Caos Milan: guerra Ibra-Furlani. Svedese pronto a lasciare.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
42,014
Reaction score
23,298
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.
Credere che la decisione, come spiegato ripetutamente, possa essere collegiale sembra onestamente un'ingenuità grande. La realtà dei fatti porta altrove, dentro una lotta di potere che definirà non solo questa decisiva scelta di campo, ma anche l'assetto societario. Chi decide l'allenatore, deciderà anche il resto.

ab1ec062-01ee-43f9-9fd4-7f82a865582c
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
42,014
Reaction score
23,298
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.

Attenzione che questo articolo sparirà in 3... 2... 1...
 

R41D3N

Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
2,853
Reaction score
962
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.
Ci stanno spalando 💩 in ogni possibile maniera, resta il fatto che attualmente il Milan è una polveriera pronta ad esplodere. Davvero bello essere milanisti di questi tempi, non è per niente deprimente!!!
 
Ultima modifica:
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
9,357
Reaction score
4,232
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.

ab1ec062-01ee-43f9-9fd4-7f82a865582c
Avanti col caos! Grande Gerry!
 

bobbylukr

Well-known member
Registrato
22 Luglio 2022
Messaggi
3,370
Reaction score
2,674
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.

ab1ec062-01ee-43f9-9fd4-7f82a865582c

Però sta narrativa, se vera, rende certamente più credibile l'inchiesta della magistratura sulla vera proprietà del Milan...
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,906
Reaction score
12,543
Sport Mediaset conferma e rilancia le indiscrezioni di Telelombardia.
L'inserimento di Zlatan Ibrahimovic nell'organico, sia pure, o forse proprio per questo motivo, nel ruolo chiave di ponte tra il Milan e il suo proprietario, ha sconquassato l'equilibrio che il "gruppo" Furlani aveva inseguito e istituito nell'immediato post-Maldini.
L'ad di provenienza Elliott aveva preso in mano la totalità del mondo Milan. Ora Ibra ne ha strappato un pezzo.
Se Ibrahimovic non dovesse far prevalere la sua posizione nella scelta dell'allenatore, allora non si capirebbe per quale motivo dovrebbe restare dov'è. E sarebbe anzi forse lui stesso a farsi da parte.
Conte sarebbe il maggior megafono della sconfitta di Furlani. L'alternativa di Ibra è Van Bommel.

L'anno tre di Cardinale può essere l'anno zero per tutto. Anche per i dirigenti.

ab1ec062-01ee-43f9-9fd4-7f82a865582c
Beh si è l'idea che mi sono fatto in questi giorni...

Vedo due possibilità:
1 Ibra se ne frega e fa l'uomo immagine
2 Ibra è coinvolto nelle scelte e allora si scontra per forza con i cialtroni che ha intorno, non perchè sia un eroe ma perchè di calcio ne sa a differenza di Furlani e del Team Integrato

Ritengo Ibra piu furbo e scaltro di Maldini, probabile ci sappia fare piu di lui a livello politico, pero alla fine quando si arriva al dunque la situazione è la medesima.

Da un lato ci sono persone competenti, che hanno vissuto nel calcio una vita vincendo tutto, dunque coscienti di quello che serve e bisogna fare in un grande club come il Milan, dall'altro c'è un manipolo ci scappati di casa, raccomandati, arroganti e cialtroni... come si fa a non arrivare a scontrarsi? Per me è impossibile...

E aggiungo: fino a quando avremo in società certa gente come Furlani siamo spacciati, non c'è alcuna possibilità di migliorare e costruire qualcosa.

PS: Furlani era il capofila del gruppo che voleva Rangnick a suo tempo, quelli che si scontrarono con Boban nella scelta dell'allenatore, dunque è pure recidivo.
 

Brotherhedo

Well-known member
Registrato
6 Marzo 2020
Messaggi
603
Reaction score
1,502
Beh si è l'idea che mi sono fatto in questi giorni...

Vedo due possibilità:
1 Ibra se ne frega e fa l'uomo immagine
2 Ibra è coinvolto nelle scelte e allora si scontra per forza con i cialtroni che ha intorno, non perchè sia un eroe ma perchè di calcio ne sa a differenza di Furlani e del Team Integrato

Ritengo Ibra piu furbo e scaltro di Maldini, probabile ci sappia fare piu di lui a livello politico, pero alla fine quando si arriva al dunque la situazione è la medesima.

Da un lato ci sono persone competenti, che hanno vissuto nel calcio una vita vincendo tutto, dunque coscienti di quello che serve e bisogna fare in un grande club come il Milan, dall'altro c'è un manipolo ci scappati di casa, raccomandati, arroganti e cialtroni... come si fa a non arrivare a scontrarsi? Per me è impossibile...

E aggiungo: fino a quando avremo in società certa gente come Furlani siamo spacciati, non c'è alcuna possibilità di migliorare e costruire qualcosa.
Il garante e` la personificazione del male e del marcio all'interno della societa`.

Non offre nessun contributo e non ha alcuna funzione positiva, solo tutelare ad ogni costo e contro ogni cosa gli interessi del suo padrone.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>