Sala:"San Siro, tutta la verità. Giugno decisivo".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,083
Reaction score
29,205
Sala conferma le news che abbiamo già riferito sulla questione stadio e aggiunge:"Oggi erano presenti i vertici di Milan e Inter e l'amministratore delegato di WeBuild. Spirito buono, adesso c'è da lavorare. Il Comune accoglie la proposta di WeBuild di fare questa analisi, questo studio pro bono e dovrà essere completato entro giugno".

"Le squadre hanno confermato che in pochissimi giorni passeranno dei documenti con le loro richieste, relative a quello che ci deve essere all'interno dello stadio: posti vip, miglioramenti dei servizi come ascensori, bagni, accessibilità ma anche servizi all'esterno come spazi commerciali, lounge. Da qua a giugno staremo fermi in attesa di questo lavoro che deve dimostrare che si può fare a un costo sostenibile. Quanto? Dipende da quello che le squadre chiedono. E soprattutto bloccando il minimo possibile lo stadio stesso. È evidente che non mi aspetti che le squadre non rallentino su progetti alternativi, non posso chiederlo e non avrebbe alcun senso. È altrettanto evidente che se WeBuild arrivasse a produrci un buon piano che risponde ai requisiti di cui vi abbiamo detto a quel punto mi aspetterei una risposta dalle squadre".

"Difficile essere ottimisti o pessimisti, diciamo che l'atmosfera attorno al tavolo è molto positiva. Sono certo che le squadre guardano con interesse a questa opzione, pur sapendo che ci sono altre alternative. E a questo punto cominciamo ad avere un momento della verità, che io metto a giugno".

"I punti imprescindibili sono che le squadre sanno che sui biglietti non è un momento storico in cui si possa immaginare di aumentare il prezzo. Le squadre fanno 70mila tifosi a ogni partita, non si può chiedere di pagare i biglietto molto di più. I ricavi possono aumentare da due punti di vista: uno è quello dei posti vip e l'altro è attraverso l'idea che dei tifosi vadano allo stadio prima e che possano vivere l'esperienza su più ore, quindi dal pranzo all'acquisto delle cose, al vedere il museo. Imprescindibile per i club è anche un museo di livello. Quello di oggi non è oggettivamente granché ma fa tanti visitatori. Spazi ristorazione e servizi, spazi commerciali sono altrettanto imprescindibili".

"WeBuild ha espresso il bisogno di lavorare nei mesi maggio-agosto con intensità. Quanto ci vorrà, ma è solo una mia sensazione, è qualcosa in un paio d'anni. Se si lavora nei mesi estivi su tre turni in 24 ore loro sono convinti di poterlo fare. Poi c'è tutta la parte esterna che è indipendente".


"Nell'interesse delle squadre e del Comune potremo trovare la formula per cedere subito lo stadio alle squadre. Parallelamente a queste analisi tecniche cominceremo a ragionare su come strutturare tutto il processo. Però è ovvio che io cerchi di essere ottimista ma a oggi non ho elementi per essere più di questo".

"Quindi stadio di proprietà dei club? Sì, in un modo o nell'altro. Ci sono due strade: con la cessione definitiva immediata o col diritto di superficie".

"Quando l'avvio dei lavori? Quest'anno non si può far nulla, se parliamo dell'estate del 2025 i promoter dei concerto dicono che sono stati venduti, ma possiamo ragionarci. Una ristrutturazione di San Siro ben fatta è nell'interesse anche degli organizzatori dei concerti. Noi lo faremo anche con la testa di renderlo fruibile per i concerti".

"Prima o dopo le Olimpiadi? Non lo so dire, dipende da WeBuild. Ma penso che i lavori dovrebbero cominciare prima".

"Quarto anello? No".


Altre news di giornata:


—)
San Siro: fissata scadenza definitiva. Posizioni Milan e Inter


—) Ranking UEFA: Milan al numero 29


—) Pagelle quotidiani Milan - Slavia 4-2. 7 marzo 2024.


