Milan: Furlani grande candidato a ruolo di AD.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,049
Reaction score
12,154
Come riportato dalla GDS in edicola, che conferma le news precedenti, Gazidis è ai saluti ai dicembre. Il grande candidato per il ruolo di AD del Milan è Furlani.

Cardinale a San Siro per Milan Juve QUI -) https://www.milanworld.net/threads/cardinale-a-san-siro-per-milan-juve.121136/

News precedenti su Gazidis via e sui poteri di Cardinale.

Come riportato da Calcio e Finanza, Gazidis è stao confermato AD del Milan fino al 5 dicembre 2022. Non è ancora chiaro chi sarà il futuro AD. Si parla di Furlani ma non ci sono conferme.

Sempre Calcio e Finanza sui poteri di Cardinale: Il 14 settembre del 2022 sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione del Milan. Tra questi anche Gerry Cardinale, fondatore di RedbIrd Capital, la società che ha rilevato la maggioranza del club rossonero dal fondo Elliott e che punta a proseguire nel percorso di risanamento dei conti (accompagnato anche da un’importante crescita dei ricavi) unito a risultati sportivi di alto livello.

Durante la riunione del CdA, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza sulla base di documenti ufficiali che questa testata ha potuto visionare, sono stati conferiti a Gerry Cardinale dei poteri specifici. Gli stessi poteri sono stati poi conferiti, disgiuntamente, anche al presidente del Milan Paolo Scaroni.


Tra i compiti ci sono quello di tenere e firmare la corrispondenza, oltre che dare esecuzione alle deliberazioni assunte dal CdA. Inoltre, Cardinale si impegna a rappresentare la società nelle sue relazioni con enti nazionali e internazionali, oltre che nei rapporti con pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

E ancora, le funzioni di rappresentanza di Cardinale si estendono anche a tutti gli organi sportivi nazionali e internazionali, «firmando ogni tipo di corrispondenza nei loro confronti, sottoscrivendo dichiarazioni, istanze, comunicazioni e quant’altro prescritto o richiesto o comunque reputato utile». A tutto ciò si aggiungono i rapporti con i media.

Ai punti “g” e “h” del documento visionato da Calcio e Finanza si legge inoltre che tra i compiti di Cardinale c’è quello compiere gli adempimenti necessari al fine di ottenere autorizzazioni e licenze richieste per lo svolgimento dell’attività della società. Inoltre, il fondatore di RedBird dovrà «effettuare ogni denuncia, deposito o altra comunicazione alle camere di commercio, o al registro delle imprese e al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (rea) in relazione a deliberazioni o atti inerenti alla società».

E ancora, vengono elencate altre funzioni di rappresentanza in situazioni differenti tra loro:

Presso gli uffici competenti in materia di marchi, brevetti ed altri diritti di proprietà intellettuale;
Assemblee di qualsiasi società, entità o persona giuridica in cui la società detenga partecipazioni;
In sede di costituzione di società, associazioni, consorzi e altri enti;
Dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria;
Di fronte ai competenti organi sportivi di ogni grado
Nei confronti di tutti gli istituti previdenziali ed assicurativi
Nei confronti di ogni altra autorità competente per la trattazione e la definizione di ogni e qualsiasi rapporto tributario.
Esaurita la funzione di rappresentanza, a Cardinale è richiesto inoltre di curare i rapporti con qualsiasi autorità e amministrazione statale o regionale, con particolare riferimento alle pratiche per il progetto del nuovo stadio di proprietà di Milan e Inter. Inoltre, l’uomo d’affari dovrà impegnarsi a transigere e conciliare ogni pendenza e controversia della società con terzi.

Cardinale avrà poteri anche per quanto riguarda la nomina e la revoca di avvocati, difensori e consulenti e la possibilità di compiere ogni operazione bancaria per l’amministrazione ordinaria della società (apertura e chiusura di conti correnti e molto altro), il tutto entro un limite massimo di valore fissato a 500mila euro per ogni singola operazione. Si uniscono a queste facoltà anche l’incasso di somme dovute alla società e il ritiro di pacchi e lettere di qualsiasi tipo destinati al club.

