Milan - Allievi Nazionali

Prinz

Bannato
A parte che pure Ciccio Grabbi in pensione è meglio di Pazzini, trovo curiosa la teoria secondo la quale il lavoro di un allenatore delle giovanili non va valutato in base alle vittorie delle giovanili stesse. Chiaro che un allenatore delle giovanili debba valorizzare e far crescere i giovani nella prospettiva di lanciarli nel calcio che conta. Ma è comunque un quid pluris. Un allenatore deve innanzitutto far bene nel breve con il materiale che si ritrova. Metterli bene in campo, compattarli, dargli il giusto input mentale e fare risultati. Mi pare evidente che sotto questo profilo Inzaghi stia facendo perfettamente il suo lavoro. Tra qualche altro valuteremo anche il resto, posto che non dipende certo soltanto da Inzaghi la maturazione dei nostri giovani
 

bubuevani

New member
Mala gestio mica tanto, di giovani hanno provato a lanciarne (Obi, faraoni, santon, khrin e compagnia cantante): tutta gente che si sta rivelando non da grande squadra. Non so se sia colpa o meno degli allenatori del settore giovanile dell'Inter, quello che sto dicendo è che non sono le vittorie nel campionato allievi la cosa piu importante per un giovane aspirante calciatore. E, come ho detto, l'Inter lo dimostra

Avessi detto Catilina Aubameyang.
Quelli da te citati, unitamente ai più validi Destro e Balotelli, da te inspiegabilmente ed irragionevolmente tralasciati ,sono tutti calciatori che hanno giocato/giocano stabilmente in serie A/hanno esordito in nazionale.
A loro aggiungerei Stevanovic, Crisetig, Caldirola e Longo, dei quali è da valutare la maturazione e Bolzoni che è da anni in pianta stabile nel Siena.

Se non ha fatto un lavoro pregevole, e lo dico con rammarico, l'Inter, a livello giovanile, vorrei da te sapere quale altra squadra ha lavorato meglio nel panorama nazionale.

Il Barcellona è un esempio più unico che raro, condizionato anche da fattori socio-politici, che non può essere preso come esempio nell'attuale calcio globalizzato.

Se poi denti gialli dà via Balotelli e svende Destro e Santon, per poi strapagare Pazzini, Nagatomo e Pereira, non è mica colpa degli allenatori delle giovanili che vincevano i campionati.
 

tequilad

Socio Milan World
Il modo di lavorare nel settore giovanile dell'Inter e' totalmente diverso rispetto al nostro
 

bubuevani

New member
Il modo di lavorare nel settore giovanile dell'Inter e' totalmente diverso rispetto al nostro

Non lo so e non mi pronuncio.
Ciò che intendevo dire è che prendere come esempio di gestione fallimentare del settore giovanile l'Inter degli ultimi anni è, fatti alla mano, una distorsione della realtà.
 
L

Livestrong

Guest
Avessi detto Catilina Aubameyang.
Quelli da te citati, unitamente ai più validi Destro e Balotelli, da te inspiegabilmente ed irragionevolmente tralasciati ,sono tutti calciatori che hanno giocato/giocano stabilmente in serie A/hanno esordito in nazionale.
A loro aggiungerei Stevanovic, Crisetig, Caldirola e Longo, dei quali è da valutare la maturazione e Bolzoni che è da anni in pianta stabile nel Siena.

Se non ha fatto un lavoro pregevole, e lo dico con rammarico, l'Inter, a livello giovanile, vorrei da te sapere quale altra squadra ha lavorato meglio nel panorama nazionale.

Il Barcellona è un esempio più unico che raro, condizionato anche da fattori socio-politici, che non può essere preso come esempio nell'attuale calcio globalizzato.

Se poi denti gialli dà via Balotelli e svende Destro e Santon, per poi strapagare Pazzini, Nagatomo e Pereira, non è mica colpa degli allenatori delle giovanili che vincevano i campionati.

Rispetto alle altre squadre italiane ha fatto un ottimo lavoro, anche se loro acquistano piu che crescere... Ma alla fine il discorso è molto semplice: i risultati nel settore giovanile dicono tutto e niente, ho citato l'Inter come semplice esempio
 

pennyhill

Senior Member
Metto qua. :fuma:

NAZIONALE UNDER 16
I convocati di Zoratto per la doppia amichevole con la Slovenia

Portieri: Emili Audero (Juventus), Alex Meret (Udinese);

Difensori: Francesco Bordi (Roma), Fabio Della Giovanna (Inter), Filippo Ghizzardi (Parma), Davide Masiero (Milan), Giorgio Piacentini (Albinoleffe), Davide Vitturini (Pescara);

Centrocampisti: Nicolò Barella; Alfredo Bifulco (Napoli), Tommaso Fantacci (Empoli), Gianfilippo Felicioli (Milan), Filippo Romagna (Juventus), Andrea Stocco (Juventus), Melkamu Taufer (Inter), Loris Zonta (Inter);

Attaccanti: Luca Clemenza (Juventus), Salvatore De Iorio (Napoli), Valerio Trani (Roma), Luca Vido (Milan).

