Ma e` cosi` difficile programmare per vincere?

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
28,180
Reaction score
13,009
Guardando ieri sera la partita di basket di Eurolega tra Panathinaikos Atene e Alba Berlino, non ho potuto notare le sorprendenti analogie tra la squadra ateniese e il nostro Milan.

- Entrambe nobili decadute a livello europeo (il Panathinaikos ha vinto, terza in assoluto dietro a solo Real Madrid e CSKA Mosca, 6 Euroleghe, le Champions League del basket, annoverando tra i suoi giocatori autentiche leggende della storia del gioco); Dal 2012 non e` mai stata in grado di superare gli ottavi di tale competizione (obiettivo molto piu` facilmente raggiungibile degli ottavi di Champions, visto il diverso formato della competizione).

- Anche la squadra greca avvolta da vicende societarie quanto meno bizzarre, tra morte dei vecchi proprietari e cessione al figlio di uno di questi, fantomatiche sponsorizzazioni cinesi con conseguente ingresso in societa`, trattative per la cessione di quote di minoranza o maggioranza con misteriosi gruppi arabi. (eh si, italiani greci una faccia una razza :asd: )

- L'eterna rivalita` con i concittadini dell'Olympiacos ha preso negli ultimi un trend fatto di sconfitte, umiliazione e sudditanza a livello sportivo.

- Giocatori e allenatori che entravano e uscivano con le porte girevoli, cosi` come i dirigenti. In generale ambiente societario tossico.

Bene, con la vittoria di ieri sera la squadra ha raggiunto il secondo posto in stagione, nonostante un difficile inizio (l'assemblare tutti i nuovi giocatori ha comportato una partenza di stagione ricca di sconfitte) e affrontera` ora i playoff con il fattore campo a proprio favore.
Lo stadio e` costantemente pieno (nonostante i rincari dei biglietti), il merchandising e gli sponsor vanno a mille, i ricavi dai risultati sportivi in crescita esponenziale (come nel calcio ci sono lauti premi per il passaggio dei diversi turni, uniti ai contratti televisivi).

Come e` stato raggiunto questo? Tramite buffonate varie, gruppo di lavoro integrato, algoritmi e statistiche?

Semplicemente:
1) ottenendo la proprieta` dello stadio in cui giocavano, permettendo, quindi, di usufruire in via esclusiva di tutti gli introiti per eventi sportivi e non, dal branding dello stadio e sistemando ogni vicenda societaria.
2) prendendo il miglior allenatore disponibile sulla piazza, uno dei top 5 in Europa, vincitore di 2 delle ultime 3 Euroleghe e, soprattutto, mettendolo sotto contratto ad Aprile, permettendo di programmare la stagione futura, con ampia liberta` decisionale.
Per fare un paragone e` come se noi avessimo messo sotto contratto per l'anno prossimo Klopp.
3) associando un GM ex giocatore, legato al club (con cui ha vinto diversi titoli), con gavetta alle spalle e che opera in totale sintonia con l'allenatore.
4) acquistando il meglio disponibile sul mercato in ogni ruolo, non badando al budget, e firmando tutti i giocatori con ricchi pluriennali (mostrando quindi la volonta` di un progetto vincente e a lungo termine).

Tralasciando le differenze a livello di regolamenti e sport, questo dimostra come, a seguito di fatti concreti, investimenti e volonta` di vincere o quantomeno competere per farlo, i risultati arrivino e con esso il volano commerciale dei ricavi.

Le chiacchiere dei ciarlatani e la loro conta dei centesimi per il cash flow, le porta via il vento.
Non conosco la realtà del basket, sport che non mastico per nulla, ma a occhio vedo molte differenze che mi rendono difficile un paragone.

Nel calcio programmare per vincere LA STAGIONE SEGUENTE è semplicemente impossibile. Almeno nei campionati principali.

Una programmazione seria, nel calcio, va dai tre ai cinque anni, come minimo, se non di piu (dipende dai casi e dai campionati).