Infine, non va dimenticata la facoltà di «negoziare, stipulare, modificare, risolvere, cedere e/o acquisire per cessione contratti relativi all’attività ordinaria della società sia in Italia che all’estero». Tra questi ci sono quelli per l’acquisto e la vendita di immobili e ancora contratti di finanziamento, di sponsorizzazione, il tutto «entro un limite di valore massimo pari a euro 500.00 per singolo contratto ovvero, in caso di contratti di durata pluriennale, non superiore a euro 500.000 su base annua per singolo contratto».
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
15,236
Reaction score
6,184
Come riportato dalla GDS in edicola, che conferma le news precedenti, Gazidis è ai saluti ai dicembre. Il grande candidato per il ruolo di AD del Milan è Furlani.

Cardinale a San Siro per Milan Juve QUI -) https://www.milanworld.net/threads/cardinale-a-san-siro-per-milan-juve.121136/

News precedenti su Gazidis via e sui poteri di Cardinale.

Come riportato da Calcio e Finanza, Gazidis è stao confermato AD del Milan fino al 5 dicembre 2022. Non è ancora chiaro chi sarà il futuro AD. Si parla di Furlani ma non ci sono conferme.

Sempre Calcio e Finanza sui poteri di Cardinale: Il 14 settembre del 2022 sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione del Milan. Tra questi anche Gerry Cardinale, fondatore di RedbIrd Capital, la società che ha rilevato la maggioranza del club rossonero dal fondo Elliott e che punta a proseguire nel percorso di risanamento dei conti (accompagnato anche da un’importante crescita dei ricavi) unito a risultati sportivi di alto livello.

Durante la riunione del CdA, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza sulla base di documenti ufficiali che questa testata ha potuto visionare, sono stati conferiti a Gerry Cardinale dei poteri specifici. Gli stessi poteri sono stati poi conferiti, disgiuntamente, anche al presidente del Milan Paolo Scaroni.


Tra i compiti ci sono quello di tenere e firmare la corrispondenza, oltre che dare esecuzione alle deliberazioni assunte dal CdA. Inoltre, Cardinale si impegna a rappresentare la società nelle sue relazioni con enti nazionali e internazionali, oltre che nei rapporti con pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

E ancora, le funzioni di rappresentanza di Cardinale si estendono anche a tutti gli organi sportivi nazionali e internazionali, «firmando ogni tipo di corrispondenza nei loro confronti, sottoscrivendo dichiarazioni, istanze, comunicazioni e quant’altro prescritto o richiesto o comunque reputato utile». A tutto ciò si aggiungono i rapporti con i media.

Ai punti “g” e “h” del documento visionato da Calcio e Finanza si legge inoltre che tra i compiti di Cardinale c’è quello compiere gli adempimenti necessari al fine di ottenere autorizzazioni e licenze richieste per lo svolgimento dell’attività della società. Inoltre, il fondatore di RedBird dovrà «effettuare ogni denuncia, deposito o altra comunicazione alle camere di commercio, o al registro delle imprese e al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (rea) in relazione a deliberazioni o atti inerenti alla società».

E ancora, vengono elencate altre funzioni di rappresentanza in situazioni differenti tra loro:

Presso gli uffici competenti in materia di marchi, brevetti ed altri diritti di proprietà intellettuale;
Assemblee di qualsiasi società, entità o persona giuridica in cui la società detenga partecipazioni;
In sede di costituzione di società, associazioni, consorzi e altri enti;
Dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria;
Di fronte ai competenti organi sportivi di ogni grado
Nei confronti di tutti gli istituti previdenziali ed assicurativi
Nei confronti di ogni altra autorità competente per la trattazione e la definizione di ogni e qualsiasi rapporto tributario.
Esaurita la funzione di rappresentanza, a Cardinale è richiesto inoltre di curare i rapporti con qualsiasi autorità e amministrazione statale o regionale, con particolare riferimento alle pratiche per il progetto del nuovo stadio di proprietà di Milan e Inter. Inoltre, l’uomo d’affari dovrà impegnarsi a transigere e conciliare ogni pendenza e controversia della società con terzi.

