Soldato USA si dà fuoco e muore: "No complice genocidio"

Registrato
15 Maggio 2018
Messaggi
6,505
Reaction score
1,395
Al di là della questione mi pare evidente avesse seri problemi mentali, a volte quella vita ti fa impazzire, vedi quelli che tornavano dalle guerre con stress post traumatico dopo il Vietnam.

Questo è il punto, che nessuno qui ha centrato tranne te.
Come si può giudicare una persona che arriva a darsi fuoco?

E' chiaro ed evidente che mentalmente non ci stava più,
stress posto traumatico, chissà questo militare cosa ha dovuto fare, e cosa ha dovuto vedere,
arrivato al punto tale che il suo cervello ha smesso di connettere "normalmente".

Esattamente come i tanti militari che tornati in patria, si suicidano o commettono omicidi.
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,857
Reaction score
3,078
Addirittura? Io non capisco questa fissa per i palestinesi mentre gli altri popoli oppressi vengono ignorati (curdi, tibetani, uiguri, ...); non dico sia sbagliato, ma c'erano e ci sono altri popoli che hanno subito e subiscono un genocidio etnico e culturale e non godono di molte attenzioni. Poi uno statunitense che chiama altri colonizzatori fa un po' ridere, specie se trattasi di militare quindi un servo dello Stato, uno Stato nato proprio da colonie.

chi ti ha detto che sono ignorati? Perche' non lo vedi scritto su milan world? Io ti potrei parlare per due ore di fila dei rohingya del Myanmar e del nobel della pace farlocco Aung San Suu Kyi, vai tranquillo che gli altri genocidi non passano inosservati, ma ora siamo nel pieno di una crisi di portata gigantesca che bisogna fermare a ogni costo ed e' fisiologico che se ne parli di piu' ora
 
Alto
head>