Leao e Bennacer: rinnovi spinosi. I prestiti, Ibra e Giroud...

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
169,031
Reaction score
13,934
CorSport: i casi più spinosi in casa Milan sono quelli di Rafael Leao e Ismael Bennacer, ma su entrambi i rossoneri nutrono ancora fiducia di poter arrivare ad un accordo. La deadline che aveva tracciato Paolo Maldini non è stata rispettata. Poco più di un mese fa, prima di Milan-Juventus dell’11 ottobre, il direttore tecnico aveva dichiarato di voler trovare una soluzione al rinnovo dell’attaccante portoghese prima del Mondiale. In queste settimane non ci sono stati grossi passi in avanti. Jorge Mendes ufficialmente non è più il suo manager ma ruota ancora attorno a Leao, mentre l’ultimo colloquio in sede lo ha avuto l’avvocato che detiene la procura, Ted Dimvula, ma c’è soprattutto il nodo Sporting Lisbona da risolvere. Il risarcimento alla squadra portoghese incide sullo stipendio annuale di Rafa, pignorato del 20% ogni anno, e la cifra da pagare supera i 10 milioni. Ciò porterebbe i rappresentanti di Leao a chiedere un ingaggio di oltre sette milioni e una serie di bonus che aiuterebbero il giocatore a risarcire lo Sporting.

Le contrattazioni vanno avanti da molto tempo, Leao continua a essere legato al Milan ma al momento non c’è una soluzione immediata all’orizzonte. Inciderà anche il Mondiale, perché in base all’andamento di Leao potranno arrivare importanti offerte dall’estero, con Chelsea, Real Madrid, City e Psg che un pensiero vorrebbero farlo. La scadenza per Leao è fissata al 30 giugno del 2024 e se entro l’estate non dovesse rinnovare allora il Milan potrebbe prendere in esame seriamente l’ipotesi di venderlo per non perderlo a zero.

L’altro contratto pesante che scade nel 2024 è quello di Ismael Bennacer. Non meno importante di Leao, perché il centrocampista algerino è fondamentale per le geometrie della squadra, uno dei più affidabili per rendimento e applicazione. Il suo rinnovo è più semplice perché si tratta solamente di concordare la cifra giusta per il prolungamento e la sua richiesta va oltre i 4,5 milioni all’anno, mentre attualmente ne percepisce 1,5 a stagione.

Ci sono invece giocatori con il contratto in scadenza a fine campionato, come i due portieri Tatarusanu e Mirante. Per entrambi ci saranno valutazioni in primavera, ma il Milan sarebbe intenzionato a cambiare per rinforzare il reparto alle spalle di Maignan. Pure i prestiti di Sergino Dest e Aster Vranckx terminano al 30 giugno e per quella data il Milan dovrà investire 20 milioni per l’americano e 13 milioni per il belga se davvero volesse tenerli. Ugualmente Brahim Diaz in prestito dal Real porterà Maldini a fare delle scelte. Bakayoko è in uscita già a gennaio, mentre per Ibrahimovic in scadenza a giugno ogni decisione spetta a lui. Per Giroud è già pronto il rinnovo
 
Ultima modifica:

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
169,031
Reaction score
13,934
CorSport: i casi più spinosi in casa Milan sono quelli di Rafael Leao e Ismael Bennacer, ma su entrambi i rossoneri nutrono ancora fiducia di poter arrivare ad un accordo. La deadline che aveva tracciato Paolo Maldini non è stata rispettata. Poco più di un mese fa, prima di Milan-Juventus dell’11 ottobre, il direttore tecnico aveva dichiarato di voler trovare una soluzione al rinnovo dell’attaccante portoghese prima del Mondiale. In queste settimane non ci sono stati grossi passi in avanti. Jorge Mendes ufficialmente non è più il suo manager ma ruota ancora attorno a Leao, mentre l’ultimo colloquio in sede lo ha avuto l’avvocato che detiene la procura, Ted Dimvula, ma c’è soprattutto il nodo Sporting Lisbona da risolvere. Il risarcimento alla squadra portoghese incide sullo stipendio annuale di Rafa, pignorato del 20% ogni anno, e la cifra da pagare supera i 10 milioni. Ciò porterebbe i rappresentanti di Leao a chiedere un ingaggio di oltre sette milioni e una serie di bonus che aiuterebbero il giocatore a risarcire lo Sporting.

Le contrattazioni vanno avanti da molto tempo, Leao continua a essere legato al Milan ma al momento non c’è una soluzione immediata all’orizzonte. Inciderà anche il Mondiale, perché in base all’andamento di Leao potranno arrivare importanti offerte dall’estero, con Chelsea, Real Madrid, City e Psg che un pensiero vorrebbero farlo. La scadenza per Leao è fissata al 30 giugno del 2024 e se entro l’estate non dovesse rinnovare allora il Milan potrebbe prendere in esame seriamente l’ipotesi di venderlo per non perderlo a zero.

