Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,721
Reaction score
25,594
GDS in edicola: nella grande notte di Champions San Siro aspettava anche i grandi del Milan: capitan Calabria e gli altri senatori senza fascia. Tutti diventati improvvisamente piccoli. A partire da Maignan: sul secondo, e ancora di più sul terzo gol subito, non è impeccabile. Era tornato Magic Mike con la parata con cui aveva salvato il risultato contro la Fiorentina, ieri non ha nemmeno dato l’illusione di poter fermare il Dortmund. Maignan si è arreso all’onda gialla del Borussia una volta che Calabria non era riuscito ad arginare le discese avversarie sulla fascia: rigore procurato per il vantaggio ospite, in ritardo sul gol del raddoppio. Non va meglio se si giudica per il contributo offensivo: gli tocca un colpo di testa spedito a lato che aumenta i rimpianti rossoneri. Non che dall’altra parte Theo abbia fatto di più: destra e sinistra hanno avuto lo stesso peso, decisamente modesto. Su Theo la valutazione deve essere più ampia: al di là del rigore da tre punti con- tro la Fiorentina, non è più il motore di un tempo. Avanza con il freno a mano tirato. E non c’è gloria nemmeno per Giroud, che in tante altre notti era stata la salvezza dell’attacco rossonero. Stavolta non ci sono grandi numeri da aggiornare. Cresce solo il conto dei rigori sbagliati, pochi per la verità: solo tre errori in carriera, due con il Milan in Champions, uno (quello di ieri) che rischia di pesare sul futuro europeo.

Tuttosport in edicola: da capitano del Milan, Davide Calabria avrebbe sicuramente voluto vivere una serata diversa. Invece è stato protagonista in negativo in tre episodi chiave. Il primo: il rigore (dopo quello sbagliato da Giroud) causato su Bynoe-Gittens, giocatore che ha fatto penare tantissimo il milanista. In tutta la gara non è mai riuscito a prendergli le misure. Dopo il rigore segnato da Reus, però, Chukwueze aveva rimediato siglando la rete dell’1-1. Con il Milan che aveva ripreso fiducia e che infatti ha avuto delle chance per andare in vantaggio. Una delle più grandi, se non la più grossa, arrivava proprio al 48’ da cross di Pulisic sulla testa di Calabria, che con la porta quasi aperta metteva fuori. Ultimo episodio chiave, per la partita del Milan e di Calabria: quando Thiaw si è fatto male (infortunio numero 26 della stagione). Con Krunic in posizione di emergenza, gli equilibri saltano. Calabria sull’azione che porterà al gol del sorpasso, decide di andare a raddoppiare su Sabitzer già controllato da Tomori, lasciando solo Bynoe-Gittens che segna il 2-1. Partita da dimenticare, insomma, al netto dei tentativi di assalto finale. Aggiungiamoci pure che nella serata da incubo del Milan a completare il naufragio ci pensa pure Maignan, di solito l’uomo che salva i rossoneri nei momenti più difficili. Difatti lo avevamo lasciato con la cartolina dell’intervento di faccia contro la Fiorentina che aveva salvato tre punti per i rossoneri in campionato. Ieri invece il portiere francese non è riuscito ad acchiappare un tiro abbastanza centrale e assolutamente parabile di Adeyemi - giocatore che ha fatto un figurone a San Siro, non solo per il gol. Una papera colossale, che ha chiuso il discorso qualificazione per i tedeschi. Errori che condannano il Milan, insieme agli infortuni: la coperta del Milan è meno che corta, considerando le assenze in attacco e, dopo il ko di Thiaw, a questo punto pure in difesa.

I quotidiani sul KO del Milan col BVB QUI -) Edicola: crollo Milan: Ora serve miracolo.

Pioli appeso ad un filo. Rischio esonero QUI -) Pioli appeso a un filo. Ora rischia l'esonero.

Le pagelle dei quotidiani in edicola QUI -) Pagelle quotidiani Milan - BVB 1-3. 28 novembre 2023.

