Juve: rischio retrocessione. Procura al lavoro. Torna Marotta?

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
26,567
Reaction score
6,389
serve un curatore fallimentare, non mi stupirebbe vedere qualcuno del mondo delle imprese esperto tributario
tipo il Parma dopo il crac Parmalat
 
Registrato
10 Marzo 2021
Messaggi
10,277
Reaction score
8,815
Va ricordato infatti che la Juventus ha firmato con Nyon in agosto un settlement agreement sulla base di informazioni finanziarie presentate daibianconeri in relazione agli esercizi chiusi nel 2018, 2019, 2020, 2021 e 2022. Grosso modo, lo stesso periodo su cui ha indagato la procura torinese. Va da sé che qualora la Uefa non riscontrasse corrispondenza fra i dati comunicati dalla Juve e quelli emersi nelcorso delle indagini il ventaglio di sanzioni sarebbe ampio, dall’ammenda all’esclusione dalle coppe.A livello italiano cosa rischia invece la Juventus? È bene ricordare che i bianconeri sono oggetto di inchiesta dal pool dei magistrati di Torino per aver truccato i bilanci con plusvalenze artificiali e per le due «manovre stipendi». Sul piano sportivo i torinesi sono già stati assolti in primo e secondo grado per le plusvalenze: il procuratore Chinè potrà ora riaprire l’inchiesta solo nel caso in cui emergano dalle intercettazioni fatti nuovi. Non è un caso perciò che in questi primigiorni la procura federale, nello studio delle diecimila pagine provenienti da Torino, stia concentrando l’attenzione proprio su questo tema: a Natale scadono infatti i termini per riaprire il processo (ha trenta giorni a disposizione dal momento della ricezione del fascicolo). Discorso diverso va affrontato per la manovra stipendi, ovvero la mossa secondo la quale il club avrebbe comunicato alla Borsa un taglio degli stipendi di 90 milioni quando il risparmio in realtà sarebbe stato di 22. La risposta va cercata nell’art 31 del codice di giustizia sportiva che prevede una gamma di sanzioni che va dalla semplice ammenda e inibizione dei dirigenti coinvolti alla penalizzazione di uno o più punti in classifica. Nel caso in cui il falso in bilancio sia stato determinante per l’iscrizione al campionato addirittura la retrocessione.

Stai a vedere che finirà realmente con un nulla di fatto....... :facepalm:
Che schifo, e qui dentro alcuni criticano la Premier per tutti i soldi che incassano...dovrebbero incassare anche tutti quelli della Serie A, perché è giusto che una marcescenza simile non riceva alcun dollaro.

Meglio ritornare a guardare la WWE, almeno sappiamo già in anticipo che è tutto finto.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
11,294
Reaction score
2,917
CorSera: I controlli della Consob, l’inchiesta Prisma, la lente d’ingrandimento della procura federale, il contenzioso con la Uefa per la Superlega ma ora anche il rischio di esclusione dalle coppe per la violazione delle norme del fair play finanziario. Si salvi chi può. Non ha requie la Juventus dopo che l’inchiesta della procura di Torino ha già condotto alle dimissioni di Andrea Agnelli e alla richiesta di rinvio a giudizio per dodici indagati. In ultimo nella relazione finanziaria del club presentata martedì agli azionisti si paventa il rischio «di sanzioni, esclusione o limitazione all’accesso alle competizioni Uefa» facendo riferimento al contenzioso relativo alla Superlega.Non solo, però. Nella stessa relazione il club avverte che la Juve, addirittura, potrebbe «non essere in grado di partecipare alle competizioni nazionali e/o europee», qualora emergessero palesi violazioni del fair play finanziario.

Va ricordato infatti che la Juventus ha firmato con Nyon in agosto un settlement agreement sulla base di informazioni finanziarie presentate daibianconeri in relazione agli esercizi chiusi nel 2018, 2019, 2020, 2021 e 2022. Grosso modo, lo stesso periodo su cui ha indagato la procura torinese. Va da sé che qualora la Uefa non riscontrasse corrispondenza fra i dati comunicati dalla Juve e quelli emersi nelcorso delle indagini il ventaglio di sanzioni sarebbe ampio, dall’ammenda all’esclusione dalle coppe.A livello italiano cosa rischia invece la Juventus? È bene ricordare che i bianconeri sono oggetto di inchiesta dal pool dei magistrati di Torino per aver truccato i bilanci con plusvalenze artificiali e per le due «manovre stipendi». Sul piano sportivo i torinesi sono già stati assolti in primo e secondo grado per le plusvalenze: il procuratore Chinè potrà ora riaprire l’inchiesta solo nel caso in cui emergano dalle intercettazioni fatti nuovi. Non è un caso perciò che in questi primigiorni la procura federale, nello studio delle diecimila pagine provenienti da Torino, stia concentrando l’attenzione proprio su questo tema: a Natale scadono infatti i termini per riaprire il processo (ha trenta giorni a disposizione dal momento della ricezione del fascicolo). Discorso diverso va affrontato per la manovra stipendi, ovvero la mossa secondo la quale il club avrebbe comunicato alla Borsa un taglio degli stipendi di 90 milioni quando il risparmio in realtà sarebbe stato di 22. La risposta va cercata nell’art 31 del codice di giustizia sportiva che prevede una gamma di sanzioni che va dalla semplice ammenda e inibizione dei dirigenti coinvolti alla penalizzazione di uno o più punti in classifica. Nel caso in cui il falso in bilancio sia stato determinante per l’iscrizione al campionato addirittura la retrocessione.