Pero si, certamente si puo programmare per competere e anche per vincere, eccome. Nel calcio succede a tantissimi livelli, succede in squadre di categorie inferiori che programmano per essere promosse, succede in club di livello medio che arrivano a qualificarsi alle coppe e succede in top club che arrivano a vincere la Champions.

Anzi, ti diro di piu, nel calcio VINCE SOLO CHI PROGRAMMA. Non c'è una soluzione B e chi spera di vincere in poco tempo senza una serie di stagioni di programmazioni serie e costanti, gioca alla Playstation forse ma di sicuro non a calcio!

Io lo vedo come un lavoro lungo e duro che, secondo me, non puo prescindere da una proprietà e da una dirigenza di persone capaci, che conoscano il calcio benissimo e abbiamo una prospettiva di lungo/lunghissimo termine, con una identità forte. Proprietà e dirigenza devono aver saldo il timone e alzare l'asticella stagione dopo stagione, con decisioni coerenti e tanta competenza. Tutte cose che mancano del tutto a noi del Milan, noi siamo l'antitesi di una società seria, che possa programmare una crescita ambiziosa.

Io odio quando ci mettono sullo stesso piano, ma basta guardare a pochi km da Milano per capire il concetto, perchè l'Atalanta rappresenta l'esempio piu chiaro.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
211,920
Reaction score
32,338
State facendo un discorso che non sta piedi. Non sta in piedi perchè al Milan non si vuole programmare per vincere. Si programma per perdere. E succede da anni.

Le scelte che fanno vanno assolutamente contro quella può essere definitiva programmazione a livello calcistico. E sono cose che qui ripetiamo ogni anno. Non a caso, il vento va sempre in quella stessa direzione, poi.

Non ci vuole certo la tessera del Mensa per capirlo. Se uccidi ogni forma di milanismo, se acquisti tutti medioman da campionati di seconda fascia o gente che faceva la riserva delle riserve nei top team, se non hai mezzo leader nello spogliatoio, se non hai un minimo senso di appartenenza, se ti affidi ad un allenatore che in Italia non ha mai centrato la zona Champions (e figuriamoci lo scudetto), di cosa stiamo parlando? Di programmazione?

A me l'unica vera programmazione sembra essere quella orientata al ritorno tra le grinfie di quel depravato di Peppe Fetish a stretissimo giro di posta. Che poi è quello che succederà e lo sappiamo tutti.
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
25,162
Reaction score
16,989
State facendo un discorso che non sta piedi. Non sta in piedi perchè al Milan non si vuole programmare per vincere. Si programma per perdere. E succede da anni.

Le scelte che fanno vanno assolutamente contro quella può essere definitiva programmazione a livello calcistico. E sono cose che qui ripetiamo ogni anno. Non a caso, il vento va sempre in quella stessa direzione, poi.

Non ci vuole certo la tessera del Mensa per capirlo. Se uccidi ogni forma di milanismo, se acquisti tutti medioman da campionati di seconda fascia o gente che faceva la riserva delle riserve nei top team, se non hai mezzo leader nello spogliatoio, se non hai un minimo senso di appartenenza, se ti affidi ad un allenatore che in Italia non ha mai centrato la zona Champions (e figuriamoci lo scudetto), di cosa stiamo parlando? Di programmazione?

A me l'unica vera programmazione sembra essere quella orientata al ritorno tra le grinfie di quel depravato di Peppe Fetish a stretissimo giro di posta. Che poi è quello che succederà e lo sappiamo tutti.
stavo per scrivere lo stesso concetto, che poi ce lo hanno detto pure in faccia. Stadioni praticamente ad ogni intervista, Cardinale nelle interviste oltremanica ai giornali finanziari. Solo un pollo può credere a quel mentecatto che rappresenta Peppe Fetish
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
28,180
Reaction score
13,009
State facendo un discorso che non sta piedi. Non sta in piedi perchè al Milan non si vuole programmare per vincere. Si programma per perdere. E succede da anni.

