Pazzini

  • New threads
  • Latest posts
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Mi sembra rinato dopo l'arrivo di Balotelli. Evidentemente non avendo tutto il peso dell'attacco su di sé riesce a dare il meglio giocando meno che giocando tutte le partite.
 

Blu71

Senior Member
Mi sembra rinato dopo l'arrivo di Balotelli. Evidentemente non avendo tutto il peso dell'attacco su di sé riesce a dare il meglio giocando meno che giocando tutte le partite.

Pazzini, secondo me, merita rispetto per la serietà e l'impegno che ci mette sempre anche quando non gioca bene.
 

pennyhill

Senior Member
El segna semper lu

Comunque tenderei a sposare le teorie di Splendidi :fuma: in una situazione non molto dissimile aveva fatto benissimo anche con Leonardo.
 
2

2515

Guest
Splendidi, non è questo. Pazzini come tanti altri giocatori quali Milito, Gilardino, Borriello, Toni, ecc.. è un giocatore che deve avere qualcosa da dimostrare per rendere al meglio, ogni volta che tutto andava bene, sia lui sia i sopracitati si sono rilassati e non hanno più combinato nulla.
Toni dopo firenze si sentiva dio in terra ed è crollato.
Gilardino dopo un bell'inizio culminato col gol al manchester, al milan si spense del tutto.
Borriello pure, dopo che fa mezza stagione bene fa il resto male perché ha fatto troppo bene prima.
Milito dopo il triplete ha fatto regolarmente mezza stagione pietosa e poi mezza stagione grandiosa, prima sbagliando gol sulla linea partita dopo partita, per poi tornare a segnare. Devono sentirsi il pepe nel deretano certi giocatori, perché se si rilassano è finita. Di Superpippo che considera il gol più importante dell'acqua non ce ne sono ormai.
 

pennyhill

Senior Member
Splendidi, non è questo. Pazzini come tanti altri giocatori quali Milito, Gilardino, Borriello, Toni, ecc.. è un giocatore che deve avere qualcosa da dimostrare per rendere al meglio, ogni volta che tutto andava bene, sia lui sia i sopracitati si sono rilassati e non hanno più combinato nulla.
Toni dopo firenze si sentiva dio in terra ed è crollato.
Gilardino dopo un bell'inizio culminato col gol al manchester, al milan si spense del tutto.
Borriello pure, dopo che fa mezza stagione bene fa il resto male perché ha fatto troppo bene prima.
Milito dopo il triplete ha fatto regolarmente mezza stagione pietosa e poi mezza stagione grandiosa, prima sbagliando gol sulla linea partita dopo partita, per poi tornare a segnare. Devono sentirsi il pepe nel deretano certi giocatori, perché se si rilassano è finita. Di Superpippo che considera il gol più importante dell'acqua non ce ne sono ormai.

Milito è, anzi direi era (calcisticamente parlando :p ) a questo punto, un calciatore di altro livello rispetto agli altri elencati.
 
2

2515

Guest
Milito è, anzi direi era (calcisticamente parlando :p ) a questo punto, un calciatore di altro livello rispetto agli altri elencati.

Infatti ho detto post-triplete, in quell'anno credo che sarebbero stati capaci di uccidere da quanto volevano vincere.
 
Splendidi, non è questo. Pazzini come tanti altri giocatori quali Milito, Gilardino, Borriello, Toni, ecc.. è un giocatore che deve avere qualcosa da dimostrare per rendere al meglio, ogni volta che tutto andava bene, sia lui sia i sopracitati si sono rilassati e non hanno più combinato nulla.
Toni dopo firenze si sentiva dio in terra ed è crollato.
Gilardino dopo un bell'inizio culminato col gol al manchester, al milan si spense del tutto.
Borriello pure, dopo che fa mezza stagione bene fa il resto male perché ha fatto troppo bene prima.
Milito dopo il triplete ha fatto regolarmente mezza stagione pietosa e poi mezza stagione grandiosa, prima sbagliando gol sulla linea partita dopo partita, per poi tornare a segnare. Devono sentirsi il pepe nel deretano certi giocatori, perché se si rilassano è finita. Di Superpippo che considera il gol più importante dell'acqua non ce ne sono ormai.
Non sono del tutto d'accordo. Pazzini è un giocatore con delle qualità ma anche con grossi limiti e fa fatica se deve addossarsi tutto il peso di un attacco da solo, specialmente se in una squadra come il Milan, altrimenti se il peso se l'addossa un altro(Balotelli), avendo meno responsabilità mi sembra più motivato a fare bene quando viene chiamato in causa. Pazzini, avendo più poco spazio per giocare da tutto in quel poco che ha, invece se è costretto a giocare sempre, a lungo andare finisce per deludere non avendo le qualità necessarie.
Gli altri casi che hai riportato mi sembra che necessitino tutti di una trattazione particolare: Toni credo che sia stato un grande attaccante, almeno per 6 stagioni(due al Palermo, alla Fiorentina e al Bayern)quindi credo che il suo calo sia stato un calo fisiologico e dovuto all'età dato che nel 2008-2009(anno dell'inizio del calo)aveva 31-32 anni; Milito è uno che è sbocciato tardi, si è trovato nell'Inter del triplete e ha fatto il suo poi è sopraggiunta anche per lui l'età; Gilardino invece lo considero da sempre un bluff, un giocatore che non ha saputo reggere la competizione, anzi, Pazzini a differenza sua ha bisogno proprio della competizione per reggere.
 

pennyhill

Senior Member
Infatti ho detto post-triplete, in quell'anno credo che sarebbero stati capaci di uccidere da quanto volevano vincere.

Il periodo no, quello dove non vedi la porta capita a tutti gli attaccanti, ma nel caso di Milito non è solo questione di fiducia, se subisci 4-5 infortuni muscolari uno dopo l’altro, non troverai mai la condizione per avere continuità. Guarda caso nel 2012 quando non ha avuto alcun problema fisico, ha segnato 28 gol in 38 partite, più di tutti in A.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto