ADL:"Sì alla Superlega, campionati non produttivi e gli agenti sono un cancro del calcio"

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
36,692
Reaction score
5,487
Aurelio De Laurentiis, intervenuto nel corso della sesta edizione del 'Business of Football Summit - The Path to Profit'.

"Il calcio è malato perché l'economia del calcio è malata perché campionati e squadre non sono in grado di competere dal punto di vista finanziario. In questo modo, i campionati non sono produttivi abbastanza. Quindi ogni volta che, ad esempio, la UEFA dice 'Okay, ora in Champions League stanziamo 2,4 miliardi di euro, in Europa League più di 500 milioni di euro e nella Conference League più di 238 milioni di euro', lo capisco. Ok. Ma se tutte queste squadre sono indebitate questo vuol dire che questa somma di denaro non è sufficiente. Quindi non è questo un calcio sostenibile. Non solo non è sostenibile, ma giochiamo anche tante gare. Quindi, quando questo accade, è come se buttassi tutto all'aria. Finisci per non attrarre più il pubblico. Per recuperare il pubblico il calcio deve essere gratis per tutti in tv. Da imprenditore devi raccogliere una pubblicità importante. Conta come fai vedere il calcio. Sicuramente allo stadio, e in Italia le strutture sono fatiscenti. Ma anche in tv, perché non è possibile che in Formula 1 le immagini ti facciano credere di essere quasi il pilota e nel calcio non sia così. Il calcio è invecchiato anche come gioco: servirebbe sedersi e riflettere sulla direzione da prendere, ma il nostro è un grande circo in cui non puoi fermarti a pensare. Gli agenti? Penso siano il cancro del calcio. La classe arbitrale invece dovrebbe dialogare di più con i club e dipendere da loro. Non esiste che un arbitro espella un allenatore. Il calcio sembra una barzelletta per questo. Superlega? Dieci anni fa proposi un campionato europeo per club a cui avrebbero partecipato squadre in base ai risultati nei propri campionati. Io sarò favorevole alla Superlega solo se sarà in grado di essere democratica, solo se ci si entrerà per merito e non per pedigree. Loro hanno promesso di essere operativi dal 2025. Chi vivrà vedrà. Noi al Mondiale per club? Mi spiace per la Juve, che è stata punita dalla Uefa ed estromessa dalle coppe: se dovessimo battere il Barcellona e poi fare una vittoria o un pareggio, di diritto dovremmo andarci noi. Ma penso che il Napoli dovrebbe andarci comunque, perché se la Juve è fuori dalle coppe europee non dovrebbe essere ammessa al Mondiale per club. Osimhen è un grandissimo giocatore e lo sanno tutti. Abbiamo avuto tante leggende come Higuain, Cavani, Lavezzi, Mertens. Tanti giocatori si sono innamorati del Napoli, questo è un posto stupendo. Alcuni sono rimasti come Hamsik per 11 anni o altri per 8. Ce ne sono altri ancora che piacciono a Real Madrid, Arsenal, PSG, Manchester City, Chelsea. Queste squadre hanno tanti soldi e quando vogliono i giocatori è difficile trattenerli. Soprattutto quando i tuoi giocatori hanno una clausola rescissoria molto alta. Osimhen? Sì, ha una clausola rescissoria e la cifra è molto alta. Se resterà? Vedremo chi partirà. I soldi sono l'ultimo problema del Napoli. Abbiamo fatto ottimi acquisti e come accaduto in passato lo faremo anche in futuro. Sono problemi sentimentali: quando va via un giocatore è come se salutassi un figlio. Ma sei felice anche se questo figlio avrà successo ovunque andrà".

01hccq251x5jc8vgv7mm.jpg
 
Ultima modifica di un moderatore:
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,990
Reaction score
25,698
Aurelio De Laurentiis, intervenuto nel corso della sesta edizione del 'Business of Football Summit - The Path to Profit'.

