Ordine:"Rigore Milan - Dea, arbitra la tv".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,826
Reaction score
27,220
Franco Ordine su Il Giornale in edicola: è ufficiale: nel calcio italiano arbitra la televisione. Di qui la spiegazione didascalica alla serie dei “rigorini” che moltiplicano le polemiche e accentuano la sfiducia nei confronti dei fischietti di casa nostra. L’ultimo caso è quello di Orsato, il numero uno degli arbitri italiani, un tempo anche lui poco incline a farsi richiamare al Var (precedente: un Lazio-Milan, gol di Correa dopo un pestone su Calhanoglu, Mazzoleni lo richiama e lui amichevolmente lo manda a quel paese confermando il gol, ndc) e adesso diventato invece un solerte collaboratore di Irrati, il varista più esperto in squadra che lo richiama per l’episodio Giroud-Holm di Milan-Atalanta. Sul tema, Paolo Casarin (nella foto), un autentico santone per gli arbitri italiani, non ha dubbi sulla questione anche perché da sempre uno dei suoi comandamenti è stato “il rigore è una cosa seria!”. Spiega Casarin: «I presidenti di società hanno voluto il Var e adesso non si possono lamentare. Doveva servire a evitare chiari ed evidenti errori, e invece è servito per dare dignità ai cosi detti rigorini. Quello di Milan-Atalanta è un rigorino appunto. Orsato impiega 3 secondi, non valuta l’entità dell’impatto, non vede che Holm si mette le mani in faccia colpito leggermente al fianco. Fino a quando non si danno 2 giornate ai simulatori, questa deriva non avrà fine». Fine della stroncatura e inizio del dibattito tecnico. Che porta, tra l’altro, a recuperare anche l’intervento dell’inviato di Rocchi a Dazn, subito dopo la partita, per commentare l’accaduto. Il barlettano Damato spiega “urbi et orbi” che «se Holm si tocca altro non è un problema dell’arbitro». E qui viene fuori un grave aspetto perché vuol dire che gli arbitri possono volgere lo sguardo da un’altra parte in caso di simulazione al contrario di quel che avvenne con Fabbri in Inter-Verona (Bastoni-Duda). Anche sul rapporto arbitro-Var Paolo Casarin ha una appuntita analisi da proporre. «Ormai - sostiene - c’è lo scarica-barile. L’arbitro a Lissone vede il tocco, non ne giudica l’intensità, non lo valuta dal punto di vista calcistico ma per togliersi ogni responsabilità richiama il collega in campo al video. E così che nessuno si lamenti perché i rigorini si prendono e si incassano come dice Gasperini senza fare però l’interesse del calcio. Sta accadendo lo stesso in materia di fuorigioco, di fatto abolito dopo Roma-Inter». Ecco il punto, allora. Il calcio italiano - al contrario di quel che succede in Champions e nelle coppe - è diventato dipendente della tv e di fatto a dirigere, negli episodi chiave, non sono più gli arbitri di campo ma quelli inviati a Lissone. Per capirci il rigore di Milan-Atalanta è figlio di Irrati non di Orsato che non l’ha visto e in diretta non l’avrebbe mai dato. Proprio come avvenne nel derby di Roma (rigore alla Lazio). Per i dietrologi di professione infine c’è anche una spiegazione personale sulla “conversione” televisiva di Orsato e riguarda il suo immediato futuro professionale. Dicono nei corridoi dell’Aia che essendo a fine carriera attiva, si stia pensando di affidargli un incarico dirigenziale nella Can. Dimostrare fede nel Var può aiutare a raccogliere qualche consenso in più.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,960
Reaction score
25,668
Finalmente qualcuno ci è arrivato : sul campo vince la sensazione dell'arbitro se dichiara di aver visto, davanti al monitor vince la tecnologia perchè l'arbitro giudica con metro non di campo un episodio che non ha visto.

Assist per i malpensanti : basta che l'arbitro in area guardi da tutt'altra parte e poi il var può trovare di tutto in area.

Ed ecco che anche la tecnologia è andata a donne di facili costumi.

Ah, il protocollo che abbiamo in serie A è unico in europa.
Perfino in B il var è una cosa più seria.
Seguo la B e vi garantisco che non si assiste a scene ridicole come quelle di milan atalanta col rigorino molto ino ino ino.
 

bobbylukr

Well-known member
Registrato
22 Luglio 2022
Messaggi
3,034
Reaction score
2,304
Finalmente qualcuno ci è arrivato : sul campo vince la sensazione dell'arbitro se dichiara di aver visto, davanti al monitor vince la tecnologia perchè l'arbitro giudica con metro non di campo un episodio che non ha visto.

Assist per i malpensanti : basta che l'arbitro in area guardi da tutt'altra parte e poi il var può trovare di tutto in area.

Ed ecco che anche la tecnologia è andata a donne di facili costumi.

Ah, il protocollo che abbiamo in serie A è unico in europa.
Perfino in B il var è una cosa più seria.
Seguo la B e vi garantisco che non si assiste a scene ridicole come quelle di milan atalanta col rigorino molto ino ino ino.

Banalmente perché la Seria A ha uno "script" che deve essere seguito.
Poi ovviamente il Milan poteva fare 3 gol e lo script -in quell'occasione - andava a farsi benedire.
Ma la certezza che ci sia uno script - globale - ora non me la toglie più nessuno.
Quindi goodbye soldi alla serie A, li uso per il gamepass della ben più credibile WWE dell'integerrimo, 😅, Vince McMahon...
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,960
Reaction score
25,668
Banalmente perché la Seria A ha uno "script" che deve essere seguito.
Poi ovviamente il Milan poteva fare 3 gol e lo script -in quell'occasione - andava a farsi benedire.
Ma la certezza che ci sia uno script - globale - ora non me la toglie più nessuno.
Quindi goodbye soldi alla serie A, li uso per il gamepass della ben più credibile WWE dell'integerrimo, 😅, Vince McMahon...
Amen.
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
16,293
Reaction score
8,500
purtroppo rigore televisivo, ne abbiamo visti parecchi del genere. Più che altro è un pirla Giroud che fa un intervento scomposto in area. Detto ciò sono regolamenti da chi non ha mai giocato a calcio, contatto fortuito e danno arrecato pari a zero con palla diretta verso la bandierina con punizione massima. Scalvini che legna tutta la partita con vari falli tattici e non vede nemmeno un giallo.
 
Registrato
8 Maggio 2016
Messaggi
5,013
Reaction score
1,137
Tutte le fattispecie citate hanno una cosa in comune: squadre favorite, SEMPRE, e squadre che lo prendono in quel posto, SEMPRE.
Per far luce si parta da questo.
 
Registrato
8 Settembre 2016
Messaggi
8,245
Reaction score
2,515
Al di la dell'errore arbitrale (per me questi non sono contatti da rigore), bisognerebbe modificare in generale il regolamento, certi contatti in area andrebbero puniti con punizione a due, il rigore andrebbe dato solo per chiare occasioni da gol.
 
Alto
head>