Leao e Giroud a secco da mesi. Serve la svolta.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,648
Reaction score
29,613
Come riportato dalla GDS in edicola, Leao e Giroud sono a secco da mesi, a San Siro. Giroud da agosto. Leao da settembre. Anno strano per il francese Ha segnato 8 gol, il suo top dal 2011, quasi tutti in trasferta È fondamentale per esperienza. Riguardo Leao, la produzione è dimezzata rispetto all’anno scorso: sei gol alla quattordicesima giornata della stagione 2022-23; allora furono 50 i tiri totali e in questa soltanto 25. In generale è calata la partecipazione al gioco di squadra e la sensazione di pericolosità che settimane fa offriva al primo tocco di palla. Anche l’umore è sceso: da quando sorrideva ancora prima di segnare fino a Salerno, ultima immagine, nervoso e polemico. In realtà ci sono foto ancora più recenti, quelle pubblicate ieri sui social: Rafa che esulta dopo la vittoria nella partita di allenamento a Milanello e che stringe la mano al baby Camarda, di nuovo tra i grandi.

Resta il vuoto casalingo, per cui somma- ti fanno sette mesi di astinenza: tre di Leao, quattro di Giroud. Un paradosso per i due migliori marcatori rossoneri degli ultimi dieci anni: 47 reti per Rafa, 41 per Giroud. Un vuoto da colmare in fretta: da loro passa la corsa a un piazzamento Champions. Il Milan deve accelerare con lo sprint di Rafa e consolidare i primi posti con l’esperienza di Giroud: oggi il Bologna insegue a meno due, la Fiorentina a meno tre. Il Sassuolo che arriva a San Siro con la seconda peggior difesa del torneo è la migliore occasione per riprendere la marcia interrotta a Salerno. Nel day after la società chiamò i giocatori più rappresentativi (presumibilmente sia Olivier che Rafa) prima di confermare la fiducia all’allenatore. Pioli si aspetta che ora rispondano sul campo.

CorSport: Pioli, tutto su Giroud, l'espero del Diavolo. Il francese è l’unico dei rossoneri che continua ad avere un feeling con il gol: ha nel Sassuolo la sua vittima preferita (1 rete ogni 78’). Giroud a caccia del gol a San Siro, che manca da agosto.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,648
Reaction score
29,613
Come riportato dalla GDS in edicola, Leao e Giroud sono a secco da mesi, a San Siro. Giroud da agosto. Leao da settembre. Anno strano per il francese Ha segnato 8 gol, il suo top dal 2011, quasi tutti in trasferta È fondamentale per esperienza. Riguardo Leao, la produzione è dimezzata rispetto all’anno scorso: sei gol alla quattordicesima giornata della stagione 2022-23; allora furono 50 i tiri totali e in questa soltanto 25. In generale è calata la partecipazione al gioco di squadra e la sensazione di pericolosità che settimane fa offriva al primo tocco di palla. Anche l’umore è sceso: da quando sorrideva ancora prima di segnare fino a Salerno, ultima immagine, nervoso e polemico. In realtà ci sono foto ancora più recenti, quelle pubblicate ieri sui social: Rafa che esulta dopo la vittoria nella partita di allenamento a Milanello e che stringe la mano al baby Camarda, di nuovo tra i grandi.

Resta il vuoto casalingo, per cui somma- ti fanno sette mesi di astinenza: tre di Leao, quattro di Giroud. Un paradosso per i due migliori marcatori rossoneri degli ultimi dieci anni: 47 reti per Rafa, 41 per Giroud. Un vuoto da colmare in fretta: da loro passa la corsa a un piazzamento Champions. Il Milan deve accelerare con lo sprint di Rafa e consolidare i primi posti con l’esperienza di Giroud: oggi il Bologna insegue a meno due, la Fiorentina a meno tre. Il Sassuolo che arriva a San Siro con la seconda peggior difesa del torneo è la migliore occasione per riprendere la marcia interrotta a Salerno. Nel day after la società chiamò i giocatori più rappresentativi (presumibilmente sia Olivier che Rafa) prima di confermare la fiducia all’allenatore. Pioli si aspetta che ora rispondano sul campo.