—) Furlani parla, Ibra manco lo guarda.


—) Leao notte da 10. Giroud fa 7 di testa. Solo Kane meglio


—) Camarda: rischio beffa. Inter e Inglesi in agguato.


—) Giudice:"Milan, PIF, Cardinale e i mercati arabi"


—) San Siro: oggi summit. Sala punta al Restyling.


—) Loftus come Boban: 3 gol nelle prime 3 in EL.


—) Cardinale e Ibra in Arabia. Caccia a nuovi partner?


—) Edicola: Milan, troppi brividi. Lo Slavia mette paura ma...
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
22,859
Reaction score
11,169
Sala conferma le news che abbiamo già riferito sulla questione stadio e aggiunge:"Oggi erano presenti i vertici di Milan e Inter e l'amministratore delegato di WeBuild. Spirito buono, adesso c'è da lavorare. Il Comune accoglie la proposta di WeBuild di fare questa analisi, questo studio pro bono e dovrà essere completato entro giugno".

"Le squadre hanno confermato che in pochissimi giorni passeranno dei documenti con le loro richieste, relative a quello che ci deve essere all'interno dello stadio: posti vip, miglioramenti dei servizi come ascensori, bagni, accessibilità ma anche servizi all'esterno come spazi commerciali, lounge. Da qua a giugno staremo fermi in attesa di questo lavoro che deve dimostrare che si può fare a un costo sostenibile. Quanto? Dipende da quello che le squadre chiedono. E soprattutto bloccando il minimo possibile lo stadio stesso. È evidente che non mi aspetti che le squadre non rallentino su progetti alternativi, non posso chiederlo e non avrebbe alcun senso. È altrettanto evidente che se WeBuild arrivasse a produrci un buon piano che risponde ai requisiti di cui vi abbiamo detto a quel punto mi aspetterei una risposta dalle squadre".

"Difficile essere ottimisti o pessimisti, diciamo che l'atmosfera attorno al tavolo è molto positiva. Sono certo che le squadre guardano con interesse a questa opzione, pur sapendo che ci sono altre alternative. E a questo punto cominciamo ad avere un momento della verità, che io metto a giugno".

"I punti imprescindibili sono che le squadre sanno che sui biglietti non è un momento storico in cui si possa immaginare di aumentare il prezzo. Le squadre fanno 70mila tifosi a ogni partita, non si può chiedere di pagare i biglietto molto di più. I ricavi possono aumentare da due punti di vista: uno è quello dei posti vip e l'altro è attraverso l'idea che dei tifosi vadano allo stadio prima e che possano vivere l'esperienza su più ore, quindi dal pranzo all'acquisto delle cose, al vedere il museo. Imprescindibile per i club è anche un museo di livello. Quello di oggi non è oggettivamente granché ma fa tanti visitatori. Spazi ristorazione e servizi, spazi commerciali sono altrettanto imprescindibili".

"WeBuild ha espresso il bisogno di lavorare nei mesi maggio-agosto con intensità. Quanto ci vorrà, ma è solo una mia sensazione, è qualcosa in un paio d'anni. Se si lavora nei mesi estivi su tre turni in 24 ore loro sono convinti di poterlo fare. Poi c'è tutta la parte esterna che è indipendente".


"Nell'interesse delle squadre e del Comune potremo trovare la formula per cedere subito lo stadio alle squadre. Parallelamente a queste analisi tecniche cominceremo a ragionare su come strutturare tutto il processo. Però è ovvio che io cerchi di essere ottimista ma a oggi non ho elementi per essere più di questo".

"Quindi stadio di proprietà dei club? Sì, in un modo o nell'altro. Ci sono due strade: con la cessione definitiva immediata o col diritto di superficie".

