Italia vs Houthi. Pronta missione Aspides.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,127
Reaction score
29,238
La missione europea Aspides è pronta a partire per contrastare le minacce degli Houthi nel Mar Rosso, dopo il primo attacco all'Italia da parte dei ribelli yemeniti.

Il parlamento italiano si prepara a votare la risoluzione che consentirà di dare il via all'operazione, mentre le minacce degli Houthi si moltiplicano di ora in ora.

Questa volta nel mirino dei terroristi non ci sono soltanto le imbarcazioni americane o britanniche, ma anche quelle europee, con il 15% del commercio globale che passa attraverso il Mar Rosso.

La missione Aspides, con base operativa sul cacciatorpediniere Caio Duilio, avrà il compito di proteggere le navi europee dagli attacchi terroristici.

L'Italia rafforza il suo ruolo nel Mar Rosso anche con il comando della Combined Task Force 153, che opera per la sicurezza della navigazione nel Mar Rosso e nel golfo di Ade.

Gli attacchi degli Houthi rappresentano una grave violazione del diritto internazionale e un attentato alla sicurezza dei traffici marittimi da cui dipende l'economia italiana.

I ribelli yemeniti risparmiano però i mercantili che fanno riferimento a Cina o Russia, mentre continuano a prendere di mira le navi britanniche nel Golfo di Aden.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
32,243
Reaction score
10,169
La missione europea Aspides è pronta a partire per contrastare le minacce degli Houthi nel Mar Rosso, dopo il primo attacco all'Italia da parte dei ribelli yemeniti.

Il parlamento italiano si prepara a votare la risoluzione che consentirà di dare il via all'operazione, mentre le minacce degli Houthi si moltiplicano di ora in ora.

Questa volta nel mirino dei terroristi non ci sono soltanto le imbarcazioni americane o britanniche, ma anche quelle europee, con il 15% del commercio globale che passa attraverso il Mar Rosso.

La missione Aspides, con base operativa sul cacciatorpediniere Caio Duilio, avrà il compito di proteggere le navi europee dagli attacchi terroristici.

L'Italia rafforza il suo ruolo nel Mar Rosso anche con il comando della Combined Task Force 153, che opera per la sicurezza della navigazione nel Mar Rosso e nel golfo di Ade.

Gli attacchi degli Houthi rappresentano una grave violazione del diritto internazionale e un attentato alla sicurezza dei traffici marittimi da cui dipende l'economia italiana.

I ribelli yemeniti risparmiano però i mercantili che fanno riferimento a Cina o Russia, mentre continuano a prendere di mira le navi britanniche nel Golfo di Aden.
>> AGGIORNAMENTO ESCALATION MONDIALE

- dalle ultime novità, ora si inizia a parlare di truppe sul fronte ucraino
- Le marine di Italia e Germania hanno sparato per la prima volta dopo decenni, sul fronte medio orientale

Stay tuned
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
16,671
Reaction score
8,872
>> AGGIORNAMENTO ESCALATION MONDIALE

- dalle ultime novità, ora si inizia a parlare di truppe sul fronte ucraino
- Le marine di Italia e Germania hanno sparato per la prima volta dopo decenni, sul fronte medio orientale

Stay tuned

è il primo attacco/risposta di una nave italiana dalla seconda guerra mondiale.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
28,421
Reaction score
5,583
La missione europea Aspides è pronta a partire per contrastare le minacce degli Houthi nel Mar Rosso, dopo il primo attacco all'Italia da parte dei ribelli yemeniti.

Il parlamento italiano si prepara a votare la risoluzione che consentirà di dare il via all'operazione, mentre le minacce degli Houthi si moltiplicano di ora in ora.

Questa volta nel mirino dei terroristi non ci sono soltanto le imbarcazioni americane o britanniche, ma anche quelle europee, con il 15% del commercio globale che passa attraverso il Mar Rosso.

La missione Aspides, con base operativa sul cacciatorpediniere Caio Duilio, avrà il compito di proteggere le navi europee dagli attacchi terroristici.

L'Italia rafforza il suo ruolo nel Mar Rosso anche con il comando della Combined Task Force 153, che opera per la sicurezza della navigazione nel Mar Rosso e nel golfo di Ade.

Gli attacchi degli Houthi rappresentano una grave violazione del diritto internazionale e un attentato alla sicurezza dei traffici marittimi da cui dipende l'economia italiana.

I ribelli yemeniti risparmiano però i mercantili che fanno riferimento a Cina o Russia, mentre continuano a prendere di mira le navi britanniche nel Golfo di Aden.
Ah ecco perchè ci hanno dato Chico Forti.

Non vedo l'ora che cada la Meloni, giusto per godere della caduta di un vergognoso leccapiedi. Tanto chiunque ci va, fa sempre schifo.
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,925
Reaction score
3,157
Bene. Ora andassero a riferire in parlamento e a spiegare agli Italiani con chi sono in guerra.
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,925
Reaction score
3,157
sì, e quando i crucchi iniziano ad armarsi non è mai un buon segnale

sono una barzelletta. Hanno l'esercito piu' ridicolo d'europa, una marina inesistente e aviazione con ferrovecchi. Sono stati ridicolizzati e bullizzati qualche giorno fa per la facilita' con cui i servizi segreti russi sono infiltrati in germania, dopo che e' uscito il leak sulla fornitura di missili all'ucraina. Se non fosse che fanno parte della nato e hanno decine di migliaia di soldati americani basati sul suo territorio (hanno appaltato di fatto la difesa agli stati uniti) in caso di invasione della russia durerebbero circa otto minuti.
 
Alto
head>