Dittattura sanitaria: in estate rischio variante sudafricana

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
24,694
Reaction score
16,236
Però costi discorsi sembra che senza palestra non si possa fare sport. Io facevo almeno 2/3 uscite settimana in bici, spero di ricominciare al più presto. A me dispiace moltissimo perché fino ad un anno fa ci andavo anche io in palestra e mi dispiace per i gestori, che ingiustamente non possono lavorare... però non necessariamente devi rimanere sul divano

ma era una battuta ;) io mi son fatto la mia piccola palestra di calisthenics in casa
 
Registrato
8 Aprile 2018
Messaggi
2,408
Reaction score
523
Siamo ancora in tempo per una zona rossa generalizzata... l'estate la gente in casa non la tieni.
 
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,560
Reaction score
9,871
Ma se continua a circolare il virus e pure le varianti che mettono in crisi i vaccini (come la variante sudafricana), se non addirittura permettono pure reinfezioni (come sembra il caso della variante Brasiliana), precisamente a quale normalità vogliamo tornare?
A quale complotto strano si urla?
Io il virus lo sto provando sulla mia pelle e quella della mia famiglia e vi GARANTISCO al 100% che non c'è nessuna montatura, è una brutta bestia e se ti prende male, a prescindere dall'età, finisci nel fango fino al collo e quando arrivi in ospedale ti cambia il mondo per quello che ti trovi costretto a passare.

Dovreste vedere mio padre, in ospedale ormai da 10 giorni con respiratori e affini.
Prima di tutto questo era un aperturista convinto, uno di quelli "dobbiamo cercare di vivere come vivevamo prima, non possiamo permettere a sto virus di farci diventare larve chiuse in casa"
Adesso, dopo quello che sta passando, l'altro giorno in videochiamata con un filo di voce mi ha detto "quante scemenze stavo dicendo... adesso quando torno a casa ho finito di uscire finchè non finisce tutto".

Quindi occhio ragazzi... finchè non te lo prendi brutto, parlare e gridare a complotti è facilissimo.
Ma purtroppo complotti non ce ne sono.
Magari ci fossero, magari...
 

Darren Marshall

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
16,267
Reaction score
1,944
Ma se continua a circolare il virus e pure le varianti che mettono in crisi i vaccini (come la variante sudafricana), se non addirittura permettono pure reinfezioni (come sembra il caso della variante Brasiliana), precisamente a quale normalità vogliamo tornare?
A quale complotto strano si urla?
Io il virus lo sto provando sulla mia pelle e quella della mia famiglia e vi GARANTISCO al 100% che non c'è nessuna montatura, è una brutta bestia e se ti prende male, a prescindere dall'età, finisci nel fango fino al collo e quando arrivi in ospedale ti cambia il mondo per quello che ti trovi costretto a passare.

Dovreste vedere mio padre, in ospedale ormai da 10 giorni con respiratori e affini.
Prima di tutto questo era un aperturista convinto, uno di quelli "dobbiamo cercare di vivere come vivevamo prima, non possiamo permettere a sto virus di farci diventare larve chiuse in casa"
Adesso, dopo quello che sta passando, l'altro giorno in videochiamata con un filo di voce mi ha detto "quante scemenze stavo dicendo... adesso quando torno a casa ho finito di uscire finchè non finisce tutto".

Quindi occhio ragazzi... finchè non te lo prendi brutto, parlare e gridare a complotti è facilissimo.
Ma purtroppo complotti non ce ne sono.
Magari ci fossero, magari...

