Zaia:"No passi indietro,riaprire tutto"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,228
Luca Zaia nella sua consueta conferenza:

"Le ordinanze introdotte dal Veneto non sono in contrasto con il Dpcm ma vogliono portare un principio di buon senso e rispetto nei confronti del cittadino

A me sembra che il ministro Boccia, in rappresentanza del Governo, abbia compreso le nostre volontà;
penso che per la quasi totalità delle misure oggetto di ordinanza ci sia la possibilità di dimostrare un allineamento col Dpcm per cui non le ritiriam
o

Una delle contestazioni è la vendita di abbigliamento per bimbi e quello di fiori e piante 'open air' al mercato: non è prevista
Ma ho fatto presente che si vendono in fioreria, al garden, nei supermercati.
Se la contestazione è questa rispetto alla mole di lavoro che abbiamo fatto direi che siamo a buon punto

Il Veneto può aprir tutto
Ovviamente su base solida di una certificazione che ci dà il Comitato scientifico.
E con obbligo di mascherina


Penso che la direzione, sentendo i vari colleghi, andrà verso la riapertura differenziata tra le regioni

Abbiamo un piano, che speriamo possa diventare operativo a settembre, che viaggia sui 30 mila tamponi al giorno.
E' stato deciso di acquistare altre tre macchine oltre a quella già esistente a Padova.
Macchine che consentono di fare 9mila tamponi giornalieri che saranno messe negli hub di Treviso, Vicenza e Venezia. Se riuscissimo ad acquistarle, potremmo arrivare a fare 50 mila tamponi al dì
Ora abbiamo una capacità di 11-12 mila tamponi quotidiani

Si parla tanto dei numeri dei contagiati come parametro: ma se uno non fa tamponi, non ha contagiati.
Finisce che il virtuoso viene più penalizzato di quello che non li fa.
Ora siamo a circa 350 mila.
Non ci sono altre realtà che hanno fatto tanti test come noi.
A questo si aggiungono i 700 mila test rapidi"
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,228
perchè non sono stati acquistati per tempo i macchinari o rinconvertite le aziende per produrli quando si sa da dicembre dell'emergenza internazionale e da gennaio qui ?
noi siamo agli arresti domiciliari per mancanza di tamponi,reagenti,macchinari,posti letto,personale.
questa è la verità,non per il virus di per sé
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
6,393
Reaction score
802
Luca Zaia nella sua consueta conferenza:

"Le ordinanze introdotte dal Veneto non sono in contrasto con il Dpcm ma vogliono portare un principio di buon senso e rispetto nei confronti del cittadino

A me sembra che il ministro Boccia, in rappresentanza del Governo, abbia compreso le nostre volontà;
penso che per la quasi totalità delle misure oggetto di ordinanza ci sia la possibilità di dimostrare un allineamento col Dpcm per cui non le ritiriam
o

Una delle contestazioni è la vendita di abbigliamento per bimbi e quello di fiori e piante 'open air' al mercato: non è prevista
Ma ho fatto presente che si vendono in fioreria, al garden, nei supermercati.
Se la contestazione è questa rispetto alla mole di lavoro che abbiamo fatto direi che siamo a buon punto

Il Veneto può aprir tutto
Ovviamente su base solida di una certificazione che ci dà il Comitato scientifico.
E con obbligo di mascherina


Penso che la direzione, sentendo i vari colleghi, andrà verso la riapertura differenziata tra le regioni

Abbiamo un piano, che speriamo possa diventare operativo a settembre, che viaggia sui 30 mila tamponi al giorno.
E' stato deciso di acquistare altre tre macchine oltre a quella già esistente a Padova.
Macchine che consentono di fare 9mila tamponi giornalieri che saranno messe negli hub di Treviso, Vicenza e Venezia. Se riuscissimo ad acquistarle, potremmo arrivare a fare 50 mila tamponi al dì
Ora abbiamo una capacità di 11-12 mila tamponi quotidiani

Si parla tanto dei numeri dei contagiati come parametro: ma se uno non fa tamponi, non ha contagiati.
Finisce che il virtuoso viene più penalizzato di quello che non li fa.
Ora siamo a circa 350 mila.
Non ci sono altre realtà che hanno fatto tanti test come noi.
A questo si aggiungono i 700 mila test rapidi"

Se riuscirà a superare brillantemente anche la prossima fase, come spero e credo, gli farò di nuovo un plauso pur dalla parte politica opposta.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
perchè non sono stati acquistati per tempo i macchinari o rinconvertite le aziende per produrli quando si sa da dicembre dell'emergenza internazionale e da gennaio qui ?
noi siamo agli arresti domiciliari per mancanza di tamponi,reagenti,macchinari,posti letto,personale.
questa è la verità,non per il virus di per sé

Perchè siamo governati da chi a febbraio andava ai ristoranti cinesi ad abbracciarli, invitava la gente a fare aperitivi e muoversi. Poi certo, la Cina insabbiando la gravità del virus, non ha aiutato nessuno.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
Se riuscirà a superare brillantemente anche la prossima fase, come spero e credo, gli farò di nuovo un plauso pur dalla parte politica opposta.

