Pioli a rischio. Abate e summit Cardinale, Ibra, Furlani.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,796
Reaction score
27,184
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra

Calciomercato.com: Pioli oggi ha diretto l'allenamento da solo. Senza alcun dirigente. Non c'è fiducia.

Leggere e quotare dalla prima news

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)
 

Rudi84

Junior Member
Registrato
26 Ottobre 2020
Messaggi
2,052
Reaction score
1,926
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra.

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)
Spero si intenda oltre a Pioli anche tutto lo staff sia a rischio
 

bobbylukr

Well-known member
Registrato
22 Luglio 2022
Messaggi
3,033
Reaction score
2,304
Sky conferma tutte le news precedenti su Pioli in bilico e aggiunge. Natale in bilico per Stefano Pioli: la dirigenza riflette sulla posizione dell'allenatore e più in generale su tutto lo staff tecnico (dopo la prestazione di Salerno e l'ennesimo infortunio). Nelle prossime ore ci sarà un confronto tra Cardinale, Furlani e Ibrahimovic che ha seguito la squadra da vicino negli ultimi giorni Ore, giorni di riflessione. Su tutto, a partire dalla posizione di Stefano Pioli. Da Salerno sono arrivati segnali poco incoraggianti: dalla prestazione della squadra all'ennesimo infortunio (quello di Tomori è il 30esimo della stagione), fino alle dichiarazioni nel post partita dello stesso allenatore ("dobbiamo ritrovare la magia e l'entusiasmo che abbiamo avuto nel mio Milan").

Tutti elementi che impongono riflessione e interventi immediati. La squadra è rientrata nella notte a Milano, ha dormito a Milanello e stamattina ha svolto l'ultimo allenamento prima di 72 ore di riposo (tornerà in campo il 26 dicembre). In questo arco di tempo la dirigenza deciderà cosa fare e un ruolo cruciale lo avrà da subito Zlatan Ibrahimovic. In questi primi giorni da dirigente a Milanello si è fatto un'idea e la esporrà al proprietario del club e all'amministratore delegato Giorgio Furlani. L'idea è sempre stata quella di andare avanti fino a fine anno con Pioli, ma i segnali arrivati da Salerno sono preoccupanti. Nulla è deciso, bisognerà capire le volontà.

Si riflette su tutto, non solo sulla posizione di Pioli ma in generale su tutto lo staff. Al vaglio anche i preparatori atletici: i 20 infortuni muscolari, infatti, sono un caso unico che va approfondito. In caso di esonero di Pioli, l'eventuale soluzione interna porterebbe a Ignazio Abate, attuale allenatore della Primavera. Ma dare per 6 mesi la panchina del Milan ancora in corsa ancora su tre competizioni a lui è la soluzione migliore? Anche su questo rifletteranno Cardinale e Furlani, aiutati dal determinante parere di Ibra.

News precedenti

Come riporta Calciomercato.com, sono ore di riflessioni a Casa Milan la proprietà è irritata con l'allenatore per i risultati e per i troppi infortuni muscolari.

Anche la Gazzetta Dello Sport conferma. Pioli ora è in bilico.

Sempre calciomercato: la proprietà non ha gradito nemmeno le dichiarazioni di Pioli nel post partita. Il tecnico è sempre più in bilico.

Schira: al di là delle smentite di facciata (da copione in questi casi) a Stefano Pioli viene imputata la perdita di controllo dello spogliatoio del Milan e gli scivoloni comunicativi nelle varie interviste/conferenze (mai un’assunzione di colpa e tante giustificazioni dopo sconfitte)

Gioco inesistente da un anno, sconfitte sonore, infortuni a catena, fuori dalla Champions e, dopo 5 anni, fisiologica incompatibilità con i giocatori.
Boh non mi sembra occorra altro...
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,959
Reaction score
25,667
Oggi come oggi servirebbe il Cesare maldini della situazione in attesa poi del gran ribaltone di giugno.
Un gestore vecchia maniera che rimetta ordine dove regna il caos.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Similar threads

Alto
head>