Seconda ondata covid: bufala o verità?

Lambro

Bannato
Registrato
12 Marzo 2014
Messaggi
6,336
Reaction score
207
La storia delle pandemie dice che una seconda ondata è più che probabile. Il punto è se il virus sarà lo stesso, più potente o più debole.
Nel dubbio, da ottobre occorrerà invitare tutti ad indossare la mascherina, almeno inizialmente. La coesistenza della normale influenza col virus genererà tantissima confusione sulle diagnosi.

Il rischio clinico è tutto lì, bordelli di persone che chiameranno o che si presenteranno al PS con la febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie ma con l'influenza.
Per quei giorni tutto dovrà essere pronto, ospedali covid ,rsa isolate, insomma un lockdown selezionato.
Le distanze sociali saranno importantissime ancora e spero che saranno quelle ad isolare anche il virus dell'influenza, riducendo le criticità ospedaliere.
Per questo dico che gente come Zaia è pazza se mette in giro la voce che a luglio "via le mascherine", a meno che non sia così sicuro che la popolazione a novembre sarà pronta di nuovo a tornare al distanziamento alle mascherine alle rinunce.
 
Registrato
26 Settembre 2016
Messaggi
5,030
Reaction score
2,495
Si parla sempre di questa seconda ondata covid in autunno. Tra i medici in tv c'è chi dice che ci sarà, chi dice di no. Chi ha ragione secondo voi?

Bufala. Ormai siamo tornati tutti alla solita vita, mascherina e distanza a parte. Ed è veramente stupendo. Non è successo nulla. Quelli che tifano per il lockdown parlano di peggioramenti verso metà Giugno, che si venderanno gli effetti della movida in quel periodo, ma la prenderanno dove non batte il sole.

C'è in giro gente da tutte le parti, pure oggi.
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
9,995
Reaction score
5,919
Non credo si tornerà mai più al lockdown, adesso siamo decisamente preparati per un'altra epidemia. Una seconda ondata non è certamente da escludere visto che alla fine riapriremo le frontiere: non dipende solo da noi purtroppo.
La questione di fondo è che il lockdown dovrebbe essere una prevenzione, non un rimedio. Al primo segnale di allarme in una determinata area geografica, quell'area va "chiusa" se si vuole evitare di arrivare all'emergenza perché se si evita di arrivare all'emergenza, è sufficiente un lockdown di breve durata e circoscritto a quella specifica area. Se, invece, si aspetta l'emergenza, abbiamo già visto i risultati.
Il problema è farlo capire alla gente. Sento toni trionfalistici di pericolo passato quando, pur essendo nella coda dell'epidemia, registriamo ancora decessi giornalieri che la comune influenza causa quando arriva al picco, nonostante tutte le misure che sono state prese(giusto per capire che potenziale aveva, e speriamo non abbia più, SARS-CoV-2).

Speriamo non si ripresenti con la stessa aggressività dei mesi scorsi, se no ci aspettano tempi durissimi.
 

Alfred Edwards

Bannato
Registrato
22 Aprile 2020
Messaggi
657
Reaction score
7
Il rischio clinico è tutto lì, bordelli di persone che chiameranno o che si presenteranno al PS con la febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie ma con l'influenza.
Per quei giorni tutto dovrà essere pronto, ospedali covid ,rsa isolate, insomma un lockdown selezionato.
Le distanze sociali saranno importantissime ancora e spero che saranno quelle ad isolare anche il virus dell'influenza, riducendo le criticità ospedaliere.
Per questo dico che gente come Zaia è pazza se mette in giro la voce che a luglio "via le mascherine", a meno che non sia così sicuro che la popolazione a novembre sarà pronta di nuovo a tornare al distanziamento alle mascherine alle rinunce.

Perfetto!!
 

