Mirabelli:"Andrè Silva sarà uno dei più forti. Non mi pento".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,313
Reaction score
25,755
Mirabelli:"Andrè Silva sarà uno dei più forti. Non mi pento".

Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,510
Reaction score
14,637
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

Nuovo record mondiale del numero di dichiarazioni sul Milan.
 
Registrato
22 Marzo 2017
Messaggi
3,692
Reaction score
778
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

Tutto sommato lo vedo bene fuori da qualche stadio inglese a vendere panini.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,686
Reaction score
3,276
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

Aspetta che vediamo un po' le dichiarazioni di sto babbeo:

1 - Aubameyang è il suo vanto più grande, il vanto di averlo cercato (pensa come sta messo...solo lui eh...) ma da DS mica c'è andato subito, no, prima ha preso Silva (la riserva) a 40 milioni..e poi si è trovato senza soldi (perché ha speso altri 100 milioni in sole tipo RR e Kessie)..Genio

2 - Silva ogni volta che fa 3 gol lui rilascia sta intervista..e poi puntualmente zitto quando torna il solito ce55o...il futuro..certo, ha 24 anni bello..non sarà mai un TOP

3 - Pazienza con Piatek, ma se è partito col botto!! Il problema non è stato adattarsi, il problema è stato soccombere alla pressione..appena ha smesso di metterla dentro al primo tiro si è visto che non sapeva nemmeno stoppare la palla e che anche in mezzo alle gambe le palle non c'erano

4 - Tonali...eh, adesso lo noti, ma non eri il grande scout?? Potevi portarlo a Milano quando potevi..invece sei andato su Biglia e non ha preso nemmeno una riserva..bravo!
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,124
Reaction score
24,680
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

Ha portato Silva al Milan nel 2017 , a 22 anni, oggi, 3 anni dopo, il ragazzo di anni ne ha 25 e ancora parla di esplosione al futuro.
E quando avviene questa esplosione? A 30 anni ?
E nel frattempo noi cosa avremmo fatto?
Ogni volta che parla si ricopre di ridicolo . Del resto se non lavora è colpa del coronavirus....
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,686
Reaction score
3,276
Ha portato Silva al Milan nel 2017 , a 22 anni, oggi, 3 anni dopo, il ragazzo di anni ne ha 25 e ancora parla di esplosione al futuro.
E quando avviene questa esplosione? A 30 anni ?
E nel frattempo noi cosa avremmo fatto?
Ogni volta che parla si ricopre di ridicolo . Del resto se non lavora è colpa del coronavirus....

Eh c'è sempre il caso Toni che è esploso a 28 anni...campa e spera...peccato che per 1 Luca Toni ci sono centinaia di Paloschi, Caracciolo, Comandini etc. che non sono esplosi mai
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
15,945
Reaction score
8,134
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

mamma mia che disgrazia, questo. Oggi stiamo ancora pagando i cessi con i loro stipendi improponibili che ci ha portato a Milano. Servirà un altro anno per liberarci da tutti sti pipponi. E' riuscito ad andare anche contro la statistica questa disgrazia. Ha avuto il più grande budget della storia della Serie A e ha preso 14 giocatori senza fare 1 euro di plusvalenza. Un vero record. Vai a vendere le salamelle fuori dalla stadio.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,124
Reaction score
24,680
Eh c'è sempre il caso Toni che è esploso a 28 anni...campa e spera...peccato che per 1 Luca Toni ci sono centinaia di Paloschi, Caracciolo, Comandini etc. che non sono esplosi mai

E infatti toni alla fiorentina ci è arrivato a 28 anni e al bayern a 30.
Non è che la grande squadra può aspettare che il giovane fiorisca.
Ci vorrebbero convincere di questo in tempi di fpf ma io non lo condivido.
Si cresce solo giocando.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,152
Reaction score
6,513
Massimiliano Mirabelli, intervistato da TMW, sul calcio e sul Milan. Ecco le dichiarazioni sui rossoneri:

Aubameyang all'Inter? Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

"Andrè Silva? È giovane e ha grandi qualità. Ha bisogno di adattarsi. Arrivò al Milan dal campionato portoghese, aveva fatto bene anche in Nazionale. Doveva adattarsi. In Germania sta facendo bene. E di una cosa sono certo: sarà uno degli attaccanti poi importanti del futuro”.

"Non mi sono pentito di averlo preso? Assolutamente no. Il tempo lo dimostrerà”.

"Piatek? Quando passi dal Genoa al Milan hai bisogno di adattarti. Bisogna avere pazienza. Si dice che un attaccante quando fa gol è bravo in qualsiasi categoria. Con il Genoa Piatek ha fatto grandi cose, magari non è bello da vedere ma la mette dentro. A volte si ha poca pazienza. Quando giochi nel Milan vuoi tutto e subito. Una volta individuato il calciatore, serve aspettare”.

"Tonali? È uno dei talenti più importanti che abbiamo in Italia. Vale tantissimo. E potrebbe giocare nel Barcellona o nel Real Madrid. Chi lo prende fa un grande affare”.

"Il mio futuro? Lo stop ha fermato un po’ tutto. Avevo qualcosa in Inghilterra. Ho grande voglia. Sono uno di campo, guardo tante partite, tanti calciatori. Anche nel periodo di lockdown non mi sono mai fermato: sono sempre stato in costante aggiornamento guardando tante partite”.

Noi lo sfottiamo, ma quando farà il DS del City ci pentiremo amaramente di averlo sbolognato dopo soli 12 mesi. Che poi pure la Juve di Marotta ha vinto al secondo anno.



:troll:
 
Alto
head>