CorSport: adesso Elkann impone un repulisti. Salgono le quotazioni di Marotta, che potrebbe tornare. Si parla sempre di Del Piero e di un DS di nome. Al momento solo Allegri è blindato.
La gente è davvero convinta con sta storia della retrocessione :muhahah::muhahah::muhahah:
 

Rickrossonero

Active member
Registrato
29 Gennaio 2022
Messaggi
469
Reaction score
199
Ma quali sarebbero i requisiti in termini di rosso in bilancio e debito per potersi iscrivere?
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
17,784
Reaction score
5,681
Ma quale retrocessione. Ai tempi di calciopoli in 2 giorni saltò tutto fuori.
Il sistema non permetterà mai la decadenza di chi porta loro soldi e potere, mi aspetto solo una punizione dellUefa e nulla più. In Italia continueranno imperterriti a fare i loro porci comodi.
 

Raryof

Senior Member
Registrato
24 Gennaio 2017
Messaggi
14,311
Reaction score
3,997
Ma quale retrocessione. Ai tempi di calciopoli in 2 giorni saltò tutto fuori.
Il sistema non permetterà mai la decadenza di chi porta loro soldi e potere, mi aspetto solo una punizione dellUefa e nulla più. In Italia continueranno imperterriti a fare i loro porci comodi.
Guardate che se vengono puniti dalla Uefa la Lega qui da noi non potrà mica dire, Juve? pulita, perché non avrebbe senso, vorrebbe dire rimettere la decisione ad organi istituzionali europei e basta, come dire, vabbè già li hanno puniti, amici come prima, noi nonostante il falso in bilancio con cui avete falsato la competizione sooooprattutto qui in Italia non abbiamo visto nulla di strano, normale gestione di un club lindo e pulito, eh no!
Io mi aspetto ovviamente una squalifica lunghissima di almeno 3 anni da parte della Uefa (noi siamo stati squalificati per 2 anni di fila per bilancio in rosso, non per aver fregato il sistema) questi hanno fatto il bello e il cattivo tempo per anni e fossero stati solamente i rapporti mafiosi di cordiale amicizia con diverse succursali, no, con la pandemia si sono sentiti pure in diritto di truccare i bilanci dichiarando spese e perdite inferiori, se la giustizia sportiva in Italia, diciamo un curatore fallimentare, dovesse punirli lo farebbe con penalizzazioni su più campionati quindi la penalizzazione si sommerebbe, puoi anche decidere di dargli un -30 generico per ogni singola annata e gliela fai scontare nell'anno in corso e in quello successivo, per dire, ti tolgo 90 punti nel triennio che hai falsato e questi te li dovrai cuccare in futuro, quest'anno e il prossimo, sono 90 punti, se quest'anno fai 78 punti l'anno prossimo parti da -12, più di così non si può fare e per un semplice motivo, li hai beccati dopo ma magari già sapevi, ovviamente la pena economica è più difficile da dare perché non puoi quantificare il guadagno avuto da certi spostamenti o certi trucchi contabili, plusvalenze fittizie, cioè ci sarebbe solamente la radiazione sulla fiducia e non puoi nemmeno penalizzarli sui guadagni dalle coppe perché lì sono altri organi a doverti giudicare come società valida in qualità di partecipante pulita e seria, ma puoi anche dargli una mazzata superiore e raddoppiare quel -90, fai 180 e in quel caso, per non rendere ridicolo un campionato partendo da -68 li mandi direttamente in LegaPro e cessi l'attività della Next gen, in quel caso sarebbe anche bellissimo creare noi la next gen e andare a fare gli scontri diretti con la loro prima squadra, l'Ac Piemonte Torino 2023.
Tenere la Juve in A dopo che sarà stata estromessa dalle coppe perché indagata per una seconda volta dopo appena 16 anni avrà un costo troppo alto per la Lega e per il prodotto calcio italiano, non arrivare ad una punizione netta avrà ripercussioni su tutto il sistema calcio, come le avrebbe avute se la gobba nel 2006 fosse stata lasciata in A ma con l'U23 dentro; un calcio dove fare pulizia, come ci dicono gli splendidi difensori della legalità e della moralità sportiva o ne approfitti ora per fare davvero pulizia o non la farai più e non facendogliela pagare a questi dovrai tirare fuori dei soldi in più per assistere all'ennesimo piano Marshall a favore della gobba solo perché una retrocessione oggi per loro sarebbe la fine, pura, del calcio ad alti livelli, considerando che noi sappiamo bene quanto possa servire per tornare anche solo a piazzarsi al quarto posto dopo anni di Giannino ma sono sicuro che un calcio italiano con una Juve ripulita e stabile al sesto-settimo posto (tipo una Lazio o una Fiorentina) sarebbe molto meglio che averli al quarto posto ma indagati ed estromessi dalla Uefa per fatti noti, a quel punto cambia il calcio e prenditela con chi ha creato del marcio nel tuo sistema, marcio che è anche istituzionale, perché Gravina è marcio, perché gli uomini scelti li hanno scelti loro e non ziu Geppettu, qui per me si deve intervenire pure a livello politico perché tu, come prodotto, non puoi permetterti di avere uno scandalo ammazzacalcio e ammazzacredibilità ogni 16 anni, è ridicolo e alle società di A dovrebbe interessare la stabilità del prodotto, non andare a casa dell'Agnello a farsi dire che si finisce nel baratro mentre lui è il primo ad aver dato una spinta a tutti, questi oltre che incapaci sono stati pure dei gran pirloni, segno che sì, agli Elkann della Juve frega poco poco ma non per questo dobbiamo tutti pagare per la loro incapacità di non devastare il sistema calcio con la loro noncuranza.
 