"Quando l'avvio dei lavori? Quest'anno non si può far nulla, se parliamo dell'estate del 2025 i promoter dei concerto dicono che sono stati venduti, ma possiamo ragionarci. Una ristrutturazione di San Siro ben fatta è nell'interesse anche degli organizzatori dei concerti. Noi lo faremo anche con la testa di renderlo fruibile per i concerti".

"Prima o dopo le Olimpiadi? Non lo so dire, dipende da WeBuild. Ma penso che i lavori dovrebbero cominciare prima".

"Quarto anello? No".

Sala-San-Siro-1200x675.jpg
Spero che li stiamo trollando.perche se hanno davvero intenzione di dare una stuccata e salvare le melme possiamo anche chiudere tutto.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,083
Reaction score
29,205
Sala conferma le news che abbiamo già riferito sulla questione stadio e aggiunge:"Oggi erano presenti i vertici di Milan e Inter e l'amministratore delegato di WeBuild. Spirito buono, adesso c'è da lavorare. Il Comune accoglie la proposta di WeBuild di fare questa analisi, questo studio pro bono e dovrà essere completato entro giugno".

"Le squadre hanno confermato che in pochissimi giorni passeranno dei documenti con le loro richieste, relative a quello che ci deve essere all'interno dello stadio: posti vip, miglioramenti dei servizi come ascensori, bagni, accessibilità ma anche servizi all'esterno come spazi commerciali, lounge. Da qua a giugno staremo fermi in attesa di questo lavoro che deve dimostrare che si può fare a un costo sostenibile. Quanto? Dipende da quello che le squadre chiedono. E soprattutto bloccando il minimo possibile lo stadio stesso. È evidente che non mi aspetti che le squadre non rallentino su progetti alternativi, non posso chiederlo e non avrebbe alcun senso. È altrettanto evidente che se WeBuild arrivasse a produrci un buon piano che risponde ai requisiti di cui vi abbiamo detto a quel punto mi aspetterei una risposta dalle squadre".

"Difficile essere ottimisti o pessimisti, diciamo che l'atmosfera attorno al tavolo è molto positiva. Sono certo che le squadre guardano con interesse a questa opzione, pur sapendo che ci sono altre alternative. E a questo punto cominciamo ad avere un momento della verità, che io metto a giugno".

"I punti imprescindibili sono che le squadre sanno che sui biglietti non è un momento storico in cui si possa immaginare di aumentare il prezzo. Le squadre fanno 70mila tifosi a ogni partita, non si può chiedere di pagare i biglietto molto di più. I ricavi possono aumentare da due punti di vista: uno è quello dei posti vip e l'altro è attraverso l'idea che dei tifosi vadano allo stadio prima e che possano vivere l'esperienza su più ore, quindi dal pranzo all'acquisto delle cose, al vedere il museo. Imprescindibile per i club è anche un museo di livello. Quello di oggi non è oggettivamente granché ma fa tanti visitatori. Spazi ristorazione e servizi, spazi commerciali sono altrettanto imprescindibili".

"WeBuild ha espresso il bisogno di lavorare nei mesi maggio-agosto con intensità. Quanto ci vorrà, ma è solo una mia sensazione, è qualcosa in un paio d'anni. Se si lavora nei mesi estivi su tre turni in 24 ore loro sono convinti di poterlo fare. Poi c'è tutta la parte esterna che è indipendente".


"Nell'interesse delle squadre e del Comune potremo trovare la formula per cedere subito lo stadio alle squadre. Parallelamente a queste analisi tecniche cominceremo a ragionare su come strutturare tutto il processo. Però è ovvio che io cerchi di essere ottimista ma a oggi non ho elementi per essere più di questo".

"Quindi stadio di proprietà dei club? Sì, in un modo o nell'altro. Ci sono due strade: con la cessione definitiva immediata o col diritto di superficie".

