Milan: Rangnick DT con allenatore italiano. Ma va convinto.

Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,960
Reaction score
25,668
Queste rimangono supposizioni, magari plausibili, ma pur sempre supposizioni. La realtà dei fatti dice che Maldini e Boban hanno detto esplicitamente che Giampaolo era la loro prima scelta, il croato addirittura disse che era il primo nome a cui avevano pensato entrambi.
Poi, per carità, è probabile che avessero avuto la possibilità di prendere Allegri non avrebbero certo ripiegato su Giampaolo, ma resta il fatto che tra i due c'è un mondo fatto di allenatori decisamente migliori di Giampaolo che non guadagnano uno sproposito, anche a costo di dover andare a prendere un allenatore straniero.
Insomma, io a questa storia di Boban e Maldini santi e Gazidis lupo cattivo non credo neanche un po', basti vedere come è stato gestito il mercato quest'estate, e non parlo solo di giocatori arrivati ma soprattutto di tempi e modalità di certe operazioni concretizzatesi e non.

Un uomo quando si deve portare una donna a letto dice sempre che è la più bella del mondo e l'unica della sua vita.
Tu davvero credi che Maldini e Boban avessero in mente solo Giampaolo??
Parliamo di atleti che hanno avuto come allenatori fior di guide tecniche e che in 30 anni di carriera hanno visto mille sfaccettature del calcio.
Per Giampaolo poi parla il suo curriculum : allenatore di certo preparato e dalle buone idee di calcio propositivo ma di certo non un drago in quanto a elasticità mentale e capacità di gestire le pressioni.
Su una piazza importante, del resto, non ci era mai arrivato.
Diciamo che con una dirigenza allestita a ridosso dell'estate e in forte ritardo sulla concorrenza e sui tempi del mercato forse di meglio non poteva trovare ma non era nemmeno corretto far sentire il Giampaolo di turno un ripiego.
E diciamo pure che dal doppio ad, al mercato concordato, al cambio di proprietà, al dirigente che salta a ridosso dell'inizio della nuova stagione sportiva da noi succede sempre quel qualcosa che ci paralizza sistematicamente sulla programmazione
Il tempo di fare un passo, ci ci ferma per tornare indietro e ripartire da capo.
Inerzia milan.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,960
Reaction score
25,668
Ti cito una parte del messaggio precedente. L'ho scritto qua:

"Poi, per carità, è probabile che avessero avuto la possibilità di prendere Allegri non avrebbero certo ripiegato su Giampaolo, ma resta il fatto che tra i due c'è un mondo fatto di allenatori decisamente migliori di Giampaolo che non guadagnano uno sproposito, anche a costo di dover andare a prendere un allenatore straniero."

Non puoi prendere Spalletti? viri su altro, non su Giampaolo. No, invece neanche gli hanno fatto la squadra su misura: servivano un centrale abile a giocare con la difesa alta, un terzino, un mediano, almeno una mezzala, un trequartista e una seconda punta, sono arrivati soltanto il terzino e il mediano.

Che poi pure qui, guarda prendere Giampaolo, uno che sa giocare solo in una determinata maniera e quindi prenderlo significa VINCOLARTI al suo modo di giocare, il che comportava: andare ad acquistare ben 6 giocatori (titolari, poi ci sarebbero le riserve) con caratteristiche diverse da quelli che già abbiamo. Sai che non hai il budget per soddisfare le sue richieste? Non prendi Giampaolo, e prendi un allenatore con principi di gioco simili a quelli di Gattuso, così che puoi andare a puntellare la squadra con quei 3-4 giocatori che servono per alzare la qualità e dai continuità tattica al quinto posto dell'anno precedente. No, invece rivoluzione dopo essere arrivati a un punto dal terzo posto.

Ecco uno dei motivi per cui dico che la gestione sportiva del duo Boban-Maldini è stata imbarazzante, e non bastano certo Theo, Bennacer e il prestito di Rebic a farmi cambiare idea.

Ma se saltano i dirigenti come se piovesse non potrai mai avere continuità tecnica.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
56,407
Reaction score
4,190
E' tutto fatto, tranquillo.
Ce lo ha certificato boban col suo sfogo che ha portato all'inevitabile esonero.
A giugno Gazidis lavorava con boban e maldini , a ottobre ha deciso di farli fuori entrambi(dopo l'esonero di giampaolo).
Rangnick è virtualmente al milan da dicembre, nonostante il parere contrario di boban e maldini che, in teoria, dovevano essere i responsabili delle scelte tecniche.
Ha vinto la linea di Gazidis che in questo milan può fare il buono e il cattivo tempo , vista la proprietà che ormai pare una figura mitologica tipo papà gambalunga : un'ombra.

