Milan: nuovo main sponsor? Stadio a Sesto? Cardinale talismano.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,621
Tuttosport in edicola: Nnon ama prendersi le luci della ribalta, vuole lavorare in maniera silenziosa per far crescere il Milan a livello economico portando nuove partnership e sponsorizzazioni che alzino i ricavi del club. Gerry Cardinale, piaccia o meno, non intende elevarsi a protagonista di quanto succede sul campo, perché lì gli attori protagonisti sono Stefano Pioli e i calciatori che, tuttavia, gli hanno regalato un record storico nella storia rossonera. Cardinale è il primo proprietario del Milan a vincere i suoi primi scontri diretti contro Inter e Juventus. Non ci sono riusciti nemmeno presidenti leggendari come SilvioBerlusconi, Franco Carraro, Andrea Rizzoli e Piero Pirelli giusto per nominare i più vincenti. La statistica gli avrà fatto sicuramente piacere, ma il suo lavoro quello del suo team è solo all’inizio, anche se i primi risultati si sono già visti. In primis la partnership con il brand americano Off White, che ha riscosso un grande successo a livello internazionale così come è stato un vero e proprio boom il lancio del nuovo film della Warner Bros. dal titolo “Black Adam” che ha come protagonista Dwayne “The Rock” Johnson che è anche socio di Cardinale nella XLF di football americano. Rafforzata, nelle scorse settimane, la collaborazione già attiva tra il Milan e Roc Nations, l’agenzia fondata da Jay Z che ha ospitato nel suo club, il 40/40 di Manhattan, l’evento con ospiti la coppa dello scudetto e Alessandro Florenzi. Il focus del lavoro di Cardinale – che sarà domani sera a San Siro per Milan-Chelsea - è quello di rendere il Milan un club ancora più solido economicamente, alzando il livello degli introiti delle sponsorizzazioni che, a oggi, sono una delle fonti primarie di guadagno per i club italiani se vengono tolti i ricavi dai diritti televisivi. In quest’ottica stanno procedendo le Dwayne Johnson, “The Rock”, socio di RedBird contrattazioni con Emirates per alzare la cifra fissa che, attualmente, è di 14.2 milioni. L’accordo siglato nel 2020 andrà a scadenza nel giugno 2023 e l’obiettivo è quello di alzare e non di poco la somma dell’accordo, visto quanto fatto con Puma che da gennaio garantirà 30 milioni netti all’anno. Ma non è tutto: vista l’espansione americana che Red Bird sta cercando di dare al Milan, non è da escludere se dei nuovi soggetti arrivino a palesarsi (ammesso che non lo abbiano già fatto) per prendere il posto di Emirates sulle maglie rossonera, anche se la compagnia aerea del Qatar vede nel Milan un suo partner strategico. Il tutto in attesa degli sviluppi sul progetto stadio, con i rossoneri pronti a farlo anche da soli nell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni.
 
Ultima modifica:

