Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo


Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo



Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".
.
 

bobbylukr

Well-known member
Registrato
22 Luglio 2022
Messaggi
3,033
Reaction score
2,304
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo


Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".

"Come on skinny love what happened here?
Suckle on the hope of light Brassier
My,my,my,my,my,my,myyyyyyyyy"
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo



Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo



Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Come riportato dalla GDS, Brassier vuole il Milan e aspetta un segnale. Spera che il Brest abbassi le pretese. Ora chiede sui 15 mln. Troppi. Chalobah ha problemi fisici che spaventano, Lenglet costa molto, Adarabioyo è più facile in estate.

Tuttosport in edicola: tre punti per convincere il club a fargli un regalo... scudetto. Stefano Pioli non si arrende e confida ancora nell’arrivo di un difensore, nonostante al termine del mercato di gennaio manchino ormai solo sette giorni. Il tempo passa, la dirigenza è al lavoro, ma finora non è stato trovato l’incastro giusto fra l’investimento economico e il profilo da inserire: un elemento pronto all’uso, magari in prestito, oppure un giocatore anche di prospettiva, su cui puntare a prescindere in futuro. I rientri da metà febbraio in poi di Thiaw, Tomori e Kalulu, uniti alle buone prestazioni di Kjaer e Gabbia - oltre alla presenza di Simic, Pellegrino e, nell’emergenza, di Theo Hernandez -, stanno spingendo Furlani, Moncada e D’Ottavio a soppesare bene le opportunità che il mercato sta mettendo di fronte al Milan: senza un ok totale e condiviso da parte di tutti, non è da escludere che il Milan rimanga così. Pioli, prima delle gare con Roma e Udinese, ha però ribadito di attendersi un rinforzo in difesa e i tre punti presi con i friulani hanno anche portato la squadra a sei lunghezze dall’Inter che potrebbero diventare - con due gare in più, ovviamente - addirittura tre fra sabato e domenica se i rossoneri batteranno a San Siro il Bologna, in attesa della gara della formazione di Inzaghi a Firenze.

Dunque, Pioli aspetta e studia come battere ancora una volta il Bologna di Thiago Motta, già superato al Dall’Ara alla prima giornata: un successo per persuadere ulteriormente il proprio club allo sforzo sul mercato. I difensori sulla lista rossonera rimangono i soliti di questi giorni, con la novità Lacroix del Wolfsburg, 23enne francese che il club tedesco però non vorrebbe comunque cedere a gennaio. Il borsino cambia ogni giorno. In queste settimana è salito il profilo del gigante Adarabioyo del Fulham, in scadenza a giugno. L'agente del centrale inglese di origine nigeriana ieri sui social ha smentito la volontà del suo assistito di voler andare via subito, però il Milan un sondaggio con la società londinese l'ha fatto. Restando nella City, resta in salita il discorso Kiwior con l'Arsenal, mentre rimangono dei dubbi sulla condizione fisica di Chalobah del Chelsea (è tornato ora da un infortunio che l'ha tenuto fuori per tutta la prima parte della stagione). Continua a piacere Brassier del Brest, ma il Milan non vorrebbe investire più di 8-10 milioni contro i 15-16 richiesti, mentre sembra occupare l'ultima casella un altro francese, Nianzou Kouassi del Siviglia. A chiudere il cerchio c’è Lenglet dell'Aston Villa,ma il mancino, oltre a essere tornato stabilmente fra gli undici titolari, è di proprietà del Barcellona e sembra ormai esserci poco tempo per imbastire un'operazione che vada a coinvolgere tre società.

Anche il CorSport conferma i soliti nomi: Chalobah può arrivare con la formula alla Tomori, ma ci sarà ancora da trattare col Chelsea. Il futuro di Adarabioyo è un'incognita. Resta viva l'ipotesi col Fulham. Anche Kiwior resta un'ipotesi sul tavolo (ma come abbiamo riportato ieri l'agente ha dichiarato che resterà a Londra NDR). Brassier costa troppo, 12 mln, ma per fine mercato non si può escludere un ritorno di fiamma. Lenglet invece è una pista in salita.


--) Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo

--) Milan: Zirkzee in pole. Sesko l'alternativa. Il difensore...


Origi verso Los Angeles. L'offerta.


Degrado Maignan: anche un nero tra gli identificati


Milan: guadagni a +50%. Balzo maggiore in Europa.


Milan: Kelly e Redondo in estate.


Milan: nasce l'U23. Jimenez, Camarda Zeroli e co...


Milan: solita formazione. E sarà così fino al Rennes.


Brassier vuole il Milan. Gli altri, difficili.


Bennacer out sabato. Ma sarà rinforzo a centrocampo



Sacchi:"Milan, tieni Pioli. Gran tecnico. l'EL...".
.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>