Calabria disastro. Theo in affanno QUI -) Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

Kjaer o Krunic col Frosinone QUI -) Milan: Kjaer o Krunic col Frosinone.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,721
Reaction score
25,594
GDS in edicola: nella grande notte di Champions San Siro aspettava anche i grandi del Milan: capitan Calabria e gli altri senatori senza fascia. Tutti diventati improvvisamente piccoli. A partire da Maignan: sul secondo, e ancora di più sul terzo gol subito, non è impeccabile. Era tornato Magic Mike con la parata con cui aveva salvato il risultato contro la Fiorentina, ieri non ha nemmeno dato l’illusione di poter fermare il Dortmund. Maignan si è arreso all’onda gialla del Borussia una volta che Calabria non era riuscito ad arginare le discese avversarie sulla fascia: rigore procurato per il vantaggio ospite, in ritardo sul gol del raddoppio. Non va meglio se si giudica per il contributo offensivo: gli tocca un colpo di testa spedito a lato che aumenta i rimpianti rossoneri. Non che dall’altra parte Theo abbia fatto di più: destra e sinistra hanno avuto lo stesso peso, decisamente modesto. Su Theo la valutazione deve essere più ampia: al di là del rigore da tre punti con- tro la Fiorentina, non è più il motore di un tempo. Avanza con il freno a mano tirato. E non c’è gloria nemmeno per Giroud, che in tante altre notti era stata la salvezza dell’attacco rossonero. Stavolta non ci sono grandi numeri da aggiornare. Cresce solo il conto dei rigori sbagliati, pochi per la verità: solo tre errori in carriera, due con il Milan in Champions, uno (quello di ieri) che rischia di pesare sul futuro europeo.

Tuttosport in edicola: da capitano del Milan, Davide Calabria avrebbe sicuramente voluto vivere una serata diversa. Invece è stato protagonista in negativo in tre episodi chiave. Il primo: il rigore (dopo quello sbagliato da Giroud) causato su Bynoe-Gittens, giocatore che ha fatto penare tantissimo il milanista. In tutta la gara non è mai riuscito a prendergli le misure. Dopo il rigore segnato da Reus, però, Chukwueze aveva rimediato siglando la rete dell’1-1. Con il Milan che aveva ripreso fiducia e che infatti ha avuto delle chance per andare in vantaggio. Una delle più grandi, se non la più grossa, arrivava proprio al 48’ da cross di Pulisic sulla testa di Calabria, che con la porta quasi aperta metteva fuori. Ultimo episodio chiave, per la partita del Milan e di Calabria: quando Thiaw si è fatto male (infortunio numero 26 della stagione). Con Krunic in posizione di emergenza, gli equilibri saltano. Calabria sull’azione che porterà al gol del sorpasso, decide di andare a raddoppiare su Sabitzer già controllato da Tomori, lasciando solo Bynoe-Gittens che segna il 2-1. Partita da dimenticare, insomma, al netto dei tentativi di assalto finale. Aggiungiamoci pure che nella serata da incubo del Milan a completare il naufragio ci pensa pure Maignan, di solito l’uomo che salva i rossoneri nei momenti più difficili. Difatti lo avevamo lasciato con la cartolina dell’intervento di faccia contro la Fiorentina che aveva salvato tre punti per i rossoneri in campionato. Ieri invece il portiere francese non è riuscito ad acchiappare un tiro abbastanza centrale e assolutamente parabile di Adeyemi - giocatore che ha fatto un figurone a San Siro, non solo per il gol. Una papera colossale, che ha chiuso il discorso qualificazione per i tedeschi. Errori che condannano il Milan, insieme agli infortuni: la coperta del Milan è meno che corta, considerando le assenze in attacco e, dopo il ko di Thiaw, a questo punto pure in difesa.
.
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
12,659
Reaction score
3,455
GDS in edicola: nella grande notte di Champions San Siro aspettava anche i grandi del Milan: capitan Calabria e gli altri senatori senza fascia. Tutti diventati improvvisamente piccoli. A partire da Maignan: sul secondo, e ancora di più sul terzo gol subito, non è impeccabile. Era tornato Magic Mike con la parata con cui aveva salvato il risultato contro la Fiorentina, ieri non ha nemmeno dato l’illusione di poter fermare il Dortmund. Maignan si è arreso all’onda gialla del Borussia una volta che Calabria non era riuscito ad arginare le discese avversarie sulla fascia: rigore procurato per il vantaggio ospite, in ritardo sul gol del raddoppio. Non va meglio se si giudica per il contributo offensivo: gli tocca un colpo di testa spedito a lato che aumenta i rimpianti rossoneri. Non che dall’altra parte Theo abbia fatto di più: destra e sinistra hanno avuto lo stesso peso, decisamente modesto. Su Theo la valutazione deve essere più ampia: al di là del rigore da tre punti con- tro la Fiorentina, non è più il motore di un tempo. Avanza con il freno a mano tirato. E non c’è gloria nemmeno per Giroud, che in tante altre notti era stata la salvezza dell’attacco rossonero. Stavolta non ci sono grandi numeri da aggiornare. Cresce solo il conto dei rigori sbagliati, pochi per la verità: solo tre errori in carriera, due con il Milan in Champions, uno (quello di ieri) che rischia di pesare sul futuro europeo.