Registrato
28 Agosto 2015
Messaggi
3,539
Reaction score
335
CorSera: I controlli della Consob, l’inchiesta Prisma, la lente d’ingrandimento della procura federale, il contenzioso con la Uefa per la Superlega ma ora anche il rischio di esclusione dalle coppe per la violazione delle norme del fair play finanziario. Si salvi chi può. Non ha requie la Juventus dopo che l’inchiesta della procura di Torino ha già condotto alle dimissioni di Andrea Agnelli e alla richiesta di rinvio a giudizio per dodici indagati. In ultimo nella relazione finanziaria del club presentata martedì agli azionisti si paventa il rischio «di sanzioni, esclusione o limitazione all’accesso alle competizioni Uefa» facendo riferimento al contenzioso relativo alla Superlega.Non solo, però. Nella stessa relazione il club avverte che la Juve, addirittura, potrebbe «non essere in grado di partecipare alle competizioni nazionali e/o europee», qualora emergessero palesi violazioni del fair play finanziario.

Va ricordato infatti che la Juventus ha firmato con Nyon in agosto un settlement agreement sulla base di informazioni finanziarie presentate daibianconeri in relazione agli esercizi chiusi nel 2018, 2019, 2020, 2021 e 2022. Grosso modo, lo stesso periodo su cui ha indagato la procura torinese. Va da sé che qualora la Uefa non riscontrasse corrispondenza fra i dati comunicati dalla Juve e quelli emersi nelcorso delle indagini il ventaglio di sanzioni sarebbe ampio, dall’ammenda all’esclusione dalle coppe.A livello italiano cosa rischia invece la Juventus? È bene ricordare che i bianconeri sono oggetto di inchiesta dal pool dei magistrati di Torino per aver truccato i bilanci con plusvalenze artificiali e per le due «manovre stipendi». Sul piano sportivo i torinesi sono già stati assolti in primo e secondo grado per le plusvalenze: il procuratore Chinè potrà ora riaprire l’inchiesta solo nel caso in cui emergano dalle intercettazioni fatti nuovi. Non è un caso perciò che in questi primigiorni la procura federale, nello studio delle diecimila pagine provenienti da Torino, stia concentrando l’attenzione proprio su questo tema: a Natale scadono infatti i termini per riaprire il processo (ha trenta giorni a disposizione dal momento della ricezione del fascicolo). Discorso diverso va affrontato per la manovra stipendi, ovvero la mossa secondo la quale il club avrebbe comunicato alla Borsa un taglio degli stipendi di 90 milioni quando il risparmio in realtà sarebbe stato di 22. La risposta va cercata nell’art 31 del codice di giustizia sportiva che prevede una gamma di sanzioni che va dalla semplice ammenda e inibizione dei dirigenti coinvolti alla penalizzazione di uno o più punti in classifica. Nel caso in cui il falso in bilancio sia stato determinante per l’iscrizione al campionato addirittura la retrocessione.

CorSport:
adesso Elkann impone un repulisti. Salgono le quotazioni di Marotta, che potrebbe tornare. Si parla sempre di Del Piero e di un DS di nome. Al momento solo Allegri è blindato.
morale la retrocessione viene inserita solo per vendere giornali. Forse rischia qualche punto, ripeto forse.
 
Alto
head>