Cardinale avrà poteri anche per quanto riguarda la nomina e la revoca di avvocati, difensori e consulenti e la possibilità di compiere ogni operazione bancaria per l’amministrazione ordinaria della società (apertura e chiusura di conti correnti e molto altro), il tutto entro un limite massimo di valore fissato a 500mila euro per ogni singola operazione. Si uniscono a queste facoltà anche l’incasso di somme dovute alla società e il ritiro di pacchi e lettere di qualsiasi tipo destinati al club.

Infine, non va dimenticata la facoltà di «negoziare, stipulare, modificare, risolvere, cedere e/o acquisire per cessione contratti relativi all’attività ordinaria della società sia in Italia che all’estero». Tra questi ci sono quelli per l’acquisto e la vendita di immobili e ancora contratti di finanziamento, di sponsorizzazione, il tutto «entro un limite di valore massimo pari a euro 500.00 per singolo contratto ovvero, in caso di contratti di durata pluriennale, non superiore a euro 500.000 su base annua per singolo contratto».
la "cessione" :troll:
 

unbreakable

Member
Registrato
25 Settembre 2015
Messaggi
2,818
Reaction score
637
Come riportato dalla GDS in edicola, che conferma le news precedenti, Gazidis è ai saluti ai dicembre. Il grande candidato per il ruolo di AD del Milan è Furlani.

Cardinale a San Siro per Milan Juve QUI -) https://www.milanworld.net/threads/cardinale-a-san-siro-per-milan-juve.121136/

News precedenti su Gazidis via e sui poteri di Cardinale.

Come riportato da Calcio e Finanza, Gazidis è stao confermato AD del Milan fino al 5 dicembre 2022. Non è ancora chiaro chi sarà il futuro AD. Si parla di Furlani ma non ci sono conferme.

Sempre Calcio e Finanza sui poteri di Cardinale: Il 14 settembre del 2022 sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione del Milan. Tra questi anche Gerry Cardinale, fondatore di RedbIrd Capital, la società che ha rilevato la maggioranza del club rossonero dal fondo Elliott e che punta a proseguire nel percorso di risanamento dei conti (accompagnato anche da un’importante crescita dei ricavi) unito a risultati sportivi di alto livello.

Durante la riunione del CdA, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza sulla base di documenti ufficiali che questa testata ha potuto visionare, sono stati conferiti a Gerry Cardinale dei poteri specifici. Gli stessi poteri sono stati poi conferiti, disgiuntamente, anche al presidente del Milan Paolo Scaroni.


Tra i compiti ci sono quello di tenere e firmare la corrispondenza, oltre che dare esecuzione alle deliberazioni assunte dal CdA. Inoltre, Cardinale si impegna a rappresentare la società nelle sue relazioni con enti nazionali e internazionali, oltre che nei rapporti con pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

E ancora, le funzioni di rappresentanza di Cardinale si estendono anche a tutti gli organi sportivi nazionali e internazionali, «firmando ogni tipo di corrispondenza nei loro confronti, sottoscrivendo dichiarazioni, istanze, comunicazioni e quant’altro prescritto o richiesto o comunque reputato utile». A tutto ciò si aggiungono i rapporti con i media.

Ai punti “g” e “h” del documento visionato da Calcio e Finanza si legge inoltre che tra i compiti di Cardinale c’è quello compiere gli adempimenti necessari al fine di ottenere autorizzazioni e licenze richieste per lo svolgimento dell’attività della società. Inoltre, il fondatore di RedBird dovrà «effettuare ogni denuncia, deposito o altra comunicazione alle camere di commercio, o al registro delle imprese e al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (rea) in relazione a deliberazioni o atti inerenti alla società».