In bocca al lupo per tuo padre. Io e la mia famiglia ci siamo passati a fine ottobre, è stato un incubo che non auguro a nessuno.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
28,658
Reaction score
5,712
Siamo ancora in tempo per una zona rossa generalizzata... l'estate la gente in casa non la tieni.
La soluzione, almeno per me, è lockdown + vaccinazione di massa. Se in tutto il mondo si facesse altrettanto sarebbe ancora meglio. Ma qui in Italia un nuovo lockdown al 99% sarà l'ennesima gestione fallimentare che provocherà ulteriori danni generali. Certo è, che pure così non si può continuare. Siamo in trappola, comunque agiremo, ci saranno parecchi danni.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,670
Reaction score
16,986
Ma se continua a circolare il virus e pure le varianti che mettono in crisi i vaccini (come la variante sudafricana), se non addirittura permettono pure reinfezioni (come sembra il caso della variante Brasiliana), precisamente a quale normalità vogliamo tornare?
A quale complotto strano si urla?
Io il virus lo sto provando sulla mia pelle e quella della mia famiglia e vi GARANTISCO al 100% che non c'è nessuna montatura, è una brutta bestia e se ti prende male, a prescindere dall'età, finisci nel fango fino al collo e quando arrivi in ospedale ti cambia il mondo per quello che ti trovi costretto a passare.

Dovreste vedere mio padre, in ospedale ormai da 10 giorni con respiratori e affini.
Prima di tutto questo era un aperturista convinto, uno di quelli "dobbiamo cercare di vivere come vivevamo prima, non possiamo permettere a sto virus di farci diventare larve chiuse in casa"
Adesso, dopo quello che sta passando, l'altro giorno in videochiamata con un filo di voce mi ha detto "quante scemenze stavo dicendo... adesso quando torno a casa ho finito di uscire finchè non finisce tutto".

Quindi occhio ragazzi... finchè non te lo prendi brutto, parlare e gridare a complotti è facilissimo.
Ma purtroppo complotti non ce ne sono.
Magari ci fossero, magari...

Non capisco perché il concetto di "complottismo" deve essere svincolato dalla pericolosità del virus.

Cioè, se il virus fa male, allora tutta la situazione non può essere frutto di negligenza/malafede. Non riesco proprio a capire.

Detto questo, ho immenso rammarico per la tua situazione. E guarda che io vorrei combattere chi ti ci ha messo in questa condizione. Con la determinazione e la forza se necessario. Chi la pensa come me sembra sia un parteggiatore dei criminali cinesi, boh.

Non vuole entrare in testa che ormai il danno è fatto, ci si deve convivere e l'unica cosa che va fatta è impedire che si riverifichi questo abominio.

Io sono favorevole ad una moderata attenzione, se poi dobbiamo fare 'sta vita per l'eternità, allora a mio modo di vedere è meglio spararsi.
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
41,936
Reaction score
23,154
Ma se continua a circolare il virus e pure le varianti che mettono in crisi i vaccini (come la variante sudafricana), se non addirittura permettono pure reinfezioni (come sembra il caso della variante Brasiliana), precisamente a quale normalità vogliamo tornare?
A quale complotto strano si urla?

Un abbraccio affetuosissimo al papà, veramente sincero, perché posso immaginare bene il suo dolore e quello dell'apprensione tua come figlio. In bocca al lupo :)

Però chiariamo che chi discute di aperture non diventa per forza un negazionista ed è fuori dal mondo.
Questo concetto comincia un po' a diventare fastidioso.

Io sono aperturista (con raziocino, criterio e buon senso), ma so benissimo cos'è il Covid. Morta una zia, morti due carissimi amici (giovani) e io stesso ho passato l'inferno negli ospedali da marzo a giugno, non per Covid ma per altre ragioni ancora più brutte, e ho assistito a tutto l'orrore. Mentre aspettavo referti terribili nei corridoi, si aprivano le porte ed uscivano cadaveri avvolti nei sacchi.

Criticare i politici e spingere per un tentativo di ripartenza non vuol dire essere complottisti o vedere gli alieni. Si prende amaramente atto di una tendenza, a livello di società moderna e classe politica, a sfruttare la suo vantaggio la terribile situazione. Questo lo dico nel totale rispetto della malattia e della salute, e con una paura fottuta per il virus.

Ma così non si può andare avanti. Bisogna anche pensare a una ripartenza, nel peggiore dei casi a una convivenza con il virus, se no ci si ammazza tutti e facciamola finita.

