riusciamo per fortuna ad azzeccare due ragazzi del calibro di bennacer e theo ma ne sbagliamo delle altre.
Il trequartista non arriva, come non arriva la mezz'ala, non arriva il terzino destro, non arriva la seconda punta, non arriva il centrale di difesa veloce.
Di chi sono le colpe? Io non lo so.
So però che gazidis, maldin e boban lavorano assieme e pare stiano programmando assieme.
Il 7 di ottobre , dopo una vittoria, salta giampaolo.
Li si incrina il rapporto tra gazidis e maldini - boban.
Mi piace dire che virtualmente con quell'esonero è finita anche l'avventura di maldini e boban.
Gazidis inizia a guardarsi attorno e a dicembre viene fuori il nome di Rangnick, il resto è storia.
A fine anno ci saluterà anche maldini e si riparte.
Ma troppi sono i punti di domanda irrisolti, troppi i silenzi che non mi fanno capire di chi siano le responsabilità.
Mi attengo ai fatti e i fatti dicono che maldini e boban sono partiti in netto ritardo sulla concorrenza, hanno avuto un budget limitato ma ad ottobre sono saltati col mister.
Questa non è programmazione ma schizofrenia tecnica che sfocia nella malafede.
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Sicuralente sbaglio io, ma secondo me non è arrivato Correa perché non sono riusciti a cedere Suso.
Ma è solo un opinione.

Si ma oltre a Suso c’è anche il discorso dell’attacco. Di fatto avevano eletto Piatek a certezza, colonna, nonostante fossero mesi e mesi che qualunque difensore lo marcasse sembrava Baresi redivivo e non gli faceva toccare boccia. Lo considerarono talmente tanto una certezza che presero uno come Leao, che non era una scommessa, di più, segno che i 20/25 goal del p(ol)acco li davano per scontati. Questo, ripeto, nonostante le prestazioni penose fin da Aprile e un pre-campionato nel quale anche il Feronikeli e il Cesena lo annullavano del tutto. Il risultato fu che facemmo mezza annata letteralmente senza attacco. Letteralmente.

Sono temi che abbiamo toccato e ritoccato svariate volte però io purtroppo non mi sento di emettere una sentenza senza conoscere perfettamente dinamiche e responsabilità di ognuno.
Se vai nella sezione Bar di un anno fa avevo aperto una discussione dal titolo 'il calcio di giampaolo' nella quale, appena è stato scelto Giampaolo come allenatore , io e tanti altri utenti ci siamo confrontati sulla bontà di tale scelta, sulla predisposizione della nostra rosa a un certo tipo di calcio, sul valore dei singoli.
La discussione era questa : https://www.milanworld.net/il-calcio-di-giampaolo-vt77684.html
Io ero uno tra quelli che bocciava senza appello la rosa, che non credeva che quel calcio fosse praticabile da noi, che bocciava suso e escludevo categoricamente che il ruolo di trequartista potesse essere ricoperto da paquetà perchè il ragazzo non ha i tempi di gioco .
E ti garantisco che qua dentro erano in tanti a vedere in Lucas il trequartista ideale.
Il bello di un forum come il nostro è che 'carta canta' ....

Comunque, tornando a noi : Leonardo salta a fine campionato senza rilasciare dichiarazione alcuna, arriva boban che affianca maldini.
Siamo già a ridosso dell'estate.
Si da per inteso che il mercato in genere si pensa in autunno, si programma a primavera e si definisce in estate.
L'addio di leonardo ha quindi portato alla nostra paralisi tecnica perchè col suo addio perdiamo tutto il lavoro che aveva pianificato in agenda.
Maldini e Boban iniziano a lavorare in forte ritardo sula concorrenza, il milan deve ancora scegliere il suo allenatore e fare un mercato consono alla peculiarità del tecnico.
Giampaolo viene annunciato il 19 giugno!!!!!
C'era di meglio sul mercato? Era possibile trovare un allenatore migliore magari dentro dei vincoli economici?
Questo non lo so ma di certo i tempi sono decisamenti anomali.
Giampaolo viene presentato e viene etichettato come il cocco di maldini e boban ma io questo mi rifiuto di pensarlo e di crederlo.
Il mercato che ci aspetta, dopo la scelta dell'allenatore, si dimostra drammatico.
Riusciamo per fortuna ad azzeccare due ragazzi del calibro di bennacer e theo ma ne sbagliamo delle altre.
Il trequartista non arriva, come non arriva la mezz'ala, non arriva il terzino destro, non arriva la seconda punta, non arriva il centrale di difesa veloce.
Di chi sono le colpe? Io non lo so.
So però che gazidis, maldin e boban lavorano assieme e pare stiano programmando assieme.
Il 7 di ottobre , dopo una vittoria, salta giampaolo.
Li si incrina il rapporto tra gazidis e maldini - boban.
Mi piace dire che virtualmente con quell'esonero è finita anche l'avventura di maldini e boban.
Gazidis inizia a guardarsi attorno e a dicembre viene fuori il nome di Rangnick, il resto è storia.
A fine anno ci saluterà anche maldini e si riparte.
Ma troppi sono i punti di domanda irrisolti, troppi i silenzi che non mi fanno capire di chi siano le responsabilità.
Mi attengo ai fatti e i fatti dicono che maldini e boban sono partiti in netto ritardo sulla concorrenza, hanno avuto un budget limitato ma ad ottobre sono saltati col mister.
Questa non è programmazione ma schizofrenia tecnica che sfocia nella malafede.

