Lenglet e Guirassy. Il Milan insiste. David in calo. Miranda...

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,230
Reaction score
27,449
GDS: Il Milan insiste per Lenglet. Emerge un ulteriore dettaglio. Il club punta un centrale di piede mancino. Lenglet corrisponde alla traccia... La trattativa a tre con Barcellona, proprietaria del cartellino, e Aston Villa, dove il giocatore è in prestito, prosegue. All'attacco Anche l'attacco ha bisogno di rinforzi, per il presente e per il futuro. Serhou Guirassy, 27 anni, punta dello Stoccarda, ha i gol che servono per essere utile al Milan di oggi e a quello dei prossimi anni. Più che trattare con il club, qui bisogna correre: Guirassy ha una clausola da 17 milioni che attira pretendenti di mezza Europa. Il Milan è già sceso in pista e ora vuole accelerare.

CorSera: Clement Lenglet, difensore centrale di piede mancino, di proprietà dell’Aston Villa ma ora in prestito al Barcellona è l’obiettivo principale. Difficile al momento che venga anticipato a gennaio l’acquisto dal Betis di Juan Miranda, già prenotato in estate. Per l’attacco sono in calo le quotazioni legate a David del Lille: l’uscita dalla Champions ha ridotto il budget per il mercato e un affare da almeno 40 milioni non è pensabile. Si studia il profilo Guirassy, il guineano dello Stoccarda, coperto da clausola da 17 milioni e impegnato in Coppa d’Africa.

Tuttosport: un difensore, possibilmente mancino, senza scartare l’ipotesi del ritorno di Gabbia dal Villarreal; il possibile arrivo in anticipo del terzino sinistro Miranda, bloccato per luglio, se il Betis Siviglia, che lo perderà a zero a fine stagione, non chiederà la luna; un centravanti con caratteristiche differenti da Giroud e Jovic - forte fisicamente e bravo ad andare in profondità - se ci saranno le opportunità giuste a livello tecnico ed economico. In sintesi, sono queste le linee che stanno guidando Furlani, Moncada e D’Ottavio nell’impostazione del mercato di gennaio. Un mercato che il Milan probabilmente non aggredirà subito come si poteva pensare in virtù dell’emergenza in difesa. La retrocessione dalla Champions all’Europa League ha cambiato le prospettive: rinforzare la squadra sì, ma seguendo la ragione, più dell'istinto.

Nonostante la coperta corta in difesa, il Milan difficilmente acquisterà un centrale già a fine dicembre per metterlo a disposizione di Pioli per Milan-Cagliari di Coppa Italia in programma il 2 gennaio. Il recupero di Kjaer e il buon debutto di Simic, hanno diminuito l’emergenza con Tomori e il prossimo rientro di Pellegrino, senza dimenticare Theo Hernandez e l’altro giovane Nsiala-Makengo. Il Milan cerca un mancino, avrebbe voluto prendere subito Kelly del Bournemouth, ma il club inglese preferisce perderlo a zero a luglio e dunque i rossoneri proveranno a prenderlo, dovendo però battere una folta concorrenza, Juventus compresa. Sono arrivati dei “no” anche per Kiwior (Arsenal) e Badiashile (Chelsea), mentre è praticabile, ma complicata, la via che porta a Lenglet: il francese gioca poco all’Aston Villa, ma è di proprietà del Barcellona con cui ha un contratto da 6 milioni. Dunque prima Lenglet dovrebbe rientrare in Spagna, quindi essere prestato nuovamente questa volta al Milan che vorrebbe però la partecipazione del Barça al pagamento dello stipendio: non semplice. Per questo non va scartata l’ipotesi Gabbia: la dirigenza rossonera vorrebbe che lui continuasse a giocare e crescere, ma è innegabile che si inserirebbe in fretta nella squadra di Pioli.


ZIRKZEE PER L'ESTATE E GLI ALTRI NOMI PER GENNAIO QUI -) Milan: Zirkzee per l'estate. Guirassy, David, Banza e Denkey...
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,230
Reaction score
27,449
CorSera: Clement Lenglet, difensore centrale di piede mancino, di proprietà dell’Aston Villa ma ora in prestito al Barcellona è l’obiettivo principale. Difficile al momento che venga anticipato a gennaio l’acquisto dal Betis di Juan Miranda, già prenotato in estate. Per l’attacco sono in calo le quotazioni legate a David del Lille: l’uscita dalla Champions ha ridotto il budget per il mercato e un affare da almeno 40 milioni non è pensabile. Si studia il profilo Guirassy, il guineano dello Stoccarda, coperto da clausola da 17 milioni e impegnato in Coppa d’Africa.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,230
Reaction score
27,449
Tuttosport: un difensore, possibilmente mancino, senza scartare l’ipotesi del ritorno di Gabbia dal Villarreal; il possibile arrivo in anticipo del terzino sinistro Miranda, bloccato per luglio, se il Betis Siviglia, che lo perderà a zero a fine stagione, non chiederà la luna; un centravanti con caratteristiche differenti da Giroud e Jovic - forte fisicamente e bravo ad andare in profondità - se ci saranno le opportunità giuste a livello tecnico ed economico. In sintesi, sono queste le linee che stanno guidando Furlani, Moncada e D’Ottavio nell’impostazione del mercato di gennaio. Un mercato che il Milan probabilmente non aggredirà subito come si poteva pensare in virtù dell’emergenza in difesa. La retrocessione dalla Champions all’Europa League ha cambiato le prospettive: rinforzare la squadra sì, ma seguendo la ragione, più dell'istinto.