Tuttosport in edicola: da capitano del Milan, Davide Calabria avrebbe sicuramente voluto vivere una serata diversa. Invece è stato protagonista in negativo in tre episodi chiave. Il primo: il rigore (dopo quello sbagliato da Giroud) causato su Bynoe-Gittens, giocatore che ha fatto penare tantissimo il milanista. In tutta la gara non è mai riuscito a prendergli le misure. Dopo il rigore segnato da Reus, però, Chukwueze aveva rimediato siglando la rete dell’1-1. Con il Milan che aveva ripreso fiducia e che infatti ha avuto delle chance per andare in vantaggio. Una delle più grandi, se non la più grossa, arrivava proprio al 48’ da cross di Pulisic sulla testa di Calabria, che con la porta quasi aperta metteva fuori. Ultimo episodio chiave, per la partita del Milan e di Calabria: quando Thiaw si è fatto male (infortunio numero 26 della stagione). Con Krunic in posizione di emergenza, gli equilibri saltano. Calabria sull’azione che porterà al gol del sorpasso, decide di andare a raddoppiare su Sabitzer già controllato da Tomori, lasciando solo Bynoe-Gittens che segna il 2-1. Partita da dimenticare, insomma, al netto dei tentativi di assalto finale. Aggiungiamoci pure che nella serata da incubo del Milan a completare il naufragio ci pensa pure Maignan, di solito l’uomo che salva i rossoneri nei momenti più difficili. Difatti lo avevamo lasciato con la cartolina dell’intervento di faccia contro la Fiorentina che aveva salvato tre punti per i rossoneri in campionato. Ieri invece il portiere francese non è riuscito ad acchiappare un tiro abbastanza centrale e assolutamente parabile di Adeyemi - giocatore che ha fatto un figurone a San Siro, non solo per il gol. Una papera colossale, che ha chiuso il discorso qualificazione per i tedeschi. Errori che condannano il Milan, insieme agli infortuni: la coperta del Milan è meno che corta, considerando le assenze in attacco e, dopo il ko di Thiaw, a questo punto pure in difesa.
Di giocatori come Calabria che su tre partite ne fanno una da 7, una da 5 ed una da 2 ne faccio volentieri a meno, i giocatori della linea difensiva devono sbagliare poco, raramente e lui invece commette troppo spesso errori, anche grossolani.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
58,939
Reaction score
24,450
Praticamente il dortmund su calabria con quel ragazzino del 2004 ci ha costruito e vinto la partita.
Un disastro.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,721
Reaction score
25,594
GDS in edicola: nella grande notte di Champions San Siro aspettava anche i grandi del Milan: capitan Calabria e gli altri senatori senza fascia. Tutti diventati improvvisamente piccoli. A partire da Maignan: sul secondo, e ancora di più sul terzo gol subito, non è impeccabile. Era tornato Magic Mike con la parata con cui aveva salvato il risultato contro la Fiorentina, ieri non ha nemmeno dato l’illusione di poter fermare il Dortmund. Maignan si è arreso all’onda gialla del Borussia una volta che Calabria non era riuscito ad arginare le discese avversarie sulla fascia: rigore procurato per il vantaggio ospite, in ritardo sul gol del raddoppio. Non va meglio se si giudica per il contributo offensivo: gli tocca un colpo di testa spedito a lato che aumenta i rimpianti rossoneri. Non che dall’altra parte Theo abbia fatto di più: destra e sinistra hanno avuto lo stesso peso, decisamente modesto. Su Theo la valutazione deve essere più ampia: al di là del rigore da tre punti con- tro la Fiorentina, non è più il motore di un tempo. Avanza con il freno a mano tirato. E non c’è gloria nemmeno per Giroud, che in tante altre notti era stata la salvezza dell’attacco rossonero. Stavolta non ci sono grandi numeri da aggiornare. Cresce solo il conto dei rigori sbagliati, pochi per la verità: solo tre errori in carriera, due con il Milan in Champions, uno (quello di ieri) che rischia di pesare sul futuro europeo.

