Stadio: questione capienza, costi, prestito e San Siro out.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,203
Reaction score
12,233
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,203
Reaction score
12,233
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
.
 

Albijol

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,517
Reaction score
2,220
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.

6 stagioni di cui 4 di Banter Era. Ma ci sono o ci fanno?
 

Giek

Junior Member
Registrato
5 Maggio 2016
Messaggi
608
Reaction score
444
Continuo a sperare che salti tutto.
Meglio rimanere ancora a San Siro e aspettare qualcuno che voglia davvero costruire uno stadio all’altezza del Milan.
Stadio solo nostro, nessuna coabitazione con quelle schifezze, posti da 75.000 in su e progetto ambizioso.
Non lo voglio lo stadietto della Barbie con le mer.de e per di più costruito al risparmio
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,203
Reaction score
12,233
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
.
 
Registrato
1 Agosto 2017
Messaggi
11,356
Reaction score
1,081
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
Attualmente stiamo viaggiando sui 65mila abbondanti di media.. se abbiamo un progetto che ci vuole riportare al top in europa nei prossimi anni il nostro stadio non può avere meno di 70mila posti
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,203
Reaction score
12,233
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
.
 
Registrato
18 Settembre 2017
Messaggi
11,961
Reaction score
3,429
Tuttosport in edicola sul dibattito di ieri e sulle varie news già ampiamente riportate: Il primo dei dieci incontridel dibattito pubblico sul nuovo stadio di Inter e Milan è servito ad approfondire uno dei temi che stanno più a cuore ai tifosi: la riduzione della capienza dagli attuali 75.817 posti di San Siro ai 60-65mila del nuovoimpianto. Il primo motivo è legato ai costi, come ha spiegato il dirigente dell’Inter, Mark Van Huuksloot (l’ad nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni non sono intervenuti a causa della quasi contemporanea assemblea della Lega Serie A). Per andare oltre a quota 65mila, sarebbe necessario costruire un terzo
anello che comporterebbe una spesa aggiuntiva di altri 200 milioni, rispetto ai 603 previsti. Questo per realizzare posti che garantiscono
meno ricavi. Inter e Milan hanno calcolato che, nelle ultimi sei stagioni (escluse le porte chiuse della pandemia), l’affluenza a San Siro è
andata oltre i 65mila spettatori solo nel 15% delle partite. Uno degli accorgimenti sarà quello di rimettere in vendita in modo più rigoroso i posti lasciati liberi dagli abbonati che spesso vanno allo stadio solo per alcune partite. L’assessore Giancarlo Tancredi ha dato un assist ai club: «Non stiamo parlando solo di uno stadio, ma di un piano di opportuna rigenerazione urbana». Intanto, dai documenti prodotti per il dibattito pubblico, emerge che i club finanzieranno il 60% dei costi con un prestito ventennale a un tasso di interesse del 4,5%. E le macerie di San Siro saranno rimosse tra ottobre 2027 e maggio 2028.
Affluenza pubblico dipende molto da come sono messe le squadre in classifica e da come vanno in Champions.
Se continuiamo a rimanere nelle prime posizioni difficilmente si va sotto i 70000 come per le partite europee si potrebbe toccare gli 80mila senza problemi.

Se siamo sui 65mila non ci dovrebbero essere grossi problemi a portarlo a 70 senza costruire un altro anello.
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
35,692
Reaction score
7,848
Affluenza pubblico dipende molto da come sono messe le squadre in classifica e da come vanno in Champions.
Se continuiamo a rimanere nelle prime posizioni difficilmente si va sotto i 70000 come per le partite europee si potrebbe toccare gli 80mila senza problemi.

Se siamo sui 65mila non ci dovrebbero essere grossi problemi a portarlo a 70 senza costruire un altro anello.
basta fare gli anelli più grandi.....

sono tutte minc iate per trovare scuse coi tifosi.
 
Alto
head>