"Quando l'avvio dei lavori? Quest'anno non si può far nulla, se parliamo dell'estate del 2025 i promoter dei concerto dicono che sono stati venduti, ma possiamo ragionarci. Una ristrutturazione di San Siro ben fatta è nell'interesse anche degli organizzatori dei concerti. Noi lo faremo anche con la testa di renderlo fruibile per i concerti".

"Prima o dopo le Olimpiadi? Non lo so dire, dipende da WeBuild. Ma penso che i lavori dovrebbero cominciare prima".

"Quarto anello? No".


Altre news di giornata:


—)
San Siro: fissata scadenza definitiva. Posizioni Milan e Inter


—) Ranking UEFA: Milan al numero 29


—) Pagelle quotidiani Milan - Slavia 4-2. 7 marzo 2024.


—) Furlani parla, Ibra manco lo guarda.


—) Leao notte da 10. Giroud fa 7 di testa. Solo Kane meglio


—) Camarda: rischio beffa. Inter e Inglesi in agguato.


—) Giudice:"Milan, PIF, Cardinale e i mercati arabi"


—) San Siro: oggi summit. Sala punta al Restyling.


—) Loftus come Boban: 3 gol nelle prime 3 in EL.


—) Cardinale e Ibra in Arabia. Caccia a nuovi partner?


—) Edicola: Milan, troppi brividi. Lo Slavia mette paura ma...
.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,577
Reaction score
11,977
Sala conferma le news che abbiamo già riferito sulla questione stadio e aggiunge:"Oggi erano presenti i vertici di Milan e Inter e l'amministratore delegato di WeBuild. Spirito buono, adesso c'è da lavorare. Il Comune accoglie la proposta di WeBuild di fare questa analisi, questo studio pro bono e dovrà essere completato entro giugno".

"Le squadre hanno confermato che in pochissimi giorni passeranno dei documenti con le loro richieste, relative a quello che ci deve essere all'interno dello stadio: posti vip, miglioramenti dei servizi come ascensori, bagni, accessibilità ma anche servizi all'esterno come spazi commerciali, lounge. Da qua a giugno staremo fermi in attesa di questo lavoro che deve dimostrare che si può fare a un costo sostenibile. Quanto? Dipende da quello che le squadre chiedono. E soprattutto bloccando il minimo possibile lo stadio stesso. È evidente che non mi aspetti che le squadre non rallentino su progetti alternativi, non posso chiederlo e non avrebbe alcun senso. È altrettanto evidente che se WeBuild arrivasse a produrci un buon piano che risponde ai requisiti di cui vi abbiamo detto a quel punto mi aspetterei una risposta dalle squadre".

"Difficile essere ottimisti o pessimisti, diciamo che l'atmosfera attorno al tavolo è molto positiva. Sono certo che le squadre guardano con interesse a questa opzione, pur sapendo che ci sono altre alternative. E a questo punto cominciamo ad avere un momento della verità, che io metto a giugno".

"I punti imprescindibili sono che le squadre sanno che sui biglietti non è un momento storico in cui si possa immaginare di aumentare il prezzo. Le squadre fanno 70mila tifosi a ogni partita, non si può chiedere di pagare i biglietto molto di più. I ricavi possono aumentare da due punti di vista: uno è quello dei posti vip e l'altro è attraverso l'idea che dei tifosi vadano allo stadio prima e che possano vivere l'esperienza su più ore, quindi dal pranzo all'acquisto delle cose, al vedere il museo. Imprescindibile per i club è anche un museo di livello. Quello di oggi non è oggettivamente granché ma fa tanti visitatori. Spazi ristorazione e servizi, spazi commerciali sono altrettanto imprescindibili".

"WeBuild ha espresso il bisogno di lavorare nei mesi maggio-agosto con intensità. Quanto ci vorrà, ma è solo una mia sensazione, è qualcosa in un paio d'anni. Se si lavora nei mesi estivi su tre turni in 24 ore loro sono convinti di poterlo fare. Poi c'è tutta la parte esterna che è indipendente".