Pippo incontra Arrighe. :ave:

Il 5 novembre Sacchi incontra i tecnici di Primavera e Allievi
 

Jino

Senior Member
Il modo di lavorare nel settore giovanile dell'Inter e' totalmente diverso rispetto al nostro

La differenza sostanziale infatti è che l'Inter gira per l'Italia e non ad acquistare i giovani migliori, pagandoli non poco. Quindi si, effettivamente negli ultimi anni l'Inter ha sfornato parecchi giovani interessanti, ma di fatto di questi non c'è praticamente quasi nessuno cresciuto realmente all'Inter dall'inizio alla fine, come per dire è attualmente un De Sciglio.

- - - Aggiornato - - -

Avessi detto Catilina Aubameyang.
Quelli da te citati, unitamente ai più validi Destro e Balotelli, da te inspiegabilmente ed irragionevolmente tralasciati ,sono tutti calciatori che hanno giocato/giocano stabilmente in serie A/hanno esordito in nazionale.
A loro aggiungerei Stevanovic, Crisetig, Caldirola e Longo, dei quali è da valutare la maturazione e Bolzoni che è da anni in pianta stabile nel Siena.

Se non ha fatto un lavoro pregevole, e lo dico con rammarico, l'Inter, a livello giovanile, vorrei da te sapere quale altra squadra ha lavorato meglio nel panorama nazionale.

Il Barcellona è un esempio più unico che raro, condizionato anche da fattori socio-politici, che non può essere preso come esempio nell'attuale calcio globalizzato.

Se poi denti gialli dà via Balotelli e svende Destro e Santon, per poi strapagare Pazzini, Nagatomo e Pereira, non è mica colpa degli allenatori delle giovanili che vincevano i campionati.

Dell'Inter c'è anche Andreolli, Bonucci. Si insomma, negli ultimi 5 anni ne ha sfornati a bizzeffe.
 

pennyhill

Senior Member
La differenza sostanziale infatti è che l'Inter gira per l'Italia e non ad acquistare i giovani migliori, pagandoli non poco. Quindi si, effettivamente negli ultimi anni l'Inter ha sfornato parecchi giovani interessanti, ma di fatto di questi non c'è praticamente quasi nessuno cresciuto realmente all'Inter dall'inizio alla fine, come per dire è attualmente un De Sciglio.

Lo fanno tutti, magari appoggiandosi a società satellite, ma comunque è cosi .

Gli Abate, i De Sciglio, come i Marchisio o i De Ceglie, sono rarissimi. Più facile prendere un giocatore a 14-15-16 anni (vedi Mastour, pagato parecchio), anche perché più o meno sono “già formati”. Vero è, che ho sentito un amico che collabora con il Milan qui in Sicilia (un suo 1997 gioca oggi con gli allievi di Inzaghi), e lui diceva che per il Milan anche un ragazzino di 14 anni è già quasi vecchio. :D
 
Allievi Nazionali, nuovo successo per Inzaghi: i rossoneri espugnano 0-4 il campo del Cesena


Filippo Inzaghi e i suoi ragazzi non sbagliano un colpo. A Cesena arriva la sesta vittoria in sette partite, un successo netto sul campo romagnolo. Come riporta acmilan.com, , i giovani rossoneri sono andati in rete con Calabria, Anelli e una doppietta di Vido, fissando il risultato sullo 0-4 e portandosi a quota 18 punti in classifica.

Il primo gol nasce da una bella palla di Modic per Anelli il quale serve Vido che di punta anticipa l’uscita del portiere. Il secondo gol nasce da un cross di Galliani per Vido che colpisce al volo, pallone in rete. Il terzo gol è un bel tiro da fuori area di Calabria. Il quarto e ultimo goal è di Anelli: un bel lancio lungo di Gamarra per Anelli che arriva in area ed in scivolata di destro batte il portiere.
 

Jino

Senior Member
Lo fanno tutti, magari appoggiandosi a società satellite, ma comunque è cosi .

Gli Abate, i De Sciglio, come i Marchisio o i De Ceglie, sono rarissimi. Più facile prendere un giocatore a 14-15-16 anni (vedi Mastour, pagato parecchio), anche perché più o meno sono “già formati”. Vero è, che ho sentito un amico che collabora con il Milan qui in Sicilia (un suo 1997 gioca oggi con gli allievi di Inzaghi), e lui diceva che per il Milan anche un ragazzino di 14 anni è già quasi vecchio. :D

Certo, tutte le squadre fanno cosi, ma comunque anche a livello di ragazzini ci sono acquisti e acquisti. Mastour è un acquisto caro. Cosi come lo fu Balotelli, come lo fu Santon. L'Inter ha sempre speso tanto più del Milan per il mercato giovanile.
 
Alto