La penso come te. Però da un certo punto di vista, Gazidis prende un botto di soldi e da anni assume parafulmini, francamente sono contento sia prenda le sue responsabilità e faccia la sua scelta tecnica...da li non potrà più nascondersi dietro Leo, Paolo....ed è giusto cosi, prende 4,5 a stagione per fare che cosa di grazia?
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Spalletti o Allegri col tedesco, magari.

A me basta che arrivi qualcuno capace di farci arrivare in CL. Con Gattuso nel 2017/2018, insediatosi a Dicembre, facemmo 44 punti in 24 partite, l’anno scorso ne facemmo 68 in 38, per un totale di 112 punti in 62 partite. Su due anni, questo, non in uno. Ed è una media da Champions. Quindi o rivoluzionano la rosa per farla aderire ai principi di Ragnick oppure prendano un allenatore pragmatico per questa rosa, ma le scuse per fare campionati da mezza classifica non esistono, le 62 partite in due anni con Rino lo dimostrano.
 
Registrato
23 Giugno 2015
Messaggi
13,158
Reaction score
2,951
ma che allenatore italiano...l'allenatore deve essere rangnick...questi vogliono trovare il modo di rifilarci il solito allenatore alla ballardini...non ci provino o almeno io con il c..o che continuo a seguirli
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
10,107
Reaction score
253
A me basta che arrivi qualcuno capace di farci arrivare in CL. Con Gattuso nel 2017/2018, insediatosi a Dicembre, facemmo 44 punti in 24 partite, l’anno scorso ne facemmo 68 in 38, per un totale di 112 punti in 62 partite. Su due anni, questo, non in uno. Ed è una media da Champions. Quindi o rivoluzionano la rosa per farla aderire ai principi di Ragnick oppure prendano un allenatore pragmatico per questa rosa, ma le scuse per fare campionati da mezza classifica non esistono, le 62 partite in due anni con Rino lo dimostrano.

Sono d'accordo con te
 

sipno

Bannato
Registrato
1 Agosto 2015
Messaggi
4,971
Reaction score
124
Basta che non sia Pioli.

Comunque sono contro ai mister italiani.
Il nostro calcio è inguardabile.
La Serie A è ora che impari dall'estero.

Siamo inguardabili anche per quello
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,693
Reaction score
3,285
E' tutto fatto, tranquillo.
Ce lo ha certificato boban col suo sfogo che ha portato all'inevitabile esonero.
A giugno Gazidis lavorava con boban e maldini , a ottobre ha deciso di farli fuori entrambi(dopo l'esonero di giampaolo).
Rangnick è virtualmente al milan da dicembre, nonostante il parere contrario di boban e maldini che, in teoria, dovevano essere i responsabili delle scelte tecniche.
Ha vinto la linea di Gazidis che in questo milan può fare il buono e il cattivo tempo , vista la proprietà che ormai pare una figura mitologica tipo papà gambalunga : un'ombra.

In realtà è normalissimo sia così, Gazozza piaccia o meno è l'AD con delega completa, la proprietà definisce solo gli obbiettivi aziendali, poi il come gestire tutto, dal budget alle figure chiave è tutto una sua responsabilità, quindi ci sta che nella sua autonomia decida ciò che per lui è meglio..i risultati parleranno..

Che poi ci siamo già passati..nella fase finale del Milan di berlusconi abbiamo visto anni e anni di fester che faceva i suoi porci comodi salvo dire sempre "grazie presidente" e comprargli la figurina di turno con cui farsi bello nelle interviste..al massimo il nano decideva qualche esonero..ma fino al 2009 gli esoneri sono stati molto rari..
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,960
Reaction score
25,668
In realtà è normalissimo sia così, Gazozza piaccia o meno è l'AD con delega completa, la proprietà definisce solo gli obbiettivi aziendali, poi il come gestire tutto, dal budget alle figure chiave è tutto una sua responsabilità, quindi ci sta che nella sua autonomia decida ciò che per lui è meglio..i risultati parleranno..

Che poi ci siamo già passati..nella fase finale del Milan di berlusconi abbiamo visto anni e anni di fester che faceva i suoi porci comodi salvo dire sempre "grazie presidente" e comprargli la figurina di turno con cui farsi bello nelle interviste..al massimo il nano decideva qualche esonero..ma fino al 2009 gli esoneri sono stati molto rari..

Non fosse che il due maldini-boban è stato scelto a giugno , con il mercato ovviamente fortemente condizionato dai tempi anomali, e poi con l'esonero di Giampaolo li ha fatti fuori entrambi pugnalandoli alle spalle.
Se per voi è normale tutto ciò io mi arrendo.
E magari pure il leao di turno è stato preso da gazidis senza chiedere pareri ad altri.
Premetto che non sono un fan nè di maldini nè di boban ma vorrei capire sulla base di cosa il loro lavoro sia da bocciare e si debba ripartire da zero e compiere l'ennesima rivoluzione per l'ennesimo anno.
Mi sarei anche stufato ogni anno di essere all'alba di un nuovo progetto .
 
Alto
head>