Gilardino:"Sì Ibra e Pioli. Regalo Dzeko".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,959
Reaction score
10,463
Alberto Gilardino, intervistato dalla GDS in edicola oggi, 25 aprile, sul Milan:"Ibra è straordinario, al Milan ha dato la scossa. A gennaio ero sicuro dell’impatto che avrebbe avuto nello spogliatoio, meno della tenuta atletica. Invece mi ha sorpreso, andrei avanti con lui anche l’anno prossimo. Altri suggerimenti? Dzeko: uno degli attaccanti più completi in circolazione. Destro, sinistro, fortissimo di testa, costruisce. Magari non segnerebbe tantissimo ma la manovra ne gioverebbe".

"Leao pagato come me, 25 mln, ed i conti non tornano per il momento? Oggi investire su un giovane costa molto di più. Leao arriva da una realtà diversa, va aspettato, ma se Maldini e Boban hanno puntato su di lui significa che c’è materiale su cui lavorare. Su Hernandez e Bennacer hanno avuto ragione".

"Chi mi ha stupito di più? Rebic per il modo di segnare: semplice e scaltro, da prima punta".

"I pregi di Pioli? Ha grande equilibrio e lo tra- smette al gruppo. Da collega aggiungo che al Milan, in poco tempo, ha creato ordine tattico, trovando a tutti la collocazione giusta. È arrivato in un momento di confusione, ha resettato e ha dato serenità".

"Il Milan deve ripartire da lui? Se si vuole programmare una squadra proiettata nel futuro, con un mix di gioventù ed esperienza, è la persona giusta. E Maldini lo è alla scrivania: ha carisma e personalità. Se rimarrà però dovrà poter decidere".


"Come mi trovavo a Milanello? Ambiente fantastico, personale eccezionale. A pranzo avevo il privilegio di stare al tavolo dei senatori: Pirlo, Gattuso, Ambrosini, Inzaghi, Brocchi. Non avete idea di quanto si ridesse".
 
Alto
head>