Sconcerti:"Pioli ha inventato il calcio, Ibra ha dato una mano"

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
33,694
Reaction score
2,736
Sconcerti:"Pioli ha inventato il calcio, Ibra ha dato una mano"

Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."
 
Registrato
24 Marzo 2014
Messaggi
20,545
Reaction score
1,813
Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."

Ufffff!!
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
21,776
Reaction score
4,947
Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."

Mi pare di leggere l'epitaffio del Milan
 

Djerry

New member
Registrato
25 Giugno 2015
Messaggi
3,795
Reaction score
286
Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."

Il paradosso è che questo è esattamente il solito identico Pioli delle strisce del primo anno, quanto di più conosciuto e noto a tutti.

E' il secondo anno che eventualmente deve comparire il nuovo Pioli ed il suo primo salto di qualità in carriera.
 
Registrato
13 Luglio 2016
Messaggi
2,964
Reaction score
51
Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."

e su sul carro un'altra volta il caro Sconcerto, IUHU
 

28Maggio2003

....................
Registrato
25 Agosto 2013
Messaggi
5,393
Reaction score
1,000
Il paradosso è che questo è esattamente il solito identico Pioli delle strisce del primo anno, quanto di più conosciuto e noto a tutti.

E' il secondo anno che eventualmente deve comparire il nuovo Pioli ed il suo primo salto di qualità in carriera.

A me lui sembra una persona umile, ieri sera ha detto che era giusto lo scetticismo sul suo lavoro e che era giusto lo valutassero fino in fondo perché non ha mai vinto in carriera. Speriamo bene, certo dovrà essere messo nelle condizioni per favorire questa "svolta".
 

Mika

Senior Member
Registrato
29 Aprile 2017
Messaggi
10,147
Reaction score
3,098
A me lui sembra una persona umile, ieri sera ha detto che era giusto lo scetticismo sul suo lavoro e che era giusto lo valutassero fino in fondo perché non ha mai vinto in carriera. Speriamo bene, certo dovrà essere messo nelle condizioni per favorire questa "svolta".

Quoto. Anche perché se prendi giocatori da metà classifica anche se prendi Guardiola finisci a metà classifica. Non è che se arriva Guardiola al Benevento con la stessa rosa della serie B questo fa quarto perché c'è Guardiola. Se no basterebbe mettere Guardiola nella nazionale del San Marino per farla qualificare al Mondiale.
 

uolfetto

Member
Registrato
10 Giugno 2017
Messaggi
4,841
Reaction score
923
tocca leggere pure che Pioli ha inventato Rebic, quando in realtà non lo poteva vedere dai tempi della Fiorentina. Infatti quando è arrivato lui non giocava proprio, meno che con Giampaolo.
 
Registrato
23 Giugno 2015
Messaggi
11,345
Reaction score
1,601
Sconcerti a Calciomercato.com sulla decisione di proseguire con Pioli


"Non ha mai avuto torto il Milan a pensare a Rangnick, è stato eccezionale Pioli a fargli cambiare idea. C’è stato qualcosa di davvero inaspettato nella sua stagione. Pioli è sempre stato un ottimo allenatore senza avere mai spunti eccezionali. Questa volta è andato oltre se stesso, è diventato vincente. Forse è stata proprio la sfiducia nei suoi confronti a liberarlo dai dover della buona educazione. Questa volta ha inventato calcio. Ha avuto Ibrahimovic a dargli una grande mano, ha avuto in Rebic l’attaccante che non c’era, ma il nuovo Milan l’ha costruito lui con eleganza.E’ stato il padre leggero che una squadra giovane cercava. E ha vinto con le idee. Rebic è stata la prima, poi il nuovo Kessie, Calhanoglu a tutto campo, le incursioni dosate di Leao, la scoperta di Saelemaekers, la gestione di Ibrahimovic, sempre ingordo di emozioni. Un Pioli me sconosciuto a cui è bello rendere omaggio. A lui e a Gazidis che per lui ha avuto la forza di tornare indietro."

ok Mario...ma i cantieri li hai già visti tutti stamani? dai un'occhiata vedrai che ne è rimasto uno che non hai ancora visto..vai da bravo...
 

Similar threads

Alto
head>