Il Covid-19 lascia tracce sull'organismo? Dubbio medici sportivi.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,679
Reaction score
25,572
Come riportato dal Corriere dello Sport in edicola oggi, 27 marzo, i medici sportivi hanno un dubbio: il Covid-19 potrebbe lasciare tracce nell'organismo, in particolare nei polmoni, di chi lo ha contratto? Ipotesi di nuove visite di idoneità per gli sportivi professionisti, in modo da escludere complicanze.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,679
Reaction score
25,572
Come riportato dal Corriere dello Sport in edicola oggi, 27 marzo, i medici sportivi hanno un dubbio: il Covid-19 potrebbe lasciare tracce nell'organismo, in particolare nei polmoni, di chi lo ha contratto? Ipotesi di nuove visite di idoneità per gli sportivi professionisti, in modo da escludere complicanze.

CI manca solo questo.

Che azzo hanno creato quei maledetti?
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
58,926
Reaction score
24,435
Come riportato dal Corriere dello Sport in edicola oggi, 27 marzo, i medici sportivi hanno un dubbio: il Covid-19 potrebbe lasciare tracce nell'organismo, in particolare nei polmoni, di chi lo ha contratto? Ipotesi di nuove visite di idoneità per gli sportivi professionisti, in modo da escludere complicanze.

Eh, bella domanda.
Queste valutazioni ora non le abbiamo fatte e non le possiamo fare.
A parte il fatto che quelli che sono guariti clinicamente sembra sia passato loro sopra un treno e prima di tornare a una vita normale ci vuole del tempo....
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,646
Reaction score
2,798
Si basa sul fatto che anche in soggetti recuperati, la polmonite virale puo' lasciare dei segni cicatriziali visibili attraverso una TAC ma che comunque non comportino problemi a livello funzionale. Anche prima del Covid-19, la letteratura scientifica e' piena di studi su polmoniti e sugli effetti a lungo termine. Ora, non sono uno pneumologo o un medico dello sport, ma e' possibile che agli atleti sia applicato un protocollo diverso, ad esempio una TAC di controllo da fare assieme alla ergospirometria con ECG da sforzo. Se non ci sono variazioni significative sulla capacita' polmonare non vedo perche non si debba dare l'idoneita'. Certo e' che a Matuidi, Dybala, Gabbiadini ecc li ribalteranno come calzini.
 
Registrato
23 Giugno 2017
Messaggi
2,728
Reaction score
1,125
Si basa sul fatto che anche in soggetti recuperati, la polmonite virale puo' lasciare dei segni cicatriziali visibili attraverso una TAC ma che comunque non comportino problemi a livello funzionale. Anche prima del Covid-19, la letteratura scientifica e' piena di studi su polmoniti e sugli effetti a lungo termine. Ora, non sono uno pneumologo o un medico dello sport, ma e' possibile che agli atleti sia applicato un protocollo diverso, ad esempio una TAC di controllo da fare assieme alla ergospirometria con ECG da sforzo. Se non ci sono variazioni significative sulla capacita' polmonare non vedo perche non si debba dare l'idoneita'. Certo e' che a Matuidi, Dybala, Gabbiadini ecc li ribalteranno come calzini.

Questo era ciò che più mi preoccupava. Grazie per il chiarimento!
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,646
Reaction score
2,798
Questo era ciò che più mi preoccupava. Grazie per il chiarimento!

fai conto che e' come tagliarsi un braccio e poi ti rimane la cicatrice. Il braccio lo puoi sempre usare.. ho semplificato al massimo ovviamente. E cmq, c'e' una differenza abissale tra lo sforzo richiesto ad un atleta e lo sforzo richiesto a una persona normale. Vi do un altro dato, si puo' vivere anche con un polmone solo (con l'asportazione parziale si conduce praticamente una vita normale). Ci sono migliaia di malati di cancro al polmone in tutto il mondo che riescono a sopravvivere in questo modo. Lo stesso Papa Francesco ha subito l'asportazione parziale di un polmone e sta benissimo.
 
Registrato
23 Giugno 2017
Messaggi
2,728
Reaction score
1,125
fai conto che e' come tagliarsi un braccio e poi ti rimane la cicatrice. Il braccio lo puoi sempre usare.. ho semplificato al massimo ovviamente. E cmq, c'e' una differenza abissale tra lo sforzo richiesto ad un atleta e lo sforzo richiesto a una persona normale. Vi do un altro dato, si puo' vivere anche con un polmone solo (con l'asportazione parziale si conduce praticamente una vita normale). Ci sono migliaia di malati di cancro al polmone in tutto il mondo che riescono a sopravvivere in questo modo. Lo stesso Papa Francesco ha subito l'asportazione parziale di un polmone e sta benissimo.

Ti ringrazio perché trovo i tuoi interventi sempre equilibrati e misurati. Le tue parole mi rassicurano, specie per il fatto che io sia completamente a digiuno di informazioni mediche: cerco sempre di farmi un’idea a partire da chi è competente in materia. Se posso approfittare di te, vorrei farti una domanda: anche nel caso in cui si contraesse il Covid-19 e si avessero tracce di ciò nell’organismo, il corpo potrebbe comunque sopportare uno sforzo atletico di buona intensità? Sto pensando ad allenamenti sportivi come il pugilato o corse nell’ordine di 8-10 km. Chiedo scusa per la banalità delle domande.
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,646
Reaction score
2,798
Ti ringrazio perché trovo i tuoi interventi sempre equilibrati e misurati. Le tue parole mi rassicurano, specie per il fatto che io sia completamente a digiuno di informazioni mediche: cerco sempre di farmi un’idea a partire da chi è competente in materia. Se posso approfittare di te, vorrei farti una domanda: anche nel caso in cui si contraesse il Covid-19 e si avessero tracce di ciò nell’organismo, il corpo potrebbe comunque sopportare uno sforzo atletico di buona intensità? Sto pensando ad allenamenti sportivi come il pugilato o corse nell’ordine di 8-10 km. Chiedo scusa per la banalità delle domande.

in linea di massima direi di si, ripeto non creiamo inutili allarmismi. Fermo restando che l'attivita' agonistica in Italia, anche amatoriale, e' regolata. Se ci saranno modifiche alle modalita' di rilascio dei certificati per l'idoneita' sportiva sara' agli enti preposti dover fare le valutazioni del caso. Quello che ti posso dire e' che io che vado a correre regolarmente, se dovessi prendermi il coronavirus e recuperassi in tempi normali, riprenderei certo con le mie attivita' sportive.
 
Registrato
23 Giugno 2017
Messaggi
2,728
Reaction score
1,125
in linea di massima direi di si, ripeto non creiamo inutili allarmismi. Fermo restando che l'attivita' agonistica in Italia, anche amatoriale, e' regolata. Se ci saranno modifiche alle modalita' di rilascio dei certificati per l'idoneita' sportiva sara' agli enti preposti dover fare le valutazioni del caso. Quello che ti posso dire e' che io che vado a correre regolarmente, se dovessi prendermi il coronavirus e recuperassi in tempi normali, riprenderei certo con le mie attivita' sportive.

Perfetto! Ti ringrazio ancora per le informazioni.
 
Alto
head>