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,621
Tuttosport in edicola: Nnon ama prendersi le luci della ribalta, vuole lavorare in maniera silenziosa per far crescere il Milan a livello economico portando nuove partnership e sponsorizzazioni che alzino i ricavi del club. Gerry Cardinale, piaccia o meno, non intende elevarsi a protagonista di quanto succede sul campo, perché lì gli attori protagonisti sono Stefano Pioli e i calciatori che, tuttavia, gli hanno regalato un record storico nella storia rossonera. Cardinale è il primo proprietario del Milan a vincere i suoi primi scontri diretti contro Inter e Juventus. Non ci sono riusciti nemmeno presidenti leggendari come SilvioBerlusconi, Franco Carraro, Andrea Rizzoli e Piero Pirelli giusto per nominare i più vincenti. La statistica gli avrà fatto sicuramente piacere, ma il suo lavoro quello del suo team è solo all’inizio, anche se i primi risultati si sono già visti. In primis la partnership con il brand americano Off White, che ha riscosso un grande successo a livello internazionale così come è stato un vero e proprio boom il lancio del nuovo film della Warner Bros. dal titolo “Black Adam” che ha come protagonista Dwayne “The Rock” Johnson che è anche socio di Cardinale nella XLF di football americano. Rafforzata, nelle scorse settimane, la collaborazione già attiva tra il Milan e Roc Nations, l’agenzia fondata da Jay Z che ha ospitato nel suo club, il 40/40 di Manhattan, l’evento con ospiti la coppa dello scudetto e Alessandro Florenzi. Il focus del lavoro di Cardinale – che sarà domani sera a San Siro per Milan-Chelsea - è quello di rendere il Milan un club ancora più solido economicamente, alzando il livello degli introiti delle sponsorizzazioni che, a oggi, sono una delle fonti primarie di guadagno per i club italiani se vengono tolti i ricavi dai diritti televisivi. In quest’ottica stanno procedendo le Dwayne Johnson, “The Rock”, socio di RedBird contrattazioni con Emirates per alzare la cifra fissa che, attualmente, è di 14.2 milioni. L’accordo siglato nel 2020 andrà a scadenza nel giugno 2023 e l’obiettivo è quello di alzare e non di poco la somma dell’accordo, visto quanto fatto con Puma che da gennaio garantirà 30 milioni netti all’anno. Ma non è tutto: vista l’espansione americana che Red Bird sta cercando di dare al Milan, non è da escludere se dei nuovi soggetti arrivino a palesarsi (ammesso che non lo abbiano già fatto) per prendere il posto di Emirates sulle maglie rossonera, anche se la compagnia aerea del Qatar vede nel Milan un suo partner strategico. Il tutto in attesa degli sviluppi sul progetto stadio, con i rossoneri pronti a farlo anche da soli nell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni.
.
 

Mauricio

Junior Member
Registrato
8 Febbraio 2018
Messaggi
1,552
Reaction score
1,061
Sottoscrivere contratto da 30 o più milioni ed è un buon inizio.
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
11,197
Reaction score
3,075
Tuttosport in edicola: Nnon ama prendersi le luci della ribalta, vuole lavorare in maniera silenziosa per far crescere il Milan a livello economico portando nuove partnership e sponsorizzazioni che alzino i ricavi del club. Gerry Cardinale, piaccia o meno, non intende elevarsi a protagonista di quanto succede sul campo, perché lì gli attori protagonisti sono Stefano Pioli e i calciatori che, tuttavia, gli hanno regalato un record storico nella storia rossonera. Cardinale è il primo proprietario del Milan a vincere i suoi primi scontri diretti contro Inter e Juventus. Non ci sono riusciti nemmeno presidenti leggendari come SilvioBerlusconi, Franco Carraro, Andrea Rizzoli e Piero Pirelli giusto per nominare i più vincenti. La statistica gli avrà fatto sicuramente piacere, ma il suo lavoro quello del suo team è solo all’inizio, anche se i primi risultati si sono già visti. In primis la partnership con il brand americano Off White, che ha riscosso un grande successo a livello internazionale così come è stato un vero e proprio boom il lancio del nuovo film della Warner Bros. dal titolo “Black Adam” che ha come protagonista Dwayne “The Rock” Johnson che è anche socio di Cardinale nella XLF di football americano. Rafforzata, nelle scorse settimane, la collaborazione già attiva tra il Milan e Roc Nations, l’agenzia fondata da Jay Z che ha ospitato nel suo club, il 40/40 di Manhattan, l’evento con ospiti la coppa dello scudetto e Alessandro Florenzi. Il focus del lavoro di Cardinale – che sarà domani sera a San Siro per Milan-Chelsea - è quello di rendere il Milan un club ancora più solido economicamente, alzando il livello degli introiti delle sponsorizzazioni che, a oggi, sono una delle fonti primarie di guadagno per i club italiani se vengono tolti i ricavi dai diritti televisivi. In quest’ottica stanno procedendo le Dwayne Johnson, “The Rock”, socio di RedBird contrattazioni con Emirates per alzare la cifra fissa che, attualmente, è di 14.2 milioni. L’accordo siglato nel 2020 andrà a scadenza nel giugno 2023 e l’obiettivo è quello di alzare e non di poco la somma dell’accordo, visto quanto fatto con Puma che da gennaio garantirà 30 milioni netti all’anno. Ma non è tutto: vista l’espansione americana che Red Bird sta cercando di dare al Milan, non è da escludere se dei nuovi soggetti arrivino a palesarsi (ammesso che non lo abbiano già fatto) per prendere il posto di Emirates sulle maglie rossonera, anche se la compagnia aerea del Qatar vede nel Milan un suo partner strategico. Il tutto in attesa degli sviluppi sul progetto stadio, con i rossoneri pronti a farlo anche da soli nell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni.
Credo resti Emirates ormai, anche perché non è ancora uscita mezza alternativa.

