Pioli a rischio. Abate e summit Cardinale, Ibra, Furlani.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

R41D3N

Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
2,841
Reaction score
957
La cosa giusta e provare con Pioli fino al termine della stagione, anche perché se dovesse arrivare Abate al 99’9 percento rimane anche l’anno prossimo. Bisogna tirare avanti, cercare di arrivare quarti e tanti saluti, ma se così non fosse prenderei un allenatore pane e salame, tipo Ranieri.
Con lo sfinterista in panchina il quarto posto non è affatto certo. Credo che parecchi in rosa lo abbiano mollato da un pezzo, alcune prestazioni sono davvero inspiegabili. Il suo ciclo è finito, ci siamo sorbiti un 2023 da incubo ed ora è davvero giunto il momento di dare uno scossa all'ambiente.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,444
Reaction score
29,448
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra

Calciomercato.com: Pioli oggi ha diretto l'allenamento da solo. Senza alcun dirigente. Non c'è fiducia.


News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)
.
 

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
36,898
Reaction score
5,772
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra

Calciomercato.com: Pioli oggi ha diretto l'allenamento da solo. Senza alcun dirigente. Non c'è fiducia.

Leggere e quotare dalla prima news

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)
Posso dire una cosa?
Ora Pioli è giusto che paghi perchè giustamente ormai da 1 anno e più non capiva una mazza.
Come Maldini chi sbaglia paga.

Però sia Maldini che Pioli negli ultimi 4 anni (come alcuni giocatori che hanno dato più delle loro capacità) hanno fatto dei salti mortali per quello che può valere.

La proprietà piuttosto ora scappano tutti a gambe levate lasciando Pioli a prendersi gli insulti ( gli zoomati hanno già incominciato a tenere una linea del regime americano) questa proprietà o 2 proprietà inesistenti che quando le cose vanno male spariscono e quando le cose vanno bene salgono sul carro a parte che mi fanno schifo.

Almeno il cinese dell'Inter, quando non pagava gli stipendi e con una mariade di debiti, si presentava in prima persona e stava allo stadio.

Fino a quando avremo queste proprietà scollegate che pensano alle inclusioni fluidi ed altre robe e non a stare a contatto con la squadra, sarà sempre due tronconi divisi.
 

UDG

Junior Member
Registrato
30 Ottobre 2012
Messaggi
3,630
Reaction score
1,855
La cosa giusta e provare con Pioli fino al termine della stagione, anche perché se dovesse arrivare Abate al 99’9 percento rimane anche l’anno prossimo. Bisogna tirare avanti, cercare di arrivare quarti e tanti saluti, ma se così non fosse prenderei un allenatore pane e salame, tipo Ranieri.
Con Pioli addio qualificazione Champions, addio Europa League e addio quarto posto e forse coppa Italia con la fortuna che abbiamo, si deve aggiungere altro?
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
24,448
Reaction score
12,238
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra

Calciomercato.com: Pioli oggi ha diretto l'allenamento da solo. Senza alcun dirigente. Non c'è fiducia.

Leggere e quotare dalla prima news

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)
Una proprietà seria caccerebbe a pedate nel **** sia Pioli che il genio con gli occhialini e metterebbe al loro posto Antonio Conte e Marotta.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,444
Reaction score
29,448
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra

Calciomercato.com: Pioli oggi ha diretto l'allenamento da solo. Senza alcun dirigente. Non c'è fiducia.

Leggere e quotare dalla prima news

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)

Immagino che summit con chatgpt e la sua voce da macho...
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Similar threads

Alto
head>