E ancora, vengono elencate altre funzioni di rappresentanza in situazioni differenti tra loro:

Presso gli uffici competenti in materia di marchi, brevetti ed altri diritti di proprietà intellettuale;
Assemblee di qualsiasi società, entità o persona giuridica in cui la società detenga partecipazioni;
In sede di costituzione di società, associazioni, consorzi e altri enti;
Dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria;
Di fronte ai competenti organi sportivi di ogni grado
Nei confronti di tutti gli istituti previdenziali ed assicurativi
Nei confronti di ogni altra autorità competente per la trattazione e la definizione di ogni e qualsiasi rapporto tributario.
Esaurita la funzione di rappresentanza, a Cardinale è richiesto inoltre di curare i rapporti con qualsiasi autorità e amministrazione statale o regionale, con particolare riferimento alle pratiche per il progetto del nuovo stadio di proprietà di Milan e Inter. Inoltre, l’uomo d’affari dovrà impegnarsi a transigere e conciliare ogni pendenza e controversia della società con terzi.

Cardinale avrà poteri anche per quanto riguarda la nomina e la revoca di avvocati, difensori e consulenti e la possibilità di compiere ogni operazione bancaria per l’amministrazione ordinaria della società (apertura e chiusura di conti correnti e molto altro), il tutto entro un limite massimo di valore fissato a 500mila euro per ogni singola operazione. Si uniscono a queste facoltà anche l’incasso di somme dovute alla società e il ritiro di pacchi e lettere di qualsiasi tipo destinati al club.

Infine, non va dimenticata la facoltà di «negoziare, stipulare, modificare, risolvere, cedere e/o acquisire per cessione contratti relativi all’attività ordinaria della società sia in Italia che all’estero». Tra questi ci sono quelli per l’acquisto e la vendita di immobili e ancora contratti di finanziamento, di sponsorizzazione, il tutto «entro un limite di valore massimo pari a euro 500.00 per singolo contratto ovvero, in caso di contratti di durata pluriennale, non superiore a euro 500.000 su base annua per singolo contratto».
Se AD sta per ala destra , in quel caso si potrebbe rivelare più utile di krunic di ieri sera
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,049
Reaction score
12,154
Come riportato dalla GDS in edicola, che conferma le news precedenti, Gazidis è ai saluti ai dicembre. Il grande candidato per il ruolo di AD del Milan è Furlani.

Cardinale a San Siro per Milan Juve QUI -) https://www.milanworld.net/threads/cardinale-a-san-siro-per-milan-juve.121136/

News precedenti su Gazidis via e sui poteri di Cardinale.

Come riportato da Calcio e Finanza, Gazidis è stao confermato AD del Milan fino al 5 dicembre 2022. Non è ancora chiaro chi sarà il futuro AD. Si parla di Furlani ma non ci sono conferme.

Sempre Calcio e Finanza sui poteri di Cardinale: Il 14 settembre del 2022 sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione del Milan. Tra questi anche Gerry Cardinale, fondatore di RedbIrd Capital, la società che ha rilevato la maggioranza del club rossonero dal fondo Elliott e che punta a proseguire nel percorso di risanamento dei conti (accompagnato anche da un’importante crescita dei ricavi) unito a risultati sportivi di alto livello.

Durante la riunione del CdA, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza sulla base di documenti ufficiali che questa testata ha potuto visionare, sono stati conferiti a Gerry Cardinale dei poteri specifici. Gli stessi poteri sono stati poi conferiti, disgiuntamente, anche al presidente del Milan Paolo Scaroni.


