Marchetti:"Conte Napoli. E Pioli non lascia il Milan".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,118
Reaction score
29,233
Luca Marchetti a Radio Marte sul futuro di Conte e di Pioli:"Vincenzo Italiano è solleticato, ma per il momento non prende in considerazione offerte perché concentrato sul finale di stagione con la Fiorentina. Se Aurelio De Laurentiis vuole aspettare Antonio Conte, fa bene, ma ad un certo punto bisogna fare una scelta e dovrà avvenire il prima possibile. Napoli non è l'ultima spiaggia di Conte, il quale è corteggiato da sei mesi: se accetta, lo fa con consapevolezza, sapendo benissimo a cosa andrebbe incontro, nel bene e nel male. Sarebbe una bella sfida da raccogliere, anche se non sappiamo cosa abbia in testa l'ex CT dell'Italia".

"E' da tanto tempo che devi prendere un allenatore: bisogna programmare il prima possibile. Indipendentemente dalle lunghezze delle trattative, costruire una squadra per Conte non è come farlo per Pioli o Italiano. Non bisogna bruciare il tempo che, oggi, una situazione sportivamente drammatica ti ha regalato. Italiano è il più facile da prendere: è pronto a fare il salto di qualità ed usa il 4-3-3, come gli ultimi allenatori che hanno reso grande il Napoli. Conte è una strada che il Napoli cercherà di percorrere, ma bisogna persuaderlo".

"Le condizioni per ingolosire Conte devono essere molto importanti: devi assicurargli un ingaggio alto e la possibilità di farlo intervenire in maniera decisa sulla gestione tecnica. Serve la disponibilità economica a fare acquisti di peso per far crescere il Napoli. Serve un cambio di filosofia, perché il Napoli non ha mai preso giocatori fatti e finiti, dei 'top' alla Osimhem, dal momento che di solito investe sui giovani e non su chi sia già affermato. Con Conte in panchina, qualche punto di vista dovrà essere ribaltato"
.

C'è grande stima nei confronti di Stefano Pioli, ma lui non lascia il Milan: vorrebbe restare, quindi o il Milan lo manda a casa e lo rende appetibile sul mercato, oppure resta dov'è. I primi contatti diretti sono stati fatti con Conte, e non da ieri: è stato cercato dall'inverno. Con Italiano, invece, i contatti sono solo indiretti".

conte.pioli.milan.tottenham.1440x864.jpg
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,118
Reaction score
29,233
Luca Marchetti a Radio Marte sul futuro di Conte e di Pioli:"Vincenzo Italiano è solleticato, ma per il momento non prende in considerazione offerte perché concentrato sul finale di stagione con la Fiorentina. Se Aurelio De Laurentiis vuole aspettare Antonio Conte, fa bene, ma ad un certo punto bisogna fare una scelta e dovrà avvenire il prima possibile. Napoli non è l'ultima spiaggia di Conte, il quale è corteggiato da sei mesi: se accetta, lo fa con consapevolezza, sapendo benissimo a cosa andrebbe incontro, nel bene e nel male. Sarebbe una bella sfida da raccogliere, anche se non sappiamo cosa abbia in testa l'ex CT dell'Italia".

"E' da tanto tempo che devi prendere un allenatore: bisogna programmare il prima possibile. Indipendentemente dalle lunghezze delle trattative, costruire una squadra per Conte non è come farlo per Pioli o Italiano. Non bisogna bruciare il tempo che, oggi, una situazione sportivamente drammatica ti ha regalato. Italiano è il più facile da prendere: è pronto a fare il salto di qualità ed usa il 4-3-3, come gli ultimi allenatori che hanno reso grande il Napoli. Conte è una strada che il Napoli cercherà di percorrere, ma bisogna persuaderlo".

"Le condizioni per ingolosire Conte devono essere molto importanti: devi assicurargli un ingaggio alto e la possibilità di farlo intervenire in maniera decisa sulla gestione tecnica. Serve la disponibilità economica a fare acquisti di peso per far crescere il Napoli. Serve un cambio di filosofia, perché il Napoli non ha mai preso giocatori fatti e finiti, dei 'top' alla Osimhem, dal momento che di solito investe sui giovani e non su chi sia già affermato. Con Conte in panchina, qualche punto di vista dovrà essere ribaltato"
.

C'è grande stima nei confronti di Stefano Pioli, ma lui non lascia il Milan: vorrebbe restare, quindi o il Milan lo manda a casa e lo rende appetibile sul mercato, oppure resta dov'è. I primi contatti diretti sono stati fatti con Conte, e non da ieri: è stato cercato dall'inverno. Con Italiano, invece, i contatti sono solo indiretti".
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,118
Reaction score
29,233
Luca Marchetti a Radio Marte sul futuro di Conte e di Pioli:"Vincenzo Italiano è solleticato, ma per il momento non prende in considerazione offerte perché concentrato sul finale di stagione con la Fiorentina. Se Aurelio De Laurentiis vuole aspettare Antonio Conte, fa bene, ma ad un certo punto bisogna fare una scelta e dovrà avvenire il prima possibile. Napoli non è l'ultima spiaggia di Conte, il quale è corteggiato da sei mesi: se accetta, lo fa con consapevolezza, sapendo benissimo a cosa andrebbe incontro, nel bene e nel male. Sarebbe una bella sfida da raccogliere, anche se non sappiamo cosa abbia in testa l'ex CT dell'Italia".

"E' da tanto tempo che devi prendere un allenatore: bisogna programmare il prima possibile. Indipendentemente dalle lunghezze delle trattative, costruire una squadra per Conte non è come farlo per Pioli o Italiano. Non bisogna bruciare il tempo che, oggi, una situazione sportivamente drammatica ti ha regalato. Italiano è il più facile da prendere: è pronto a fare il salto di qualità ed usa il 4-3-3, come gli ultimi allenatori che hanno reso grande il Napoli. Conte è una strada che il Napoli cercherà di percorrere, ma bisogna persuaderlo".

"Le condizioni per ingolosire Conte devono essere molto importanti: devi assicurargli un ingaggio alto e la possibilità di farlo intervenire in maniera decisa sulla gestione tecnica. Serve la disponibilità economica a fare acquisti di peso per far crescere il Napoli. Serve un cambio di filosofia, perché il Napoli non ha mai preso giocatori fatti e finiti, dei 'top' alla Osimhem, dal momento che di solito investe sui giovani e non su chi sia già affermato. Con Conte in panchina, qualche punto di vista dovrà essere ribaltato"
.

C'è grande stima nei confronti di Stefano Pioli, ma lui non lascia il Milan: vorrebbe restare, quindi o il Milan lo manda a casa e lo rende appetibile sul mercato, oppure resta dov'è. I primi contatti diretti sono stati fatti con Conte, e non da ieri: è stato cercato dall'inverno. Con Italiano, invece, i contatti sono solo indiretti".
.
 

Similar threads

Alto
head>