Le scelte che fanno vanno assolutamente contro quella può essere definitiva programmazione a livello calcistico. E sono cose che qui ripetiamo ogni anno. Non a caso, il vento va sempre in quella stessa direzione, poi.

Non ci vuole certo la tessera del Mensa per capirlo. Se uccidi ogni forma di milanismo, se acquisti tutti medioman da campionati di seconda fascia o gente che faceva la riserva delle riserve nei top team, se non hai mezzo leader nello spogliatoio, se non hai un minimo senso di appartenenza, se ti affidi ad un allenatore che in Italia non ha mai centrato la zona Champions (e figuriamoci lo scudetto), di cosa stiamo parlando? Di programmazione?

A me l'unica vera programmazione sembra essere quella orientata al ritorno tra le grinfie di quel depravato di Peppe Fetish a stretissimo giro di posta. Che poi è quello che succederà e lo sappiamo tutti.
Eh si l'unica programmazione è tirare a campare spendendo il meno possibile (monte ingaggi sotto il 30%, solo noi in Italia) per sperare (pagliacci) di lucrare sullo stadio.

Quando si renderanno conto che lo stadio non glielo fanno fare, ci faranno fare la fine del Torino.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
30,450
Reaction score
1,661
Eh si l'unica programmazione è tirare a campare spendendo il meno possibile (monte ingaggi sotto il 30%, solo noi in Italia) per sperare (pagliacci) di lucrare sullo stadio.

Quando si renderanno conto che lo stadio non glielo fanno fare, ci faranno fare la fine del Torino.
Ci molleranno a qualcuno senza problemi perché il marchio Milan in Italia non ha eguali e pochi in Europa. Peraltro società anche sanissima dal punto di vista finanziaria. Il Torino ha un bacino ridicolo e non c’entra nulla manco col Milan di De Jong e Poli.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
28,180
Reaction score
13,009
Ci molleranno a qualcuno senza problemi perché il marchio Milan in Italia non ha eguali e pochi in Europa. Peraltro società anche sanissima dal punto di vista finanziaria. Il Torino ha un bacino ridicolo e non c’entra nulla manco col Milan di De Jong e Poli.
Codesto l'ho sentito dire tante volte... Per me senza lo stadio non trovano nessuno che paghi la cifra che vogliono loro.

Per questo hanno deciso questa nuova linea: spese al minimo del minimo, anzi sotto al minimo, bilanci rigorosamente in attivo (anche senza plusvalenze) fino a quando la storia dello stadio non sarà arrivata alla sua conclusione, in un verso o nell'altro.
 

Antokkmilan

Well-known member
Registrato
4 Dicembre 2021
Messaggi
5,684
Reaction score
2,714
Tu se non difendi questa proprietà di delinquenti comunque non sei contento eh
Ma cosa pretendete da questa società ? scusami se parlo al plurale, ma ogni giorno leggo commenti, tutti uguali che parlano di “ambizione” ma non lo avete ancora capito che questa società non spende 7-8 milioni l’anno per l’allenatore non capisco perché vi fate il sangue amaro per nulla.
 
Registrato
19 Giugno 2017
Messaggi
6,252
Reaction score
911
Tornare competitivi sarebbe molto semplice, specialmente contro queste proprietà americane che non capiscono un mazzo di niente ma purtoppo ci siamo dentro anche noi.
 

RSMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2023
Messaggi
2,146
Reaction score
1,599
Ma cosa pretendete da questa società ? scusami se parlo al plurale, ma ogni giorno leggo commenti, tutti uguali che parlano di “ambizione” ma non lo avete ancora capito che questa società non spende 7-8 milioni l’anno per l’allenatore non capisco perché vi fate il sangue amaro per nulla.
Ci sono allenatori che non guadagnano tanto di più ma che sono nettamente meglio di Fonseca
 
Alto
head>