Milan: Pioli al capolinea. Ma a giugno.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
9,085
Reaction score
3,770
Mediaset conferma le news di Tuttosport e De Il Giornale (di seguito NDR) della mattinata ma aggiunge: l'avventura di Pioli sulla panchina del Milan è ormai al capolinea ma non per l'immediato. La qualificazione agli ottavi è appesa ad un filo così come il destino del tecnico che ha delle responsabilità in merito ai troppi infortuni. Pioli dovrà essere bravo ad evitare che nelle prossime settimane ci sia un tracollo psicologico per riuscire a qualificare la squadra alla prossima Champions League ma la sensazione sempre più forte è che a giugno il suo lavoro al Milan terminerà. Difficile però indicare adesso il nome del tecnico che potrebbe prendere il suo posto, molto dipenderà ancora una volta dalla Champions League.

News precedenti della notte e primissima mattinata

Come riportato da Tuttosport in edicola, il Milan crolla sotto i colpi del BVB e per la qualificazione agli ottavi ora serve un miracolo. Il destino di Pioli ora è appeso ad un filo. Il tecnico rischia l'esonero.

Tuttosport in edicola: per battere il Borussia Dortmund, oltre ai 75mila tifosi che hanno popolato San Siro, Stefano Pioli aveva “convocato” pure il milanista oggi più famoso del pianeta (Jannik Sinner) nonché l’uomo che più di ogni altro incarna leadership e il rifiuto della parola sconfitta, ovvero Zlatan Ibrahimovic, ieri seduto in tribuna a pochi metri da Gerry Cardinale. Il mix, shakerato per bene,

avrebbe dovuto confezionare l’euro-impresa che un po’ tutti aspettavano a latitudini rossonere, invece la grande notte di San Siro si è trasformata in un Vietnam per l’allenatore, con la sconfitta arrivata con l’uscita dal campo di Malick Thiaw che ha alzato bandiera bianca dopo essersi stretto con la mano il flessore della coscia sinistra nel tentativo di contrastare sullo scatto l’imprendibile Bynoe-Gittens. Un infortunio, il ventiseiesimo da inizio stagione, che fotografa il perché oggi la fiducia nell’allenatore da parte della proprietà sia arrivata ai minimi termini. E l’incubo di passare dalla semifinale di una stagione fa a una clamorosa eliminazione agli ottavi non può che rendere incandescenti i prossimi giorni per Pioli. A mantenere aperta una porticina, il contemporaneo pareggio casalingo del Paris-Saint Germain. Ora, per qualificarsi, il Milan dovrà battere il Newcastle a St James’ Park (non esattamente una formalità...) e sperare che il Borussia - già qualificato agli ottavi - riesca a battere il Psg.

Il Giornale: adesso qualche ora di riflessione sul futuro della panchina rossonera.

I quotidiani sul KO del Milan col BVB QUI -) Edicola: crollo Milan: Ora serve miracolo.

Le pagelle dei quotidiani in edicola QUI -) Pagelle quotidiani Milan - BVB 1-3. 28 novembre 2023.

Calabria disastro. Theo in affanno QUI -) Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

Kjaer o Krunic col Frosinone QUI -) Milan: Kjaer o Krunic col Frosinone.
Buahahahaah...prevedibili. Buttano soldi per rottami e scarponi anglosassoni e non cambiano il team che gli sta depauperando l'investimento. Apparentemente incomprensibile.
 