L'importante è che sgancino sui 30 sacchi.

Per me se fanno il ritiro a Dubai durante i mondiali quello sarà il momento dell'annuncio. Il Qatar con Emirates non c'entra nulla.
 
Registrato
26 Febbraio 2018
Messaggi
5,080
Reaction score
1,732
Tuttosport in edicola: Nnon ama prendersi le luci della ribalta, vuole lavorare in maniera silenziosa per far crescere il Milan a livello economico portando nuove partnership e sponsorizzazioni che alzino i ricavi del club. Gerry Cardinale, piaccia o meno, non intende elevarsi a protagonista di quanto succede sul campo, perché lì gli attori protagonisti sono Stefano Pioli e i calciatori che, tuttavia, gli hanno regalato un record storico nella storia rossonera. Cardinale è il primo proprietario del Milan a vincere i suoi primi scontri diretti contro Inter e Juventus. Non ci sono riusciti nemmeno presidenti leggendari come SilvioBerlusconi, Franco Carraro, Andrea Rizzoli e Piero Pirelli giusto per nominare i più vincenti. La statistica gli avrà fatto sicuramente piacere, ma il suo lavoro quello del suo team è solo all’inizio, anche se i primi risultati si sono già visti. In primis la partnership con il brand americano Off White, che ha riscosso un grande successo a livello internazionale così come è stato un vero e proprio boom il lancio del nuovo film della Warner Bros. dal titolo “Black Adam” che ha come protagonista Dwayne “The Rock” Johnson che è anche socio di Cardinale nella XLF di football americano. Rafforzata, nelle scorse settimane, la collaborazione già attiva tra il Milan e Roc Nations, l’agenzia fondata da Jay Z che ha ospitato nel suo club, il 40/40 di Manhattan, l’evento con ospiti la coppa dello scudetto e Alessandro Florenzi. Il focus del lavoro di Cardinale – che sarà domani sera a San Siro per Milan-Chelsea - è quello di rendere il Milan un club ancora più solido economicamente, alzando il livello degli introiti delle sponsorizzazioni che, a oggi, sono una delle fonti primarie di guadagno per i club italiani se vengono tolti i ricavi dai diritti televisivi. In quest’ottica stanno procedendo le Dwayne Johnson, “The Rock”, socio di RedBird contrattazioni con Emirates per alzare la cifra fissa che, attualmente, è di 14.2 milioni. L’accordo siglato nel 2020 andrà a scadenza nel giugno 2023 e l’obiettivo è quello di alzare e non di poco la somma dell’accordo, visto quanto fatto con Puma che da gennaio garantirà 30 milioni netti all’anno. Ma non è tutto: vista l’espansione americana che Red Bird sta cercando di dare al Milan, non è da escludere se dei nuovi soggetti arrivino a palesarsi (ammesso che non lo abbiano già fatto) per prendere il posto di Emirates sulle maglie rossonera, anche se la compagnia aerea del Qatar vede nel Milan un suo partner strategico. Il tutto in attesa degli sviluppi sul progetto stadio, con i rossoneri pronti a farlo anche da soli nell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni.
Al solito c'è molta romanzatura e zero fatti.

