De Donno:"La politica ci vuole ammutolire. Burioni non è credibile".

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,966
Reaction score
10,463
De Donno:"La politica ci vuole ammutolire. Burioni non è credibile".

Giuseppe De Donno, colui che ha sperimentato per primo la terapia al Plasma in Italia, attacca dal Senato:"Non so perché hanno deciso che sia Pisa il capofila della sperimentazione nazionale sul plasma. Non lo so, e sono sconcertato da questa decisione. E sono sconcertato anche dal fatto che stamattina leggendo la stampa il presidente della Regione Toscana Rossi abbia minacciato di querelarmi. E’ la a politica che vuole ammutolire la scienza. Qualsiasi città lombarda andava bene del resto se dovete fare un intervento di cardiochirurgia vi affidate ovviamente a chi ha esperienza. E non mi si venga a dire che la Toscana è organizzata meglio della Lombardia. La scelta doveva essere univoca, era Pavia come principal investigator, con i colleghi Baldanti e Perotti, sono loro i padri principali della sperimentazione, poi immediatamente dopo il mio collega del Poma Massimo Franchini. Io mi metto da parte, io sono stato l’idraulico della terapia. Pisa non è all’altezza, perché la maggiore incidenza di casistica è in Lombardia che è rimasta fuori fino a ieri l’altro. Ci sarà pure un motivo perché Iss e Aifa hanno scelto Pisa, ma ce lo devono spiegare. Non ci sono motivi scientifici. Non può essere. Ho dovuto prostituirmi nelle televisioni per sdoganare il plasma. Sono andato contro la mia volontà in tutte la trasmissioni, anche a quella delle casalinghe, per spiegare che cosa facevamo noi a Pavia e a Mantova e sempre relegati alle 23.50. In prima fascia c’era sempre il solito virologo che si è permesso di dire tutto e il contrario di tutto, magari pagato dalla Rai. Uno scienziato che viene pagato non è uno scienziato credibile. La scienza è gratis".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,966
Reaction score
10,463
Giuseppe De Donno, colui che ha sperimentato per primo la terapia al Plasma in Italia, attacca dal Senato:"Non so perché hanno deciso che sia Pisa il capofila della sperimentazione nazionale sul plasma. Non lo so, e sono sconcertato da questa decisione. E sono sconcertato anche dal fatto che stamattina leggendo la stampa il presidente della Regione Toscana Rossi abbia minacciato di querelarmi. E’ la a politica che vuole ammutolire la scienza. Qualsiasi città lombarda andava bene del resto se dovete fare un intervento di cardiochirurgia vi affidate ovviamente a chi ha esperienza. E non mi si venga a dire che la Toscana è organizzata meglio della Lombardia. La scelta doveva essere univoca, era Pavia come principal investigator, con i colleghi Baldanti e Perotti, sono loro i padri principali della sperimentazione, poi immediatamente dopo il mio collega del Poma Massimo Franchini. Io mi metto da parte, io sono stato l’idraulico della terapia. Pisa non è all’altezza, perché la maggiore incidenza di casistica è in Lombardia che è rimasta fuori fino a ieri l’altro. Ci sarà pure un motivo perché Iss e Aifa hanno scelto Pisa, ma ce lo devono spiegare. Non ci sono motivi scientifici. Non può essere. Ho dovuto prostituirmi nelle televisioni per sdoganare il plasma. Sono andato contro la mia volontà in tutte la trasmissioni, anche a quella delle casalinghe, per spiegare che cosa facevamo noi a Pavia e a Mantova e sempre relegati alle 23.50. In prima fascia c’era sempre il solito virologo che si è permesso di dire tutto e il contrario di tutto, magari pagato dalla Rai. Uno scienziato che viene pagato non è uno scienziato credibile. La scienza è gratis".

Chissà quante porcherie ci sono dietro tutta questa storia.

E vogliamo parlare di tale Rossi? Questo qui è sempre in prima fila quando si tratta di andare contro gli interessi degli italiani. Cari Toscani, ma eravate ubriachi quando siete andati a votare?
 

Clarenzio

Senior Member
Registrato
16 Luglio 2015
Messaggi
15,571
Reaction score
1,068
Giuseppe De Donno, colui che ha sperimentato per primo la terapia al Plasma in Italia, attacca dal Senato:"Non so perché hanno deciso che sia Pisa il capofila della sperimentazione nazionale sul plasma. Non lo so, e sono sconcertato da questa decisione. E sono sconcertato anche dal fatto che stamattina leggendo la stampa il presidente della Regione Toscana Rossi abbia minacciato di querelarmi. E’ la a politica che vuole ammutolire la scienza. Qualsiasi città lombarda andava bene del resto se dovete fare un intervento di cardiochirurgia vi affidate ovviamente a chi ha esperienza. E non mi si venga a dire che la Toscana è organizzata meglio della Lombardia. La scelta doveva essere univoca, era Pavia come principal investigator, con i colleghi Baldanti e Perotti, sono loro i padri principali della sperimentazione, poi immediatamente dopo il mio collega del Poma Massimo Franchini. Io mi metto da parte, io sono stato l’idraulico della terapia. Pisa non è all’altezza, perché la maggiore incidenza di casistica è in Lombardia che è rimasta fuori fino a ieri l’altro. Ci sarà pure un motivo perché Iss e Aifa hanno scelto Pisa, ma ce lo devono spiegare. Non ci sono motivi scientifici. Non può essere. Ho dovuto prostituirmi nelle televisioni per sdoganare il plasma. Sono andato contro la mia volontà in tutte la trasmissioni, anche a quella delle casalinghe, per spiegare che cosa facevamo noi a Pavia e a Mantova e sempre relegati alle 23.50. In prima fascia c’era sempre il solito virologo che si è permesso di dire tutto e il contrario di tutto, magari pagato dalla Rai. Uno scienziato che viene pagato non è uno scienziato credibile. La scienza è gratis".

Minaccia querela perchè afferma che Mantova e Pavia (ma anche Cremona, Padova, Bergamo etc..) sono molto ma molto più avanti nella sperimentazione e nell'applicazione del protocollo ?

Pisa: 2 paziente attualmente trattati con la cura del plasma... (fine aprile, non marzo)
Strano tra l'altro che le prime regioni a sottoscrivere il protocollo toscano siano Lazio, Campania e Marche. Stranissimo.

Per il bene di tutti mi auguro vada avanti la collaborazione tra i vari ospedali ed istituti lombardo-veneti, non si può infatti ripartire da 0 come vorrebbe fare la politica.
 

vota DC

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
6,183
Reaction score
465
Hanno parlato di risarcimento per il mancato palio, le logiche sono queste. Ma c'è l'omeoterapia?
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>