Conte litiga con giornalista per zone rosse

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,989
Reaction score
5,111
Caduta di stile del primo ministro Conte nella sua trasferta lombarda quando litiga con una giornalista di TPI riguardo la mancanza di zona rossa nella val seriana,in particolare Nembro e Alzano lombardo.

"Nel momento in cui ci è stata proposta la zona rossa, lo abbiamo preso in considerazione, esaminando le ragioni, sulla base di un contagio che appariva già diffuso non solo nei due comuni, ma anche a Bergamo e un po' in tutta la Lombardia. Abbiamo chiesto un approfondimento al comitato tecnico-scientifico, e la sera del 5 marzo è arrivata la relazione. Il giorno 6 mi sono precipitato alla protezione civile per discutere su quale fosse la soluzione migliore, e la sera del 7 ho firmato il Dpcm che rendeva di fatto la zona rossa a tutta la Lombardia"


La giornalista Francesca Nava corregge il premier:

"Non è vero, era una zona arancione. Non è stata chiusa"


Conte la interrompe stizzito rincarando la dose:

"Zona rossa nella misura in cui nel giorno 7, con la firma del decreto, non c'è stata più la possibilità di spostarsi fra comuni".


Commenti dei giornalisti e lui chiude la questione così:

"Guardi, se lei un domani avrà la responsabilità di governo, scriverà tutti i decreti ed assumerà tutte quante le decisioni".
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,989
Reaction score
5,111
nervosetto l'ormai ex avvocato del popolo eh :pat:

c'è stato un concorso di responsabilità con la regione,innegabile




ovviamente per repubblica e accoliti non sarà bollato come sessista per aver interrotto e risposto malamente ad una professionista.
in altri casi invece già petizioni su change.org per abbattere il machismo della politica italiana
 

Stex

Member
Registrato
31 Agosto 2012
Messaggi
4,523
Reaction score
351
non capisco ancora xke ce sto tipo a comandarci...
 

Ramza Beoulve

Well-known member
Registrato
7 Febbraio 2016
Messaggi
2,753
Reaction score
207
Dovete capirlo...

Conte I° il Benvestito non è avvezzo al contraddittorio... Solitamente è abituato ad un lungo monologo senza domande e con l'intera platea stampa genuflessa al suo reale cospetto...

Figurati se ammette che qualche stupidaggine l'ha fatta pure lui... Meglio mentire, omettere ed ancora mentire... Tanto normalmente non c'è nessuno per contraddirlo...

Atteggiamento da bambino pre-adolescente comunque... Gne Gne Gne fallo tu allora!!!

Se non fosse uno dei periodi più difficili della storia recente ci sarebbe da ridere a pensare che un tale personaggio sia a capo del governo...
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,530
Reaction score
4,606
Caduta di stile del primo ministro Conte nella sua trasferta lombarda quando litiga con una giornalista di TPI riguardo la mancanza di zona rossa nella val seriana,in particolare Nembro e Alzano lombardo.

"Nel momento in cui ci è stata proposta la zona rossa, lo abbiamo preso in considerazione, esaminando le ragioni, sulla base di un contagio che appariva già diffuso non solo nei due comuni, ma anche a Bergamo e un po' in tutta la Lombardia. Abbiamo chiesto un approfondimento al comitato tecnico-scientifico, e la sera del 5 marzo è arrivata la relazione. Il giorno 6 mi sono precipitato alla protezione civile per discutere su quale fosse la soluzione migliore, e la sera del 7 ho firmato il Dpcm che rendeva di fatto la zona rossa a tutta la Lombardia"


La giornalista Francesca Nava corregge il premier:

"Non è vero, era una zona arancione. Non è stata chiusa"


Conte la interrompe stizzito rincarando la dose:

"Zona rossa nella misura in cui nel giorno 7, con la firma del decreto, non c'è stata più la possibilità di spostarsi fra comuni".


Commenti dei giornalisti e lui chiude la questione così:

"Guardi, se lei un domani avrà la responsabilità di governo, scriverà tutti i decreti ed assumerà tutte quante le decisioni".

Ho detto sin dal primo istante che il Governo doveva chiudere la nostra Val Seriana una settimana prima.

Però, voglio vedere se la giornalista, andrà a chiedere ad una certa azienda, come mai casualmente la zona rossa è saltata proprio in quella settimana dove codesta azienda aveva in consegna una commessa da 3 milioni di euro.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,160
Reaction score
11,842
Ho detto sin dal primo istante che il Governo doveva chiudere la nostra Val Seriana una settimana prima.

Però, voglio vedere se la giornalista, andrà a chiedere ad una certa azienda, come mai casualmente la zona rossa è saltata proprio in quella settimana dove codesta azienda aveva in consegna una commessa da 3 milioni di euro.

Pazzo, tu sei di Bergamo, ti vorrei fare una domanda : secondo te è plausibile pensare che certi ritardi siano stati dovuti a ridicoli e inopportuni bracci di ferro tra governo e regione?
Magari una gara a chi fa meglio, un'autonomia improvvisata e mal gestita che alla fine hanno pagato sulla loro pelle migliaia di cittadini.
Io da fuori e da lontano rispetto alla tua regione mi sono fatto questa idea in tante occasioni.
Il governo ha la responsabilità su tutto ma sindaci e governatori sono coloro che hanno presenza e polso del territorio.
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
16,230
Reaction score
3,991
Io invece non capisco chi voglia la sua testa così si aspetti dopo. Berlinguer al governo?
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,530
Reaction score
4,606
Pazzo, tu sei di Bergamo, ti vorrei fare una domanda : secondo te è plausibile pensare che certi ritardi siano stati dovuti a ridicoli e inopportuni bracci di ferro tra governo e regione?
Magari una gara a chi fa meglio, un'autonomia improvvisata e mal gestita che alla fine hanno pagato sulla loro pelle migliaia di cittadini.
Io da fuori e da lontano rispetto alla tua regione mi sono fatto questa idea in tante occasioni.
Il governo ha la responsabilità su tutto ma sindaci e governatori sono coloro che hanno presenza e polso del territorio.

Non si è chiuso solo e soltanto perchè fatturiamo una montagna di soldi, è inutile andare a cercare motivazioni alternative.

Si è provato a non chiudere per salvare l' economia, ovviamente nessuno credeva ci aspettasse un ecatombe.

Ma abbiamo pagato l' azzardo in modo salatissimo.

Di chi sia la colpa nel dettaglio, non si saprà mai.
Sicuramente a causa di pressioni,da qualcuno saranno arrivate.

Di sicuro bisticciare non ha portato a nulla di buono, in quanto sono esseri umani anche i decisori, ad un certo punto non mi stupirei se qualcuno avesse solo voluto tenere il punto.
 
Alto
head>