Leao fa 50 e record. Unico a segnare in 4 competizioni.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,761
Reaction score
27,897
GDS in edicola: Leao è tornato a sorridere ieri, contro il Rennes. Il portoghese è tornato al gol dopo un mese dalla rete in Coppa Italia al Cagliari ed è arrivato a 50 marcature in rossonero. A proposito, Leao è l’unico giocatore di Serie A ad aver trovato il gol in quattro competizioni diverse in questa stagione, tra campionato, Coppa Italia, Champions ed Europa League.

Tuttosport: Rafa Leao torna a segnare a San Siro e il boato che c’è stato dopo il colpo del 3-0 del Milan contro il Rennes è stato di quelli avvolgenti, coinvolgenti, affettuosi e allo stesso tempo rabbiosi. Lo stadio si è alzato al minuto 62’ quando Pioli lo ha richiamato in panchina per lasciare spazio e minuti a Noah Okafor. Una standing ovation che il portoghese si è goduto in ogni passo che ha fatto per uscire dal campo, dopo aver ringraziato la Curva Sud per il coro personalizzato che gli ha dedicato dopo l’esultanza per la rete che ha dato al Milan la sensazione definitiva di essere in pieno controllo della doppia sfida contro il Rennes. Che fosse una serata con la vena giusta lo si era capito fin dalle prime battute del primo tempo, quando Leao ha deliziato tutti con uno stop di petto in corsa che si è trasformato in un sombrero ai danni del malcapitato Doué, che tra lui e Theo Hernandez non ci ha capito praticamente nulla, ma il suo destro di richiamo è stato deviato sulla traversa da Oman. Quello è stato solo l’antipasto di tutta una serie di giocate, sia sulla banda mancina sia verso il primo corridoio interno, che ha mandato in tilt le marcature preventive preparate da Stephan. Nel secondo tempo, poi, l’azione-manifesto della “Theao”, ovvero l’asse Theo Hernandez-Leao: stop e tacco no look del portoghese a premiare la sovrapposizione del terzino francese che, a sua volta, ha confezionato l’assist per il 10 che con un colpo di mezzo interno destro ha bucato Mandanda per il terzo gol milanista. Esultanza prolungata, con i compagni che hanno rifilato a Leao anche qualche scappellotto amorevole, per poi rimettersi a posto e riprendere a giocare fino al cambio con Okafor. Sostituzione chiesta proprio da Leao in quanto arrivato a corto di energie, probabilmente, anche per una sua gestione personale visto il risultato della partita e il tour de force che aspetta il Milan tra Monza domenica sera, la trasferta di Rennes giovedì prossimo e poi il big match contro l’Atalanta di domenica 25 febbraio, alle 20:45, a San Siro. Un po’ di elettrostimolazione è stata fatta in panchina per prevenire un eventuale affaticamento, ma oggi a Milanello saranno valutate ulteriormente le sue condizioni, anche se non dovrebbero destare particolari preoccupazioni. Probabilmente nella mente di Pioli, in ottica Monza, c’era già l’idea di far riposare Leao dando una chance dall’inizio a Okafor, ragionamento che adesso potrebbe essere accelerato. Nel post partita, Leao ha detto (come riferito ieri sera su MW): «Sono contento per la squadra, il gol si mi mancava, ma sono felice. Ho preso solo una botta al polpaccio, non è niente di grave».

Altre news di giornata


—) Pagelle quotidiani Milan - Rennes 15 febbraio 2024.


—) Garlando:"Pioli merita la conferma. CDK di oggi grazie a lui".


—) Loftus: più gol tra i nuovi. E sa come si fa in EL.


—) Leao fa 50 e record. Unico a segnare in 4 competizioni.


—) Thiaw titolare a Monza. Poi Tomori.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,761
Reaction score
27,897
GDS in edicola: Leao è tornato a sorridere ieri, contro il Rennes. Il portoghese è tornato al gol dopo un mese dalla rete in Coppa Italia al Cagliari ed è arrivato a 50 marcature in rossonero. A proposito, Leao è l’unico giocatore di Serie A ad aver trovato il gol in quattro competizioni diverse in questa stagione, tra campionato, Coppa Italia, Champions ed Europa League.