Nonostante la coperta corta in difesa, il Milan difficilmente acquisterà un centrale già a fine dicembre per metterlo a disposizione di Pioli per Milan-Cagliari di Coppa Italia in programma il 2 gennaio. Il recupero di Kjaer e il buon debutto di Simic, hanno diminuito l’emergenza con Tomori e il prossimo rientro di Pellegrino, senza dimenticare Theo Hernandez e l’altro giovane Nsiala-Makengo. Il Milan cerca un mancino, avrebbe voluto prendere subito Kelly del Bournemouth, ma il club inglese preferisce perderlo a zero a luglio e dunque i rossoneri proveranno a prenderlo, dovendo però battere una folta concorrenza, Juventus compresa. Sono arrivati dei “no” anche per Kiwior (Arsenal) e Badiashile (Chelsea), mentre è praticabile, ma complicata, la via che porta a Lenglet: il francese gioca poco all’Aston Villa, ma è di proprietà del Barcellona con cui ha un contratto da 6 milioni. Dunque prima Lenglet dovrebbe rientrare in Spagna, quindi essere prestato nuovamente questa volta al Milan che vorrebbe però la partecipazione del Barça al pagamento dello stipendio: non semplice. Per questo non va scartata l’ipotesi Gabbia: la dirigenza rossonera vorrebbe che lui continuasse a giocare e crescere, ma è innegabile che si inserirebbe in fretta nella squadra di Pioli.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,230
Reaction score
27,449
GDS: Il Milan insiste per Lenglet. Emerge un ulteriore dettaglio. Il club punta un centrale di piede mancino. Lenglet corrisponde alla traccia... La trattativa a tre con Barcellona, proprietaria del cartellino, e Aston Villa, dove il giocatore è in prestito, prosegue. All'attacco Anche l'attacco ha bisogno di rinforzi, per il presente e per il futuro. Serhou Guirassy, 27 anni, punta dello Stoccarda, ha i gol che servono per essere utile al Milan di oggi e a quello dei prossimi anni. Più che trattare con il club, qui bisogna correre: Guirassy ha una clausola da 17 milioni che attira pretendenti di mezza Europa. Il Milan è già sceso in pista e ora vuole accelerare.

CorSera: Clement Lenglet, difensore centrale di piede mancino, di proprietà dell’Aston Villa ma ora in prestito al Barcellona è l’obiettivo principale. Difficile al momento che venga anticipato a gennaio l’acquisto dal Betis di Juan Miranda, già prenotato in estate. Per l’attacco sono in calo le quotazioni legate a David del Lille: l’uscita dalla Champions ha ridotto il budget per il mercato e un affare da almeno 40 milioni non è pensabile. Si studia il profilo Guirassy, il guineano dello Stoccarda, coperto da clausola da 17 milioni e impegnato in Coppa d’Africa.

Tuttosport: un difensore, possibilmente mancino, senza scartare l’ipotesi del ritorno di Gabbia dal Villarreal; il possibile arrivo in anticipo del terzino sinistro Miranda, bloccato per luglio, se il Betis Siviglia, che lo perderà a zero a fine stagione, non chiederà la luna; un centravanti con caratteristiche differenti da Giroud e Jovic - forte fisicamente e bravo ad andare in profondità - se ci saranno le opportunità giuste a livello tecnico ed economico. In sintesi, sono queste le linee che stanno guidando Furlani, Moncada e D’Ottavio nell’impostazione del mercato di gennaio. Un mercato che il Milan probabilmente non aggredirà subito come si poteva pensare in virtù dell’emergenza in difesa. La retrocessione dalla Champions all’Europa League ha cambiato le prospettive: rinforzare la squadra sì, ma seguendo la ragione, più dell'istinto.

Nonostante la coperta corta in difesa, il Milan difficilmente acquisterà un centrale già a fine dicembre per metterlo a disposizione di Pioli per Milan-Cagliari di Coppa Italia in programma il 2 gennaio. Il recupero di Kjaer e il buon debutto di Simic, hanno diminuito l’emergenza con Tomori e il prossimo rientro di Pellegrino, senza dimenticare Theo Hernandez e l’altro giovane Nsiala-Makengo. Il Milan cerca un mancino, avrebbe voluto prendere subito Kelly del Bournemouth, ma il club inglese preferisce perderlo a zero a luglio e dunque i rossoneri proveranno a prenderlo, dovendo però battere una folta concorrenza, Juventus compresa. Sono arrivati dei “no” anche per Kiwior (Arsenal) e Badiashile (Chelsea), mentre è praticabile, ma complicata, la via che porta a Lenglet: il francese gioca poco all’Aston Villa, ma è di proprietà del Barcellona con cui ha un contratto da 6 milioni. Dunque prima Lenglet dovrebbe rientrare in Spagna, quindi essere prestato nuovamente questa volta al Milan che vorrebbe però la partecipazione del Barça al pagamento dello stipendio: non semplice. Per questo non va scartata l’ipotesi Gabbia: la dirigenza rossonera vorrebbe che lui continuasse a giocare e crescere, ma è innegabile che si inserirebbe in fretta nella squadra di Pioli.

