Lotito contro Gravina. Il botta e risposta.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,252
Reaction score
30,879
Continua la guerra tra Lotito e Gravina.

Il numero uno della Federcalcio attacca:"Ci sono poi soggetti che pensano di gestire il mondo del calcio a proprio piacimento. Mi riferisco a Lotito e al lotitismo".

La replica di Lotito:"Leggo con stupore le dichiarazioni del sig. Gravina sulla mia persona, che si commentano da sole: chiare manifestazioni di pura ostilità e scomposto rancore nei miei confronti, al fine di difendersi dalle responsabilità circa lo stato attuale del calcio in Italia che tutti gli attribuiscono. I suoi rapporti personali con alcuni presidenti non escludono il disagio e la confusione che oggi regna nel sistema calcio, condivise da tutti gli operatori che cercano, nonostante gli ostacoli posti dal sig. Gravina, di rinnovarne le regole. La mia posizione di proprietario di club, consigliere federale, consigliere di Lega e componente del Senato, ruoli peraltro acquisiti con regolari e democratiche elezioni, mi consente di avere una visione più ampia e completa dei problemi e delle soluzioni possibili per eliminare i guasti prodotti. Il mondo calcio non chiede isolamento, ma necessita di una visione ampia delle sue varie componenti, alle quali i miei ruoli istituzionali, attesa l'importante ed alta valenza del calcio, mi danno la possibilità di offrire un contributo fattivo, facendolo uscire da un'autonomia, erroneamente intesa come "granducato personale".

662921da6bafa.jpeg
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,806
Reaction score
26,720
Continua la guerra tra Lotito e Gravina.

Il numero uno della Federcalcio attacca:"Ci sono poi soggetti che pensano di gestire il mondo del calcio a proprio piacimento. Mi riferisco a Lotito e al lotitismo".

La replica di Lotito:"Leggo con stupore le dichiarazioni del sig. Gravina sulla mia persona, che si commentano da sole: chiare manifestazioni di pura ostilità e scomposto rancore nei miei confronti, al fine di difendersi dalle responsabilità circa lo stato attuale del calcio in Italia che tutti gli attribuiscono. I suoi rapporti personali con alcuni presidenti non escludono il disagio e la confusione che oggi regna nel sistema calcio, condivise da tutti gli operatori che cercano, nonostante gli ostacoli posti dal sig. Gravina, di rinnovarne le regole. La mia posizione di proprietario di club, consigliere federale, consigliere di Lega e componente del Senato, ruoli peraltro acquisiti con regolari e democratiche elezioni, mi consente di avere una visione più ampia e completa dei problemi e delle soluzioni possibili per eliminare i guasti prodotti. Il mondo calcio non chiede isolamento, ma necessita di una visione ampia delle sue varie componenti, alle quali i miei ruoli istituzionali, attesa l'importante ed alta valenza del calcio, mi danno la possibilità di offrire un contributo fattivo, facendolo uscire da un'autonomia, erroneamente intesa come "granducato personale".

662921da6bafa.jpeg
Il mondo del calcio italiano è spaccato tra chi vorrebbe evolvere e chi lotta con le unghie per mantenere lo status quo.
Quando si parla di marotta League non è una visionaria caccia alle streghe o ai fantasmi e nemmeno la ricerca di alibi per nascondere gli errori della nostra squadra, questo è un punto di vista distorto della situazione.

Del resto quando c'è da fare analisi o critica non siamo in prima linea ?
La marotta League serve a indicare più che altro una competizione sportiva indirizzata sul nascere da una ragnatela di rapporti 'malata'.
Chi ha vissuto calciopoli da tifoso e spettatore cosciente sa a quale dinamiche mi riferisco.

In questo contesto è chiaro che la nostra proprietà, che ha una visione più che altro industriale, è come una barchetta di carta che si agita in uno stagno.
Perché non vuole vincere ?
No, perché i progetti della nostra proprietà passano da una valorizzazione della lega , del campionato e da un miglioramento delle risorse calcio come la costruzione dello stadio di proprietà e non poggia di certo su rapporti di amicizia per far carriera.
Marotta è il dirigente più vecchio in questo contesto, in un movimento calcistico vecchio, come volete che vada a finire?

Ma in mondo del calcio normale gravina non dovrebbe essere amico di marotta ,di agnelli e nemmeno di scaroni, dovrebbe essere semplicemente superpartes.
Come la carriera degli arbitri non dovrebbe dipendere dalla federazione ma da ente a parte.

E dire che assistiamo da mesi nel mondo del calcio a battaglie fratricide come questa tra lotito e gravina ma in tanti non vogliono ancora vedere.
Ma coprendosi gli occhi e le orecchie si vive meglio?? Per me no.

Ma tanto sembra una storia già vista e rivista , come quando si scherzava sullo sturaro e le plusvalenze farlocche e in tanti ci davano dei complottisti e poi quando è venuto tutto a galla si è scoperto che la situazione era pure peggio di come la si immaginava.
Corsi e ricorsi storici.
Vita persa, anzi rubata.
 

Franco

Well-known member
Registrato
22 Giugno 2022
Messaggi
1,840
Reaction score
1,726
Ora capite perché dico che è bene che resti Gravina? Se lo fanno fuori sale su Lotito e rimpiangeremo e molto i tempi di oggi.
 
Registrato
10 Giugno 2017
Messaggi
5,967
Reaction score
1,698
Serve il commissariamento, anzi è uno scandalo che non sia stato fatto dopo tutti gli scandali che sono scoppiati.
Commissariamento adesso vorrebbe dire finire sotto controllo diretto del governo, magari ci mettono direttamente Lotito come commissario (scherzo ma non troppo).
 

Similar threads

Alto
head>