"Nell'interesse delle squadre e del Comune potremo trovare la formula per cedere subito lo stadio alle squadre. Parallelamente a queste analisi tecniche cominceremo a ragionare su come strutturare tutto il processo. Però è ovvio che io cerchi di essere ottimista ma a oggi non ho elementi per essere più di questo".

"Quindi stadio di proprietà dei club? Sì, in un modo o nell'altro. Ci sono due strade: con la cessione definitiva immediata o col diritto di superficie".

"Quando l'avvio dei lavori? Quest'anno non si può far nulla, se parliamo dell'estate del 2025 i promoter dei concerto dicono che sono stati venduti, ma possiamo ragionarci. Una ristrutturazione di San Siro ben fatta è nell'interesse anche degli organizzatori dei concerti. Noi lo faremo anche con la testa di renderlo fruibile per i concerti".

"Prima o dopo le Olimpiadi? Non lo so dire, dipende da WeBuild. Ma penso che i lavori dovrebbero cominciare prima".

"Quarto anello? No".


Altre news di giornata:


—)
San Siro: fissata scadenza definitiva. Posizioni Milan e Inter


—) Ranking UEFA: Milan al numero 29


—) Pagelle quotidiani Milan - Slavia 4-2. 7 marzo 2024.


—) Furlani parla, Ibra manco lo guarda.


—) Leao notte da 10. Giroud fa 7 di testa. Solo Kane meglio


—) Camarda: rischio beffa. Inter e Inglesi in agguato.


—) Giudice:"Milan, PIF, Cardinale e i mercati arabi"


—) San Siro: oggi summit. Sala punta al Restyling.


—) Loftus come Boban: 3 gol nelle prime 3 in EL.


—) Cardinale e Ibra in Arabia. Caccia a nuovi partner?


—) Edicola: Milan, troppi brividi. Lo Slavia mette paura ma...
E la ruota gira... e gli anni passano.
 

vicky3464

Junior Member
Registrato
11 Luglio 2019
Messaggi
322
Reaction score
197
Se i render che si vedono in giro rispondono approssivamnte al vero, francamente passerei. Brutto, come a mio parere e' brutto l'attuale, del quale mi libererei senza rimpianti. L'attaccamento a questa struttura e' solo illusorio, quando abbiamo vinto la prima coppa nel 62 era piuttosto differente da quello del 90, con il terzo anello, e quello del 54 non aveva neppure il secondo. Voglio dire, come fai a restare attaccato a qualcosa che e' cambiato cosi' tanto nel tempo? Chi ha visto lo scudetto del 51 dovrebbe allora rimpiangere lo stadio senza secondo e terzo anello, chi ha vissuto l'anno della stella dovrebbe detestare lo stadio attuale, con il terzo anello. In realta' questo non accade, nessuno si lamenta. San Siro e' una idea, piu' che un luogo fisico e ognuno associa quella idea al suo tempo: significa che se si radesse al suolo l'attuale, e se ne costruisse un altro bello e moderno (e ci sono esempi di architetture sportive bellissime), tra dieci o venti o trent'anni leghera' i suoi ricordi al nuovo San Siro, senza rimpianti per il vecchio, esattamente come io che ho vissuto l'anno della stella, certo non rimpiango quel San Siro senza terzo anello.
 
Registrato
26 Giugno 2015
Messaggi
1,814
Reaction score
431
Spero che li stiamo trollando.perche se hanno davvero intenzione di dare una stuccata e salvare le melme possiamo anche chiudere tutto.
Inutile essere ottimisti, andrà proprio così.
La dichiarazione in cui afferma che cederà la proprietà dello stadio alle squadre è la certificazione definitiva.
L’introito di museo e ristorazione varia è tutta una enorme quazzata, sono briciole, ciò che conta è avere lo stadio come bene da poter mettere a patrimonio per aumentare il valore in casi di vendita e aumentare il valore del brand (che è quello che conta adesso per fare i soldi veri)
 
Alto
head>