Milan: -113 mln e Mondiale se esci ai gironi.

Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
44,081
Reaction score
14,290
Fa comunque sorridere accusarli di avere un presidente latitante quando noi da anni assistiamo a passaggi di mano societari loschi e puzzolenti.
Noi non siamo certo immacolati, anzi. Ben lontani dai loro livelli, ovvio, ma comunque non immacolati per parlare di presidenti latitanti
ma appunto, li abbiamo sempre criticati e mai esaltati però!
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,762
Reaction score
27,903
Anche la GDS in edicola conferma le news di ieri sulle super perdite milionarie in caso di uscita ai gironi: in caso di una uscita ai giorni di Cl, il Milan può perdere minimo 113 milioni e anche il ricco Mondiale per Club Fifa, giugno 2025, andrebbe infatti per aria.
L’ultima coppa La Champions 2022-23 è stata una benedizione per le casse del Milan. Le cifre sono necessariamente ufficiose: quelle certificate saranno comunicate a febbraio dall’Uefa. Ma i margini di approssimazione sono ridottissimi. L’incasso è stato clamoroso, attorno ai 127 milioni. Per la precisione: 85 in premi Uefa e 42,5 al botteghino. La generosità dei tifosi, ben ripagata, ha toccato cifre inimmaginabili: 14,4 milioni dai biglietti delle tre gare del gruppo (Dinamo, Chelsea, Salisburgo) e addirittura 28,1 nel “dentro o fuori (Tottenham, Napoli e Inter). Senza considerare l’indotto commerciale. Più giochi e vinci, più l’im- magine appare su giornali, tv e social. Una spirale virtuosa che può trasformarsi in viziosa. Questa Champions Dalla semifinale persa con l’Inter all’eventuale addio nei gruppi sarebbe un triplo salto mortale senza protezione. In questa Champions il Milan ha già incassato, più o meno, 42 milioni di euro tra partecipazione, ranking storico, risultati nel gruppo e market pool del campionato. A questo si aggiungono i 18,8 dal botteghino (Borussia, Newcast- le, Psg). Siamo sui 61 milioni. Meno della metà dell’ultima Champions. Ora il capitolo più doloroso: il mancato guadagno. Arrivare in semifinale come l’anno scorso garantirebbe 33 milioni di premi Uefa, almeno 5 milioni di market pool (quello legato alle partite di Champions) e, considerato l’aumento dei prezzi, almeno 30 milioni dal botteghino. La somma totale fa 68 milioni volatilizzati da un anno all’altro. Ma le brutte notizie non sono finite.

MONDIALE PER CLUB: un rimpianto supplementare è il Mondiale per club Fifa. Debutta nel giugno 2025, con una fase finale a 32 squadre. Le europee sono 12, noi grazie al ranking riusciamo a qualificarne 2 (il massimo per nazione, a meno che non ci siano 3 o 4 campioni d’Europa). L’Inter è sicura. L’altra esce dalla lotta a tre tra Juve, in vantaggio, Milan e Napoli. Fermarsi adesso, per i rossoneri, significa dire addio ai sogni di un viaggio negli Usa. Un risultato che non può far piacere a mister Cardinale, proprietario a stelle e strisce. Ma oltre alla questione sentimentale c’è quella commerciale (non quantificabile) e quella legata ai premi. Neanche qui le cifre sono ufficiali, ma si parla di 2,5 miliardi di dollari di montepremi (2,3 miliardi di euro). Partecipare dovrebbe valere 50 milioni di dollari (45 in euro). Ecco: 68 più 45 fa... 113 milioni. Tra aggiustamenti, aumenti e tagli, sempre catastrofe sarebbe.
.
 

RSMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2023
Messaggi
1,453
Reaction score
927
Se non esci ai gironi però l'anno prossimo non fai la Champion's. Con un infortunio a partita e giocando ogni 3 giorni si rischia come lo scorso anno
 

Pivellino

Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
2,069
Reaction score
241
Anche la GDS in edicola conferma le news di ieri sulle super perdite milionarie in caso di uscita ai gironi: in caso di una uscita ai giorni di Cl, il Milan può perdere minimo 113 milioni e anche il ricco Mondiale per Club Fifa, giugno 2025, andrebbe infatti per aria.
L’ultima coppa La Champions 2022-23 è stata una benedizione per le casse del Milan. Le cifre sono necessariamente ufficiose: quelle certificate saranno comunicate a febbraio dall’Uefa. Ma i margini di approssimazione sono ridottissimi. L’incasso è stato clamoroso, attorno ai 127 milioni. Per la precisione: 85 in premi Uefa e 42,5 al botteghino. La generosità dei tifosi, ben ripagata, ha toccato cifre inimmaginabili: 14,4 milioni dai biglietti delle tre gare del gruppo (Dinamo, Chelsea, Salisburgo) e addirittura 28,1 nel “dentro o fuori (Tottenham, Napoli e Inter). Senza considerare l’indotto commerciale. Più giochi e vinci, più l’im- magine appare su giornali, tv e social. Una spirale virtuosa che può trasformarsi in viziosa. Questa Champions Dalla semifinale persa con l’Inter all’eventuale addio nei gruppi sarebbe un triplo salto mortale senza protezione. In questa Champions il Milan ha già incassato, più o meno, 42 milioni di euro tra partecipazione, ranking storico, risultati nel gruppo e market pool del campionato. A questo si aggiungono i 18,8 dal botteghino (Borussia, Newcast- le, Psg). Siamo sui 61 milioni. Meno della metà dell’ultima Champions. Ora il capitolo più doloroso: il mancato guadagno. Arrivare in semifinale come l’anno scorso garantirebbe 33 milioni di premi Uefa, almeno 5 milioni di market pool (quello legato alle partite di Champions) e, considerato l’aumento dei prezzi, almeno 30 milioni dal botteghino. La somma totale fa 68 milioni volatilizzati da un anno all’altro. Ma le brutte notizie non sono finite.

MONDIALE PER CLUB: un rimpianto supplementare è il Mondiale per club Fifa. Debutta nel giugno 2025, con una fase finale a 32 squadre. Le europee sono 12, noi grazie al ranking riusciamo a qualificarne 2 (il massimo per nazione, a meno che non ci siano 3 o 4 campioni d’Europa). L’Inter è sicura. L’altra esce dalla lotta a tre tra Juve, in vantaggio, Milan e Napoli. Fermarsi adesso, per i rossoneri, significa dire addio ai sogni di un viaggio negli Usa. Un risultato che non può far piacere a mister Cardinale, proprietario a stelle e strisce. Ma oltre alla questione sentimentale c’è quella commerciale (non quantificabile) e quella legata ai premi. Neanche qui le cifre sono ufficiali, ma si parla di 2,5 miliardi di dollari di montepremi (2,3 miliardi di euro). Partecipare dovrebbe valere 50 milioni di dollari (45 in euro). Ecco: 68 più 45 fa... 113 milioni. Tra aggiustamenti, aumenti e tagli, sempre catastrofe sarebbe.
La certificazione di un fallimento annunciato.
Difficile dare colpe solo a Pioli francamente.
Io segherei tutti a partire da Mirabolani.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,762
Reaction score
27,903
Anche la GDS in edicola conferma le news di ieri sulle super perdite milionarie in caso di uscita ai gironi: in caso di una uscita ai giorni di Cl, il Milan può perdere minimo 113 milioni e anche il ricco Mondiale per Club Fifa, giugno 2025, andrebbe infatti per aria.
L’ultima coppa La Champions 2022-23 è stata una benedizione per le casse del Milan. Le cifre sono necessariamente ufficiose: quelle certificate saranno comunicate a febbraio dall’Uefa. Ma i margini di approssimazione sono ridottissimi. L’incasso è stato clamoroso, attorno ai 127 milioni. Per la precisione: 85 in premi Uefa e 42,5 al botteghino. La generosità dei tifosi, ben ripagata, ha toccato cifre inimmaginabili: 14,4 milioni dai biglietti delle tre gare del gruppo (Dinamo, Chelsea, Salisburgo) e addirittura 28,1 nel “dentro o fuori (Tottenham, Napoli e Inter). Senza considerare l’indotto commerciale. Più giochi e vinci, più l’im- magine appare su giornali, tv e social. Una spirale virtuosa che può trasformarsi in viziosa. Questa Champions Dalla semifinale persa con l’Inter all’eventuale addio nei gruppi sarebbe un triplo salto mortale senza protezione. In questa Champions il Milan ha già incassato, più o meno, 42 milioni di euro tra partecipazione, ranking storico, risultati nel gruppo e market pool del campionato. A questo si aggiungono i 18,8 dal botteghino (Borussia, Newcast- le, Psg). Siamo sui 61 milioni. Meno della metà dell’ultima Champions. Ora il capitolo più doloroso: il mancato guadagno. Arrivare in semifinale come l’anno scorso garantirebbe 33 milioni di premi Uefa, almeno 5 milioni di market pool (quello legato alle partite di Champions) e, considerato l’aumento dei prezzi, almeno 30 milioni dal botteghino. La somma totale fa 68 milioni volatilizzati da un anno all’altro. Ma le brutte notizie non sono finite.