ZIRKZEE PER L'ESTATE E GLI ALTRI NOMI PER GENNAIO QUI -) Milan: Zirkzee per l'estate. Guirassy, David, Banza e Denkey...
.
 

Milo

Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
9,409
Reaction score
1,112
Io vada fuori dal coro e dico che non "approfittare" dell'anno di contratto di david sarebbe l'ennesima occasione persa.

Poi per me è più fondamentale un terzino destro titolare.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,230
Reaction score
27,449
GDS: Il Milan insiste per Lenglet. Emerge un ulteriore dettaglio. Il club punta un centrale di piede mancino. Lenglet corrisponde alla traccia... La trattativa a tre con Barcellona, proprietaria del cartellino, e Aston Villa, dove il giocatore è in prestito, prosegue. All'attacco Anche l'attacco ha bisogno di rinforzi, per il presente e per il futuro. Serhou Guirassy, 27 anni, punta dello Stoccarda, ha i gol che servono per essere utile al Milan di oggi e a quello dei prossimi anni. Più che trattare con il club, qui bisogna correre: Guirassy ha una clausola da 17 milioni che attira pretendenti di mezza Europa. Il Milan è già sceso in pista e ora vuole accelerare.

CorSera: Clement Lenglet, difensore centrale di piede mancino, di proprietà dell’Aston Villa ma ora in prestito al Barcellona è l’obiettivo principale. Difficile al momento che venga anticipato a gennaio l’acquisto dal Betis di Juan Miranda, già prenotato in estate. Per l’attacco sono in calo le quotazioni legate a David del Lille: l’uscita dalla Champions ha ridotto il budget per il mercato e un affare da almeno 40 milioni non è pensabile. Si studia il profilo Guirassy, il guineano dello Stoccarda, coperto da clausola da 17 milioni e impegnato in Coppa d’Africa.

Tuttosport: un difensore, possibilmente mancino, senza scartare l’ipotesi del ritorno di Gabbia dal Villarreal; il possibile arrivo in anticipo del terzino sinistro Miranda, bloccato per luglio, se il Betis Siviglia, che lo perderà a zero a fine stagione, non chiederà la luna; un centravanti con caratteristiche differenti da Giroud e Jovic - forte fisicamente e bravo ad andare in profondità - se ci saranno le opportunità giuste a livello tecnico ed economico. In sintesi, sono queste le linee che stanno guidando Furlani, Moncada e D’Ottavio nell’impostazione del mercato di gennaio. Un mercato che il Milan probabilmente non aggredirà subito come si poteva pensare in virtù dell’emergenza in difesa. La retrocessione dalla Champions all’Europa League ha cambiato le prospettive: rinforzare la squadra sì, ma seguendo la ragione, più dell'istinto.

Nonostante la coperta corta in difesa, il Milan difficilmente acquisterà un centrale già a fine dicembre per metterlo a disposizione di Pioli per Milan-Cagliari di Coppa Italia in programma il 2 gennaio. Il recupero di Kjaer e il buon debutto di Simic, hanno diminuito l’emergenza con Tomori e il prossimo rientro di Pellegrino, senza dimenticare Theo Hernandez e l’altro giovane Nsiala-Makengo. Il Milan cerca un mancino, avrebbe voluto prendere subito Kelly del Bournemouth, ma il club inglese preferisce perderlo a zero a luglio e dunque i rossoneri proveranno a prenderlo, dovendo però battere una folta concorrenza, Juventus compresa. Sono arrivati dei “no” anche per Kiwior (Arsenal) e Badiashile (Chelsea), mentre è praticabile, ma complicata, la via che porta a Lenglet: il francese gioca poco all’Aston Villa, ma è di proprietà del Barcellona con cui ha un contratto da 6 milioni. Dunque prima Lenglet dovrebbe rientrare in Spagna, quindi essere prestato nuovamente questa volta al Milan che vorrebbe però la partecipazione del Barça al pagamento dello stipendio: non semplice. Per questo non va scartata l’ipotesi Gabbia: la dirigenza rossonera vorrebbe che lui continuasse a giocare e crescere, ma è innegabile che si inserirebbe in fretta nella squadra di Pioli.

ZIRKZEE PER L'ESTATE E GLI ALTRI NOMI PER GENNAIO QUI -) Milan: Zirkzee per l'estate. Guirassy, David, Banza e Denkey...
.
 
Registrato
3 Marzo 2013
Messaggi
3,498
Reaction score
940
Lenglet è’ veramente scarso. Meno peggio il ritorno del modesto Gabbia, almeno non buttiamo soldi.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>