Occasione persa del reddito cittadinanza

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,702
Reaction score
4,982
La Corte dei Conti e Anpal (agenzia nazionale politiche attive del lavoro) hanno accertato ancora una volta quanto già a livello informale tutti avevano percepito,cioè che i centri per l'impiego in Italia continuano ad essere un disastro totale e pressochè nulla è cambiato da quando è stata varata la misura cardine del programma del M5S nel governo precedente.

Leggendo il rapporto sulla finanza pubblica 2020 ecco cosa si ritrova:

Già prima dell'emergenza coronavirus in Italia,è bene precisarlo.
Da marzo/aprile 2019 al 10 febbraio 2020 i beneficiari del reddito di cittadinanza ad aver trovato un lavoro grazie al centro per gli impieghi sono stati appena 39.760 a fronte di 915.600 nuclei familiari raggiunti e 2.370.938 persone coinvolte (la platea totale dei beneficiari conta 1.041.462 famiglie,perché considera anche le altre 125.862 che hanno ricevuto la pensione di cittadinanza.

Il dato forse anche peggiore è che 908.198 persone avrebbero dovuto essere convocate entro 31 gennaio 2020 e solo il 58% effettivamente è stato invitato a presentarsi,di questi il 25% neanche si è presentato.

Escludendo gli “esonerati” dopo l’esame con i navigator e gli individui rinviati ai Comuni per il Patto per l’inclusione (che riguarda i nuclei percettori del reddito non immediatamente attivabili per un percorso lavorativo),i patti di servizio per RdC complessivamente sottoscritti sono stati 262.738 cioè il 66 per cento dei presenti alla prima convocazione.
I beneficiari convocati per un secondo appuntamento successivamente alla sottoscrizione del PdS-RdC sono stati 87.113,pari al 33 per cento di coloro che hanno sottoscritto un Patto di Servizio per RdC

l’Italia ha fatto poco nella spesa per i servizi per il lavoro (pari all0 0,04% del Pil) in confronto a Germania (0,36%) e Francia (0,25%).
Proprio questa debolezza era stata più volte ribadita dal Movimento 5 stelle quando ha promosso il reddito di cittadinanza puntando sul rilancio dei cpi,dall’assunzione di navigator e nuovo personale fino al potenziamento delle infrastrutture tecnologiche nazionali.


Considerando le rilevazioni trimestrali effettuate fino a fine settembre 2019, la quota di persone che cercava lavoro attraverso i cpi è stata pari al 23,5 per cento: un valore modesto,soprattutto se lo si confronta con quello degli anni precedenti (nel 2017 era del 24,2 per cento e nel 2018 del 23,3).
E comunque indicativo del fatto che ancora oggi la modalità prediletta per cercare un impiego è quella dei canali informali che hanno sempre più un ruolo predominante: l’87,2 per cento nel 2019 e l’87,9 per cento nel 2018 hanno approfittato dei contatti e delle reti di parenti, amici e conoscenti, con un massimo (sopra al 90 per cento) nel Mezzogiorno,l’area del Paese che più ha beneficiato del reddito di cittadinanza.

L'unico effetto positivo tangibile è stato il contrasto alla povertà assoluta,scesa di 1.5 punti da 8.4 a 6.9

Non solo il tasso di coinvolgimento dei nuclei familiari è inferiore agli obiettivi prefissati,ma i giudici rilevano anche che "l’ammontare di risorse appare sbilanciato a danno dei nuclei numerosi e con la presenza di minori e disabili” e che “non vi è un tasso di coinvolgimento delle famiglie con cittadinanza diversa da quella italiana proporzionato alla diffusione della povertà in tali segmenti di popolazione”.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,702
Reaction score
4,982
questa idea non solo era buona ma doverosa,come in tanti paesi occidentali.
già dal principio tuttavia era chiaro che non si potesse mantenerlo sia per le restistenze presenti ad una riorganizzazione sia per l'asfissiante burocrazia,per non parlare dei livelli infimi di informatizzazione.

senza la parte sulle politiche attive del lavoro,è divenuto solo una misura assistenziale.
e fino a quando sarà così ?
quello che allarma è che non si parli più di questo,uno dei tanti temi scomparsi dal dibattito pubblico.

solo i disabili gravi devono ricevere soldi senza lavorare,questo è il punto di partenza di un paese civile.

la cosa inquietante è che non vengano neanche convocati e non ci sia neppure una connessione tra diverse regioni,per cui le offerte di lavoro si disperdono quando negli altri paesi vengono immediatamente intrecciate ai profili dei beneficiari messi nel sistematico informatico.
in questa situazione drammatica i piccoli datori di lavoro spesso neanche fanno riferimento a queste agenzie,ma vanno con il passaparola a reclutare personale.

se tutti i beneficiari abili al lavoro in età lavorativa fossero nel sistema nazionale e il lavoro non ci fosse allora uno potrebbe spalancare le braccia costernato,ma non è assolutamente questa la situazione.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,442
Reaction score
3,094
questa idea non solo era buona ma doverosa,come in tanti paesi occidentali.
già dal principio tuttavia era chiaro che non si potesse mantenerlo sia per le restistenze presenti ad una riorganizzazione sia per l'asfissiante burocrazia,per non parlare dei livelli infimi di informatizzazione.