L’altro contratto pesante che scade nel 2024 è quello di Ismael Bennacer. Non meno importante di Leao, perché il centrocampista algerino è fondamentale per le geometrie della squadra, uno dei più affidabili per rendimento e applicazione. Il suo rinnovo è più semplice perché si tratta solamente di concordare la cifra giusta per il prolungamento e la sua richiesta va oltre i 4,5 milioni all’anno, mentre attualmente ne percepisce 1,5 a stagione.

Ci sono invece giocatori con il contratto in scadenza a fine campionato, come i due portieri Tatarusanu e Mirante. Per entrambi ci saranno valutazioni in primavera, ma il Milan sarebbe intenzionato a cambiare per rinforzare il reparto alle spalle di Maignan. Pure i prestiti di Sergino Dest e Aster Vranckx terminano al 30 giugno e per quella data il Milan dovrà investire 20 milioni per l’americano e 13 milioni per il belga se davvero volesse tenerli. Ugualmente Brahim Diaz in prestito dal Real porterà Maldini a fare delle scelte. Bakayoko è in uscita già a gennaio, mentre per Ibrahimovic in scadenza a giugno ogni decisione spetta a lui. Per Giroud è già pronto il rinnovo
.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
49,197
Reaction score
14,757
CorSport: i casi più spinosi in casa Milan sono quelli di Rafael Leao e Ismael Bennacer, ma su entrambi i rossoneri nutrono ancora fiducia di poter arrivare ad un accordo. La deadline che aveva tracciato Paolo Maldini non è stata rispettata. Poco più di un mese fa, prima di Milan-Juventus dell’11 ottobre, il direttore tecnico aveva dichiarato di voler trovare una soluzione al rinnovo dell’attaccante portoghese prima del Mondiale. In queste settimane non ci sono stati grossi passi in avanti. Jorge Mendes ufficialmente non è più il suo manager ma ruota ancora attorno a Leao, mentre l’ultimo colloquio in sede lo ha avuto l’avvocato che detiene la procura, Ted Dimvula, ma c’è soprattutto il nodo Sporting Lisbona da risolvere. Il risarcimento alla squadra portoghese incide sullo stipendio annuale di Rafa, pignorato del 20% ogni anno, e la cifra da pagare supera i 10 milioni. Ciò porterebbe i rappresentanti di Leao a chiedere un ingaggio di oltre sette milioni e una serie di bonus che aiuterebbero il giocatore a risarcire lo Sporting.

Le contrattazioni vanno avanti da molto tempo, Leao continua a essere legato al Milan ma al momento non c’è una soluzione immediata all’orizzonte. Inciderà anche il Mondiale, perché in base all’andamento di Leao potranno arrivare importanti offerte dall’estero, con Chelsea, Real Madrid, City e Psg che un pensiero vorrebbero farlo. La scadenza per Leao è fissata al 30 giugno del 2024 e se entro l’estate non dovesse rinnovare allora il Milan potrebbe prendere in esame seriamente l’ipotesi di venderlo per non perderlo a zero.

L’altro contratto pesante che scade nel 2024 è quello di Ismael Bennacer. Non meno importante di Leao, perché il centrocampista algerino è fondamentale per le geometrie della squadra, uno dei più affidabili per rendimento e applicazione. Il suo rinnovo è più semplice perché si tratta solamente di concordare la cifra giusta per il prolungamento e la sua richiesta va oltre i 4,5 milioni all’anno, mentre attualmente ne percepisce 1,5 a stagione.

Ci sono invece giocatori con il contratto in scadenza a fine campionato, come i due portieri Tatarusanu e Mirante. Per entrambi ci saranno valutazioni in primavera, ma il Milan sarebbe intenzionato a cambiare per rinforzare il reparto alle spalle di Maignan. Pure i prestiti di Sergino Dest e Aster Vranckx terminano al 30 giugno e per quella data il Milan dovrà investire 20 milioni per l’americano e 13 milioni per il belga se davvero volesse tenerli. Ugualmente Brahim Diaz in prestito dal Real porterà Maldini a fare delle scelte. Bakayoko è in uscita già a gennaio, mentre per Ibrahimovic in scadenza a giugno ogni decisione spetta a lui. Per Giroud è già pronto il rinnovo
Ed è arrivato il mondiale, i giocatori hanno svuotato l'armadietto e i rinnovi non sono arrivati.
Scherzando scherzando è arrivato il 2023.
E ora??
 