Pivellino

Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
2,069
Reaction score
241
Sinceramente è da inizio stagione che guardo svogliatamente le partite, per uno di vecchio corso come me non è un bel segnale questa perdita di interesse. Non sento più quel brivido di appartenenza, l'adrenalina, la storia, i sentimenti. Non mi piace come gioca la squadra, non mi piace l'organico, non mi piace lo staff tecnico. Soprattutto non mi piace questa pagliacciata della trasformazione in "entertainement box" del mio Milan. Capisco la sostenibilità ma il profitto non può essere l'obiettivo primario di un club come il Milan ma solo una conseguenza di una gestione sportiva che rispetti la nostra storia. Penso si possa fare. Non sopporto questi amerrigani che ti vogliono insegnare come si fa. Esattamente cosa hanno da insegnare loro che hanno costruito una falsa democrazia basata sul profitto di grandi compagnie private? Siamo tifosi o siamo semplicemente polli da spennare? Questo piegare tutto e tutti sulle logiche del profitto e del valore non porterà mai nulla di buono. A questo punto sarebbe stato meglio che Berlusconi avesse liquidato il sogno e gli americani se ne fossero fatto uno tutto loro, invece di trasformarlo in un incubo. Lo scudetto è stato solo un incidente di percorso di Maldini e di un vecchio sussulto non capito. L'ultimo chiuda il gas.
 
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
9,085
Reaction score
3,770
Sinceramente è da inizio stagione che guardo svogliatamente le partite, per uno di vecchio corso come me non è un bel segnale questa perdita di interesse. Non sento più quel brivido di appartenenza, l'adrenalina, la storia, i sentimenti. Non mi piace come gioca la squadra, non mi piace l'organico, non mi piace lo staff tecnico. Soprattutto non mi piace questa pagliacciata della trasformazione in "entertainement box" del mio Milan. Capisco la sostenibilità ma il profitto non può essere l'obiettivo primario di un club come il Milan ma solo una conseguenza di una gestione sportiva che rispetti la nostra storia. Penso si possa fare. Non sopporto questi amerrigani che ti vogliono insegnare come si fa. Esattamente cosa hanno da insegnare loro che hanno costruito una falsa democrazia basata sul profitto di grandi compagnie private? Siamo tifosi o siamo semplicemente polli da spennare? Questo piegare tutto e tutti sulle logiche del profitto e del valore non porterà mai nulla di buono. A questo punto sarebbe stato meglio che Berlusconi avesse liquidato il sogno e gli americani se ne fossero fatto uno tutto loro, invece di trasformarlo in un incubo. Lo scudetto è stato solo un incidente di percorso di Maldini e di un vecchio sussulto non capito. L'ultimo chiuda il gas.
Applausi.
 
Registrato
13 Marzo 2015
Messaggi
11,169
Reaction score
718
Mediaset conferma le news di Tuttosport e De Il Giornale (di seguito NDR) della mattinata ma aggiunge: l'avventura di Pioli sulla panchina del Milan è ormai al capolinea ma non per l'immediato. La qualificazione agli ottavi è appesa ad un filo così come il destino del tecnico che ha delle responsabilità in merito ai troppi infortuni. Pioli dovrà essere bravo ad evitare che nelle prossime settimane ci sia un tracollo psicologico per riuscire a qualificare la squadra alla prossima Champions League ma la sensazione sempre più forte è che a giugno il suo lavoro al Milan terminerà. Difficile però indicare adesso il nome del tecnico che potrebbe prendere il suo posto, molto dipenderà ancora una volta dalla Champions League.

News precedenti della notte e primissima mattinata

Come riportato da Tuttosport in edicola, il Milan crolla sotto i colpi del BVB e per la qualificazione agli ottavi ora serve un miracolo. Il destino di Pioli ora è appeso ad un filo. Il tecnico rischia l'esonero.

Tuttosport in edicola: per battere il Borussia Dortmund, oltre ai 75mila tifosi che hanno popolato San Siro, Stefano Pioli aveva “convocato” pure il milanista oggi più famoso del pianeta (Jannik Sinner) nonché l’uomo che più di ogni altro incarna leadership e il rifiuto della parola sconfitta, ovvero Zlatan Ibrahimovic, ieri seduto in tribuna a pochi metri da Gerry Cardinale. Il mix, shakerato per bene,

