Leao:"Sogno Gucci e Prada. C'è altro oltre a calcio...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,653
Reaction score
27,128
Leao (che come riferito ieri non tira in porta dallo scorso ottobre) intervistato da Versus conferma di avere anche altre cose per la testa:"Mio padre è alla moda, gli piace indossare abiti: è stata una delle prime persone a ispirarmi a vestirmi bene e a controllare tutto prima di uscire di casa. Dipende dalla personalità, sono piuttosto tranquillo ma voglio entrare in quel mondo quindi ho bisogno di cercare persone che possano aiutarmi a raggiungere ed esprimermi al massimo livello. Non ho paura, penso di avere la personalità per farlo… e l’immagine. Voglio solo fare campagne con i più grandi marchi come Gucci, Prada, Bottega – questo genere di cose”.

Quando scendi in campo sei una persona normale e una persona normale può fare qualsiasi cosa. Certo, il calcio è il tuo primo lavoro e devi dare il 100%, ma puoi fare anche altre cose. Penso che il 90% dei giocatori di calcio voglia provare altre cose, ma a volte hanno paura di quello che dirà la gente”, mettendo così a tacere le critiche di chi sostiene che il calciatore possa trovare nelle proprie passione extracalcistiche solo distrazioni.

"La musica? conosco almeno due o tre musicisti che hanno fatto musica e non l’hanno pubblicata perché non sono sicuri di come suoni“.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
31,823
Reaction score
9,795
Questo ormai è completamente bruciato

Vendere
Concordo.

Non ha capito che nemmeno Messi e Ronaldo se non fossero stati concentrati 100% sul calcio non sarebbero stati Messi e Ronaldo

L' ho sempre difeso, ma se le cose stanno cosi non farà mai lo step che gli manca.
E si vede benissimo va in campo...
 

Alkampfer

Junior Member
Registrato
8 Settembre 2012
Messaggi
3,083
Reaction score
2,118
il problema è che sul campo dà il 50% a dire tanto.
questo appena cala un po fisicamente vale un salamella qualsiasi.
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,518
Reaction score
14,595
Leao (che come riferito ieri non tira in porta dallo scorso ottobre) intervistato da Versus conferma di avere anche altre cose per la testa:"Mio padre è alla moda, gli piace indossare abiti: è stata una delle prime persone a ispirarmi a vestirmi bene e a controllare tutto prima di uscire di casa. Dipende dalla personalità, sono piuttosto tranquillo ma voglio entrare in quel mondo quindi ho bisogno di cercare persone che possano aiutarmi a raggiungere ed esprimermi al massimo livello. Non ho paura, penso di avere la personalità per farlo… e l’immagine. Voglio solo fare campagne con i più grandi marchi come Gucci, Prada, Bottega – questo genere di cose”.

Quando scendi in campo sei una persona normale e una persona normale può fare qualsiasi cosa. Certo, il calcio è il tuo primo lavoro e devi dare il 100%, ma puoi fare anche altre cose. Penso che il 90% dei giocatori di calcio voglia provare altre cose, ma a volte hanno paura di quello che dirà la gente”, mettendo così a tacere le critiche di chi sostiene che il calciatore possa trovare nelle proprie passione extracalcistiche solo distrazioni.

"La musica? conosco almeno due o tre musicisti che hanno fatto musica e non l’hanno pubblicata perché non sono sicuri di come suoni“.
il problema è che il suo modo di ragionare va a braccetto con le follie di Pig Gelly.
Liberateci dal male
 
Registrato
18 Settembre 2017
Messaggi
14,759
Reaction score
5,959
Ecco pronto il sostituto di Krunic (come future bestemmie). Sistemata la bega del contratto, arrivederci a tutti.

Tutti da noi vengono 'sti soggetti, ormai ci siamo fatti la nomea di un istituto benefico.

È colpa solo nostra. Siamo usciti per un colpo di tacco dalla Champions. Ha preso nel cuore di tanti un posto di affetto, brutta bestia l'innamoramento non corrisposto.

su Krunic c'era un odio di tutti con questo è diverso.
 

Commodore06

Well-known member
Registrato
1 Ottobre 2023
Messaggi
1,291
Reaction score
1,167
Come volevasi dimostrare.
Questo ha altro in testa.

Il Leao più forte ce lo siamo goduto le ultime 10 giornate del campionato dello scudetto. Ed è stato un piacere vederlo giocare in quella maniera.

Ma quello era un ambiente non ancora contaminato dal virus "vincere non è poi così importante" contagiato dai nuovi vertici societari.
 

Similar threads

Alto
head>