Tuttosport in edicola: da capitano del Milan, Davide Calabria avrebbe sicuramente voluto vivere una serata diversa. Invece è stato protagonista in negativo in tre episodi chiave. Il primo: il rigore (dopo quello sbagliato da Giroud) causato su Bynoe-Gittens, giocatore che ha fatto penare tantissimo il milanista. In tutta la gara non è mai riuscito a prendergli le misure. Dopo il rigore segnato da Reus, però, Chukwueze aveva rimediato siglando la rete dell’1-1. Con il Milan che aveva ripreso fiducia e che infatti ha avuto delle chance per andare in vantaggio. Una delle più grandi, se non la più grossa, arrivava proprio al 48’ da cross di Pulisic sulla testa di Calabria, che con la porta quasi aperta metteva fuori. Ultimo episodio chiave, per la partita del Milan e di Calabria: quando Thiaw si è fatto male (infortunio numero 26 della stagione). Con Krunic in posizione di emergenza, gli equilibri saltano. Calabria sull’azione che porterà al gol del sorpasso, decide di andare a raddoppiare su Sabitzer già controllato da Tomori, lasciando solo Bynoe-Gittens che segna il 2-1. Partita da dimenticare, insomma, al netto dei tentativi di assalto finale. Aggiungiamoci pure che nella serata da incubo del Milan a completare il naufragio ci pensa pure Maignan, di solito l’uomo che salva i rossoneri nei momenti più difficili. Difatti lo avevamo lasciato con la cartolina dell’intervento di faccia contro la Fiorentina che aveva salvato tre punti per i rossoneri in campionato. Ieri invece il portiere francese non è riuscito ad acchiappare un tiro abbastanza centrale e assolutamente parabile di Adeyemi - giocatore che ha fatto un figurone a San Siro, non solo per il gol. Una papera colossale, che ha chiuso il discorso qualificazione per i tedeschi. Errori che condannano il Milan, insieme agli infortuni: la coperta del Milan è meno che corta, considerando le assenze in attacco e, dopo il ko di Thiaw, a questo punto pure in difesa.

I quotidiani sul KO del Milan col BVB QUI -) Edicola: crollo Milan: Ora serve miracolo.

Pioli appeso ad un filo. Rischio esonero QUI -) Pioli appeso a un filo. Ora rischia l'esonero.

Le pagelle dei quotidiani in edicola QUI -) Pagelle quotidiani Milan - BVB 1-3. 28 novembre 2023.

Calabria disastro. Theo in affanno QUI -) Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

Kjaer o Krunic col Frosinone QUI -) Milan: Kjaer o Krunic col Frosinone.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,721
Reaction score
25,594
GDS in edicola: nella grande notte di Champions San Siro aspettava anche i grandi del Milan: capitan Calabria e gli altri senatori senza fascia. Tutti diventati improvvisamente piccoli. A partire da Maignan: sul secondo, e ancora di più sul terzo gol subito, non è impeccabile. Era tornato Magic Mike con la parata con cui aveva salvato il risultato contro la Fiorentina, ieri non ha nemmeno dato l’illusione di poter fermare il Dortmund. Maignan si è arreso all’onda gialla del Borussia una volta che Calabria non era riuscito ad arginare le discese avversarie sulla fascia: rigore procurato per il vantaggio ospite, in ritardo sul gol del raddoppio. Non va meglio se si giudica per il contributo offensivo: gli tocca un colpo di testa spedito a lato che aumenta i rimpianti rossoneri. Non che dall’altra parte Theo abbia fatto di più: destra e sinistra hanno avuto lo stesso peso, decisamente modesto. Su Theo la valutazione deve essere più ampia: al di là del rigore da tre punti con- tro la Fiorentina, non è più il motore di un tempo. Avanza con il freno a mano tirato. E non c’è gloria nemmeno per Giroud, che in tante altre notti era stata la salvezza dell’attacco rossonero. Stavolta non ci sono grandi numeri da aggiornare. Cresce solo il conto dei rigori sbagliati, pochi per la verità: solo tre errori in carriera, due con il Milan in Champions, uno (quello di ieri) che rischia di pesare sul futuro europeo.