senza la parte sulle politiche attive del lavoro,è divenuto solo una misura assistenziale.
e fino a quando sarà così ?
quello che allarma è che non si parli più di questo,uno dei tanti temi scomparsi dal dibattito pubblico.

solo i disabili gravi devono ricevere soldi senza lavorare,questo è il punto di partenza di un paese civile.

la cosa inquietante è che non vengano neanche convocati e non ci sia neppure una connessione tra diverse regioni,per cui le offerte di lavoro si disperdono quando negli altri paesi vengono immediatamente intrecciate ai profili dei beneficiari messi nel sistematico informatico.
in questa situazione drammatica i piccoli datori di lavoro spesso neanche fanno riferimento a queste agenzie,ma vanno con il passaparola a reclutare personale.

se tutti i beneficiari abili al lavoro in età lavorativa fossero nel sistema nazionale e il lavoro non ci fosse allora uno potrebbe spalancare le braccia costernato,ma non è assolutamente questa la situazione.

Ma era ovvio sarebbe finita così..nel nord italia, soprattutto in Lombardia e Veneto le PAL funzionano eccome..purtroppo siamo sempre alle solite, dal lato occupazionale il sud italia (non i sud italiani, parlo dell'area geografica) è un buco nero dove pare non si possa mai mettere in moto nulla, non funziona niente..
Alla fine chissà quanti percepiscono il reddito di cittadinanza e lavorano in nero
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,702
Reaction score
4,982
Ma era ovvio sarebbe finita così..nel nord italia, soprattutto in Lombardia e Veneto le PAL funzionano eccome..purtroppo siamo sempre alle solite, dal lato occupazionale il sud italia (non i sud italiani, parlo dell'area geografica) è un buco nero dove pare non si possa mai mettere in moto nulla, non funziona niente..
Alla fine chissà quanti percepiscono il reddito di cittadinanza e lavorano in nero

non funzionano da nessuna parte,altrimenti non ci sarebbero meno di 40 mila ad aver avuto un lavoro.
una regione da sola in un anno già dovrebbe superare questa soglia,figuriamoci 20.
in un anno è un numero vergognosamente infimo e aspetta che non sono tutti a tempo indeterminato,quindi di questi alcuni perderanno o già hanno perso il lavoro.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,442
Reaction score
3,094
non funzionano da nessuna parte,altrimenti non ci sarebbero meno di 40 mila ad aver avuto un lavoro.
una regione da sola in un anno già dovrebbe superare questa soglia,figuriamoci 20.
in un anno è un numero vergognosamente infimo e aspetta che non sono tutti a tempo indeterminato,quindi di questi alcuni perderanno o già hanno perso il lavoro.

Aspetta, io parlavo che funzionano le PAL (fatte dai privati), non il reddito di cittadinanza..quello non funziona no, perché gestito dai CPI che sono i soliti enti statali che praticamente non producono niente perché mal gestiti, sotto organico e pieni di lavativi..inoltre è innegabile che una larga fetta di gente a cui è andato era solo lì che aspettava un sussidio, o col lavoro in nero o addirittura con la voglia di restare in panciolle sul divano..

Un vero e proprio spreco di risorse..

La cosa più drammatica è stato che i 5S hanno battuto per anni e anni su sta storia del RDC e poi una volta arrivati al governo non avevano MINIMAMENTE pensato a come metterlo in atto...una dimostrazione di incapacità e improvvisazione con pochi eguali
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,702
Reaction score
4,982
Aspetta, io parlavo che funzionano le PAL (fatte dai privati), non il reddito di cittadinanza..quello non funziona no, perché gestito dai CPI che sono i soliti enti statali che praticamente non producono niente perché mal gestiti, sotto organico e pieni di lavativi..inoltre è innegabile che una larga fetta di gente a cui è andato era solo lì che aspettava un sussidio, o col lavoro in nero o addirittura con la voglia di restare in panciolle sul divano..

Un vero e proprio spreco di risorse..

La cosa più drammatica è stato che i 5S hanno battuto per anni e anni su sta storia del RDC e poi una volta arrivati al governo non avevano MINIMAMENTE pensato a come metterlo in atto...una dimostrazione di incapacità e improvvisazione con pochi eguali

certo che parliamo dei centri per l'impiego,lì si basa tutto il sistema.

sopra c'è scritto che il "fai da te" va dall'87% del centro-nord a oltre il 90% al sud,quindi come vedi le differenze sono esigue a riguardo e ancora si trova lavoro per la quasi totalità grazie a contatti privati.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
28,541
Reaction score
724
Ma era ovvio sarebbe finita così..nel nord italia, soprattutto in Lombardia e Veneto le PAL funzionano eccome..purtroppo siamo sempre alle solite, dal lato occupazionale il sud italia (non i sud italiani, parlo dell'area geografica) è un buco nero dove pare non si possa mai mettere in moto nulla, non funziona niente..
Alla fine chissà quanti percepiscono il reddito di cittadinanza e lavorano in nero

Ne conosco a decine che fanno il doppio gioco...
 
Alto
head>