Lo sponsor secondo me resterà Emirates, sondaggi di altre aziende saranno pure arrivati ma nessuna conferma di offerte sostanziose concrete.

Per quanto riguarda lo stadio, secondo me ad oggi purtroppo l'unica opzione realmente presa in considerazione dai nostri dirigenti/proprietari è sempre San Siro e soprattutto non credo abbiano mai preso in considerazione l'idea di fare uno stadio solo nostro.
Ovviamente per me sarebbe magnifico uno stadio solo milanista nell'area più defilata Falck, più spazi, più indipendenza e più tutto, ma sono ipotesi campate dai giornalisti per scrivere qualcosa, credo nemmeno con lo scopo di metter pressione a Sala o alla proprietà interista.
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
7,289
Reaction score
2,912
Per quanto riguarda lo stadio, secondo me ad oggi purtroppo l'unica opzione realmente presa in considerazione dai nostri dirigenti/proprietari è sempre San Siro e soprattutto non credo abbiano mai preso in considerazione l'idea di fare uno stadio solo nostro.
Ovviamente per me sarebbe magnifico uno stadio solo milanista nell'area più defilata Falck, più spazi, più indipendenza e più tutto, ma sono ipotesi campate dai giornalisti per scrivere qualcosa, credo nemmeno con lo scopo di metter pressione a Sala o alla proprietà interista.
Su Sesto non è stata solo caciara giornalistica. È stata un’ipotesi molto pompata durante la campagna elettorale per le comunali a Sesto e pare che Cardinale o chi per lui sia andato effettivamente andato a visionare l’area.
Anche io non ho mai creduto all’ipotesi stadio da soli(anche se ci spero finché non mettono la prima pietra) e ancor meno a Sesto.
A dirla tutta, coi costi dei materiali ormai alle stelle, non mi stupirei se mettessero tutto in stand-by.
 
Registrato
26 Febbraio 2018
Messaggi
5,080
Reaction score
1,732
Su Sesto non è stata solo caciara giornalistica. È stata un’ipotesi molto pompata durante la campagna elettorale per le comunali a Sesto e pare che Cardinale o chi per lui sia andato effettivamente andato a visionare l’area.
Anche io non ho mai creduto all’ipotesi stadio da soli(anche se ci spero finché non mettono la prima pietra) e ancor meno a Sesto.
A dirla tutta, coi costi dei materiali ormai alle stelle, non mi stupirei se mettessero tutto in stand-by.
Si ma sappiamo bene di cosa sono fatte le compagne elettorali.
Ricordo anche io della visita di Cardinale nell'area di Sesto, ma la mia sensazione è che sia stato un sopralluogo perlustrativo soprattutto di cortesia e facciata, più che di un interesse tecnico concreto del tipo "ora me ne occupo io, le cose si fanno diversamente".

Di Sesto parlo con assoluto scetticismo semplicemente perché sarebbe dovuta essere la prima opzione da subito, a rigor di logica, e se nonostante tutti i progetti bocciati in quel di Milano e i prevedibilissimi problemi col comune e il suo sindaco, siamo ancora qui a lottare contro i mulini a vento ambientalista/burocratico a distanza di anni, è perché Sesto o qualsiasi altra opzione non è mai stata concreta, ma solo voce strumentale. E forse anche perché, per vari motivi, gli stessi club non hanno mai avuto davvero la fretta di cui parlano spesso.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
48,917
Reaction score
14,520
Su Sesto non è stata solo caciara giornalistica. È stata un’ipotesi molto pompata durante la campagna elettorale per le comunali a Sesto e pare che Cardinale o chi per lui sia andato effettivamente andato a visionare l’area.
Anche io non ho mai creduto all’ipotesi stadio da soli(anche se ci spero finché non mettono la prima pietra) e ancor meno a Sesto.
A dirla tutta, coi costi dei materiali ormai alle stelle, non mi stupirei se mettessero tutto in stand-by.
L'inter ci sta solo paralizzando.