Tra i compiti ci sono quello di tenere e firmare la corrispondenza, oltre che dare esecuzione alle deliberazioni assunte dal CdA. Inoltre, Cardinale si impegna a rappresentare la società nelle sue relazioni con enti nazionali e internazionali, oltre che nei rapporti con pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

E ancora, le funzioni di rappresentanza di Cardinale si estendono anche a tutti gli organi sportivi nazionali e internazionali, «firmando ogni tipo di corrispondenza nei loro confronti, sottoscrivendo dichiarazioni, istanze, comunicazioni e quant’altro prescritto o richiesto o comunque reputato utile». A tutto ciò si aggiungono i rapporti con i media.

Ai punti “g” e “h” del documento visionato da Calcio e Finanza si legge inoltre che tra i compiti di Cardinale c’è quello compiere gli adempimenti necessari al fine di ottenere autorizzazioni e licenze richieste per lo svolgimento dell’attività della società. Inoltre, il fondatore di RedBird dovrà «effettuare ogni denuncia, deposito o altra comunicazione alle camere di commercio, o al registro delle imprese e al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (rea) in relazione a deliberazioni o atti inerenti alla società».

E ancora, vengono elencate altre funzioni di rappresentanza in situazioni differenti tra loro:

Presso gli uffici competenti in materia di marchi, brevetti ed altri diritti di proprietà intellettuale;
Assemblee di qualsiasi società, entità o persona giuridica in cui la società detenga partecipazioni;
In sede di costituzione di società, associazioni, consorzi e altri enti;
Dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria;
Di fronte ai competenti organi sportivi di ogni grado
Nei confronti di tutti gli istituti previdenziali ed assicurativi
Nei confronti di ogni altra autorità competente per la trattazione e la definizione di ogni e qualsiasi rapporto tributario.
Esaurita la funzione di rappresentanza, a Cardinale è richiesto inoltre di curare i rapporti con qualsiasi autorità e amministrazione statale o regionale, con particolare riferimento alle pratiche per il progetto del nuovo stadio di proprietà di Milan e Inter. Inoltre, l’uomo d’affari dovrà impegnarsi a transigere e conciliare ogni pendenza e controversia della società con terzi.

Cardinale avrà poteri anche per quanto riguarda la nomina e la revoca di avvocati, difensori e consulenti e la possibilità di compiere ogni operazione bancaria per l’amministrazione ordinaria della società (apertura e chiusura di conti correnti e molto altro), il tutto entro un limite massimo di valore fissato a 500mila euro per ogni singola operazione. Si uniscono a queste facoltà anche l’incasso di somme dovute alla società e il ritiro di pacchi e lettere di qualsiasi tipo destinati al club.

Infine, non va dimenticata la facoltà di «negoziare, stipulare, modificare, risolvere, cedere e/o acquisire per cessione contratti relativi all’attività ordinaria della società sia in Italia che all’estero». Tra questi ci sono quelli per l’acquisto e la vendita di immobili e ancora contratti di finanziamento, di sponsorizzazione, il tutto «entro un limite di valore massimo pari a euro 500.00 per singolo contratto ovvero, in caso di contratti di durata pluriennale, non superiore a euro 500.000 su base annua per singolo contratto».

Ci manca solo l'ologramma Furlani figlio segreto di Colao
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,049
Reaction score
12,154
Come riportato dalla GDS in edicola, che conferma le news precedenti, Gazidis è ai saluti ai dicembre. Il grande candidato per il ruolo di AD del Milan è Furlani.

Cardinale a San Siro per Milan Juve QUI -) https://www.milanworld.net/threads/cardinale-a-san-siro-per-milan-juve.121136/

News precedenti su Gazidis via e sui poteri di Cardinale.

Come riportato da Calcio e Finanza, Gazidis è stao confermato AD del Milan fino al 5 dicembre 2022. Non è ancora chiaro chi sarà il futuro AD. Si parla di Furlani ma non ci sono conferme.