Tuttosport: Rafa Leao torna a segnare a San Siro e il boato che c’è stato dopo il colpo del 3-0 del Milan contro il Rennes è stato di quelli avvolgenti, coinvolgenti, affettuosi e allo stesso tempo rabbiosi. Lo stadio si è alzato al minuto 62’ quando Pioli lo ha richiamato in panchina per lasciare spazio e minuti a Noah Okafor. Una standing ovation che il portoghese si è goduto in ogni passo che ha fatto per uscire dal campo, dopo aver ringraziato la Curva Sud per il coro personalizzato che gli ha dedicato dopo l’esultanza per la rete che ha dato al Milan la sensazione definitiva di essere in pieno controllo della doppia sfida contro il Rennes. Che fosse una serata con la vena giusta lo si era capito fin dalle prime battute del primo tempo, quando Leao ha deliziato tutti con uno stop di petto in corsa che si è trasformato in un sombrero ai danni del malcapitato Doué, che tra lui e Theo Hernandez non ci ha capito praticamente nulla, ma il suo destro di richiamo è stato deviato sulla traversa da Oman. Quello è stato solo l’antipasto di tutta una serie di giocate, sia sulla banda mancina sia verso il primo corridoio interno, che ha mandato in tilt le marcature preventive preparate da Stephan. Nel secondo tempo, poi, l’azione-manifesto della “Theao”, ovvero l’asse Theo Hernandez-Leao: stop e tacco no look del portoghese a premiare la sovrapposizione del terzino francese che, a sua volta, ha confezionato l’assist per il 10 che con un colpo di mezzo interno destro ha bucato Mandanda per il terzo gol milanista. Esultanza prolungata, con i compagni che hanno rifilato a Leao anche qualche scappellotto amorevole, per poi rimettersi a posto e riprendere a giocare fino al cambio con Okafor. Sostituzione chiesta proprio da Leao in quanto arrivato a corto di energie, probabilmente, anche per una sua gestione personale visto il risultato della partita e il tour de force che aspetta il Milan tra Monza domenica sera, la trasferta di Rennes giovedì prossimo e poi il big match contro l’Atalanta di domenica 25 febbraio, alle 20:45, a San Siro. Un po’ di elettrostimolazione è stata fatta in panchina per prevenire un eventuale affaticamento, ma oggi a Milanello saranno valutate ulteriormente le sue condizioni, anche se non dovrebbero destare particolari preoccupazioni. Probabilmente nella mente di Pioli, in ottica Monza, c’era già l’idea di far riposare Leao dando una chance dall’inizio a Okafor, ragionamento che adesso potrebbe essere accelerato. Nel post partita, Leao ha detto (come riferito ieri sera su MW): «Sono contento per la squadra, il gol si mi mancava, ma sono felice. Ho preso solo una botta al polpaccio, non è niente di grave».
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,761
Reaction score
27,897
GDS in edicola: Leao è tornato a sorridere ieri, contro il Rennes. Il portoghese è tornato al gol dopo un mese dalla rete in Coppa Italia al Cagliari ed è arrivato a 50 marcature in rossonero. A proposito, Leao è l’unico giocatore di Serie A ad aver trovato il gol in quattro competizioni diverse in questa stagione, tra campionato, Coppa Italia, Champions ed Europa League.

Tuttosport: Rafa Leao torna a segnare a San Siro e il boato che c’è stato dopo il colpo del 3-0 del Milan contro il Rennes è stato di quelli avvolgenti, coinvolgenti, affettuosi e allo stesso tempo rabbiosi. Lo stadio si è alzato al minuto 62’ quando Pioli lo ha richiamato in panchina per lasciare spazio e minuti a Noah Okafor. Una standing ovation che il portoghese si è goduto in ogni passo che ha fatto per uscire dal campo, dopo aver ringraziato la Curva Sud per il coro personalizzato che gli ha dedicato dopo l’esultanza per la rete che ha dato al Milan la sensazione definitiva di essere in pieno controllo della doppia sfida contro il Rennes. Che fosse una serata con la vena giusta lo si era capito fin dalle prime battute del primo tempo, quando Leao ha deliziato tutti con uno stop di petto in corsa che si è trasformato in un sombrero ai danni del malcapitato Doué, che tra lui e Theo Hernandez non ci ha capito praticamente nulla, ma il suo destro di richiamo è stato deviato sulla traversa da Oman. Quello è stato solo l’antipasto di tutta una serie di giocate, sia sulla banda mancina sia verso il primo corridoio interno, che ha mandato in tilt le marcature preventive preparate da Stephan. Nel secondo tempo, poi, l’azione-manifesto della “Theao”, ovvero l’asse Theo Hernandez-Leao: stop e tacco no look del portoghese a premiare la sovrapposizione del terzino francese che, a sua volta, ha confezionato l’assist per il 10 che con un colpo di mezzo interno destro ha bucato Mandanda per il terzo gol milanista. Esultanza prolungata, con i compagni che hanno rifilato a Leao anche qualche scappellotto amorevole, per poi rimettersi a posto e riprendere a giocare fino al cambio con Okafor. Sostituzione chiesta proprio da Leao in quanto arrivato a corto di energie, probabilmente, anche per una sua gestione personale visto il risultato della partita e il tour de force che aspetta il Milan tra Monza domenica sera, la trasferta di Rennes giovedì prossimo e poi il big match contro l’Atalanta di domenica 25 febbraio, alle 20:45, a San Siro. Un po’ di elettrostimolazione è stata fatta in panchina per prevenire un eventuale affaticamento, ma oggi a Milanello saranno valutate ulteriormente le sue condizioni, anche se non dovrebbero destare particolari preoccupazioni. Probabilmente nella mente di Pioli, in ottica Monza, c’era già l’idea di far riposare Leao dando una chance dall’inizio a Okafor, ragionamento che adesso potrebbe essere accelerato. Nel post partita, Leao ha detto (come riferito ieri sera su MW): «Sono contento per la squadra, il gol si mi mancava, ma sono felice. Ho preso solo una botta al polpaccio, non è niente di grave».

Altre news di giornata


—) Pagelle quotidiani Milan - Rennes 15 febbraio 2024.


—) Garlando:"Pioli merita la conferma. CDK di oggi grazie a lui".


—) Loftus: più gol tra i nuovi. E sa come si fa in EL.


—) Leao fa 50 e record. Unico a segnare in 4 competizioni.


—) Thiaw titolare a Monza. Poi Tomori.
.
 

evideon

Junior Member
Registrato
2 Agosto 2017
Messaggi
1,758
Reaction score
1,223
Rata, regalaci la coppa e portaci 175 mln. Sarai sempre nei nostri ricordi più belli!
 
Alto
head>