Milan: Calhanoglu è il successo tattico di Pioli.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,265
Reaction score
10,631
Come riportato dalla GDS, è Calhanoglu il vero successo tattico di Pioli. Il tecnico ha valorizzato diversi giocatori ma è riuscito ad ottenere dal turco quell'imprevedibilità che serviva e mancava alla squadra. Calhanoglu è stato il migliore in campo a Lecce: è entrato in tutte e quattro le reti segnate dal Milan.
 

Casnop

Senior Member
Registrato
27 Aprile 2015
Messaggi
10,451
Reaction score
172
Come riportato dalla GDS, è Calhanoglu il vero successo tattico di Pioli. Il tecnico ha valorizzato diversi giocatori ma è riuscito ad ottenere dal turco quell'imprevedibilità che serviva e mancava alla squadra. Calhanoglu è stato il migliore in campo a Lecce: è entrato in tutte e quattro le reti segnate dal Milan.
Classico giocatore bravo sul piano tecnico, ma la cui modesta personalità agonistica non gli ha consentito di essere più forte della piccola aberrazione che ha subito in tutto questo tempo, ovvero l'essere stato adattato a compiti e mansioni di campo lontane dalle sue caratteristiche tecniche. Il ruolo di trequarti centro in un 4231, a rinculare dietro per recuperare la palla dagli scarichi difensivi, ed a rilanciare l'azione con il lancio lungo, o la soluzione personale anche dalla distanza, è quello che maggiormente è congeniale al suo stile di gioco. Negatogli quello, non è stato capace di costruirsene un altro, preda di insicurezze e di un carattere poco incline ad un sano egocentrismo, tipico dei campioni di razza. Non tirerà mai indietro la gamba per una interdizione difensiva, d'altra parte è emerso nella palestra simil Navy Seals di Roger Schmidt a Leverkusen, il cui concetto di Gegenpressing farebbe impallidire quello del suo inventore, il nostro futuro allenatore; ma soffre la pressione difensiva estenuante, e la mancanza di uno spazio e di un tempo, dove liberare la sua idea di calcio, che chiede sempre un tempo di gioco più del necessario. Per il futuro, Rangnick dovrà disegnargli questo perimetro virtuale di gioco, o altrimenti la sua presenza in campo risulterà inevitabilmente inutile e defatigante per la sua squadra. :sisi:
 
Registrato
11 Agosto 2012
Messaggi
5,635
Reaction score
554
Come riportato dalla GDS, è Calhanoglu il vero successo tattico di Pioli. Il tecnico ha valorizzato diversi giocatori ma è riuscito ad ottenere dal turco quell'imprevedibilità che serviva e mancava alla squadra. Calhanoglu è stato il migliore in campo a Lecce: è entrato in tutte e quattro le reti segnate dal Milan.

Ma anche qui: sembra la fotocopia della questione Leao, convincono un minimo e via ad idolatrare a caso. Ma succede ovunque cosi o solo al Milan?
 

Rivera10

Member
Registrato
24 Luglio 2018
Messaggi
4,900
Reaction score
1,546
Classico giocatore bravo sul piano tecnico, ma la cui modesta personalità agonistica non gli ha consentito di essere più forte della piccola aberrazione che ha subito in tutto questo tempo, ovvero l'essere stato adattato a compiti e mansioni di campo lontane dalle sue caratteristiche tecniche. Il ruolo di trequarti centro in un 4231, a rinculare dietro per recuperare la palla dagli scarichi difensivi, ed a rilanciare l'azione con il lancio lungo, o la soluzione personale anche dalla distanza, è quello che maggiormente è congeniale al suo stile di gioco. Negatogli quello, non è stato capace di costruirsene un altro, preda di insicurezze e di un carattere poco incline ad un sano egocentrismo, tipico dei campioni di razza. Non tirerà mai indietro la gamba per una interdizione difensiva, d'altra parte è emerso nella palestra simil Navy Seals di Roger Schmidt a Leverkusen, il cui concetto di Gegenpressing farebbe impallidire quello del suo inventore, il nostro futuro allenatore; ma soffre la pressione difensiva estenuante, e la mancanza di uno spazio e di un tempo, dove liberare la sua idea di calcio, che chiede sempre un tempo di gioco più del necessario. Per il futuro, Rangnick dovrà disegnargli questo perimetro virtuale di gioco, o altrimenti la sua presenza in campo risulterà inevitabilmente inutile e defatigante per la sua squadra. :sisi:

Vedrai caro Casnop che Chalanoglu, proprio perché conosce i nuovi dettami tecnici del futuro allenatore, sarà il suo vessillifero. Che sia giusto o meno, conoscendo la personalità da donnicciuola del Turco, è tutto da vedere.
 

Stex

Member
Registrato
31 Agosto 2012
Messaggi
4,523
Reaction score
351
ma che forse messo in ruolo suo riesca a fare meglio?
in 3 anni lo han provato in tutti i ruoli, tranne dietro la punta... ora fa prestazioni discrete messo nel suo ruolo.
 

Black

Bannato
Registrato
8 Aprile 2015
Messaggi
9,408
Reaction score
58
tutte queste lodi al turco per un roboante successo contro il temibile Lecce...alle prossime tornerà nella solita mediocrità che lo contraddistingue
 
Registrato
13 Agosto 2018
Messaggi
1,743
Reaction score
339
Mamma mia che livello di giornalismo. Anni passati largo a sinistra, o da mezzala a farsi il cul0, in un 451 difensivo a fare giustamente schifo, ed adesso che gioca in 4231 libero di svariare, ovvero il suo ruolo naturale, si parla di capolavoro tattico di Pioli.
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
34,061
Reaction score
6,747
ma che forse messo in ruolo suo riesca a fare meglio?
in 3 anni lo han provato in tutti i ruoli, tranne dietro la punta... ora fa prestazioni discrete messo nel suo ruolo.

quoto, l'unico ruolo in cui potrebbe assomigliare ad un calciatore è l'unico in cui non ha praticamente mai giocato. lo stupro che han fatto mettendolo esterno sinistro non mi andrà mai giù
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,151
Reaction score
11,835
Come riportato dalla GDS, è Calhanoglu il vero successo tattico di Pioli. Il tecnico ha valorizzato diversi giocatori ma è riuscito ad ottenere dal turco quell'imprevedibilità che serviva e mancava alla squadra. Calhanoglu è stato il migliore in campo a Lecce: è entrato in tutte e quattro le reti segnate dal Milan.

Giocatorino.
 
Alto
head>