Sempre Calcio e Finanza sui poteri di Cardinale: Il 14 settembre del 2022 sono stati nominati i nuovi membri del Consiglio di Amministrazione del Milan. Tra questi anche Gerry Cardinale, fondatore di RedbIrd Capital, la società che ha rilevato la maggioranza del club rossonero dal fondo Elliott e che punta a proseguire nel percorso di risanamento dei conti (accompagnato anche da un’importante crescita dei ricavi) unito a risultati sportivi di alto livello.

Durante la riunione del CdA, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza sulla base di documenti ufficiali che questa testata ha potuto visionare, sono stati conferiti a Gerry Cardinale dei poteri specifici. Gli stessi poteri sono stati poi conferiti, disgiuntamente, anche al presidente del Milan Paolo Scaroni.


Tra i compiti ci sono quello di tenere e firmare la corrispondenza, oltre che dare esecuzione alle deliberazioni assunte dal CdA. Inoltre, Cardinale si impegna a rappresentare la società nelle sue relazioni con enti nazionali e internazionali, oltre che nei rapporti con pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

E ancora, le funzioni di rappresentanza di Cardinale si estendono anche a tutti gli organi sportivi nazionali e internazionali, «firmando ogni tipo di corrispondenza nei loro confronti, sottoscrivendo dichiarazioni, istanze, comunicazioni e quant’altro prescritto o richiesto o comunque reputato utile». A tutto ciò si aggiungono i rapporti con i media.

Ai punti “g” e “h” del documento visionato da Calcio e Finanza si legge inoltre che tra i compiti di Cardinale c’è quello compiere gli adempimenti necessari al fine di ottenere autorizzazioni e licenze richieste per lo svolgimento dell’attività della società. Inoltre, il fondatore di RedBird dovrà «effettuare ogni denuncia, deposito o altra comunicazione alle camere di commercio, o al registro delle imprese e al repertorio delle notizie economiche ed amministrative (rea) in relazione a deliberazioni o atti inerenti alla società».

E ancora, vengono elencate altre funzioni di rappresentanza in situazioni differenti tra loro:

Presso gli uffici competenti in materia di marchi, brevetti ed altri diritti di proprietà intellettuale;
Assemblee di qualsiasi società, entità o persona giuridica in cui la società detenga partecipazioni;
In sede di costituzione di società, associazioni, consorzi e altri enti;
Dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria;
Di fronte ai competenti organi sportivi di ogni grado
Nei confronti di tutti gli istituti previdenziali ed assicurativi
Nei confronti di ogni altra autorità competente per la trattazione e la definizione di ogni e qualsiasi rapporto tributario.
Esaurita la funzione di rappresentanza, a Cardinale è richiesto inoltre di curare i rapporti con qualsiasi autorità e amministrazione statale o regionale, con particolare riferimento alle pratiche per il progetto del nuovo stadio di proprietà di Milan e Inter. Inoltre, l’uomo d’affari dovrà impegnarsi a transigere e conciliare ogni pendenza e controversia della società con terzi.

Cardinale avrà poteri anche per quanto riguarda la nomina e la revoca di avvocati, difensori e consulenti e la possibilità di compiere ogni operazione bancaria per l’amministrazione ordinaria della società (apertura e chiusura di conti correnti e molto altro), il tutto entro un limite massimo di valore fissato a 500mila euro per ogni singola operazione. Si uniscono a queste facoltà anche l’incasso di somme dovute alla società e il ritiro di pacchi e lettere di qualsiasi tipo destinati al club.

Infine, non va dimenticata la facoltà di «negoziare, stipulare, modificare, risolvere, cedere e/o acquisire per cessione contratti relativi all’attività ordinaria della società sia in Italia che all’estero». Tra questi ci sono quelli per l’acquisto e la vendita di immobili e ancora contratti di finanziamento, di sponsorizzazione, il tutto «entro un limite di valore massimo pari a euro 500.00 per singolo contratto ovvero, in caso di contratti di durata pluriennale, non superiore a euro 500.000 su base annua per singolo contratto».

.
 
Alto
head>