"Il calcio è malato perché l'economia del calcio è malata perché campionati e squadre non sono in grado di competere dal punto di vista finanziario. In questo modo, i campionati non sono produttivi abbastanza. Quindi ogni volta che, ad esempio, la UEFA dice 'Okay, ora in Champions League stanziamo 2,4 miliardi di euro, in Europa League più di 500 milioni di euro e nella Conference League più di 238 milioni di euro', lo capisco. Ok. Ma se tutte queste squadre sono indebitate questo vuol dire che questa somma di denaro non è sufficiente. Quindi non è questo un calcio sostenibile. Non solo non è sostenibile, ma giochiamo anche tante gare. Quindi, quando questo accade, è come se buttassi tutto all'aria. Finisci per non attrarre più il pubblico. Per recuperare il pubblico il calcio deve essere gratis per tutti in tv. Da imprenditore devi raccogliere una pubblicità importante. Conta come fai vedere il calcio. Sicuramente allo stadio, e in Italia le strutture sono fatiscenti. Ma anche in tv, perché non è possibile che in Formula 1 le immagini ti facciano credere di essere quasi il pilota e nel calcio non sia così. Il calcio è invecchiato anche come gioco: servirebbe sedersi e riflettere sulla direzione da prendere, ma il nostro è un grande circo in cui non puoi fermarti a pensare. Gli agenti? Penso siano il cancro del calcio. La classe arbitrale invece dovrebbe dialogare di più con i club e dipendere da loro. Non esiste che un arbitro espella un allenatore. Il calcio sembra una barzelletta per questo. Superlega? Dieci anni fa proposi un campionato europeo per club a cui avrebbero partecipato squadre in base ai risultati nei propri campionati. Io sarò favorevole alla Superlega solo se sarà in grado di essere democratica, solo se ci si entrerà per merito e non per pedigree. Loro hanno promesso di essere operativi dal 2025. Chi vivrà vedrà. Noi al Mondiale per club? Mi spiace per la Juve, che è stata punita dalla Uefa ed estromessa dalle coppe: se dovessimo battere il Barcellona e poi fare una vittoria o un pareggio, di diritto dovremmo andarci noi. Ma penso che il Napoli dovrebbe andarci comunque, perché se la Juve è fuori dalle coppe europee non dovrebbe essere ammessa al Mondiale per club. Osimhen è un grandissimo giocatore e lo sanno tutti. Abbiamo avuto tante leggende come Higuain, Cavani, Lavezzi, Mertens. Tanti giocatori si sono innamorati del Napoli, questo è un posto stupendo. Alcuni sono rimasti come Hamsik per 11 anni o altri per 8. Ce ne sono altri ancora che piacciono a Real Madrid, Arsenal, PSG, Manchester City, Chelsea. Queste squadre hanno tanti soldi e quando vogliono i giocatori è difficile trattenerli. Soprattutto quando i tuoi giocatori hanno una clausola rescissoria molto alta. Osimhen? Sì, ha una clausola rescissoria e la cifra è molto alta. Se resterà? Vedremo chi partirà. I soldi sono l'ultimo problema del Napoli. Abbiamo fatto ottimi acquisti e come accaduto in passato lo faremo anche in futuro. Sono problemi sentimentali: quando va via un giocatore è come se salutassi un figlio. Ma sei felice anche se questo figlio avrà successo ovunque andrà".

01hccq251x5jc8vgv7mm.jpg
Qua sta la chiave di tutto.
Nessuno vuole tagliare perchè ha paura di uscire dal giro che conta.
 

Giek

Junior Member
Registrato
5 Maggio 2016
Messaggi
1,968
Reaction score
1,851
Aurelio De Laurentiis, intervenuto nel corso della sesta edizione del 'Business of Football Summit - The Path to Profit'.