Bel post.

Il mio problema con l’acquisto di Forrest Giamp è che la rosa andava rivoluzionata per un allenatore simile (che poi probabilmente non avrebbe ottenuto risultati comunque, parliamo di uno che aveva fatto al massimo un ottavo posto con il capocannoniere della Serie A), quindi perché non prendere un allenatore più simile a Gattuso o non confermare il medesimo?

Per me li si è fatto un errore enorme di sopravvalutazione della rosa e di sottovalutazione del lavoro di Rino. Da lì tutti gli altri problemi, perché se prendi un allenatore che è l’antitesi di quello che serve a quella rosa per rendere è chiaro che poi ti trovi a dover fare un mercato complicato, e se parti già in ritardo rispetto alla concorrenza le cose si complicano ancora di più.

Se non avessero fatto quell’errore (ripeto, a mio avviso enorme) di sopravvalutazione della rosa probabilmente avrebbero confermato Rino, preso il famoso esterno che chiedeva a gran voce e non avremmo dovuto fare un mercato assurdo per quelle che erano le caratteristiche della rosa.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,667
Reaction score
26,558
Si ma oltre a Suso c’è anche il discorso dell’attacco. Di fatto avevano eletto Piatek a certezza, colonna, nonostante fossero mesi e mesi che qualunque difensore lo marcasse sembrava Baresi redivivo e non gli faceva toccare boccia. Lo considerarono talmente tanto una certezza che presero uno come Leao, che non era una scommessa, di più, segno che i 20/25 goal del p(ol)acco li davano per scontati. Questo, ripeto, nonostante le prestazioni penose fin da Aprile e un pre-campionato nel quale anche il Feronikeli e il Cesena lo annullavano del tutto. Il risultato fu che facemmo mezza annata letteralmente senza attacco. Letteralmente.



Bel post.

Il mio problema con l’acquisto di Forrest Giamp è che la rosa andava rivoluzionata per un allenatore simile (che poi probabilmente non avrebbe ottenuto risultati comunque, parliamo di uno che aveva fatto al massimo un ottavo posto con il capocannoniere della Serie A), quindi perché non prendere un allenatore più simile a Gattuso o non confermare il medesimo?

Per me li si è fatto un errore enorme di sopravvalutazione della rosa e di sottovalutazione del lavoro di Rino. Da lì tutti gli altri problemi, perché se prendi un allenatore che è l’antitesi di quello che serve a quella rosa per rendere è chiaro che poi ti trovi a dover fare un mercato complicato, e se parti già in ritardo rispetto alla concorrenza le cose si complicano ancora di più.

Una società può prendere qualsiasi allenatore ma poi deve avere la forza di proteggerlo, sostenerlo , aiutarlo.
Giampaolo è saltato il 7 di ottobre!!!! Dopo 7 giornate!!!
Ma come si fa ad essere tanto folli???
Hanno avuto il coraggio e la pazzia di fare un passo simile?? Avrebbero dovuto andare fino in fondo, stare vicino al mister e lavorare assieme sul mercato.
Non voglio difendere Giampaolo, sto solo dicendo che il coraggio di fare certe scelte dovrebbe andare di pari passo col coraggio di sostenerle certe idee.
Altrimenti si andava direttamente su Pioli e avremmo costruito qualcosa di più pratico e normale.
Il calcio di Giampaolo è tecnico , veloce e organizzato. Poi può piacere o meno , essere reputato idoneo o meno è un altro discorso.
Inviterei però a vedere cosa ha combinato gasperini i primi tempi a bergamo, se la società bergamasca si fosse comportata come noi oggi non si potrebbero godere questo giocattolo perfetto.
Oggi gazidis sceglie rangnick, mi auguro abbia il coraggio di aspettarlo perchè servirà tempo.
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Una società può prendere qualsiasi allenatore ma poi deve avere la forza di proteggerlo, sostenerlo , aiutarlo.
Giampaolo è saltato il 7 di ottobre!!!! Dopo 7 giornate!!!
Ma come si fa ad essere tanto folli???
Hanno avuto il coraggio e la pazzia di fare un passo simile?? Avrebbero dovuto andare fino in fondo, stare vicino al mister e lavorare assieme sul mercato.
Non voglio difendere Giampaolo, sto solo dicendo che il coraggio di fare certe scelte dovrebbe andare di pari passo col coraggio di sostenerle certe idee.
Altrimenti si andava direttamente su Pioli e avremmo costruito qualcosa di più pratico e normale.
Il calcio di Giampaolo è tecnico , veloce e organizzato. Poi può piacere o meno , essere reputato idoneo o meno è un altro discorso.
Inviterei però a vedere cosa ha combinato gasperini i primi tempi a bergamo, se la società bergamasca si fosse comportata come noi oggi non si potrebbero godere questo giocattolo perfetto.
Oggi gazidis sceglie rangnick, mi auguro abbia il coraggio di aspettarlo perchè servirà tempo.