Ci sono sempre varie sfumature nelle opinioni e nei punti di vista. :)
 
Ultima modifica:
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,560
Reaction score
9,871
In bocca al lupo per tuo padre. Io e la mia famiglia ci siamo passati a fine ottobre, è stato un incubo che non auguro a nessuno.

Non capisco perché il concetto di "complottismo" deve essere svincolato dalla pericolosità del virus.

Cioè, se il virus fa male, allora tutta la situazione non può essere frutto di negligenza/malafede. Non riesco proprio a capire.

Detto questo, ho immenso rammarico per la tua situazione. E guarda che io vorrei combattere chi ti ci ha messo in questa condizione. Con la determinazione e la forza se necessario. Chi la pensa come me sembra sia un parteggiatore dei criminali cinesi, boh.

Non vuole entrare in testa che ormai il danno è fatto, ci si deve convivere e l'unica cosa che va fatta è impedire che si riverifichi questo abominio.

Io sono favorevole ad una moderata attenzione, se poi dobbiamo fare 'sta vita per l'eternità, allora a mio modo di vedere è meglio spararsi.

Un abbraccio affetuosissimo al papà, veramente sincero, perché posso immaginare bene il suo dolore e quello dell'apprensione tua come figlio. In bocca al lupo :)

Però chiariamo che chi discute di aperture non diventa per forza un negazionista ed è fuori dal mondo.
Questo concetto comincia un po' a diventare fastidioso.

Io sono aperturista (con raziocino, criterio e buon senso), ma so benissimo cos'è il Covid. Morta una zia, morti due carissimi amici (giovani) e io stesso ho passato l'inferno negli ospedali da marzo a giugno, non per Covid ma per altre ragioni ancora più brutte, e ho assistito a tutto l'orrore. Mentre aspettavo referti terribili nei corridoi, si aprivano le porte ed uscivano cadaveri avvolti nei sacchi.

Criticare i politici e spingere per un tentativo di ripartenza non vuol dire essere complottisti o vedere gli alieni. Si prende amaramente atto di una tendenza, a livello di società moderna e classe politica, a sfruttare la suo vantaggio la terribile situazione. Questo lo dico nel totale rispetto della malattia e della salute, e con una paura fottuta per il virus.

Ma così non si può andare avanti. Bisogna anche pensare a una ripartenza, nel peggiore dei casi a una convivenza con il virus, se no ci si ammazza tutti e facciamola finita.

Ci sono sempre varie sfumature nelle opinioni e nei punti di vista. :)

Innanzitutto, vi ringrazio di cuore del supporto, è molto apprezzato :)
Un abbraccio sincero a chi sta vivendo una brutta situazione al momento, che sia economica o di salute.

Poi io non voglio puntare il dito contro nessuno, se non contro coloro che NEGANO la pericolosità di questo virus.
Qui fortunatamente per ora non ne ho visti, ma sui social è purtroppo un continuo.

Poi certo, io per primo sono convinto che in qualche modo dovremo provare a tornare ad una forma di normalità, seppur magari con qualche attenzione in più (e io non è che morissi dalla voglia di prendermi gli starnuti della gente in faccia in metropolitana prima, quindi forse non tutto il male viene per nuocere...)
Semplicemente, volevo sollevare la questione che per forza di cose è semplice "abbassare la guardia" e convincersi che non sia così rischioso perchè tanto si è giovani, non si hanno malattie pregresse, "mica prenderà male proprio me..."
I miei genitori non saranno giovanissimi, certo, ma neppure sono ottuagenari con mille malattie pregresse eppure sono finiti davvero travolti.
Pertanto, vorrei soltanto sottolineare di fare molta attenzione perchè è proprio una malattia subdola e imprevedibile.
A mio parere, che poco conta, finchè la situazione resta questa "aprire tutto" è follia, e anche solo allentare le maglie in una fase in cui i contagi appaiono in netta crescita sarebbe molto rischioso ed esporrebbe al rischio moltissima gente.
Voglio soltanto che meno persone possibile debbano passare quello che sto passando io.
 
Alto
head>