MONDIALE PER CLUB: un rimpianto supplementare è il Mondiale per club Fifa. Debutta nel giugno 2025, con una fase finale a 32 squadre. Le europee sono 12, noi grazie al ranking riusciamo a qualificarne 2 (il massimo per nazione, a meno che non ci siano 3 o 4 campioni d’Europa). L’Inter è sicura. L’altra esce dalla lotta a tre tr.a Juve, in vantaggio, Milan e Napoli. Fermarsi adesso, per i rossoneri, significa dire addio ai sogni di un viaggio negli Usa. Un risultato che non può far piacere a mister Cardinale, proprietario a stelle e strisce. Ma oltre alla questione sentimentale c’è quella commerciale (non quantificabile) e quella legata ai premi. Neanche qui le cifre sono ufficiali, ma si parla di 2,5 miliardi di dollari di montepremi (2,3 miliardi di euro). Partecipare dovrebbe valere 50 milioni di dollari (45 in euro). Ecco: 68 più 45 fa... 113 milioni. Tra aggiustamenti, aumenti e tagli, sempre catastrofe sarebbe.
.
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
14,511
Reaction score
5,723
Insomma potremmo aver appena preso un bivio importante.

Da un lato noi che facciamo un bagno di sangue economico, che certamente riporterà il bilancio ad un rosso profondo (tra i -80/90 milioni, facendo due conti) che ci darà modo di misurare le reali ambizioni di Redbird, la loro voglia e possibilità di spendere nel Milan. Sarà il banco di prova dopo tanto blabla.
Dall'altro l'Inter è appena entrata in un circolo virtuoso che le farà ulteriormente crescere i ricavi, passando il girone (facilmente) e garantendosi il mondiale per club.

Questa uscita ai gironi potrebbe avere ripercussioni di lungo termine rilevanti, aumentando ancora il divario con l'Inter.
Conti totalmente sbagliati.

Il bilancio chiuderà più o meno in pari.

Perdi i ricavi della fase ad eliminazione diretta che sono GIÀ compensati dalla plusvalenza di Tonali e dagli aumenti degli sponsor.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



L'anno scorso il Milan dalla UEFA per premi, bonus, market pool ecc. ha incassato 87.8M

Dal botteghino della Champions ha intascato 42.6M

Totale 87.8+42.6=130.4M

------------------

Quest'anno invece, ipotizzando di perdere col Newcastle e finire quarti:

Stima premi vari 43.6M

Botteghino dei gironi 18.7M

Totale 43.6+18.7M = 62.3M (sarà qualcosa in più alla fine, ma stiamo bassi)

Differenza 130.4-62.3M = 68.1M

-----------------

Plusvalenza Tonali 48.5M

Emirates e Puma erano entrambi ancora a 15M nell'ultimo bilancio, i media danno i rinnovi a 30M quindi +15x2

Siamo già a 78.5M di ricavi extra che sono già superiori a quelli che non avrai più dalla Champions.
 
Ultima modifica:

Similar threads

Alto
head>