Sabatini: "Dirigenti Milan preoccupati da Conte"

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
36,108
Reaction score
11,440
Editoriale di pochi minuti fa su Calciomercato.com

Ecco una parte:

"La sensazione è che nessuno voglia Conte perché se vince è merito suo, se non vince è colpa della società.
In altre parole: l’allenatore piace, la persona anche, il personaggio no.

Se prendi un Allegri o un Pioli, qualsiasi società se la cava assecondando qualche #out sul web.

Ecco il paradosso Conte: ha gioco, fa risultati, lo spogliatoio lo segue.
Non ha difetti, almeno in partenza.
Quindi: chi se lo mette in casa un allenatore che la prima battuta d’arresto sarà colpa della società?

Il paradosso Conte è che ha una (meritata) etichetta troppo immacolata per Milan o Juventus, in cui i gli attuali dirigenti hanno anche bisogno di un allenatore che poi domani verrà agevolmente lasciato indifeso se lo accuseranno di non conoscere il campionato italiano (magari Sergio Conceiçao).
Oppure, con la stessa disinvoltura, lo attaccheranno per non avere esperienza internazionale in panchina (tipo Thiago Motta).
Conte non dà questa exit strategy alle società.


Ecco perché va bene solo per il Napoli.
Perché De Laurentiis, dopo Spalletti, si è già giocato tre jolly di “colpa dell’allenatore”, da Garcia a Calzona passando per Mazzarri. Adesso che a Napoli insorgono “tutta colpa del presidente” se non ingaggia un tecnico top, gli tocca prendere Conte.

Napoli è l’unica piazza dove la sua reputazione verrà confrontata con Spalletti dello scudetto, più che con il disastro di quest’anno.
Alla Juve e al Milan, no.
Perché con i prossimi allenatori Juve e Milan potranno ancora giocarsi i jolly: non ha gioco, non fa risultati, non lega con lo spogliatoio."

contefurlani.jpg
 
Ultima modifica di un moderatore:

alexpozzi90

Well-known member
Registrato
22 Marzo 2022
Messaggi
4,720
Reaction score
2,552
Editoriale di pochi minuti fa su Calciomercato.com

Ecco una parte:

"La sensazione è che nessuno voglia Conte perché se vince è merito suo, se non vince è colpa della società.
In altre parole: l’allenatore piace, la persona anche, il personaggio no.

Se prendi un Allegri o un Pioli, qualsiasi società se la cava assecondando qualche #out sul web.

Ecco il paradosso Conte: ha gioco, fa risultati, lo spogliatoio lo segue.
Non ha difetti, almeno in partenza.
Quindi: chi se lo mette in casa un allenatore che la prima battuta d’arresto sarà colpa della società?

Il paradosso Conte è che ha una (meritata) etichetta troppo immacolata per Milan o Juventus, in cui i gli attuali dirigenti hanno anche bisogno di un allenatore che poi domani verrà agevolmente lasciato indifeso se lo accuseranno di non conoscere il campionato italiano (magari Sergio Conceiçao).
Oppure, con la stessa disinvoltura, lo attaccheranno per non avere esperienza internazionale in panchina (tipo Thiago Motta).
Conte non dà questa exit strategy alle società.


Ecco perché va bene solo per il Napoli.
Perché De Laurentiis, dopo Spalletti, si è già giocato tre jolly di “colpa dell’allenatore”, da Garcia a Calzona passando per Mazzarri. Adesso che a Napoli insorgono “tutta colpa del presidente” se non ingaggia un tecnico top, gli tocca prendere Conte.