Nessuno lo dice ma che programmi vuoi fare se ti presenti a braccetto di dei falliti?
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,621
Tuttosport in edicola: Nnon ama prendersi le luci della ribalta, vuole lavorare in maniera silenziosa per far crescere il Milan a livello economico portando nuove partnership e sponsorizzazioni che alzino i ricavi del club. Gerry Cardinale, piaccia o meno, non intende elevarsi a protagonista di quanto succede sul campo, perché lì gli attori protagonisti sono Stefano Pioli e i calciatori che, tuttavia, gli hanno regalato un record storico nella storia rossonera. Cardinale è il primo proprietario del Milan a vincere i suoi primi scontri diretti contro Inter e Juventus. Non ci sono riusciti nemmeno presidenti leggendari come SilvioBerlusconi, Franco Carraro, Andrea Rizzoli e Piero Pirelli giusto per nominare i più vincenti. La statistica gli avrà fatto sicuramente piacere, ma il suo lavoro quello del suo team è solo all’inizio, anche se i primi risultati si sono già visti. In primis la partnership con il brand americano Off White, che ha riscosso un grande successo a livello internazionale così come è stato un vero e proprio boom il lancio del nuovo film della Warner Bros. dal titolo “Black Adam” che ha come protagonista Dwayne “The Rock” Johnson che è anche socio di Cardinale nella XLF di football americano. Rafforzata, nelle scorse settimane, la collaborazione già attiva tra il Milan e Roc Nations, l’agenzia fondata da Jay Z che ha ospitato nel suo club, il 40/40 di Manhattan, l’evento con ospiti la coppa dello scudetto e Alessandro Florenzi. Il focus del lavoro di Cardinale – che sarà domani sera a San Siro per Milan-Chelsea - è quello di rendere il Milan un club ancora più solido economicamente, alzando il livello degli introiti delle sponsorizzazioni che, a oggi, sono una delle fonti primarie di guadagno per i club italiani se vengono tolti i ricavi dai diritti televisivi. In quest’ottica stanno procedendo le Dwayne Johnson, “The Rock”, socio di RedBird contrattazioni con Emirates per alzare la cifra fissa che, attualmente, è di 14.2 milioni. L’accordo siglato nel 2020 andrà a scadenza nel giugno 2023 e l’obiettivo è quello di alzare e non di poco la somma dell’accordo, visto quanto fatto con Puma che da gennaio garantirà 30 milioni netti all’anno. Ma non è tutto: vista l’espansione americana che Red Bird sta cercando di dare al Milan, non è da escludere se dei nuovi soggetti arrivino a palesarsi (ammesso che non lo abbiano già fatto) per prendere il posto di Emirates sulle maglie rossonera, anche se la compagnia aerea del Qatar vede nel Milan un suo partner strategico. Il tutto in attesa degli sviluppi sul progetto stadio, con i rossoneri pronti a farlo anche da soli nell’area delle ex acciaierie Falck a Sesto San Giovanni.

.
 

Route66

Junior Member
Registrato
5 Gennaio 2019
Messaggi
1,918
Reaction score
608
L'inter ci sta solo paralizzando.

Nessuno lo dice ma che programmi vuoi fare se ti presenti a braccetto di dei falliti?
Questa potrebbe sembrare una semplice battuta da tifoso ma in realtà è la sacrosanta verità e la notizia non la riporta nessuno e nessuno si pone(o pone a che di dovere...) domande in merito.
Questi non sanno come tirare a fine stagione e come fanno ad imbarcarsi in un'operazione simile che sappiamo tutti benissimo che alla fine potrà costare anche il doppio del preventivato?
Sembra quasi che tutto il polverone attorno allo stadio(il Sindaco, la giunta, i verdi, il comitato NO-Stadio, i SalviamoS.Siro ecc. ecc....) sia stato alzato di proposito per prendere tempo a favore di qualcuno....
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>