"Il calcio è malato perché l'economia del calcio è malata perché campionati e squadre non sono in grado di competere dal punto di vista finanziario. In questo modo, i campionati non sono produttivi abbastanza. Quindi ogni volta che, ad esempio, la UEFA dice 'Okay, ora in Champions League stanziamo 2,4 miliardi di euro, in Europa League più di 500 milioni di euro e nella Conference League più di 238 milioni di euro', lo capisco. Ok. Ma se tutte queste squadre sono indebitate questo vuol dire che questa somma di denaro non è sufficiente. Quindi non è questo un calcio sostenibile. Non solo non è sostenibile, ma giochiamo anche tante gare. Quindi, quando questo accade, è come se buttassi tutto all'aria. Finisci per non attrarre più il pubblico. Per recuperare il pubblico il calcio deve essere gratis per tutti in tv. Da imprenditore devi raccogliere una pubblicità importante. Conta come fai vedere il calcio. Sicuramente allo stadio, e in Italia le strutture sono fatiscenti. Ma anche in tv, perché non è possibile che in Formula 1 le immagini ti facciano credere di essere quasi il pilota e nel calcio non sia così. Il calcio è invecchiato anche come gioco: servirebbe sedersi e riflettere sulla direzione da prendere, ma il nostro è un grande circo in cui non puoi fermarti a pensare. Gli agenti? Penso siano il cancro del calcio. La classe arbitrale invece dovrebbe dialogare di più con i club e dipendere da loro. Non esiste che un arbitro espella un allenatore. Il calcio sembra una barzelletta per questo. Superlega? Dieci anni fa proposi un campionato europeo per club a cui avrebbero partecipato squadre in base ai risultati nei propri campionati. Io sarò favorevole alla Superlega solo se sarà in grado di essere democratica, solo se ci si entrerà per merito e non per pedigree. Loro hanno promesso di essere operativi dal 2025. Chi vivrà vedrà. Noi al Mondiale per club? Mi spiace per la Juve, che è stata punita dalla Uefa ed estromessa dalle coppe: se dovessimo battere il Barcellona e poi fare una vittoria o un pareggio, di diritto dovremmo andarci noi. Ma penso che il Napoli dovrebbe andarci comunque, perché se la Juve è fuori dalle coppe europee non dovrebbe essere ammessa al Mondiale per club. Osimhen è un grandissimo giocatore e lo sanno tutti. Abbiamo avuto tante leggende come Higuain, Cavani, Lavezzi, Mertens. Tanti giocatori si sono innamorati del Napoli, questo è un posto stupendo. Alcuni sono rimasti come Hamsik per 11 anni o altri per 8. Ce ne sono altri ancora che piacciono a Real Madrid, Arsenal, PSG, Manchester City, Chelsea. Queste squadre hanno tanti soldi e quando vogliono i giocatori è difficile trattenerli. Soprattutto quando i tuoi giocatori hanno una clausola rescissoria molto alta. Osimhen? Sì, ha una clausola rescissoria e la cifra è molto alta. Se resterà? Vedremo chi partirà. I soldi sono l'ultimo problema del Napoli. Abbiamo fatto ottimi acquisti e come accaduto in passato lo faremo anche in futuro. Sono problemi sentimentali: quando va via un giocatore è come se salutassi un figlio. Ma sei felice anche se questo figlio avrà successo ovunque andrà".

01hccq251x5jc8vgv7mm.jpg
Arrogante, megalomane, maleducato.
Ma è nettamente quello con le idee migliori.
Anche quando ha parlato di immagini TV.
È una mia battaglia personale da anni. Tralasciamo gli stadi penosi in Italia ma parliamo anche di qualità della regia, delle grafiche, dell’illuminazione.
È fondamentale tutto ciò per attirare lo spettatore.
Faccio un esempio: prendo le due migliori squadre del mondo e le faccio giocare nello stadio comunale di Novara o Pavia, con illuminazione da schifo e grafiche video anni 80. Sicuri che la gente avrebbe piacere a vedere la partita in TV?
Forse preferirebbe vedere due squadre meno quotate ma con un contorno top, stadio, tifosi a un metro dal campo, illuminazione a giorno, grafiche video accattivanti, tifo indiavolato, etc
 

-Lionard-

Junior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
1,936
Reaction score
1,636
Qua sta la chiave di tutto.
Nessuno vuole tagliare perchè ha paura di uscire dal giro che conta.
Il problema è che le big europee non vogliono perdere lo status quo acquisito e di conseguenza sono contrarie ad ogni riforma che le possa penalizzare. Hanno sposato il progetto FFP solo quando si sono resi conto che il loro fatturato era già il triplo degli altri e per evitare nuovi casi PSG e City. Non si parlerebbe di Superlega se già anni fa avessero messo in piedi un sistema stile Salary Cap che risponde anche al tema sollevato da ADL. Se i club fatturano come mai nella storia ma i debiti accumulati sono sempre di più è perchè oggi per competere con realtà che fatturato 4/5 volte più di te sei costretto ad aprire voragini nel bilancio. Il salary cap invece promuoverebbe una cultura di contenimento dei costi, divellerebbe la competizione e renderebbe la competenza la vera chiave per il successo.