Se avessimo continuato con Giampaolo ora saremmo messi malissimo. Saper cambiare idea di fronte ad un errore è segno di intelligenza, per me, Giampaolo l’unica cosa che ha dimostrato è di avere solo una gran confusione in testa, basti pensare alle formazioni oscene che metteva in campo, oltre che (ma non sono l’unico ad averlo pensato) essere un gran presuntuoso.

A prescindere dalla natura del giocattolo perfetto atalantino (sulla quale ci sono molti dubbi), poi, tra Gasperini e Giampaolo ci sono più o meno due o tre categorie di differenza. Ricordiamo la formazione di Udine.

Che poi con Giampaolo non facevamo UN tiro in porta, con Pioli le cose sono cambiate molto da questo punto di vista (anche se fino alla defenestrazione di Pitalek i punti tardavano ad arrivare, perché giocare con un palo della luce la davanti incapace di fare qualsiasi cosa, fosse anche un passaggio dritto per dritto di tre metri, e che si mangiava goal fatti a ripetizione -dato che le occasioni con Pioli non mancavano- avrebbe fatto fare pochi punti anche a Klopp).
 
Registrato
26 Febbraio 2018
Messaggi
5,945
Reaction score
2,748
Secondo quanto riportato da Il Giornale, la linea di Rangnick è quella di aggiudicarsi il ruolo di DT per poi ingaggiare un allenatore ed uno staff italiano in modo da dare una linea calcistica unica a tutte le squadre del club.

Come riportato dal CorSera in edicola oggi, 28 giugno, prima di dare il via alla rivoluzione, il Milan deve centrare assolutamente l'Europa (ECCO PERCHE' QUI -) https://www.milanworld.net/milan-qua...o-vt91159.html ). Con tutta probabilità ci sarà un nuovo allenatore, ma Rangnick non ha ancora firmato nulla. Il tedesco va convinto. Bisogna trovare ancora un accordo su staff e budget. Ma Rangnick resta il favorito di Gazidis.

Non sono affatto convinto dal progetto e sono molto curioso di sapere come s'evolverà la situazione, a cominciare dalla composizione dello staff tecnico.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,667
Reaction score
26,558
Se avessimo continuato con Giampaolo ora saremmo messi malissimo. Saper cambiare idea di fronte ad un errore è segno di intelligenza, per me, Giampaolo l’unica cosa che ha dimostrato è di avere solo una gran confusione in testa, basti pensare alle formazioni oscene che metteva in campo, oltre che (ma non sono l’unico ad averlo pensato) essere un gran presuntuoso.

A prescindere dalla natura del giocattolo perfetto atalantino (sulla quale ci sono molti dubbi), poi, tra Gasperini e Giampaolo ci sono più o meno due o tre categorie di differenza. Ricordiamo la formazione di Udine.

Ah questo non puoi e non possiamo dirlo.
Giampaolo è un allenatore da campo che ha la pretesa di giocare e vuole stare in campo in un certo modo.
Maldini, boban, massara e gazidis questo lo sapevano.
Se poi qualcuno aveva l'ambizione di trasformare i somari in cavalli di razza io questo non lo so.....
Non lo so nemmeno dove saremmo arrivati in classifica proseguendo con Giampaolo.
Certo, oggi Pioli ha costruito una squadra razionale e più quadrata ma gode pure di qualche capra in meno e qualche giocatore valido in più.
La gestione suso tu l'hai capita?? Hai capito perchè giocava e doveva essere sempre al centro del progetto?
Decisioni del mister o imposizioni dall'alto per non svalutarlo?
Dopo anni abbiamo scoperto che un castillejo ha più senso.
Queste e altre domande per me resteranno irrisolte.
Il re del niente lo chiamavo suso e occhio che ci apprestiamo a incoronare calha ora come suo erede al trono del nulla.
Guarda come è gestito suso al siviglia e trova le differenze.
 
Alto
head>