Mauricio

Junior Member
Registrato
8 Febbraio 2018
Messaggi
1,580
Reaction score
1,105
Ed è arrivato il mondiale, i giocatori hanno svuotato l'armadietto e i rinnovi non sono arrivati.
Scherzando scherzando è arrivato il 2023.
E ora??
E ora nulla. Ovviamente le richieste di Bennacer aumentano di giorno in giorno (prima era 4, ora addirittura oltre 4,5. Tra poco saranno 5 o più) ma non sono fuori portata. Per cui lui ha qualche speranza di rinnovare. Leao ovviamente è andato.
Per i riscatti, mi ripeto: 20 milioni ciascuni per Dest e Diaz non li investiranno mai perché non li valgono minimamente. Vranckx si vedrà.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
26,772
Reaction score
6,493
solamente noi abbiamo gente che prende 1,5 e ne chiede più di 3 volte...già 4 milioni sarebbe tanto
 
Registrato
24 Marzo 2014
Messaggi
21,157
Reaction score
2,314
E ora nulla. Ovviamente le richieste di Bennacer aumentano di giorno in giorno (prima era 4, ora addirittura oltre 4,5. Tra poco saranno 5 o più) ma non sono fuori portata. Per cui lui ha qualche speranza di rinnovare. Leao ovviamente è andato.
Per i riscatti, mi ripeto: 20 milioni ciascuni per Dest e Diaz non li investiranno mai perché non li valgono minimamente. Vranckx si vedrà.
Rinnovando prima percepisce per più tempo il nuovo stipendio invece di quello vecchio, è normale che aspettando le richieste salgano.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
22,794
Reaction score
5,714
CorSport: i casi più spinosi in casa Milan sono quelli di Rafael Leao e Ismael Bennacer, ma su entrambi i rossoneri nutrono ancora fiducia di poter arrivare ad un accordo. La deadline che aveva tracciato Paolo Maldini non è stata rispettata. Poco più di un mese fa, prima di Milan-Juventus dell’11 ottobre, il direttore tecnico aveva dichiarato di voler trovare una soluzione al rinnovo dell’attaccante portoghese prima del Mondiale. In queste settimane non ci sono stati grossi passi in avanti. Jorge Mendes ufficialmente non è più il suo manager ma ruota ancora attorno a Leao, mentre l’ultimo colloquio in sede lo ha avuto l’avvocato che detiene la procura, Ted Dimvula, ma c’è soprattutto il nodo Sporting Lisbona da risolvere. Il risarcimento alla squadra portoghese incide sullo stipendio annuale di Rafa, pignorato del 20% ogni anno, e la cifra da pagare supera i 10 milioni. Ciò porterebbe i rappresentanti di Leao a chiedere un ingaggio di oltre sette milioni e una serie di bonus che aiuterebbero il giocatore a risarcire lo Sporting.

Le contrattazioni vanno avanti da molto tempo, Leao continua a essere legato al Milan ma al momento non c’è una soluzione immediata all’orizzonte. Inciderà anche il Mondiale, perché in base all’andamento di Leao potranno arrivare importanti offerte dall’estero, con Chelsea, Real Madrid, City e Psg che un pensiero vorrebbero farlo. La scadenza per Leao è fissata al 30 giugno del 2024 e se entro l’estate non dovesse rinnovare allora il Milan potrebbe prendere in esame seriamente l’ipotesi di venderlo per non perderlo a zero.

L’altro contratto pesante che scade nel 2024 è quello di Ismael Bennacer. Non meno importante di Leao, perché il centrocampista algerino è fondamentale per le geometrie della squadra, uno dei più affidabili per rendimento e applicazione. Il suo rinnovo è più semplice perché si tratta solamente di concordare la cifra giusta per il prolungamento e la sua richiesta va oltre i 4,5 milioni all’anno, mentre attualmente ne percepisce 1,5 a stagione.

Ci sono invece giocatori con il contratto in scadenza a fine campionato, come i due portieri Tatarusanu e Mirante. Per entrambi ci saranno valutazioni in primavera, ma il Milan sarebbe intenzionato a cambiare per rinforzare il reparto alle spalle di Maignan. Pure i prestiti di Sergino Dest e Aster Vranckx terminano al 30 giugno e per quella data il Milan dovrà investire 20 milioni per l’americano e 13 milioni per il belga se davvero volesse tenerli. Ugualmente Brahim Diaz in prestito dal Real porterà Maldini a fare delle scelte. Bakayoko è in uscita già a gennaio, mentre per Ibrahimovic in scadenza a giugno ogni decisione spetta a lui. Per Giroud è già pronto il rinnovo
Il rinnovo di Leao è un rebus.
Bennacer invece non vuole rinnovare, vuole arrivare a scadenza e andarsene come Kessie.

Per i prestiti, secondo me è troppo presto per le valutazioni. Il resto della stagione ci farà capire se valga la pena riscattarne qualcuno.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>