Soldato USA si dà fuoco e muore: "No complice genocidio"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,799
Reaction score
10,607
Terribile scena davanti l'ambasciata israeliana a Washington: un militare statunitense, attivo nelle forze armate dell'Aviazione, si getta benzina addosso e si dà fuoco per protesta dell'aiuto militare americano nei confronti della guerra del governo israeliano.

Ricorda le proteste simboliche dei monaci tibetani contro l'occupazione cinese.

Secondo la CNN è in condizioni critiche e si chiama Aaron Bushnell di 25 anni

Prima di darsi fuoco urla in diretta su Twitch di non voler essere complice del genocidio in Palestina e che la sofferenza del suo corpo sarà minima rispetto a quanto vissuto dai palestinesi


Edit:

le ultime notizie lo danno deceduto purtroppo
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,799
Reaction score
10,607
non metto il video per ovvi motivi...sta circolando ora sui media italiani pure (la7 e rai news)

ci mettono 1 minuto esatto ad arrivare i baccalà dell'ambasciata con l'estintore...troppo tardi
e uno dei tre punta la pistola pure tutto il tempo, come se uno bruciato vivo possa essere un pericolo...
 
Ultima modifica:

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,799
Reaction score
10,607
il discorso integrale tradotto:

"Sono un membro in servizio attivo dell’aeronautica americana e non sarò più complice del genocidio.
Sto per intraprendere un atto di protesta estremo, ma rispetto a quello che i palestinesi hanno vissuto per mano dei loro colonizzatori, non è affatto estremo.

Questo è ciò che la nostra classe dirigente ha deciso che sarà normale


Palestina libera! "
 
Registrato
28 Agosto 2015
Messaggi
4,068
Reaction score
603
Io la vedo in questo modo.
Voi Palestinesi dovete, senza se e ma, liberare gli ostaggi. Punto. Non è uno strumento che possono usare.
L'istante dopo Israele dovrà interrompere ogni azione militare.
Fin quando gli ostaggi non saranno liberati per me Israele è legittimata a radere al suolo ogni millimetro.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,799
Reaction score
10,607
Io la vedo in questo modo.
Voi Palestinesi dovete, senza se e ma, liberare gli ostaggi. Punto. Non è uno strumento che possono usare.
L'istante dopo Israele dovrà interrompere ogni azione militare.
Fin quando gli ostaggi non saranno liberati per me Israele è legittimata a radere al suolo ogni millimetro.
peccato siano gli israeliani a rifiutare gli accordi per finire la guerra in cambio degli ostaggi...sarebbero a casa da tempo
se non firmano un accordo non li possono lasciare tutti, è il loro unico deterrente anche se immorale
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,874
Reaction score
3,108
Io la vedo in questo modo.
Voi Palestinesi dovete, senza se e ma, liberare gli ostaggi. Punto. Non è uno strumento che possono usare.
L'istante dopo Israele dovrà interrompere ogni azione militare.
Fin quando gli ostaggi non saranno liberati per me Israele è legittimata a radere al suolo ogni millimetro.

i 10 mila ostaggi palestinesi arbitrariamente detenuti nelle carceri israeliane invece possono stare chiusi a doppia mandata giusto?
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
31,891
Reaction score
9,857
Terribile scena davanti l'ambasciata israeliana a Washington: un militare statunitense, attivo nelle forze armate dell'Aviazione, si getta benzina addosso e si dà fuoco per protesta dell'aiuto militare americano nei confronti della guerra del governo israeliano.

Ricorda le proteste simboliche dei monaci tibetani contro l'occupazione cinese.

Secondo la CNN è in condizioni critiche e si chiama Aaron Bushnell di 25 anni

Prima di darsi fuoco urla in diretta su Twitch di non voler essere complice del genocidio in Palestina e che la sofferenza del suo corpo sarà minima rispetto a quanto vissuto dai palestinesi


Edit:

le ultime notizie lo danno deceduto purtroppo
Questo si che è un pazzo vero.

Divertente vedere i disoccupati nullafacenti che non saprebbero indicare Gaza su una cartina al grido di "toccateci tutto ma non la Palestina"

Ma darsi fuoco per la Palestina è un livello fuori scala.
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
3,550
Reaction score
1,806
Addirittura? Io non capisco questa fissa per i palestinesi mentre gli altri popoli oppressi vengono ignorati (curdi, tibetani, uiguri, ...); non dico sia sbagliato, ma c'erano e ci sono altri popoli che hanno subito e subiscono un genocidio etnico e culturale e non godono di molte attenzioni. Poi uno statunitense che chiama altri colonizzatori fa un po' ridere, specie se trattasi di militare quindi un servo dello Stato, uno Stato nato proprio da colonie.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
31,891
Reaction score
9,857
Addirittura? Io non capisco questa fissa per i palestinesi mentre gli altri popoli oppressi vengono ignorati (curdi, tibetani, uiguri, ...); non dico sia sbagliato, ma c'erano e ci sono altri popoli che hanno subito e subiscono un genocidio etnico e culturale e non godono di molte attenzioni. Poi uno statunitense che chiama altri colonizzatori fa un po' ridere, specie se trattasi di militare quindi un servo dello Stato, uno Stato nato proprio da colonie.

A livello di principio, io sono dalla parte di chiunque subisca sofferenze gratuite ingiustificate.

Dall' Ucraina ai palestinesi, per carità.
Anche se Hamas ha commesso delitti atroci ed era giusto rispondere, a tutto c'è un limite ovviamente.

Ma darsi fuoco per gente che non sa nemmeno che esisti, e soprattutto gesto che non servirà a niente, è roba da manicomio.

Fortuna non ha fatto del male ad altri.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,799
Reaction score
10,607
Addirittura? Io non capisco questa fissa per i palestinesi mentre gli altri popoli oppressi vengono ignorati (curdi, tibetani, uiguri, ...); non dico sia sbagliato, ma c'erano e ci sono altri popoli che hanno subito e subiscono un genocidio etnico e culturale e non godono di molte attenzioni. Poi uno statunitense che chiama altri colonizzatori fa un po' ridere, specie se trattasi di militare quindi un servo dello Stato, uno Stato nato proprio da colonie.
quei popoli non vengono oppressi con l'aiuto militare statunitense come in questo caso, per questo si sentiva toccato, oltre che politico ovviamente infatti pongono sempre veto all'ONU
senza la protezione USA sarebbe già stato attaccato varie volte Israele
 
Alto
head>