avrebbe dovuto confezionare l’euro-impresa che un po’ tutti aspettavano a latitudini rossonere, invece la grande notte di San Siro si è trasformata in un Vietnam per l’allenatore, con la sconfitta arrivata con l’uscita dal campo di Malick Thiaw che ha alzato bandiera bianca dopo essersi stretto con la mano il flessore della coscia sinistra nel tentativo di contrastare sullo scatto l’imprendibile Bynoe-Gittens. Un infortunio, il ventiseiesimo da inizio stagione, che fotografa il perché oggi la fiducia nell’allenatore da parte della proprietà sia arrivata ai minimi termini. E l’incubo di passare dalla semifinale di una stagione fa a una clamorosa eliminazione agli ottavi non può che rendere incandescenti i prossimi giorni per Pioli. A mantenere aperta una porticina, il contemporaneo pareggio casalingo del Paris-Saint Germain. Ora, per qualificarsi, il Milan dovrà battere il Newcastle a St James’ Park (non esattamente una formalità...) e sperare che il Borussia - già qualificato agli ottavi - riesca a battere il Psg.

Il Giornale: adesso qualche ora di riflessione sul futuro della panchina rossonera.

I quotidiani sul KO del Milan col BVB QUI -) Edicola: crollo Milan: Ora serve miracolo.

Le pagelle dei quotidiani in edicola QUI -) Pagelle quotidiani Milan - BVB 1-3. 28 novembre 2023.

Calabria disastro. Theo in affanno QUI -) Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

Kjaer o Krunic col Frosinone QUI -) Milan: Kjaer o Krunic col Frosinone.
Non festeggiate perche ne arriverà uno ancora peggio
 

DavMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2021
Messaggi
1,793
Reaction score
1,631
scusate l'OT ma se si pareggia col Newcastle chi arriva terzo? Non ho capito se si guarda differenza reti o scontri diretti
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
16,287
Reaction score
8,491
comunque Piollo le perde tutte sempre allo stesso modo, con le squadre con baricentro un pò più basso che ripartono in contropiede le perde al 100%. Squadra totalmente sbilanciata senza capo nè coda. Io lo esonererei subito, siamo fuori da tutto, è solo un prolungare la pena. Se non oggi, sarà a Natale, ma l'esonero è sicuro come il ghiaccio al Polo Nord
 

JDT

Well-known member
Registrato
25 Luglio 2022
Messaggi
1,009
Reaction score
774
scusate l'OT ma se si pareggia col Newcastle chi arriva terzo? Non ho capito se si guarda differenza reti o scontri diretti
Scontri diretti saremmo in parità, quindi la differenza reti, e loro sono avanti.

Il criterio è : scontri diretti, diff.reti, gol fatti, meno cartellini, sorteggio.
 
Registrato
8 Maggio 2016
Messaggi
5,013
Reaction score
1,137
Sinceramente è da inizio stagione che guardo svogliatamente le partite, per uno di vecchio corso come me non è un bel segnale questa perdita di interesse. Non sento più quel brivido di appartenenza, l'adrenalina, la storia, i sentimenti. Non mi piace come gioca la squadra, non mi piace l'organico, non mi piace lo staff tecnico. Soprattutto non mi piace questa pagliacciata della trasformazione in "entertainement box" del mio Milan. Capisco la sostenibilità ma il profitto non può essere l'obiettivo primario di un club come il Milan ma solo una conseguenza di una gestione sportiva che rispetti la nostra storia. Penso si possa fare. Non sopporto questi amerrigani che ti vogliono insegnare come si fa. Esattamente cosa hanno da insegnare loro che hanno costruito una falsa democrazia basata sul profitto di grandi compagnie private? Siamo tifosi o siamo semplicemente polli da spennare? Questo piegare tutto e tutti sulle logiche del profitto e del valore non porterà mai nulla di buono. A questo punto sarebbe stato meglio che Berlusconi avesse liquidato il sogno e gli americani se ne fossero fatto uno tutto loro, invece di trasformarlo in un incubo. Lo scudetto è stato solo un incidente di percorso di Maldini e di un vecchio sussulto non capito. L'ultimo chiuda il gas.
Non hai torto, per nulla, ma vorrei vedere se diresti le stesse cose se fossimo primi con un altro allenatore.

Siamo sfiduciati perché la squadra va male, punto. E se la squadra va male io vedo, non soltanto, ma soprattutto un colpevole.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>