Rendiamoci conto che 10 anni fa si diceva "che palle i gironi, solo dagli ottavi la Champions diventa interessante". Ora siamo già allo step successivo, dobbiamo aspettare forse i quarti per trovare match equilibrati perché 5 ottavi su 8 appaiono già segnati in partenza. Del resto ormai le big vanno a depredare la middle class continentale, come Napoli appunto, giusto per arricchire panchina e tribuna (ogni paragone con la Serie A degli anni 90 è fuori contesto, come facilmente dimostrabile).
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,990
Reaction score
25,698
Il problema è che le big europee non vogliono perdere lo status quo acquisito e di conseguenza sono contrarie ad ogni riforma che le possa penalizzare. Hanno sposato il progetto FFP solo quando si sono resi conto che il loro fatturato era già il triplo degli altri e per evitare nuovi casi PSG e City. Non si parlerebbe di Superlega se già anni fa avessero messo in piedi un sistema stile Salary Cap che risponde anche al tema sollevato da ADL. Se i club fatturano come mai nella storia ma i debiti accumulati sono sempre di più è perchè oggi per competere con realtà che fatturato 4/5 volte più di te sei costretto ad aprire voragini nel bilancio. Il salary cap invece promuoverebbe una cultura di contenimento dei costi, divellerebbe la competizione e renderebbe la competenza la vera chiave per il successo.

Rendiamoci conto che 10 anni fa si diceva "che palle i gironi, solo dagli ottavi la Champions diventa interessante". Ora siamo già allo step successivo, dobbiamo aspettare forse i quarti per trovare match equilibrati perché 5 ottavi su 8 appaiono già segnati in partenza. Del resto ormai le big vanno a depredare la middle class continentale, come Napoli appunto, giusto per arricchire panchina e tribuna (ogni paragone con la Serie A degli anni 90 è fuori contesto, come facilmente dimostrabile).
Bravissimo.
E nessuno per risanare il bilancio vuole rischiare di perdere il treno della champions.
Ecco perchè spingono per la lega chiusa e le entrate sempre certe.

In tutta questa giungla quel che ha fatto il milan è un piccolo miracolo.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,323
Reaction score
6,720
Bravissimo.
E nessuno per risanare il bilancio vuole rischiare di perdere il treno della champions.
Ecco perchè spingono per la lega chiusa e le entrate sempre certe.

In tutta questa giungla quel che ha fatto il milan è un piccolo miracolo.

Spingere per le entrare sicure...
Cioè questi vogliono fare soldi come un indipendente ma con la pagna sicura come un impiegato 😄

Io sarei per l'esatto opposto di tutto questo.
I rischi sono certi.
Se fai bene vieni ricompensato.
Se fai male lo paghi sul campo e nei conti.
Come per qualsiasi altra impresa al mondo.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,990
Reaction score
25,698
Spingere per le entrare sicure...
Cioè questi vogliono fare soldi come un indipendente ma con la pagna sicura come un impiegato 😄

Io sarei per l'esatto opposto di tutto questo.
I rischi sono certi.
Se fai bene vieni ricompensato.
Se fai male lo paghi sul campo e nei conti.
Come per qualsiasi altra impresa al mondo.
Il mondo del calcio è collassato.
I club per iniziare un percorso di risanamento vogliono avere la certezza di non finire ai margini.

Che poi è grosso modo quello che è capitato a noi.
Quale altra big ha perso 10 anni?
E nessuna vuole perderli.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,323
Reaction score
6,720
Il mondo del calcio è collassato.
I club per iniziare un percorso di risanamento vogliono avere la certezza di non finire ai margini.

Che poi è grosso modo quello che è capitato a noi.
Quale altra big ha perso 10 anni?
E nessuna vuole perderli.

Infatti stai dicendo che siamo gli unici idioti dal pianeta calcio.
E noi dopo avere perso 10 anni dovremmo appogliarli per fare in modo che questi possano rimanere competitivi?
Ma si vendessero pure le mutande.
Se il napoli ha problemi di soldi si vende Osimehn e Kvara come noi abbiamo fatto con Ibra e Thiago.
Vada a piangere altrove con gli altri come lui che vogliono cambiare le regole pure di non rimetterci sportivamente come le spagnole e le altre 2 strisciate italiane.
 

Franco

Well-known member
Registrato
22 Giugno 2022
Messaggi
1,734
Reaction score
1,559
Napoli-Apollon Limassol in pay per view a 10 euro su Sky Primafila... E poi predica di offrire la Champions gratis. Eh, ma vuoi mettere questo partitone estivo con la Champions...
Pure il discorso dei debiti non sta in piedi. I debiti ci sono non perché le entrate sono basse ma perché i costi sono troppo alti. Se alzi le entrate senza toccare il resto si alzano solo gli stipendi dei giocatori e non cambia nulla.
Insomma, il solito De Laurentis che spara panzane, solo che lo fa con il tono del santone per darsi l'immagine del visionario. Ma sempre panzane rimangono.
 
Ultima modifica:
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>