Tuttosport in edicola: da capitano del Milan, Davide Calabria avrebbe sicuramente voluto vivere una serata diversa. Invece è stato protagonista in negativo in tre episodi chiave. Il primo: il rigore (dopo quello sbagliato da Giroud) causato su Bynoe-Gittens, giocatore che ha fatto penare tantissimo il milanista. In tutta la gara non è mai riuscito a prendergli le misure. Dopo il rigore segnato da Reus, però, Chukwueze aveva rimediato siglando la rete dell’1-1. Con il Milan che aveva ripreso fiducia e che infatti ha avuto delle chance per andare in vantaggio. Una delle più grandi, se non la più grossa, arrivava proprio al 48’ da cross di Pulisic sulla testa di Calabria, che con la porta quasi aperta metteva fuori. Ultimo episodio chiave, per la partita del Milan e di Calabria: quando Thiaw si è fatto male (infortunio numero 26 della stagione). Con Krunic in posizione di emergenza, gli equilibri saltano. Calabria sull’azione che porterà al gol del sorpasso, decide di andare a raddoppiare su Sabitzer già controllato da Tomori, lasciando solo Bynoe-Gittens che segna il 2-1. Partita da dimenticare, insomma, al netto dei tentativi di assalto finale. Aggiungiamoci pure che nella serata da incubo del Milan a completare il naufragio. ci pensa pure Maignan, di solito l’uomo che salva i rossoneri nei momenti più difficili. Difatti lo avevamo lasciato con la cartolina dell’intervento di faccia contro la Fiorentina che aveva salvato tre punti per i rossoneri in campionato. Ieri invece il portiere francese non è riuscito ad acchiappare un tiro abbastanza centrale e assolutamente parabile di Adeyemi - giocatore che ha fatto un figurone a San Siro, non solo per il gol. Una papera colossale, che ha chiuso il discorso qualificazione per i tedeschi. Errori che condannano il Milan, insieme agli infortuni: la coperta del Milan è meno che corta, considerando le assenze in attacco e, dopo il ko di Thiaw, a questo punto pure in difesa.

I quotidiani sul KO del Milan col BVB QUI -) Edicola: crollo Milan: Ora serve miracolo.

Pioli appeso ad un filo. Rischio esonero QUI -) Pioli appeso a un filo. Ora rischia l'esonero.

Le pagelle dei quotidiani in edicola QUI -) Pagelle quotidiani Milan - BVB 1-3. 28 novembre 2023.

Calabria disastro. Theo in affanno QUI -) Calabria disastro. Theo in affanno. Senatori tradiscono.

Kjaer o Krunic col Frosinone QUI -) Milan: Kjaer o Krunic col Frosinone.
.
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
4,492
Reaction score
1,772
"i senatori tradiscono" frase ripetuta in loop dopo ogni sconfitta/pareggio.

sarebbe il caso di porsi il problema dei senatori...
 

Marco65

Member
Registrato
24 Gennaio 2023
Messaggi
34
Reaction score
18
Praticamente il dortmund su calabria con quel ragazzino del 2004 ci ha costruito e vinto la partita.
Un disastro.
Il fatto è che ogni squadra che affronta il Milan, dall'Udinese al Frosinone al BVB al Lecce, costruisce e spesso vince le partite sfruttando l'inadeguatezza a certi livelli del ns lato difensivo destro....
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
58,939
Reaction score
24,450
Il fatto è che ogni squadra che affronta il Milan, dall'Udinese al Frosinone al BVB al Lecce, costruisce e spesso vince le partite sfruttando l'inadeguatezza a certi livelli del ns lato difensivo destro....
Giochiamo pure in modo particolare, va detto.
All'inter vedi mai acerbi puntato 1vs1 dall'ala avversaria che prende velocità palla al piede?
Come minimo ha vicino il quinto, l'altro centrale e la mezz'ala di catena.

Il dortmund ieri a campo aperto ci ha rotto il **** perchè il centrocampo è saltato.
Detto questo, calabria lo conosciamo.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,721
Reaction score
25,594
Come già detto ieri, l'acquisto di un terzino destro dovrebbe essere considerata una mega emergenza alla pari dell'acquisto di un nuovo attaccante.
 

Similar threads

Alto
head>