Borrelli:"Dovremo convivere col Coronavirus".

Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,048
Reaction score
25,762
Mi basta riavere in casa le persone che amo.

Quello è il primo e fondamentale step ma andare indietro di 80 anni non è esattamente facile.
Io non lo riesco nemmeno a immaginare un mondo senza aggregamento di persone.
Praticamente dovremo rinunciare al 90% delle nostre abitudini, sarà difficile lavorare, problematico studiare....
Ne usciremo solo quando avremo cure o vaccino .
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
6,993
Reaction score
1,376
Borrelli a Radio Capital sull'emergenza coronavirus e sul futuro che ci aspetta:"Lo scenario futuro sarà quello di convivere con questo virus e la comunità scientifica ci dirà le modalità operative di questa ripresa. Sicuramente le mascherine servono, ma soprattutto i comportamenti responsabilità. La fase 2, riaperture per gradi e tutela delle persone a rischio? Può essere così, ma la decisione va presa col comitato tecnico-scientifico che dall'inizio dell'emergenza sta lavorando proprio su questo. Per quanto mi riguarda è prematuro pronunciarsi, sono gli esperti a doverci dettare la linea. Il 16 maggio può scattare la fase 2. Se le cose non cambiano potrebbe essere, come potrebbe essere prima o dopo. Dipende dai dati, ora siamo in una situazione stazionaria e dobbiamo vedere quando inizia a decrescere la curva. Non vorrei dare date, il 16 maggio è un periodo di tempo lungo e da qui al 16 maggio potremmo avere risultati ulteriormente positivi che quindi potrebbero portarci alla fase 2".

Le tenteranno tutte per tenerci fino alla prossima primavera, facci caso, si parla sempre più di resrtizioni anche in estate, poi in autunno il virus tornerà, quindi nuovo lockdown generale.

Se arriviamo a questo, oltre all'ovvio impazzimento generale, il disastro economico sarà irrecuperabile (ammesso che già non lo sia). Io temo di più che un eventuale futuro con distanze di sicurezza e mascherine obbligatorie e senza alcuno svago venga imposto come "normale" per chissà quanto. Secondo me in Cina è probabilissimo un esito del genere, in Occidente non lo so. Il lockdown totale reiterato non conviene a nessuno.
Il settore ristorazione o locali in genere è già morto e sepolto, salvo vaccino. E vedo che la cosa è sottovalutata da molti. Senza svaghi non c'è socializzazione, la mente non si ricrea e di conseguenza si perderebbe ogni minima indipendenza del pensiero. Non andare in un locale qualsiasi con amici (o addirittura soli) non è la rinuncia a un semplice capriccio, significa rinunciare alla socialità...e l'uomo è animale sociale per definizione. Si può fare questo sacrificio per il bene comune per un periodo determinato non troppo lungo, ma poi diventa contro natura se protratto per mesi.
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
9,319
Reaction score
4,184
Se arriviamo a questo, oltre all'ovvio impazzimento generale, il disastro economico sarà irrecuperabile (ammesso che già non lo sia). Io temo di più che un eventuale futuro con distanze di sicurezza e mascherine obbligatorie e senza alcuno svago venga imposto come "normale" per chissà quanto. Secondo me in Cina è probabilissimo un esito del genere, in Occidente non lo so. Il lockdown totale reiterato non conviene a nessuno.
Il settore ristorazione o locali in genere è già morto e sepolto, salvo vaccino. E vedo che la cosa è sottovalutata da molti. Senza svaghi non c'è socializzazione, la mente non si ricrea e di conseguenza si perderebbe ogni minima indipendenza del pensiero. Non andare in un locale qualsiasi con amici (o addirittura soli) non è la rinuncia a un semplice capriccio, significa rinunciare alla socialità...e l'uomo è animale sociale per definizione. Si può fare questo sacrificio per il bene comune per un periodo determinato non troppo lungo, ma poi diventa contro natura se protratto per mesi.

:grande: :grande: :grande:
 

Kaketto

Junior Member
Registrato
4 Aprile 2018
Messaggi
315
Reaction score
6
Borrelli a Radio Capital sull'emergenza coronavirus e sul futuro che ci aspetta:"Lo scenario futuro sarà quello di convivere con questo virus e la comunità scientifica ci dirà le modalità operative di questa ripresa. Sicuramente le mascherine servono, ma soprattutto i comportamenti responsabilità. La fase 2, riaperture per gradi e tutela delle persone a rischio? Può essere così, ma la decisione va presa col comitato tecnico-scientifico che dall'inizio dell'emergenza sta lavorando proprio su questo. Per quanto mi riguarda è prematuro pronunciarsi, sono gli esperti a doverci dettare la linea. Il 16 maggio può scattare la fase 2. Se le cose non cambiano potrebbe essere, come potrebbe essere prima o dopo. Dipende dai dati, ora siamo in una situazione stazionaria e dobbiamo vedere quando inizia a decrescere la curva. Non vorrei dare date, il 16 maggio è un periodo di tempo lungo e da qui al 16 maggio potremmo avere risultati ulteriormente positivi che quindi potrebbero portarci alla fase 2".

secondo me borrelli è stato mal interpratato. anzi Locatelli in confereza stampa l'ha mezzo smentito.
e comunque dovrebbero stare attenti questi personaggi a rilasciare dichiarazioni del genere in questo momento. tornando all'eventualità di questa chiusura totale, confindustria statene certi che non lo permetterà mai una un blocco per molto tempo. entrare in questa " fase 2", cioè mezza libertà vigilata, penso sia comunque fisiologico. vedremo il quando e il come
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
9,319
Reaction score
4,184
fino al 16 maggio in quarantena? spero sia una scherzo, altri 45 giorni?

Secondo me prorogheranno fino all'estate, poi spero di sbagliarmi, ad ogni modo da metà aprile io ricomincio a farmi le mie corsette, in barba a tutto e tutti, mi son rotto. Vado per i campi in solitaria e non rompo le balle a nessuno. Non ci penso neanche a vivere come una cavia da laboratorio fino a maggio
 

Mou

New member
Registrato
25 Febbraio 2013
Messaggi
3,107
Reaction score
17
Quello è il primo e fondamentale step ma andare indietro di 80 anni non è esattamente facile.
Io non lo riesco nemmeno a immaginare un mondo senza aggregamento di persone.
Praticamente dovremo rinunciare al 90% delle nostre abitudini, sarà difficile lavorare, problematico studiare....
Ne usciremo solo quando avremo cure o vaccino .

Spero inizino da quello altrimenti la gente impazzisce davvero, io per primo.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
12,144
Reaction score
3,937
Intanto secondo """nuovi studi""" ora le goccioline possono infettare fino a 6-8 metri di distanza. Immagino sarà facilissimo tenere queste distanze in ambito lavorativo o anche solo nella vita di tutti i giorni.
 

Darren Marshall

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
16,267
Reaction score
1,944
secondo uno studio di Cambridge, servirebbero 49 giorni consecutivi di quarantena. Lo studio va detto si basa sulla situazione indiana.

Inizialmente si diceva servissero 14 giorni dal giorno con zero contagi per poter dire ultimata con successo la quarantena.
 
Alto
head>