Napoli è l’unica piazza dove la sua reputazione verrà confrontata con Spalletti dello scudetto, più che con il disastro di quest’anno.
Alla Juve e al Milan, no.
Perché con i prossimi allenatori Juve e Milan potranno ancora giocarsi i jolly: non ha gioco, non fa risultati, non lega con lo spogliatoio."
Sembra quasi strano a dirlo di Sabatini, ma è un'analisi condivisibile, con Conte non ci sarebbero paraventi per le mancanze societarie e né Milan né Juve vogliono fare qualcosa di diverso dal normale cabotaggio per essere sostenibili in questo periodo storico.
 

kipstar

Senior Member
Registrato
14 Luglio 2016
Messaggi
15,370
Reaction score
1,358
è vero. sembra paradossale....ma da una certa ottica sta pure in piedi un ragionamento del genere....

detto questo. ho altre idee....ho altre ambizioni.


imho.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,700
Reaction score
31,133
Editoriale di pochi minuti fa su Calciomercato.com

Ecco una parte:

"La sensazione è che nessuno voglia Conte perché se vince è merito suo, se non vince è colpa della società.
In altre parole: l’allenatore piace, la persona anche, il personaggio no.

Se prendi un Allegri o un Pioli, qualsiasi società se la cava assecondando qualche #out sul web.

Ecco il paradosso Conte: ha gioco, fa risultati, lo spogliatoio lo segue.
Non ha difetti, almeno in partenza.
Quindi: chi se lo mette in casa un allenatore che la prima battuta d’arresto sarà colpa della società?

Il paradosso Conte è che ha una (meritata) etichetta troppo immacolata per Milan o Juventus, in cui i gli attuali dirigenti hanno anche bisogno di un allenatore che poi domani verrà agevolmente lasciato indifeso se lo accuseranno di non conoscere il campionato italiano (magari Sergio Conceiçao).
Oppure, con la stessa disinvoltura, lo attaccheranno per non avere esperienza internazionale in panchina (tipo Thiago Motta).
Conte non dà questa exit strategy alle società.


Ecco perché va bene solo per il Napoli.
Perché De Laurentiis, dopo Spalletti, si è già giocato tre jolly di “colpa dell’allenatore”, da Garcia a Calzona passando per Mazzarri. Adesso che a Napoli insorgono “tutta colpa del presidente” se non ingaggia un tecnico top, gli tocca prendere Conte.

Napoli è l’unica piazza dove la sua reputazione verrà confrontata con Spalletti dello scudetto, più che con il disastro di quest’anno.
Alla Juve e al Milan, no.
Perché con i prossimi allenatori Juve e Milan potranno ancora giocarsi i jolly: non ha gioco, non fa risultati, non lega con lo spogliatoio."
..
 
Registrato
26 Marzo 2017
Messaggi
5,305
Reaction score
542
Editoriale di pochi minuti fa su Calciomercato.com

Ecco una parte:

"La sensazione è che nessuno voglia Conte perché se vince è merito suo, se non vince è colpa della società.
In altre parole: l’allenatore piace, la persona anche, il personaggio no.

Se prendi un Allegri o un Pioli, qualsiasi società se la cava assecondando qualche #out sul web.

Ecco il paradosso Conte: ha gioco, fa risultati, lo spogliatoio lo segue.
Non ha difetti, almeno in partenza.
Quindi: chi se lo mette in casa un allenatore che la prima battuta d’arresto sarà colpa della società?

Il paradosso Conte è che ha una (meritata) etichetta troppo immacolata per Milan o Juventus, in cui i gli attuali dirigenti hanno anche bisogno di un allenatore che poi domani verrà agevolmente lasciato indifeso se lo accuseranno di non conoscere il campionato italiano (magari Sergio Conceiçao).
Oppure, con la stessa disinvoltura, lo attaccheranno per non avere esperienza internazionale in panchina (tipo Thiago Motta).
Conte non dà questa exit strategy alle società.


Ecco perché va bene solo per il Napoli.
Perché De Laurentiis, dopo Spalletti, si è già giocato tre jolly di “colpa dell’allenatore”, da Garcia a Calzona passando per Mazzarri. Adesso che a Napoli insorgono “tutta colpa del presidente” se non ingaggia un tecnico top, gli tocca prendere Conte.