Wetter

Member
Registrato
22 Maggio 2018
Messaggi
1,571
Reaction score
480
Secondo me non ci sarà nessuna ondata e ce lo dimostrano i passati coronavirus come Sars e Mers,scomparsi DA SOLI nel nulla.
Il distanziamento sociale non esiste già più,io stesso sono stato a casa di amici (6 persone),tutti vicinissimi come se niente fosse,ho visto con i miei occhi tavoli di ristorante da 10-15 persone attaccati l'uno con l'altro come prima della Pandemia.
Ora moltiplicate questo per 60 milioni di abitanti e vi renderete conto di come il distanziamento sociale non esista praticamente più.Detto questo,se nei prossimi 5-10 giorni non saliranno i contagi direi che possiamo tornare tranquillamente alla vita di tutti i giorni;senza mascherine e inutili regole.
E comunque il dato sui contagi di per se non è più un dato attendibile,dato che i sintomi (nella peggiore delle ipotesi) ad oggi sono quelli di una brutta influenza.
Io dico che ne siamo fuori,e dico di non credere più ai fantomatici virologi-immunologi che attribuiscono questo netto miglioramento al distanziamento sociale e all'uso delle mascherine.Oramai,lo ripeto,il distanziamento sociale non esiste più,sopratutto nel privato ma anche nel pubblico.
Per quello che riguarda la situazione negli altri stati mi pare PALESE che siano sulla nostra stessa strada solo con un timing differente,USA e sud america sono indietro perchè li è arrivata dopo;ma sono stra-convinto che anche da loro presto si vedrà un nettissimo miglioramento.
Negli USA il miglioramento è già più che evidente e vedrete che Trump non ci metterà molto a riaprire tutto e mandare a quel paese i virologi che fanno terrorismo mediatico.
 

Lambro

Bannato
Registrato
12 Marzo 2014
Messaggi
6,336
Reaction score
207
Secondo me non ci sarà nessuna ondata e ce lo dimostrano i passati coronavirus come Sars e Mers,scomparsi DA SOLI nel nulla.
Il distanziamento sociale non esiste già più,io stesso sono stato a casa di amici (6 persone),tutti vicinissimi come se niente fosse,ho visto con i miei occhi tavoli di ristorante da 10-15 persone attaccati l'uno con l'altro come prima della Pandemia.
Ora moltiplicate questo per 60 milioni di abitanti e vi renderete conto di come il distanziamento sociale non esista praticamente più.Detto questo,se nei prossimi 5-10 giorni non saliranno i contagi direi che possiamo tornare tranquillamente alla vita di tutti i giorni;senza mascherine e inutili regole.
E comunque il dato sui contagi di per se non è più un dato attendibile,dato che i sintomi (nella peggiore delle ipotesi) ad oggi sono quelli di una brutta influenza.
Io dico che ne siamo fuori,e dico di non credere più ai fantomatici virologi-immunologi che attribuiscono questo netto miglioramento al distanziamento sociale e all'uso delle mascherine.Oramai,lo ripeto,il distanziamento sociale non esiste più,sopratutto nel privato ma anche nel pubblico.
Per quello che riguarda la situazione negli altri stati mi pare PALESE che siano sulla nostra stessa strada solo con un timing differente,USA e sud america sono indietro perchè li è arrivata dopo;ma sono stra-convinto che anche da loro presto si vedrà un nettissimo miglioramento.
Negli USA il miglioramento è già più che evidente e vedrete che Trump non ci metterà molto a riaprire tutto e mandare a quel paese i virologi che fanno terrorismo mediatico.

Eh ma se fai paragoni con quelli che vanno a cena da amici con tutto il resto stiamo freschi, io vedo che per fortuna ci sono ancora comportamenti esatti, al 90% di quel che vedo io almeno.
Perchè per poter voler aver ragione a tutti i costi spariamo cifre a caso, chi ti dice che sono realmente 60 milioni (quindi tutti gli italiani) che si comportano come te con i tuoi amici? che ragionamento è?
Perdonami.
Ma poi le tipologie che sono state colpite inesorabilmente dal virus sono state anziani e malati con altre patologie, non certo gente da movida.
Detto questo speriamo, tu sei uno degli ottimisti qui dentro, speriamo sia realmente come dici tu, d'altronde sono solo supposizioni, qui nessuno ha ben chiaro cosa abbia portato ad una situazione realmente migliore, se il distanziamento sociale o se la minor carica del covid, per un virologo che dice A ce n'è uno che dice B.
I fattori in campo son il caldo, la minor carica aggressiva, il distanziamento sociale, il lockdown.
Da quel che si legge i paragoni con Sars e Mers sono forzati, il comportamento iniziale del Covid è differente, su questo sono tutti d'accordo e da quel che so io almeno non ci sono pareri discordanti.
Senza contare che pure sulle conseguenze a lungo termine ancora non ci sono ovviamente certezze, quelle solo il tempo ce le dirà.
Ripeto, io sono con te, speriamo di avere un autunno sereno ma ho seri dubbi.
 

