Ordine:"Maldini, il portavoce, Pioli e i retroscena".

Registrato
5 Luglio 2018
Messaggi
3,713
Reaction score
1,863
Però perdonami ma mi sembra un tentativo di salvare la faccia da parte di Maldini.
Prima rinnovi Pioli, in un periodo in cui era troppo presto per parlarne, e ne sbandieri ai quattro venti la fiducia, e poi quando le cose vanno male sali sul carro di coloro che non lo vogliono e lo esoneri, lasciandone lo stipendio a carico della società?

È chiaro che uno spiantato come Cardinale, che già non vuole spendere per i giocatori, ti dirà di lasciarlo lì dov'è.

Oltretutto, gli serviva un portavoce per curare il rapporto con i media? No raga, ma scherziamo?
Quarant'anni sul campo e ancora non sa reggere un'intervista? O forse non voleva metterci la faccia, sapendo che ci sarebbero state domande scomode sul suo operato?
Può darsi.. il tempo ci dirà se sono solo voci messe in giro da Maldini o c'era di più.

Avrei però preferito restasse un Maldini che capito il proprio errore su Pioli avrebbe avuto il coraggio di dargli il benservito, coraggio che tra le altre cose si è sempre riconosciuto e "invidiato" a Marotta, piuttosto che la situazione attuale dove perdiamo Maldini e ci teniamo Pioli che a novembre salterà perchè ha dei limiti enormi oltre al fatto che avrà perso certamente parecchio credito davanti ai giocatori. Praticamente siamo già certi di aver buttato nel cesso la prossima stagione.

Poi oh.. ci sta che chi mette i soldi chieda conto a Maldini di CDK, di Origi, Ibra, Florenzi e a questo punto anche del rinnovo di Pioli. D

Diciamo che per far le cose fatte bene, una volta deciso di far saltare il banco con la dirigenza, scelta assolutamente legittima, avrebbero dovuto cambiare anche il mister e partire con una loro scelta, ma in questo modo avrebbero perso il parafulmine nel caso la stagione prossima non vada bene.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
191,937
Reaction score
22,479
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
191,937
Reaction score
22,479
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
191,937
Reaction score
22,479
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/
.
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
23,708
Reaction score
11,015
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/
Chi ha rinnovato il contratto a Pioli? Soreta? Maldini ha fatto delle cappelle, su questo c’è poco da discutere.
 

Clarenzio

Senior Member
Registrato
16 Luglio 2015
Messaggi
16,905
Reaction score
2,150
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/

Franco agli Ordini, schiena dritta di mestiere.
Tutte queste cose escono solo ora, che strano.
Ho la nausea a leggere certe cose
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
26,065
Reaction score
9,546
Franco Ordine sul CorSpor:"L'addio di Maldini? le differenze con Cardinale sulla gestione del mercato, una stagione non all’altezza e la fiducia a Pioli sono alcuni motivi del fine rapporto. Il dt dopo l’uscita dalla Champions ha criticato il club sugli investimenti. Dopo il KO con lo Spezia, quando iniziava a complicarsi la corsa del Milan alla Champions e Maldini stesso si sentiva sotto attacco leggendo un giorno sì e l’altro pure, che il suo mercato veniva bocciato all’unanimità da tifosi e osservatori, c’è stato un confronto molto aspro tra lui e Stefano Pioli che lasciava immaginare - a molti addetti ai lavori - un possibile esonero dell’allenatore a fine campionato in caso di mancata Champions. Qui la proprietà, informata, è intervenuta con decisione facendo arrivare da New York una sorta di avviso ai naviganti: Pioli non si tocca! Che Paolo Maldini, celebrato da fuoriclasse in campo e da dirigente dopo lo scudetto, soffrisse l’ampia platea di critiche al suo mercato, è confermato anche da un altro particolare rimasto sotto traccia. A un certo punto ha chiesto al club di poter assumere un portavoce personale che curasse i rapporti con i media, richiesta respinta al mittente con una motivazione anche qui molto secca (“se proprio insiste, se lo paghi lui!”). Così si spiega una serie di interviste non calcistiche durante le quali ha raccontato retroscena del suo lavoro svolto a Milanello. In mancanza di un addetto stampa personale, in suo soccorso sono arrivati un po’ di amici come Vieri e Leonardo.

Repubblica su Maldini che chiedeva di rispettare la storia del Milan e sul piano triennale inviato a Gerry QUI -) https://www.milanworld.net/threads/milan-i-a-beane-algoritmi-e-i-ruoli-della-triade.128547/
Pronto? Sono sempre io, F.
Prenda penna e foglio, ho un po' di cose da dettarle.
 

-Lionard-

Junior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
1,776
Reaction score
1,291
Pronto? Sono sempre io, F.
Prenda penna e foglio, ho un po' di cose da dettarle.
Ricordano i gloriosi tempi delle uova in camera e dell'e-mail notturne a Tassotti (mio avatar per ulteriori informazioni). Nei prossimi giorni mi aspetto riferimenti alle idee politiche di Paolo (pare che a Casa Milan tenesse una copia del Mein Kampf ) e qualche problema legale (magari una velata accusa di evasione fiscale). Siamo tornati in piena banter era. :wub:
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
26,065
Reaction score
9,546
Ricordano i gloriosi tempi delle uova in camera e dell'e-mail notturne a Tassotti (mio avatar per ulteriori informazioni). Nei prossimi giorni mi aspetto riferimenti alle idee politiche di Paolo (pare che a Casa Milan tenesse una copia del Mein Kampf ) e qualche problema legale (magari una velata accusa di evasione fiscale). Siamo tornati in piena banter era. :wub:
E non siamo neanche seduti a tavola ancora. Questo è giusto l'aperitivo.

Quando arriveranno i primi problemi in campo, vedrai che storie salteranno fuori...
 

-Lionard-

Junior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
1,776
Reaction score
1,291
E non siamo a nulla.

Quando arriveranno i primi problemi in campo vedrai...
Sono curioso poi di leggere l'intervista a Maldini perchè prima o poi la farà. Forse non a breve per rispetto del gruppo di ragazzi che lui stesso ha contribuito a creare e per amore di questi colori dato che sarebbe strumentalizzata ma è inevitabile che accadrà.

Ai primi problemi in campo la stampa che oggi inneggia al working team, al sistema e all'intelligenza artificiale scriverà articoli che solleticheranno la pancia del tifoso sostenendo che "gli americani non hanno capito che il calcio in Italia funziona in modo diverso" e che "le persone sono più importante dei dati". Già successo appunto con Inzaghi in panchina. Un'estate ad esaltare il fatto che Pippo non tollerasse ketchup a tavola e che avesse assunto uno specialista di calci piazzati e tempo 6 mesi erano a dire che non ci si improvvisa allenatore, che Seedorf stava facendo bene e non andava cacciato, che Pippo aveva deluso il Presidente etc....
 
Alto
head>