Napoli è l’unica piazza dove la sua reputazione verrà confrontata con Spalletti dello scudetto, più che con il disastro di quest’anno.
Alla Juve e al Milan, no.
Perché con i prossimi allenatori Juve e Milan potranno ancora giocarsi i jolly: non ha gioco, non fa risultati, non lega con lo spogliatoio."

contefurlani.jpg
Non vogliono Conte perché ti chiede un miliardo per il calciomercato e pretende trentenni, non è abituato né vuole lavorare con i giovani

Conte fa anti gioco e in Europa non passerebbe i gironi guidando ileReal contro squadre materasso

Fine


Queste sono Veline dell'universo Conte che prima lo propone tramite il suo vice e poi cerca di mettere pressione alla società creando malcontento, bastone e carota
 

RSMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2023
Messaggi
1,935
Reaction score
1,437
Non vogliono Conte perché ti chiede un miliardo per il calciomercato e pretende trentenni, non è abituato né vuole lavorare con i giovani

Conte fa anti gioco e in Europa non passerebbe i gironi guidando ileReal contro squadre materasso

Fine


Queste sono Veline dell'universo Conte che prima lo propone tramite il suo vice e poi cerca di mettere pressione alla società creando malcontento, bastone e carota
Con Foseca e Gallardo vedrai quante vittorie e che grande gioco. Non vedo l'ora. Torneremo ai fasti di un tempo
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,874
Reaction score
12,491
Non vogliono Conte perché ti chiede un miliardo per il calciomercato e pretende trentenni, non è abituato né vuole lavorare con i giovani

Conte fa anti gioco e in Europa non passerebbe i gironi guidando ileReal contro squadre materasso

Fine


Queste sono Veline dell'universo Conte che prima lo propone tramite il suo vice e poi cerca di mettere pressione alla società creando malcontento, bastone e carota
Infatti, inoltre con Conte rischierebbero anche di vincere qualcosa, meglio Lopetegui.
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
7,131
Reaction score
1,546
Editoriale di pochi minuti fa su Calciomercato.com

Ecco una parte:

"La sensazione è che nessuno voglia Conte perché se vince è merito suo, se non vince è colpa della società.
In altre parole: l’allenatore piace, la persona anche, il personaggio no.

Se prendi un Allegri o un Pioli, qualsiasi società se la cava assecondando qualche #out sul web.

Ecco il paradosso Conte: ha gioco, fa risultati, lo spogliatoio lo segue.
Non ha difetti, almeno in partenza.
Quindi: chi se lo mette in casa un allenatore che la prima battuta d’arresto sarà colpa della società?

Il paradosso Conte è che ha una (meritata) etichetta troppo immacolata per Milan o Juventus, in cui i gli attuali dirigenti hanno anche bisogno di un allenatore che poi domani verrà agevolmente lasciato indifeso se lo accuseranno di non conoscere il campionato italiano (magari Sergio Conceiçao).
Oppure, con la stessa disinvoltura, lo attaccheranno per non avere esperienza internazionale in panchina (tipo Thiago Motta).
Conte non dà questa exit strategy alle società.


Ecco perché va bene solo per il Napoli.
Perché De Laurentiis, dopo Spalletti, si è già giocato tre jolly di “colpa dell’allenatore”, da Garcia a Calzona passando per Mazzarri. Adesso che a Napoli insorgono “tutta colpa del presidente” se non ingaggia un tecnico top, gli tocca prendere Conte.

Napoli è l’unica piazza dove la sua reputazione verrà confrontata con Spalletti dello scudetto, più che con il disastro di quest’anno.
Alla Juve e al Milan, no.
Perché con i prossimi allenatori Juve e Milan potranno ancora giocarsi i jolly: non ha gioco, non fa risultati, non lega con lo spogliatoio."

contefurlani.jpg

Fossi Conte, sarei io ad essere preoccupato dai dirigenti del Milan.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>