Non ce l'ho con te, ma vedo davvero troppa gente che continua a fare il "tifo" per un partito politico...siamo proprio un paese di politicanti...
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
Luca Zaia nella sua consueta conferenza:

"Le ordinanze introdotte dal Veneto non sono in contrasto con il Dpcm ma vogliono portare un principio di buon senso e rispetto nei confronti del cittadino

A me sembra che il ministro Boccia, in rappresentanza del Governo, abbia compreso le nostre volontà;
penso che per la quasi totalità delle misure oggetto di ordinanza ci sia la possibilità di dimostrare un allineamento col Dpcm per cui non le ritiriam
o

Una delle contestazioni è la vendita di abbigliamento per bimbi e quello di fiori e piante 'open air' al mercato: non è prevista
Ma ho fatto presente che si vendono in fioreria, al garden, nei supermercati.
Se la contestazione è questa rispetto alla mole di lavoro che abbiamo fatto direi che siamo a buon punto

Il Veneto può aprir tutto
Ovviamente su base solida di una certificazione che ci dà il Comitato scientifico.
E con obbligo di mascherina


Penso che la direzione, sentendo i vari colleghi, andrà verso la riapertura differenziata tra le regioni

Abbiamo un piano, che speriamo possa diventare operativo a settembre, che viaggia sui 30 mila tamponi al giorno.
E' stato deciso di acquistare altre tre macchine oltre a quella già esistente a Padova.
Macchine che consentono di fare 9mila tamponi giornalieri che saranno messe negli hub di Treviso, Vicenza e Venezia. Se riuscissimo ad acquistarle, potremmo arrivare a fare 50 mila tamponi al dì
Ora abbiamo una capacità di 11-12 mila tamponi quotidiani

Si parla tanto dei numeri dei contagiati come parametro: ma se uno non fa tamponi, non ha contagiati.
Finisce che il virtuoso viene più penalizzato di quello che non li fa.
Ora siamo a circa 350 mila.
Non ci sono altre realtà che hanno fatto tanti test come noi.
A questo si aggiungono i 700 mila test rapidi"

Comunque devono veramente dividere regione per regione, ci sono differenze abissali tra una e l'altra, quelle messe meglio è giusto che pian piano possano riaprire più di altre...
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,228
prima Conte fa la conferenza per dire che si vada tutti insieme,poi Boccia parla di andare dinanzi al giudice per i governatori che anticipano,infine secondo quanto appena detto da Zaia il ministro degli affari regionali avrebbe permesso le aperture differenziate e si limita a sottolineare cose "controverse" (non far vendere i fiori al mercato e i vestiti per bambini per il Veneto)
è un circo di clown o cosa ?
le aziende falliscono e qui si pensa a dove mettere i fiori
al governo parlano della Calabria e non di altre regioni che fanno lo stesso,di nuovo mi viene il sospetto che si agisca per mere divergenze politiche
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
6,393
Reaction score
802
Non ce l'ho con te, ma vedo davvero troppa gente che continua a fare il "tifo" per un partito politico...siamo proprio un paese di politicanti...

Appunto per questo ho scritto così. Non mi piace ragionare in base alla "casacca". Poi se molti ragionano così, possiamo farci poco
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
Zaia dice una cosa semplice, cioè se un individuo entra in un esercizio munito di mascherina e guanti, uno alla volta, per quale ragione dovrebbe essere più pericoloso di uno che va al supermercato?

La verità è che riaprire troppi esercizi significa dover per forza togliere autocertificazione e spostamenti cosi limitati, perchè di fatto poi le "scuse" diventerebbero talmente tante che le forze dell'ordine perderebbero solamente tempo a fermare la gente.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,284
Reaction score
11,946
Luca Zaia nella sua consueta conferenza:

"Le ordinanze introdotte dal Veneto non sono in contrasto con il Dpcm ma vogliono portare un principio di buon senso e rispetto nei confronti del cittadino

A me sembra che il ministro Boccia, in rappresentanza del Governo, abbia compreso le nostre volontà;
penso che per la quasi totalità delle misure oggetto di ordinanza ci sia la possibilità di dimostrare un allineamento col Dpcm per cui non le ritiriam
o

Una delle contestazioni è la vendita di abbigliamento per bimbi e quello di fiori e piante 'open air' al mercato: non è prevista
Ma ho fatto presente che si vendono in fioreria, al garden, nei supermercati.
Se la contestazione è questa rispetto alla mole di lavoro che abbiamo fatto direi che siamo a buon punto

Il Veneto può aprir tutto
Ovviamente su base solida di una certificazione che ci dà il Comitato scientifico.
E con obbligo di mascherina


Penso che la direzione, sentendo i vari colleghi, andrà verso la riapertura differenziata tra le regioni

Abbiamo un piano, che speriamo possa diventare operativo a settembre, che viaggia sui 30 mila tamponi al giorno.
E' stato deciso di acquistare altre tre macchine oltre a quella già esistente a Padova.
Macchine che consentono di fare 9mila tamponi giornalieri che saranno messe negli hub di Treviso, Vicenza e Venezia. Se riuscissimo ad acquistarle, potremmo arrivare a fare 50 mila tamponi al dì
Ora abbiamo una capacità di 11-12 mila tamponi quotidiani

Si parla tanto dei numeri dei contagiati come parametro: ma se uno non fa tamponi, non ha contagiati.
Finisce che il virtuoso viene più penalizzato di quello che non li fa.
Ora siamo a circa 350 mila.
Non ci sono altre realtà che hanno fatto tanti test come noi.
A questo si aggiungono i 700 mila test rapidi"

Se tutte le regioni fossero attrezzate come il Veneto sarebbe ripartito anche il campionato a quest'ora, la verità è questa.

Mi pare idealmente di tornare ai tempi della scuola quando la maestra delle volte non andava avanti col programma didattico se erano in tanti ancora a non averlo recepito.

Il veneto oggi è pronto alla fase 3, tante regioni forse non lo sono o i governatori non si fidano.
 
Alto
head>