CorSport: Pioli, tutto su Giroud, l'esperto del Diavolo. Il francese è l’unico dei rossoneri che continua ad avere un feeling con il gol: ha nel Sassuolo la sua vittima preferita (1 rete ogni 78’). Giroud a caccia del gol a San Siro, che manca da agosto.
 

bmb

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
16,318
Reaction score
5,672
Come riportato dalla GDS in edicola, Leao e Giroud sono a secco da mesi, a San Siro. Giroud da agosto. Leao da settembre. Anno strano per il francese Ha segnato 8 gol, il suo top dal 2011, quasi tutti in trasferta È fondamentale per esperienza. Riguardo Leao, la produzione è dimezzata rispetto all’anno scorso: sei gol alla quattordicesima giornata della stagione 2022-23; allora furono 50 i tiri totali e in questa soltanto 25. In generale è calata la partecipazione al gioco di squadra e la sensazione di pericolosità che settimane fa offriva al primo tocco di palla. Anche l’umore è sceso: da quando sorrideva ancora prima di segnare fino a Salerno, ultima immagine, nervoso e polemico. In realtà ci sono foto ancora più recenti, quelle pubblicate ieri sui social: Rafa che esulta dopo la vittoria nella partita di allenamento a Milanello e che stringe la mano al baby Camarda, di nuovo tra i grandi.

Resta il vuoto casalingo, per cui somma- ti fanno sette mesi di astinenza: tre di Leao, quattro di Giroud. Un paradosso per i due migliori marcatori rossoneri degli ultimi dieci anni: 47 reti per Rafa, 41 per Giroud. Un vuoto da colmare in fretta: da loro passa la corsa a un piazzamento Champions. Il Milan deve accelerare con lo sprint di Rafa e consolidare i primi posti con l’esperienza di Giroud: oggi il Bologna insegue a meno due, la Fiorentina a meno tre. Il Sassuolo che arriva a San Siro con la seconda peggior difesa del torneo è la migliore occasione per riprendere la marcia interrotta a Salerno. Nel day after la società chiamò i giocatori più rappresentativi (presumibilmente sia Olivier che Rafa) prima di confermare la fiducia all’allenatore. Pioli si aspetta che ora rispondano sul campo.

CorSport: Pioli, tutto su Giroud, l'espero del Diavolo. Il francese è l’unico dei rossoneri che continua ad avere un feeling con il gol: ha nel Sassuolo la sua vittima preferita (1 rete ogni 78’). Giroud a caccia del gol a San Siro, che manca da agosto.
Ottimi numeri per il centravanti titolare. Soprattutto se paragonati a Lukaku, Martinez, Vlahovic, Osimhen.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,648
Reaction score
29,613
Come riportato dalla GDS in edicola, Leao e Giroud sono a secco da mesi, a San Siro. Giroud da agosto. Leao da settembre. Anno strano per il francese Ha segnato 8 gol, il suo top dal 2011, quasi tutti in trasferta È fondamentale per esperienza. Riguardo Leao, la produzione è dimezzata rispetto all’anno scorso: sei gol alla quattordicesima giornata della stagione 2022-23; allora furono 50 i tiri totali e in questa soltanto 25. In generale è calata la partecipazione al gioco di squadra e la sensazione di pericolosità che settimane fa offriva al primo tocco di palla. Anche l’umore è sceso: da quando sorrideva ancora prima di segnare fino a Salerno, ultima immagine, nervoso e polemico. In realtà ci sono foto ancora più recenti, quelle pubblicate ieri sui social: Rafa che esulta dopo la vittoria nella partita di allenamento a Milanello e che stringe la mano al baby Camarda, di nuovo tra i grandi.

Resta il vuoto casalingo, per cui somma- ti fanno sette mesi di astinenza: tre di Leao, quattro di Giroud. Un paradosso per i due migliori marcatori rossoneri degli ultimi dieci anni: 47 reti per Rafa, 41 per Giroud. Un vuoto da colmare in fretta: da loro passa la corsa a un piazzamento Champions. Il Milan deve accelerare con lo sprint di Rafa e consolidare i primi posti con l’esperienza di Giroud: oggi il Bologna insegue a meno due, la Fiorentina a meno tre. Il Sassuolo che arriva a San Siro con la seconda peggior difesa del torneo è la migliore occasione per riprendere la marcia interrotta a Salerno. Nel day after la società chiamò i giocatori più rappresentativi (presumibilmente sia Olivier che Rafa) prima di confermare la fiducia all’allenatore. Pioli si aspetta che ora rispondano sul campo.

CorSport: Pioli, tutto su Giroud, l'espero del Diavolo. Il francese è l’unico dei rossoneri che continua ad avere un feeling con il gol: ha nel Sassuolo la sua vittima preferita (1 rete ogni 78’). Giroud a caccia del gol a San Siro, che manca da agosto.
.
 

Similar threads

Alto
head>