zamp2010

Member
Registrato
30 Aprile 2015
Messaggi
2,583
Reaction score
79
Anche se non c'e davvero un seconda ondata basta che il TG lo riporta per farci credere che c'e una seconda ondata.
Il TG sta gia preparando le notizie, piu paura creano, piu soldi. Povero noi
 

joops

New member
Registrato
25 Giugno 2018
Messaggi
82
Reaction score
7
Per me è solo una bufala. Questo governo ci spera, visto anche il ritardo dell'app Immuni che farà guadagnare tanti soldi, ma rischia di essere un floppone.

Ci pensavo l'altro giorno, conte pur di non cadere sta sperando che il virus torni più forte di prima.
 
Registrato
26 Settembre 2016
Messaggi
5,030
Reaction score
2,495
Secondo me non ci sarà nessuna ondata e ce lo dimostrano i passati coronavirus come Sars e Mers,scomparsi DA SOLI nel nulla.
Il distanziamento sociale non esiste già più,io stesso sono stato a casa di amici (6 persone),tutti vicinissimi come se niente fosse,ho visto con i miei occhi tavoli di ristorante da 10-15 persone attaccati l'uno con l'altro come prima della Pandemia.
Ora moltiplicate questo per 60 milioni di abitanti e vi renderete conto di come il distanziamento sociale non esista praticamente più.Detto questo,se nei prossimi 5-10 giorni non saliranno i contagi direi che possiamo tornare tranquillamente alla vita di tutti i giorni;senza mascherine e inutili regole.
E comunque il dato sui contagi di per se non è più un dato attendibile,dato che i sintomi (nella peggiore delle ipotesi) ad oggi sono quelli di una brutta influenza.
Io dico che ne siamo fuori,e dico di non credere più ai fantomatici virologi-immunologi che attribuiscono questo netto miglioramento al distanziamento sociale e all'uso delle mascherine.Oramai,lo ripeto,il distanziamento sociale non esiste più,sopratutto nel privato ma anche nel pubblico.
Per quello che riguarda la situazione negli altri stati mi pare PALESE che siano sulla nostra stessa strada solo con un timing differente,USA e sud america sono indietro perchè li è arrivata dopo;ma sono stra-convinto che anche da loro presto si vedrà un nettissimo miglioramento.
Negli USA il miglioramento è già più che evidente e vedrete che Trump non ci metterà molto a riaprire tutto e mandare a quel paese i virologi che fanno terrorismo mediatico.

Condivido persino le virgole!
Sabato sono uscito alle 14 e sono rientrato alle 5 di domenica mattina.

Nel primo bar in cui son stato, eravamo in 5 al tavolo all'inizio, dopo 2 ore eravamo in 12, tutti attaccati e senza nessuno che ci rompesse le palle sulla distanza.
Negli altri bar l'andazzo era simile, invece nei pub ci scassavano parecchio per la distanza.

Vogliamo parlare di Domenica, Lunedì e di oggi? Per chi ha fatto il ponte come me, è stato impossibile non andare al lago. Io son praticamente stato in giro da Sabato fino ad oggi. Ho visto gente da tutte le parti... E la distanza era quasi zero in ogni luogo in cui son stato. Al Lago non ne parliamo poi... Non dico che eravamo ammassati, ma di veniva spesso a contatto "col proprio vicino" di asciugamano, per non parlare delle file per prendere da bere nei vari chioschetti.

Non parliamo anche di quelli che si sono fatti (giustamente) piottate o di chi come ho fatto io qualche weekend fa, è andato in baita in montagna con la propria comitiva.

Chi non capisce che ne stiamo uscendo perché il virus sta calando, significa che non esce mai di casa.
 
Alto
head>